Mori - 1966 - Sardegna

geonerd

Mori - 1966 - Sardegna

sità si riduce a meno della metà. Nelle fasce altimetriche comprese tra 200 e 500 m.,

la densità si mantiene quasi invariata su valori che di poco superano i 40 ab. per kmq.,

cioè nettamente inferiori alla media, ma nella fascia successiva, tra 500 e 600 m., la

densità risale fino a 69,4 ab. per kmq. Oltre i 600 m. la densità scende subito a valori

piuttosto bassi, sempre al di sotto dei 25 ab. per kmq.

Nella distribuzione altimetrica della popolazione della Sardegna possiamo dunque

riconoscere due principali aree di addensamento: una prima rappresentata dalla

fascia litoranea, in cui più numerosa è la popolazione, più fitti i centri abitati e più

elevata la densità e una seconda, compresa tra i 400 e i 600 m. di altitudine, generalmente

ben abitata anche in conseguenza della ben nota morfologia a ripiani del

rilievo, che sono più sviluppati appunto in questa fascia altimetrica.

Però nelle diverse parti dell’isola si verificano condizioni molto diverse e talora

perfino opposte, sicché la curva che rappresenta la distribuzione altimetrica della

popolazione in Sardegna, deve considerarsi solo come una media dovuta alla compensazione

delle variazioni altimetriche che nelle diverse regioni dell’isola si presentano

con caratteri molto differenti, pur potendosene riconoscere alcuni ricorrenti

con notevole frequenza.

Si nota più in particolare quel che prima si è detto e cioè che la zona altimetrica

relativamente più bassa non è sempre la più popolata, come invece si constata

nella maggior parte delle regioni italiane. E presente, invece, con maggiore frequenza,

una zona di concentrazione della popolazione nelle fasce di media altitudine

oltre la quale si scende subito a valori molto bassi. E ciò non solo per la prevalenza

in Sardegna delle forme tabulari favorevoli all’insediamento umano e all’insorgenza

di centri abitati, ma anche per l’influenza delle vicende storiche che hanno

contribuito a determinare l’addensamento della popolazione in queste zone elevate

e l’abbandono delle parti più basse, per motivi di sicurezza e di salubrità.

1000

æo

600

400-

Distribuzione altimetrica

dei valori percentuali della

popolazione nei quattro

anni indicati (da Pinna).

200

Л.0

10 20 30 40 X

239

More magazines by this user