Mori - 1966 - Sardegna

geonerd

Mori - 1966 - Sardegna

Fot. Com. aer. della Sardegna

Un tratto del Campidano centrale tra Serramanna e Samassi. Appare chiaramente la diversa struttura

particellare dei vecchi coltivi e delle parti di bonifica recente, nonché la differenza del quadro agrario

tra la parte orientale, intensamente coltivata, e quella occidentale a colture estensive о a pascolo.

è estesa ai caratteri morfologici e litologici, perchè da questo punto di vista si. possono

distinguere almeno sei tipi di paesaggio naturale: i grandi conoidi di deiezione

del Campidano sud-occidentale, il più grande dei quali è quello di Villacidro, ampio

ventaglio regolarmente inclinato verso oriente, largo circa 4 km. e lungo 5-6 km.;

il « corridoio » centrale, percorso dal Piumini Mannu a sud e dal Rio Mannu a nord,

che defluiscono in senso opposto — lasciando tra di loro un’area a deflusso incerto

0 senza deflusso, che solo la bonifica ha potuto salvare dai persistenti acquitrini —

573

More magazines by this user