Mori - 1966 - Sardegna

geonerd

Mori - 1966 - Sardegna

Donna di Fonni.

Fot. Ciganovic

Un sardo che ben conosce l’anima dei suoi corregionali, il Lussu, così si esprime

in proposito : « Noi siano sempre stati disuniti e nemici fra noi stessi, sotto gli Spagnoli,

sotto gli Aragonesi, sotto i Giudicati, sotto i Romani, sotto i Cartaginesi,

sempre. Loro solo erano uniti. Il loro Stato non era il nostro Stato, e impotenti a sbarazzarcene,

ci ripiegavamo su noi stessi, ognuno per proprio conto, nella famiglia

e nel villaggio; e villaggio contro villaggio, l’uno contro l’altro nello stesso villaggio ».

Questo particolare aspetto della psiche sarda, per quanto oggi attenuato, va

tenuto presente perchè spiega molte cose riguardanti i linguaggi, l’organizzazione,

i rapporti sociali, la storia ed anzi la mancanza di una storia propria, dato che —

prescindendo dall’epoca iniziale dei Giudicati — la storia della Sardegna è stata quella

delle potenze dominatrici succedutesi nell’isola.

E mancando di storia propria, alla Sardegna è complessivamente mancata anche

un’arte propria, che è pure storia. Infatti, anche se in età romanica l’isola si è mostrata

partecipe del generale movimento di rinascita dell’Occidente, questa partecipa-

303

More magazines by this user