Mori - 1966 - Sardegna

geonerd

Mori - 1966 - Sardegna

M a le diverse condizioni edafiche fanno spesso predom inare una di queste

piante che dà alla garriga una fisionom ia particolare. T ra i tanti tipi che si possono

riconoscere ricordiam o anzitutto la garriga a cespugli di Q uercia spinosa, che si sv i­

luppa nella fascia litoranea e, a differenza delle altre regioni ove copre terreni cal-

Fot. Almagià

Garriga a palma nana nella Sardegna meridionale.

carei, pare preferisca in Sardegna rocce silicee e sabbiose. N ettam ente calcicole sono

invece la garriga a R osm arino (rosmarinu, zippiri), talvolta consistente in m onotoni

rosm arineti puri, e la garriga a E u fo rb ie; m entre su suoli silicei si stende la garriga

a C isti che è una delle più diffuse, particolarm ente estesa sulle alluvioni ciottolose

del Cam pidano occidentale lungo la costa sulcitana e su m olti ripiani delle m ontagne

centrali. Piuttosto indipendenti dalla natura del suolo sono, infine, la garriga

a Elicrisi splendente nella fioritura giallo-dorata e la garriga a G in estre tra cui quella

n» L e Regioni d ’ Ita lia - S a rd e g n a .

i6s

More magazines by this user