Mori - 1966 - Sardegna

geonerd

Mori - 1966 - Sardegna

Sul lato orientale i bordi del massiccio formano un ampio anfiteatro essenzialmente

granitico e aperto largamente sul mare, costituente nel suo insieme il cuore

dell’Ogliastra. Esso è dominato da una serie di vette scistose sui 1200 m. di altezza

(Monte Idolo, Monte Armidda, Monte Tricoli) e si appoggia a sud all’ampia cupola

porfirica del Monte Ferru (875 m.). Verso sud-ovest i rilievi centrali si continuano

alla destra del Flumendosa col vasto e regolare altopiano calcareo del Sarcidano

(o S ’Arcidano come taluni scrivono) il più grande di tutti, culminante col Monte

Coromedus (893 m.). Poco a sud di esso appaiono nel Monte Gùzzini e nel Planu-

La Scala di Ciocca (cioè a chiocciola)

come esempio dei profondi valloni che incidono l’altopiano calcareo sassarese.

Fot. Sef

126

More magazines by this user