Mori - 1966 - Sardegna

geonerd

Mori - 1966 - Sardegna

,1^7,

Fot. Ciganovic

Le coste svariate di bianche spiagge arcuate

e di promontori rocciosi del Golfo di Arbatax.

dove varie insenature, e soprattutto quelle di Porto Vesme, Portixeddu e Buggerru,

sono usate per rimbarco dei minerali. Poi fino al Golfo di Oristano si allunga una

costa rettilinea formata prima dalla bella spiaggia di Piscinas, poi da un tratto scistoso

e arenaceo che si prolunga con il poderoso aggetto basaltico del Capo della Frasca.

Anche per questo tratto, battezzato di recente col nome di Costa Verde, sono in

progetto piani di valorizzazione turistica.

Il Capo della Frasca e il Capo San Marco, entrambi basaltici a imbasamento

miocenico come le giare, racchiudono il Golfo di Oristano, posto nell’area di convergenza

delle due depressioni tettoniche del Campidano e della valle del Tirso.

Esso s’inarca a semiellisse con una regolarità che non ha riscontro in Italia, in magnifiche

spiagge costruite coi materiali portati dal Tirso, che continuamente le

accrescono e che sono coperte di dune attuali e fossili. Il golfo è orlato di lagune e

89

More magazines by this user