Relazione generale – sull'attività dell'Unione europea - Europa

europa.eu

Relazione generale – sull'attività dell'Unione europea - Europa

Nel corso dell’anno sono migliorate altresì le capacità dell’Unione europea in

materia di sicurezza e di difesa ( 19 ). Il comitato politico e di sicurezza ha approvato

un piano per il miglioramento delle capacità civili e ha sviluppato gli strumenti

necessari per la sua gestione. Gli Stati membri hanno compiuto progressi nello

sviluppo delle capacità militari: l’Agenzia europea per la difesa e il comitato

militare dell’Unione europea hanno condotto i lavori riguardanti il primo gruppo

di dodici piani selezionati di sviluppo delle capacità. L’Agenzia europea per la

difesa ha promosso attività di collaborazione per fronteggiare le principali

carenze dell’Unione in termini di capacità, anche per quanto riguarda la disponi-

bilità di elicotteri, il trasporto aereo, le comunicazioni satellitari e la sorveglianza

marittima. Inoltre, unitamente alla Commissione europea, essa ha avviato l’ela-

borazione di un quadro volto a garantire la massima sinergia tra le attività di

ricerca in materia di difesa e nel campo della sicurezza civile.

SOSTeGnO ALLA deMOcRAZIA e AI dIRITTI UMAnI

La strategia europea in materia di sicurezza riconosce che «la miglior protezione

della nostra sicurezza è un mondo di Stati democratici ben amministrati».

L’Unione europea ha sostenuto la riforma democratica e lo Stato di diritto nei

paesi terzi nel 2009 mediante un’ampia gamma di azioni, che spaziano dal

dialogo politico e dalle iniziative diplomatiche alla cooperazione finanziaria e

tecnica. Nel 2009 le presidenze ceca e svedese hanno avviato un processo volto

a rendere più efficace il sostegno dell’Unione europea al consolidamento della

democrazia.

Il modo in cui l’Unione europea promuove la democrazia e i diritti umani attra-

verso i programmi d’aiuto è divenuto più coerente. È stato fornito ai paesi

partner sostegno a favore delle elezioni, dei parlamenti, delle istituzioni per i

diritti umani e dei media. L’Unione europea si è inoltre avvalsa dello strumento

europeo per la democrazia e i diritti umani per aiutare gruppi e singoli che si

battono per le libertà fondamentali.

Le azioni specifiche realizzate nel corso dell’anno comprendono l’invio di mis-

sioni di osservazione elettorale a lungo termine in otto paesi: Afghanistan, Bolivia

(due volte), Ecuador, El Salvador, Guinea-Bissau, Libano, Malawi e Mozambico.

Tali missioni valutano i punti di forza e le carenze di un processo elettorale ri-

spetto a norme internazionali e formulano raccomandazioni che possono favo-

rire il dialogo con i governi dei paesi partner e contribuire alle decisioni sulla

successiva assistenza.

Una donna vota in giugno alle elezioni

presidenziali in Guinea-Bissau,

uno dei paesi dove l’UE ha inviato

osservatori elettorali.

63 relazione generale 2009 | l’ue Quale attore gloBale

© BELGA / AFP / Seyllou

More magazines by this user
Similar magazines