Relazione generale – sull'attività dell'Unione europea - Europa

europa.eu

Relazione generale – sull'attività dell'Unione europea - Europa

AURORA de FReITAS, vIncITRIce

deL PReMIO PeR IL MeRcATO UnIcO 2009

Aurora de Freitas, cittadina portoghese

di 65 anni residente in Francia dal 1968,

è la prima vincitrice del premio

per il mercato unico, il riconoscimento

conferito a un’impresa, a una persona o a

un’organizzazione che hanno contribuito

a migliorare il mercato interno. Aurora de

Freitas è stata premiata per il suo impegno

teso a facilitare l’ottenimento di permessi

di soggiorno in Francia da parte dei

cittadini portoghesi.

APeRTURA deI MeRcATI deI SeRvIZI

Alla fine del 2009 sono scaduti i termini per l’attuazione nell’ordinamento

giuridico di tutti gli Stati membri della direttiva sui servizi, finalizzata a sfruttare

appieno, attraverso il dischiudersi delle opportunità offerte dai mercati esteri, le

potenzialità del più grande settore dell’economia europea, in cui è creato il

maggior numero di nuovi posti di lavoro. In settembre, in occasione del

Consiglio «Competitività», la Commissione ha osservato che la difficile situa-

zione economica rendeva ancora più urgente l’attuazione del programma di

riforme previsto dalla direttiva. Secondo la Commissione, l’applicazione della

direttiva era pertanto da considerarsi come un elemento chiave delle riforme

strutturali necessarie per far ripartire l’economia dell’UE. Nel corso dell’anno

conferenze e seminari preparatori sono stati organizzati presso il Parlamento

europeo e dalla Commissione.

Nel corso dell’anno la Commissione ha continuato a adoperarsi per garantire il

pieno rispetto da parte degli Stati membri delle norme sulla libera circolazione

dei servizi. In settembre, ad esempio, ha sollevato dubbi sulla regolarità degli

appalti pubblici per la fornitura di servizi abitativi nel Regno Unito, dei periodi

intercorrenti tra l’aggiudicazione e la conclusione di un contratto di appalto in

Spagna, dei contratti di servizi giuridici per i progetti di costruzione di auto-

strade in Slovacchia, del requisito della cittadinanza per i notai e della libertà

di attività per gli agenti immobiliari e per i consulenti in materia di brevetti

in Portogallo, del riconoscimento del diploma di veterinario e delle restrizioni

sul servizio di corriere in Grecia.

cOncORRenZA

Nel corso di tutto l’anno le norme UE in materia di concorrenza hanno conti-

nuato ad assicurare un’ampia tutela degli interessi dei cittadini e delle imprese

dell’UE. Gli aiuti di Stato si sono rivelati uno strumento efficace per contribuire al

conseguimento degli obiettivi del pacchetto sul cambiamento climatico: viene

ammessa l’assistenza, ad esempio, allorché i costi ambientali per la società non

possono ancora essere inclusi nei costi di produzione. La Commissione ha

autorizzato aiuti di Stato che promuovono gli investimenti nel settore del

risparmio energetico, il ricorso a fonti energetiche rinnovabili e il migliora-

mento delle infrastrutture energetiche. Nel contempo la Commissione ha con-

tinuato a vigilare contro ogni abuso, avviando indagini nel caso, ad esempio,

di iniziative che sembravano favorire i grandi consumatori di energia.

La Commissione si è inoltre adoperata per eliminare gli intralci che ostacolano

l’integrazione del mercato e la concorrenza ed è intervenuta per garantire

l’accesso non discriminatorio alle reti del gas o per evitare gli effetti distorsivi dei

prezzi regolamentati. La Commissione ha comminato sanzioni per più di

un miliardo di euro a E.ON e GDF Suez per essersi segretamente accordate per

non vendere l’una nel mercato nazionale dell’altra il gas trasportato con un

gasdotto costruito insieme. E.ON ha ceduto molte centrali elettriche in

Germania e altrove dopo l’adozione della decisione da parte della Commissione

alla fine del 2008. La Commissione ha raggiunto con il gigante dell’energia GDF

Suez un accordo che renderà più facile l’ingresso di altre imprese nel mercato

francese del gas. La Commissione ha adottato anche iniziative contro le tariffe

preferenziali o regolamentate praticate da alcuni Stati membri a favore dei

consumatori finali industriali. Il controllo degli aiuti di Stato nel settore dell’energia

ha promosso la liberalizzazione dei mercati dell’energia mediante, ad esempio,

la creazione di una metodologia per la valutazione dei costi dei fornitori di

energia che contribuisce a garantire la sicurezza degli approvvigionamenti.

104

More magazines by this user
Similar magazines