Mori - 1966 - Sardegna

geonerd

Mori - 1966 - Sardegna

Tl

tratto ad altezze superiori ai looo m., degradando lentamente verso ovest nella valle

del Taloro e verso nordest con le valli del Bolóriga e del Flumineddu. Gli spartiacque

fra Taloro e Tirso e fra Taloro e Flumendosa segnano a nordovest e a sudest

il limite delle Barbàgie, mentre altrove tale limite è dato piuttosto da una fascia

di transizione in cui l’altopiano si abbassa;

2) la Barbàgia Mandrolisai о semplicemente il Mandrolisai, la più aspra delle

quattro, vero cuore delle Barbàgie; è separata nettamente dalla precedente dalla

linea di contatto fra graniti e scisti: questi ultimi costituiscono un possente altopiano

che si appoggia alle vette più elevate del Gennargentu (Punta La Marmora,

1834 m.) e degrada lentamente verso ovest-sudovest dove, nei territori meno elevati,

riappaiono i graniti. E l’unica parte della Barbàgia ad avanzare un saliente

(comune di Samugheo) nella Provincia di Cagliari;

F o t Stefan i

Chiesetta rurale nei pressi di Olzai.

• L e Regioni d 7 fa !ia - S a rd e g n a .

549

More magazines by this user