Mori - 1966 - Sardegna

geonerd

Mori - 1966 - Sardegna

laghi-serbatoio del medio Flum endosa e la trasform azione del C am pidano (« Boll. Soc. Geogr. Ital. »,

XCVI, 1959).

C a p it o lo VII. Le regioni naturali, storiche e amministrative. — L ’importanza di un’esatta

individuazione e delimitazione delle regioni geografiche in Sardegna è stata da tempo sentita e affrontata

prima da R. A l m a g ià , D ivisioni territoriali e storiche della Sardegna (« Atti XI Congr. Geogr.

Ital. », Napoli, 1930), poi assai più arnpiamente da O. B a l d a c c i, L o studio dei nomi regionali d ’Italia.

I nomi regionali della Sardegna (Firenze, 19.45).

C a p it o lo V ili. Il popolamento e la sua evoluzione. — Per la storia del popolamento dell’isola

si vedano le basi statistiche raccolte dal C o rrid o re (Documenti per la popolazione del Regno sardo

dal 1S45 al 1S50, Cagliari, 1898) e del C o rrid o re stesso la Sto ria documentata della popolazione

del Regno (Viceream e) di Sardegna (Torino, 1899), nonché gli scritti del P a r d i, L a Sardegn a e la sua

popolazione attraverso i secoli (Cagliari, 1925) e di A l b . M o r i, Vicende dell’insediamento umano in

Sardegna (« Boll. Soc. Geogr. Ital. », LXXXVI, 1949). Sullo spopolamento medievale ha scritto

F. L oddo C a n e p a , L o spopolamento della Sardegna durante la dom inazione aragonese e spagnola

(«Atti Congr. Internaz. Studi Probi. Popolaz. », Roma, 1932). Sui tentativi di colonizzazione e di

popolamento effettuati nel periodo sabaudo v. R. C ia sc a, M om enti della colonizzazione in Sardegna

nel secolo X V I I I («Ann. Fac. Lettere e Filos. Univ. Cagliari», I-II, 1926-27 e IV, 1931-32); e

L. B u l f e r e t t i, G li orientamenti della politica demografica in Sardegna durante il regno di Vittorio

Am edeo I I I (« Arch. Stor. Sardo», XXIV, 1954). Sul popolamento del litorale: A l b . M o r i, L a

pesca m arittim a in Sardegna e la sua influenza sul popolamento del litorale (« Contrib. alla geogr. della

Sardegna », II, Cagliari, 1950).

C a p it o lo IX. La popolazione nelle città e nelle campagne. — Le principali trattazioni del

popolamento attuale, delle variazioni della popolazione e della sua distribuzione sono: A. Cossu,

D istribuzione della popolazione rispetto alla distanza dal mare (« Riv. Geogr. Ital.», V, 1898) e

D istribuzione della popolazione secondo la costituzione geologica del suolo (« Atti III Congr. Geogr.

Ital. », Firenze, 1899); G. A n f o ssi, D ensità e distribuzione altim etrica della popolazione in Sardegna

(Novara, 1915); G. A l i v ia , L a distribuzione della popolazione della Sardegna tra la montagna e il

litorale («Atti Congr. Internaz. Studi Probi. Popolaz.», Roma, 1933); Ass. M o r i, S u l popolamento

recente de L a M addalen a («Atti XII Congr. Geogr. Ital.», Cagliari, 1935); I d ., B r e v i note

statistiche sull’em igrazione sarda nell’interno del Regno (« Atti XII Congr. Geogr. Ital. », Cagliari,

1935); H. F r ic k , Forschungen in Sardinien, B eiträge zu r Siedlungsgeographie der Insel («Tübinger

Geogr. Geol. Abhandl. », II, 1936); A. A s o l e, V ariazioni di popolazione nella B arba gia di O llolai

(«Studi Sardi», V ili, 1948); I d ., V ariazioni di popolazione in Sardegna tra le due guerre mondiali

(«Studi Sardi», X-XI, 1950-51); M . P in n a -L . C o rda, L a distribuzione della popolazione e i

centri abitati della Sardegna (Pisa, 1956-57).

Gli scritti principali sulle dimore rurali sono i seguenti: L. Z o l i, Sardegna. N u ove costruzioni

ru rali in Ita lia (Roma, I.N.E.A., 1930); V. M o ssa, L e « cumbessias 0 к muristenes n (« Ichnusa », II,

1950); O. B a l d a c c i, L a casa rurale in Sardegna (Firenze, 1952); M. R o n c io n i, Case rurali

(Milano, 1956); V. M o ssa, A rchitettura domestica in Sardegna (Cagliari, 1957).

Sui centri abitati, oltre al già citato lavoro di M. Pinna e L. Corda, sono da ricordare: A. M o r i,

C entri religiosi temporanei e loro evoluzione in Sardegna («Studi Sardi», X-XI, 1950-51); e P. Car

e d d u , I centri di colonizzazione della Sardegna (Sassari, 1956).

C a p it o lo X. Figure, voci e motivi della vita regionale. — Per la linguistica esistono bibliografie

sistematiche, compendiate e aggiornate nelle due recenti di M. T. A t z o r i, B ibliografia di linguistica

sarda (Firenze, 1953) e B ibliografia di linguistica sarda 1952-56 (Modena, 1959). Fondamentali

653

More magazines by this user