DICHIARAZIONE AMBIENTALE COMUNE DI LUSIANA

news.comune.lusiana.vi.it

DICHIARAZIONE AMBIENTALE COMUNE DI LUSIANA

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

COMUNE DI LUSIANA

Anno 2010

(Dati ambientali aggiornati a Giugno 2010)


Contatti:

Comune di Lusiana

Piazza IV Novembre

36046 Lusiana (VI)

Tel. 0424 406009

Fax. 0424 407349

E-mail: comune@comune.lusiana.vi.it

Personale di riferimento:

dott. Giuseppe Zanon

CODICE NACE: 84.11 Attività generali di Amministrazione Pubblica


INDICE

1 L’IMPEGNO DEL COMUNE DI LUSIANA ..................................................4

1.1 Politica Ambientale................................................................................................... 4

1.2 Campo di applicazione, principali riferimenti e convalida della dichiarazione ............ 5

2 IL COMUNE DI LUSIANA ...........................................................................6

2.1 La struttura organizzativa ......................................................................................... 6

2.2 Le strutture Comunali............................................................................................... 8

2.3 I servizi offerti dal Comune....................................................................................... 9

3 IL TERRITORIO DEL COMUNE DI LUSIANA ..........................................10

3.1 Inquadramento territoriale .......................................................................................10

3.1.1 Geologia e geomorfologia del territorio .........................................................11

3.1.2 Idrologia........................................................................................................11

3.2 Condizioni climatiche...............................................................................................11

3.3 Siti di interesse naturalistico ed archeologico ..........................................................12

3.3.1 Siti SIC e ZPS...............................................................................................13

3.4 Le attività economiche presenti nel territorio............................................................14

3.5 I servizi offerti dal territorio ......................................................................................15

3.6 Popolazione e turismo.............................................................................................18

4 IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE ..............................................21

4.1 Descrizione del SGA ...............................................................................................21

4.2 Comunicazione Ambientale.....................................................................................22

4.2.1 Le attività di sensibilizzazione ambientale.....................................................23

4.3 Valutazione Aspetti Ambientali ................................................................................24

4.4 Indicatori di performance ambientale.......................................................................26

4.5 La legislazione ambientale applicabile.....................................................................27

5 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI DIRETTI ...........................................29

5.1 Risorse idriche ed energetiche ................................................................................30

5.2 Scarichi idrici...........................................................................................................34

5.3 Produzione e gestione dei rifiuti...............................................................................34

5.4 Emissioni polveri ed odori........................................................................................34

5.5 Emissioni in atmosfera – centrali termiche e mezzi comunali ..................................34

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

5.6 Suolo e sottosuolo ..................................................................................................36

5.7 Sostanze pericolose................................................................................................36

5.8 Amianto ..................................................................................................................37

5.9 Sostanze lesive dello strato di ozono ......................................................................37

5.10 Rumore..............................................................................................................37

5.11 Aspetti correlati al territorio ................................................................................37

5.12 Radiazioni..........................................................................................................39

5.13 Incidenti ambientali............................................................................................40

6 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI INDIRETTI .......................................41

6.1 Risorse idriche ed energetiche................................................................................42

6.2 Fognatura e depurazione ........................................................................................45

6.3 Produzione e gestione dei rifiuti ..............................................................................47

6.4 Qualità dell’aria .......................................................................................................48

6.5 Emissioni in atmosfera............................................................................................49

6.6 Emissioni polveri e odori .........................................................................................49

6.7 Suolo e sottosuolo ..................................................................................................50

6.8 Impatto visivo..........................................................................................................51

6.9 Radiazioni elettromagnetiche..................................................................................51

6.10 Radon................................................................................................................52

