Mori - 1966 - Sardegna

geonerd

Mori - 1966 - Sardegna

Una delle navi traghetto

che fanno servizio sulla linea Civitavecchia-Golfo Aranci.

Fot. Fotorapida Terni

la linea Sorso-Sassari-Tempio (151 km.) e nell’Iglesiente e Sulcis le Ferrovie Meridionali

Sarde con la linea principale Siliqua-Palmas-Calasetta (79 km.). Si tratta però

di linee con tracciato tortuoso e difficile e con armamento inadeguato e quindi lente

da percorrere anche dalle moderne automotrici che hanno sostituito i vecchi trenini

a vapore: si pensi che tra Mandas e Lanusei, distanti in linea d’aria 45 km., la

linea si sviluppa per ben 126 km., percorsi in quasi 4 ore, e che ancor oggi occorrono

7 ore per compiere i 220 km. tra Cagliari e Arbatax.

Invece sulle Ferrovie dello Stato, nonostante esse siano ancora quasi interamente

a binario unico e per vari aspetti piuttosto arretrate, le prestazioni e la marcia dei

treni hanno fatto indubbi progressi, tanto che il tragitto Cagliari-Òlbia è percorso

oggi in 4 ore e mezzo (contro 6 dell’anteguerra), tempo abbastanza buono ove si tenga

conto che la linea deve superare il brusco ostacolo della Campeda, alto 650 metri.

Naturalmente è su questa linea che si verifica la maggiore intensità di traffico di

merci e di passeggeri, perchè essa rappresenta l’asse che mette in comunicazione

i principali centri dell’isola, sia direttamente che indirettamente, con diramazioni che

si distaccano da nodi importanti: Decimomannu per la diramazione verso Iglèsias

e Carbònia, Macomèr per quella verso Nuoro e Bosa, Chilivani per l’altra verso

468

More magazines by this user