2009 - La Santa Sede

vatican.va

2009 - La Santa Sede

dalle luogotenenze

olANdA

A

nche nell’anno 2009, come sempre e

secondo gli obiettivi dell’Ordine, si sono

svolte attività per valorizzare il significato

della dedizione espressa dai membri dell’Ordine

in occasione della loro ammissione. Questo

implica rafforzare la propria vita di cristiani

nonché sostenere i cristiani e le istituzioni

cristiane, in particolare quelle del Patriarcato

Latino, in Terra Santa.

Da anni organizziamo tre incontri nazionali: uno

all’inizio della Settimana Santa, uno in occasione

della Festa dell’Esaltazione della Santa Croce e

uno all’inizio dell’Avvento. Questi incontri

cominciano con una meditazione su un tema

legato a uno di questi eventi importanti

nell’anno liturgico. Segue la Santa Messa.

Inoltre, i membri si riuniscono per la meditazione

nelle varie regioni due o tre volte all’anno.

In tutto il Paese si incontrano piccoli gruppi per

discutere di temi specifici scelti dalla Commissione

di Spiritualità. Ogni anno si sceglie un

tema che è anche parte integrante delle

conferenze degli incontri nazionali. Nel 2009, il

tema è stato la «Speranza» e si è basato

sull’Enciclica del Papa «Spe salvi».

Un evento speciale del 2009 è stato il simposio

dedicato all’Ebraismo. È stato organizzato dalla

Commissione di Storia e Documentazione in

collaborazione con il Consiglio Cattolico Olandese

per Israele. Negli anni precedenti, questi simposi

hanno prestato particolare attenzione all’Islam e

alle Chiese cristiane orientali.

La nostra Luogotenenza (costituita da circa 250

membri) è suddivisa in otto regioni geografiche.

Questa struttura regionale serve a migliorare la

fraternità fra i membri, che è uno degli obiettivi

dell’Ordine. In tal modo è molto più facile

prestare attenzione alla situazione personale dei

membri, come una malattia o necessità

specifiche di membri anziani. Operare in piccoli

gruppi stimola i membri a impegnarsi per il

conseguimento degli obiettivi dell’Ordine.

A proposito del sostegno materiale della Terra

Santa, un appello straordinario è stato fatto nel

2009 per aiuti di emergenza agli abitanti di

Gaza. Inoltre, come negli anni precedenti,

69

abbiamo dato un contributo importante per

coprire le spese della scuola del Patriarcato

Latino a Beit Jala. Abbiamo anche raccolto fondi

per diverse altre istituzioni come il Paul VI Effata

Institute, la Antonian Charitable Society/

Bethlehem, la Maison du Sacré Coeur/Haifa e Ain

Karim (un istituto per bambini disabili).

Nel 2008/2009 la nostra annuale iniziativa

natalizia di raccolta fondi ha fruttato una somma

considerevole per i campi estivi per i bambini

della Striscia di Gaza, nonché per il Lifegate

Rehabilitation Institute/Beit Jala. Per quest’anno

(2009/2010) il ricavato dell’iniziativa natalizia di

raccolta fondi sarà destinato in parte al Bethlehem

Caritas Baby Hospital. I fondi rimanenti saranno

trasferiti a sei organizzazioni caritative che

sostengono persone in estrema difficoltà.

Finora, il grande sforzo di alcuni dei nostri

membri ha permesso alla Luogotenenza

olandese di rendere un contributo relativamente

alto (se paragonato al numero dei membri) al

sostegno materiale della Terra Santa. I mutamenti

della società olandese rendono però

sempre più difficile reperire fondi sufficienti. Per

questo motivo intendiamo creare un gruppo di

studio per capire in che modo garantire la

raccolta di fondi sufficienti ora e in futuro.

s.e.Godfried Prieckaerts tratta l`argomento del

giudaismo.

More magazines by this user
Similar magazines