Mori - 1966 - Sardegna

geonerd

Mori - 1966 - Sardegna

Fot. Mori

L ’altopiano granitico di Fonni

il più elevato della Sardegna.

quello della Planàrgia. Altopiani basaltici minori sono quelli isolati dall’erosione alle

falde orientali del Monte Arci e che sono le giare (Giara di Gésturi, di Serri e di

Siddi fino a 6-700 m. di altezza) che si estollono nella parte centrale dell’isola a guisa

di poderose fortezze naturali in cui le popolazioni nuragiche si arroccarono. Pianori

basaltici, anche estesi, ma poco elevati, sono i gollei notati nelle Baronie tra Dorgali

e Orosei.

Più imponenti per altezza о per dimensioni sono gli altopiani calcarei che si

trovano nell’alta e media valle del Flumendosa, da Làconi all’Ogliastra, e risultanti

pure dallo smembramento, per frattura о erosione, della antica formazione sedimentaria

secondaria. Questi altopiani sono i tacchi e i tònneri delle Barbàgie, questi stretti

e allungati (Monti Tònneri, Tònneri di Tonara), quelli ampi e tozzi che raggiungono

le massime dimensioni nell’altopiano del Sarcidano. Talvolta questi resti dell’antica

copertura calcarea sono ridotti a semplici testimoni a forma di pittoreschi torrioni

isolati, il più noto dei quali è la Perda Liana (1295 presso il lago dell’alto Flumendosa,

oppure a forma di fungo e chiamati allora texile come quello di Aritzo

(975 m.). Infine le forme ad altopiano si estendono anche ai rari lembi calcarei arelos

More magazines by this user