7 EMERGENZE AMBIENTALI.....................................................................53

8 I PROGRAMMI AMBIENTALI DEL COMUNE DI LUSIANA COMPLETATI

E RELATIVI AL PRIMO TRIENNIO 2008-2010..................................................54

9 I NUOVI PROGRAMMI AMBIENTALI DEL COMUNE DI LUSIANA

RELATIVI AL TRIENNIO 2011-2013..................................................................56

ALLEGATO A: ELENCO DELLE STRUTTURE COMUNALI ............................62

ALLEGATO B: GLOSSARIO .............................................................................64

ALLEGATO C: PRINCIPALE LEGISLAZIONE AMBIENTALE APPLICABILE 66

ELENCO FIGURE...............................................................................................68

ELENCO TABELLE............................................................................................69

Pagina 3 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 INDICE


1 L’IMPEGNO DEL COMUNE DI LUSIANA

1.1 Politica Ambientale

L’Amministrazione Comunale da sempre si vede impegnata nella tutela, conservazione e

valorizzazione del proprio territorio, patrimonio storico, culturale e paesaggistico, con

riguardo alla difesa del suolo, al compendio agricolo ed alla salvaguardia delle valenze

storico-testimoniali. Le scelte dell’Amministrazione Comunale sono dettate dalla

consapevolezza della necessità di puntare allo “sviluppo sostenibile”, cioè ad uno sviluppo

del territorio che soddisfa i bisogni del presente, non compromettendo la capacità ed i diritti

delle generazioni future, che vede impegnati tutti nella responsabilità di gestire il territorio

per la protezione e il miglioramento dell'ambiente.

Per questo l’Amministrazione Comunale ha deciso di aderire e di mantenere nel tempo un

Sistema di Gestione Ambientale, conforme al nuovo Regolamento (CE) n. 1221/2009

(EMAS III), adesione formalizzata con delibera di Giunta comunale n. 158 del 10 novembre

2010, allo scopo di dare continuità al sistema iniziato con la precedente Amministrazione

comunale e garantire concretamente:

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

il rispetto della legislazione, dei regolamenti ambientali e degli altri obblighi

in materia ambientale che il Comune sottoscrive;

l’impegno alla prevenzione all’inquinamento;

l’ottenimento di un continuo miglioramento delle proprie prestazioni

ambientali nelle attività che vengono svolte;

l’impegno alla formazione ambientale continua e specifica del personale

comunale e alla promozione della loro partecipazione attiva al sistema di

gestione ambientale;.

Questo impegno si realizza concretamente nei seguenti aspetti:

o Promozione dell’evoluzione delle attività economiche e in particolare quelle

turistiche, tramite il rilancio del Centro sportivo di Monte Corno e Fontanella in

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

collaborazione con i comuni limitrofi e la valorizzazione delle malghe anche in

chiave agrituristica;

o Miglioramento della rete infrastrutturale viabilistica, in particolare attraverso la

razionalizzazione e adeguamento delle infrastrutture per la sosta e il parcheggio

e la realizzazione delle reti della mobilità ciclabile e pedonale

o Promozione del risparmio delle risorse energetiche e naturali, attraverso lo

sviluppo dell’efficienza energetica e l’utilizzo delle risorse rinnovabili, correlato

alla ricerca della riduzione delle emissioni di anidride carbonica;

o Ulteriore miglioramento delle modalità di raccolta dei rifiuti nel territorio, con

particolare attenzione alle zone più densamente abitate;

o Divulgazione della politica e dei valori dello sviluppo sostenibile a tutto il

personale ed ai gestori di servizi dell’Ente, nonché ai cittadini, ai turisti e a tutti

coloro che ne facciano richiesta.

L’Amministrazione Comunale si impegna inoltre a garantire che la presente Politica

Ambientale sia comunicata ai cittadini ed ai fornitori per assicurarne continuità e coerenza,

e che venga sottoposta a riesame per accertarne la continua idoneità.

Lusiana, 09 dicembre 2010

Il Sindaco

Antonella Corradin

Pagina 4 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 L’IMPEGNO DEL COMUNE DI LUSIANA


1.2 Campo di applicazione, principali riferimenti e convalida della dichiarazione

Campo di applicazione del sistema di gestione ambientale del comune di Lusiana

“Pianificazione, gestione e controllo del territorio, dei servizi e delle infrastrutture di

competenza In particolare:

Principali riferimenti

RIFERIMENTI

CONTATTI

attività e servizi diretti: aree boschive del patrimonio silvopastorale

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

attività e servizi indiretti: gestione raccolta rifiuti, ecocentro intercomunale,

servizio idrico integrato”

Piazza IV Novembre

36046 Lusiana (VI)

Tel. 0424 406009

Fax. 0424 407349

LUSIANA

(Cod. NACE 84.11)

E-mail: comune@comune.lusiana.vi.it

Dott. Giuseppe Zanon – Rappresentante dell’Alta Direzione

Geom. Emanuela Ricconi – Responsabile del Sistema di Gestione

Ambientale

Convalida della Dichiarazione

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

La presente dichiarazione è stata preparata in collaborazione con il Centro Studi Qualità

Ambiente – Università degli Studi di Padova ed è stata approvata dal Sindaco.

