Mori - 1966 - Sardegna

geonerd

Mori - 1966 - Sardegna

Il nome di Monte Ferru, col quale gli abitanti designano da tempo immemorabile

l’intero gruppo montuoso (non la sola vetta, che prende il nome di Monte Urtigu),

fu dato nel XII secolo anche a un castello, costruitovi dai Logudoresi, e da allora si

affermò amministrativamente giungendo a indicare tutta una curatoria. Oggi per

Montiferru si intende quindi una regione che ha per centro il cono vulcanico, ma

che comprende gli espandimenti basaltici circostanti fino alla pianura Oristanese a

sud, fino al mare ad ovest, fino al Mannu e al Monte Sant’Antonio a nord. Ad est,

per il prolungarsi dei piani basaltici, i limiti non sono ben precisi. Questa regione,

tagliata quasi esattamente in due dal confine provinciale tra Núoro e Sassari, presenta

tra il versante settentrionale e quello meridionale notevoli differenze economiche:

quello Nuorese ha prevalente importanza agricola, data la diffusione che vi

hanno l’olivo ed altre colture legnose, con qualche recente attività turistica concentrata

nella nuova borgata balneare di Santa Caterina di Pittinuri; quello caglia-

F o t . S te fa n i

Santu Lussurgiu, con

le grige case disposte

ad anfiteatro.

More magazines by this user