Mori - 1966 - Sardegna

geonerd

Mori - 1966 - Sardegna

«Stl


J

ШІ

Fot. M o ri

Paesaggio nell’isola di San Pietro

con vigneti e case sparse alle falde del colle Guardia dei Mori.

altre regioni sarde. Infatti gli abitanti vivono sia in alcuni villaggi radi (Teulada,

4500 ab. e Giba, 2300 ab., sono i più cospicui, ma di recente ha acquistato importanza

anche Santadi), sia nei numerosissimi caratteristici nuclei rurali di antica origine

agricola, chiamati furriadroxius, о pastorale detti medaus, particolarmente frequenti

nel territorio di Teulada, a suo tempo descritti. Sono sorte poi numerose case

sparse, costruite nel quadro della trasformazione agraria. Alcuni di questi vecchi

nuclei rurali hanno avuto in epoca recente un certo sviluppo sicché si sono trasformati

in piccoli centri abitati come Nuxis, Masainas, Piscinas, Sant’Anna Arresi, ecc.

* : pii

: i m

■; ^ s :::

; .Al!;!

Le isole sulcitane.

Subito di fronte alla costa sulcitana, a continuazione del tavolato trachitico del

Sulcis smembrato da fratture, stanno le due principali tra le isole minori della Sardegna,

San Pietro e Sant’Antìoco. Quest’ultima in realtà è collegata all’isola maggiore

da un cordone litoraneo complesso, saldato da un antico ponte, ma il suo aspetto

naturale ed umano è quello di un’isola vera e propria.

m

611

More magazines by this user