Mori - 1966 - Sardegna

geonerd

Mori - 1966 - Sardegna

Il territorio tra Terralba e il mare dopo la bonifica.

Nell’apposito elenco del 1933, i comprensori sardi interessavano una superficie

di 884.615 ha. pari ad oltre 1/3 dell’isola (1/6 non considerando i 400.000 ha. di montagna

da rimboschire) il che dà l’idea dell’imponenza dei problemi da risolvere che

pertanto potevano essere affrontati solo dallo Stato. E da ricordare che in quest’epoca

ebbero inizio gli interventi maggiori nella Nurra algherese da parte dell’Ente Ferrarese,

di colonizzazione e nella piana acquitrinosa di Terralba da parte della Società

Bonifiche Sarde per la utilizzazione a scopo irriguo delle acque del Lago Omodeo.

In una seconda fase l’intervento dello Stato si fa preminente e massiccio e si concentra

sulle zone più opportune per realizzazioni a breve scadenza, sicché la superficie

dei comprensori sotto bonifica si contrasse a 264.202 ha., più circa 50.000 ha. di

371

More magazines by this user