Mori - 1966 - Sardegna

geonerd

Mori - 1966 - Sardegna

Il Montiferru separa nettamente con il suo grande cono regolare il Campidano

dal Logudoro, posto com’è tra il Tirso e il mare ed è un vulcano ad ampia base di

tipo etneo, la cui parte più elevata è formata da trachiti e i fianchi da basalti che si

prolungano nei vasti tavolati circostanti della Campeda, della Planàrgia e di Abbasanta.

A ll’estremità nord-occidentale la penisola affilata della Murra con l’appendice

dell’Asinara costituisce una regione a sé stante non solo per la sua configurazione,

distinta com’è dal resto dell’isola da una vasta e piatta superficie di abrasione, ma

anche per la sua struttura, essendo costituita da una banda di terreni cristallini metamorfici

paleozoici verso occidente e da placche di calcari secondari a oriente assumenti

l’aspetto di colline basse ma disordinate e dai fianchi spesso assai acclivi.

Fot. Stefani

La Valle del Cixerri vista dai pressi di Siliqua

con al centro lo spuntone trachiandesitico del Colle di Acquafredda.

к .

V

205

More magazines by this user