La presente Dichiarazione Ambientale riporta i dati ambientali aggiornati almeno a giugno

Pagina 5 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 L’IMPEGNO DEL COMUNE DI LUSIANA

2010.

La convalida della presente Dichiarazione Ambientale (che ha validità triennale) e dei

successivi aggiornamenti dei dati/informazioni ambientali viene effettuata annualmente,

come previsto nel Regolamento CE 1221/09 EMAS.

La presente Dichiarazione Ambientale è stata convalidata dal Verificatore Ambientale

Accreditato CSQA Certificazioni (codice di accreditamento IT-V-0005).


2 IL COMUNE DI LUSIANA

2.1 La struttura organizzativa

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Nel giugno 2009 è entrata in carica la nuova amministrazione comunale, la quale è

consapevole dell’impegno preso dall’amministrazione precedente e dell’obiettivo raggiunto,

e conferma la propria intenzione a continuare nella strada scelta.

Il comune gestisce le proprie attività e servizi attraverso la presenza di personale

dipendente qualificato e distribuito in aree così come mostrato nella tabella 2.1-1.

Nel corso del 2008 la struttura comunale ha subito una modifica che ha interessato l’area

tecnica che è suddivisa in Area Lavori Pubblici ed Area Urbanistica e Edilizia Privata,

mentre ai primi mesi del 2010 l’area è stata nuovamente riunita. La struttura comunale così

rivista ha consentito di fornire un servizio migliore ai cittadini del Comune e di Lusiana.

La tabella 2.1-1 rappresenta le principali attività degli uffici comunali.

Tabella 2.1-1: Attività degli uffici comunali

FUNZIONE ATTIVITÀ

Sindaco Programmazione attività comunali

Organi Collegiali Giunta e Consiglio

Direttore Generale

e Segretario

Comunale

Coordinatore dirigenti, verifica conformità norme

RSGA Responsabile Sistema di Gestione Ambientale

ASGA Addetto Sistema Gestione Ambientale

RSPP Responsabile Sicurezza Protezione Prevenzione dei Lavoratori

AREA AMMINISTRATIVA

Ufficio servizi

demografici

Rilascio dei certificati di anagrafe e stato civile (sportello pubblico)

Rapporti con il pubblico

FUNZIONE ATTIVITÀ

Ufficio commercio,

attivita’ scolastiche

Ufficio segreteria

protocollo archivio

centralino

Ufficio servizi

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Tenuta dei registri anagrafici e sottoscrizione degli atti relativi

Gestione dei procedimenti attività turistiche promosse dall’ente

Rapporti con il pubblico

Gestione delle delibere.

Gestione del protocollo comunale

Rapporti con il pubblico

Gestione albo pretorio

Pagina 6 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL COMUNE DI LUSIANA

cimiteriali

Ufficio servizi sociali

Gestione delle attività sepoltura e rilascio dei certificati

Assistenza in favore di soggetti non autonomi.

Collaborazione con l’assistente sociale.

Gestione di situazioni sociali particolari

Gestione attività ricreative per bambini ed anziani.

Biblioteca Gestione della biblioteca

AREA CONTABILE

Ufficio contabilità e

bilancio

Ufficio gestione del

personale

Ufficio tributi ed

entrate

Consultazione della documentazione

Mantenimento ed aggiornamento delle pubblicazioni

Redazione bilancio, contabilità, economato, ecc.

Predisposizione impegni di spesa, liquidazione e pagamento.

Gestione mandati e pagamenti bollette e spese ordinarie.

Gestione pratiche assicurative.

Rapporti con il pubblico.

Predisposizione atti e documenti relativi a gestione del personale.

Gestione dati statistici relativi al personale ed alla gestione

amministrativa.

Coordinamento attività inerenti la gestione dei tributi.

