Zeitschrift für romanische Philologie

scans.library.utoronto.ca

Zeitschrift für romanische Philologie

IL CODICE DE CRUYLLIS-SPATAFORA. 567

Queste figure sono importanti anche per un altro rispetto.

Esse mostrano che, oltre la veterinaria, anche l'arte di ammaestrare

i cavalli, che e tanta parte della „cavallerizza", e che logicamente

non puö scompagnarsi dall' arte del maneggio, e ben antica

in. Italia. Certo il Nigra, quando scriveva al Prof. F. D' Ovidio

che „la Spagna introdusse la cavallerizza a Napoli . . . e di la nel

resto d'Italia etc." {Ztschr. XXVIII 548) non poteva sapere che in

un codice antichissimo, come il nostro, che riflette 1' opera e molto

probabilmente anche le figure dell' opera di Giordauo Ruffo, ma-

niscalco di Federico II, fossero annesse ben 80 figure di raorsi,

adatti alla diversa indole o eta, o atti a correggere i vizi dei

cavalli. Con tutto cio io credo che 1' insigne uomo ha ragione, se

alla voce „cavallerizza" si da il senso di „alta scuola di equitazione".

Per il testo latino, che alle volte avrö bisogno di richiamare

in nota, mi servirö della edizione fattane da Girolamo Molin.

Circa al sistema adottato nel fare il mio apografo, mi bastera

avvertire che ho procurato di riprodurre fedelmente non solo le

parole e le lettere, ma anche la interpunzione. Cosi ho lasciata

u dove la grafia moderna esige v, ho lasciato il punto fermo la

dove oggi si metterebbe la virgola o il punto e la virgola. Le

piccole e scarse aggiunzioni, da me fatte, sono chiuse tra parentesi

quadre, le sovrabbondanze del testo tra parentesi curve. Per

comodita tipografica le sigle sono sciolte, meno &, che e segno

ormai comunissimo.

Testo.

[f. I r.] Frenu a Caualli scapizaturi. A Cauallu pichiila bucca.

A Cauallu kl tira. A Pultru multu [fo]rti.

A Cauallu ki fa pluma[?]u di la lingua. A Cauallu ki afferra . . .

[f. I V.] A pultru tiianti. A Cauallu afrinatu.^

A Cauallu ki rudi lu frenu. A pultru forti.

A Cauallu inarbu. A Cauallu ki si dilecti a frinari.

[f. 2 r,] A Cauallu troppu inalzaturi la testa. A Cauallu ki . . . roll . . [la t]esta.

A Cauallu spagnusu. A Cauallu spurtaturi.

A Cauallu zapaturi. A Cauallu spurtaturi.

[f. 2 V.] A Cauallu ki urta la testa alu pectu. A Caualli tranuirsanti la

uia dricta.

A Cauallu senza scalluni. A Cauallu maluasa bucca.

A Cauallu pichula bucca. A Cauallu ki e scallunatu.

[f. 3 r.] A Cauallu ristiuu. A Cauallu minu ristiuu.

A Cauallu ki trahi la lingua. A Cauallu ki Irahi la lingua pir 11

cannoli.

A Cauallu scallunatu di nouu. A Cauallu ki spissu feri la testa alu —

[f. 3 V.] A Cauallu scallunatu di longu tempu. A Cauallu.

A Cauallu afrinatu scapizaturi. A pultru.

A Cauallu scallunatu. A Cauallu bona bucca.

[f. 4 r.] A pultru. A Cauallu bucca ructa.

A Cauallu bona bucca. A Cauallu bona bucca.

1 Jordani Ruffi calabriensis Hippiatria muic primutn edentc Hieronymo

Mol in forojuliensi M. D. et in gymnasio patavmo medicinae veterinariae

professore, Fatavii, Typ. Seminarii pata-vmi, MDCCCXVIII. Questo testo

latino di Ruffo lo citerö coli' abbreviatura ,, Ruffo lat.".

- Questa parola e di mano diversa e piü moderna.

t

Weitere Magazine dieses Users
Ähnliche Magazine