Mori - 1966 - Sardegna

geonerd

Mori - 1966 - Sardegna

e a Cucchinadorza sul Taloro, uno a Scala Mala su un affluente del Cuga, un altro

sul Cedrino. Tra i serbatoi in progetto sono da ricordare oltre quello sul Flumineddu,

già citato, i quattro che afflancheranno il complesso del Flumendosa per la irrigazione

del Campidano e che sorgeranno sul Rio di Mógoro, sul Flùmini Mannu, sul Rio

Leni e sul Rio Santa Lucia. Comunque i laghi artificiali già costruiti permettono di

raccogliere 1700 milioni di me. di acqua, pari a circa un decimo delle precipitazioni

atmosferiche che cadono in media ogni anno sull’isola, e che vengono razionalmente

utilizzati con enorme beneficio per l’agricoltura e per le industrie dell’isola.

« Non una goccia d’acqua al mare, se prima non abbia fecondato la terra » è il motto

dell’Ente Flumendosa, e bisogna ammettere che sono già state poste le basi per tradurlo

in realtà.

Così la Sardegna, da terra priva di laghi, è divenuta per opera dell’ingegno e dell’attività

dell’uomo una delle regioni d’Italia che ne sono meglio fornite; il che ha

provocato già trasformazioni profonde del paesaggio e progressi decisivi dell’economia.

198

More magazines by this user