clown

cedac.eu
  • No tags were found...

I mille volti del - Cedac

Jerry Lewis (foto tratta da 1000 Clowns) nei panni di Jerrico “il clown delle meraviglie” ne Il circo a tre ruote, 1954I mille volti delclowndi Antonio Giarola


E’ stato pubblicato recentemente 1000 CLOWNS, MOREOR LESS (in italiano, “più o meno mille clowns”), indispensabilevolume per chi voglia conoscere la storia del clownamericano. In quasi trecento pagine, per lo più a colori econ testo in inglese, italiano e spagnolo il percorso vienetracciato dalla prospettiva dell’immagine del clown a 360gradi, senza la pretesa di raccontarne l’esegesi ma piuttostoda angolazioni relative al suo rappresentarsi al pubblicoe più in generale ai media.La documentazione fotografica è impressionante per lamole complessiva delle immagini e del repertorio a cuiappartengono, a partire come ovvio dai manifesti, cartolinee foto per poi però andare a toccare copertine di periodici,pubblicità, francobolli, piatti, carte e persino sottobicchieri.Il volume è diviso in otto capitoli di cui il primo è un’interessanteintroduzione che traccia brevemente un viaggionella storia dei pagliacci che riguarda l’immaginariocollettivo positivo e comico, sino a quello invece antisocialeche permette l’uso del trucco e più in generaledella maschera. Una trasgressione raccontata in, romanzidell’orrore e rappresentata in film che hanno generato ilfenomeno della cosiddetta “clownfobia”.“La documentazione fotografica è impressionanteper la mole complessiva delle immagini e delrepertorio a cui appartengono.”Il secondo capitolo, ampio e interessante ne mostra dalpunto di vista iconografico una galleria di immagini diprofessionisti che hanno agito negli States dall’inizio delsecolo scorso. Ecco allora sfilare tra i tanti a noi poco notie pure importanti, il mitico Lou Jacobs divenuto l’iconapiù riconoscibile del clown americano dalla grande testaed il trucco ampio e poi Otto Griebling, che con EmmettKelly ha invece creato il tipo del clown vagabondo e triste.E’ poi la volta dei film e della televisione, un excursus cheda Charlie Chaplin a Jerry Lewis mette in fila Ginger Rogers,James Cagney, Tony Curtis, Judy Garland, Red Buttons emolti altri. Altro capitolo riguarda il clown nella pittura, unargomento che per quanto riccamente illustrato, a noi èsembrato far risaltare forse un’immagine complessivapiuttosto priva di originalità, salvo qualche caso. Del resto,in questo settore gli artisti europei, a partire da Picassoa Chagall hanno realizzato un capitolo inarrivabile dellastoria dell’arte del ventesimo secolo.“Un excursus che da Charlie Chaplin a Jerry Lewismette in fila Ginger Rogers, James Cagney, TonyCurtis, Judy Garland, Red Buttons e molti altri.”cedac R. Thomas Steeele, 1000 CLOWNS, MORE OR LESS, Taschen, 2004Stesso discorso, almeno in parte, vale anche per il capitoloche riguarda la grafica che comunque risulta essere laparte forse più ricca del libro tante e varie sono le immaginipubblicate. Gli ultimi due capitoli riportano l’elenco deiclowns americani censiti (circa 200) tra cui ovviamentefigura David Larible ed un elenco della filmografia americanache comprende 64 titoli alcuni dei quali celebri anche inItalia, a partire da “Polly of the Circus” di Mae Marsh del1917 sino a “House of 1000Carpses” del 2002.Curiosa infine la chiusura di questo bel libro eche riguarda il “codice etico: gli otto comandamentidel pagliaccio” realizzato dal club americano deipagliacci, dove viene messo in risalto oltre alcorretto comportamento il senso della “missione”implicita al mestiere del clown.19

More magazines by this user
Similar magazines