Mori - 1966 - Sardegna

geonerd

Mori - 1966 - Sardegna

con due propaggini stradali di cui una a nordovest, residenziale e amministrativa,

lungo la via centrale sarda, e l’altra prevalentemente militare marittima a sudest.

Numerosi ma piccoli borghi fiorivano tutt’intorno, per lo più a carattere agricolo,

ma qualcuno anche in funzione dello sfruttamento delle vicine saline.

1 tempi medievali portarono modificazioni profonde alla planimetria e al tessuto

urbano. L ’instabilità politica e il pericolo proveniente dal mare determinarono l’abbandono

del troppo aperto abitato litoraneo e il trasferimento della popolazione sul

colle del Castello sovrastante e nella località di Sant’Igia, posta presso l’ansa più interna

dello Stagno di Cagliari e divenuta sede, sia pure per breve tempo, del governo

giudicale e delle autorità religiose. Ebbe origine così il quartiere del Castello, che prevalse

nettamente come sede del Governo e in funzione residenziale dopo che i Pisani

dal 1216 in poi vi costruirono poderose opere fortificatorie, munite ai primi del

1300 delle tre valide ed eleganti torri di San Pancrazio, dell’Elefante e del Leone in

hot. F o to c ie lo

Veduta aerea di Cagliari e dei borghi vicini.

589

More magazines by this user