Mori - 1966 - Sardegna

geonerd

Mori - 1966 - Sardegna

. -

Agricoltura tradizionale: lavorazione del terreno in Marmilla.

Fot. Stefani

trasformazione agraria recente. Ma interessa notare che nella prima metà del secolo

si sono verificate delle variazioni considerevoli della superficie coltivata a grano in

rapporto prima con le vicissitudini della pastorizia e poi con particolari aspetti della

politica agraria.

Raggiunta infatti l’estensione massima nel 1909 con 314.000 ha., la coltura del

grano si è progressivamente ristretta fino a dimezzarsi nel 1924 (138.000 ha.) per

la cospicua intensificazione dell’allevamento ovino verificatasi nel primo quarto del

secolo in rapporto con lo straordinario sviluppo del caseificio. Succeduto però in

quest’ultimo un certo stato di crisi e affermatasi la « battaglia del grano », la superficie

coltivata si è estesa progressivamente fino a superare nel 1937 i 250.000 ettari. La

ripresa dell’attività pastorale nell’ultimo dopoguerra ha fatto contrarre di nuovo la

superficie a grano all’entità attuale, quasi una metà della quale è comunque lasciata

a riposo. Andamento generale simile a quello della coltura, ma con forti sbalzi

386

More magazines by this user