Mori - 1966 - Sardegna

geonerd

Mori - 1966 - Sardegna

л

L ’insediamento e la viabilità in epoca romana.

I cerchietti vuoti indicano centri

abitati di posizione incerta; le parti punteggiate

sono le zone di popolamento più

denso.

lungo la costa occidentale da Cagliari a Tharros, Basa e Turris, fino a Bibula, sulle

Bocche di Bonifacio con funzione essenzialmente commerciale. C ’erano poi due

vie interne aventi fini strategici e di penetrazione: una da Cagliari per Othoca (presso

Oristano) e Macopsissa (Macomér) giungeva a Turris e l’altra, sempre da Cagliari,

per Biora (presso Serri), l’oppido di Valentia, Sorabile (presso Fonni) e Caput Thirsi

(alle sorgenti del Tirso) finiva ad Olbia. Vi erano poi parecchi tronchi minori e di

raccordo, più numerosi nella parte occidentale dell’isola.

Oltre ai traffici, le strade favorirono la formazione di numerosi centri abitati, che

sorsero in molte località dell’interno per scopi diversi e con differenti caratteri. Lungo

le vie sorsero e si svilupparono, come al solito, stazioni di sosta {mansiones) poste in

località opportune, sì da conciliare le necessità delle tappe con la valorizzazione dei

terreni feraci e la costituzione di centri commerciali. Tra le numerose mansiones

36

More magazines by this user