Mori - 1966 - Sardegna

geonerd

Mori - 1966 - Sardegna

l


Г. V-

g ::

Terralba e i suoi dintorni

a campi vitati.

i: ÎJ

i-;a

un paese di monti e di altopiani coperti da suoli prevalentemente sterili. La necessità

di aggredire il Campidano con una bonifica in grande stile fu dunque presto

intesa, ed oggi si può dire che tutta la pianura sia stata radicalmente trasformata

0 sia in via di trasformazione, da area sterile e malarica in regione di agricoltura

intensiva e prospera, in parte irrigua. E da ricordare anzitutto la bonifica di Terralba-Sassu

о di Arborèa, stupendo esempio di bonifica integrale, che, iniziata

nel 1921, ha redento la parte meridionale del Campidano di Oristano mediante il

prosciugamento dello stagno di Sassu e di parecchi altri stagni e acquitrini, la deviazione

del Rio Mògoro, la costituzione di fasce frangivento e di un canale irriguo

lungo 58 km. che prende acqua dal Tirso, l’appoderamento delle aree prosciugate

e la loro distribuzione a coloni veneti e romagnoli, l’introduzione di nuove colture,

la costruzione di case, di una fitta rete di strade e di borghi di servizio; tra questi

la notissima borgata di Arborèa (ex Mussolìnia), dotata di industrie di trasformazione

dei prodotti agricoli. Pochi anni dopo (1931) cominciava la bonifica della

bassa valle del Tirso, dove la fertilità dei terreni aveva già fatto insediare spontaneamente

un buon numero di coltivatori. Dopo il 1951 essa è stata ripresa dall’E.T.F.A.S.,

che ha organizzato l’ampio Centro di Colonizzazione di Oristano,

articolato su 16 aziende di cui la metà irrigue: tra esse spiccano sulla destra del

fiume quelle di Pardu Accas e specialmente l’altra di Pardu Nou, irrigate con una

vasta rete di canali, appoderate e arricchite di colture erbacee (carciofi, barbabietole,

foraggi) e arboree; e sulla parte sinistra le aziende di Tirìa, is Bangius e Masongiu

ove sono sorte tre borgate rurali sulle quali spicca quella di Sant’Anna. In

complesso, nell’intero Centro oristanese erano sorti fino a qualche tempo fa 736 po-

575

m

tia

ЕГ

8-

ia

pa

BS

Ш

ISri

за

More magazines by this user