Rapporti con il pubblico


FUNZIONE ATTIVITÀ

AREA TECNICA

Lavori pubblici e

manutenzioni

Ufficio gestione del

patrimonio comunale

Edilizia privata e

urbanistica

Ufficio

amministrativo

Vigilanza e vigilanza

boschiva

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Redazione progetti opere pubbliche, direzione lavori e contabilità

finale.

Rapporti con il pubblico.

Attende alla gestione del servizio cimiteriale (illuminazione votiva)

Coordinamento operai all’espletamento dei lavori

Trasporto degli alunni

Coordinamento opere di manutenzione ordinaria e straordinaria

Illuminazione pubblica

Provvede alla pulizia quotidiana degli edifici comunali

Istruttoria pratiche edilizie (progetti, varianti, agibilità).

Predisposizione atti commissione edilizia

Predisposizione certificati di destinazione urbanistica

Sopralluoghi per abusi edilizi e per pratiche edilizie in generale.

Sopralluoghi e predisposizione certificati di idoneità alloggio

Rapporti con il pubblico

Attività di segreteria nelle materie di competenza dell’ufficio tecnico

Predisposizione di delibere e determinazioni

Predisposizione dei bandi di gara e delle ordinanze.

Rapporti con il pubblico

Notificazione atti e sanzioni

Attività di polizia municipale

Vigilanza boschiva

AREA SEGRETARIO COMUNALE

Istruttore Direttivo

Culturale

Le società partecipate del comune sono:

Gestione attività del museo diffuso

− Altopiano Servizi SRL

− ETRA SPA

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

− Montagna Vicentina Società Cooperativa a Responsabilità Limitata

La figura 2.1-1 riporta l’organigramma del comune di Lusiana.

RSPP

Responsabile Servizio

Prevenzione e protezione

AREA

AMMINISTRATIVA

AREA CONTABILE

UFFICIO CONTABILITA'

E BILANCIO

UFFICIO GESTIONE

DEL PERSONALE

Figura 2.1-1: Organigramma del comune di Lusiana

Pagina 7 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL COMUNE DI LUSIANA

UFFICIO SERVIZI

DEMOGRAFICI

UFFICIO COMMERCIO,

ATTIVITA'

SCOLASTICHE

UFFICIO SEGRETERIA

PROTOCOLLO

ARCHIVIO

CENTRALINO

UFFICIO SERVIZI

CIMITERIALI

UFFICIO SERVIZI

SOCIALI

BIBLIOTECA

SINDACO

ORGANI COLLEGIALI

Giunta

Consiglio

SEGRETARIO

COMUNALE

UFFICIO TRIBUTI

RSGA

Responsabile Sistema Gestione

Ambientale

ASGA

Addetto Sistema Gestione

Ambientale

AREA TECNICA-

AMBIENTE

UFFICIO URBANISTICA -

EDILIZIA PRIVATA

UFFICIO LAVORI

PUBBLICI - PATRIMONIO

ECOLOGIA

UFFICIO

AMMINISTRATIVO

VIGILANZA BOSCHIVA

AREA

SEGRETARIO

COMUNALE

ISTRUTTORE

DIRETTIVO

CULTURALE

VIGILANZA


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

2.2 Le strutture Comunali

Il Comune è proprietario delle strutture elencate nella

tabella in allegato A.

La tabella riporta la modalità di gestione della struttura e

quindi se il comune gestisce direttamente o indirettamente

la struttura stessa e le autorizzazioni necessarie

(autorizzazioni allo scarico e Certificato di Prevenzione

Incendi).

La gestione delle strutture comunali viene suddivisa in

personale, attività e manutenzione straordinaria. La

gestione del personale è diretta quando i dipendenti della struttura sono dipendenti

comunali, la gestione dell’attività è diretta se l’attività che viene svolta all’interno della

struttura è svolta dai dipendenti comunali e infine la manutenzione straordinaria è diretta se

viene svolta dal Comune (direttamente oppure tramite fornitori).

Al fine di effettuare una valutazione successiva degli aspetti ambientali collegati alle

strutture comunali in maniera efficace e significativa (come i consumi di risorse), è stato

deciso di suddividere le strutture in categorie.

Le categorie sono le seguenti:

o I categoria:

I A. Strutture Scolastiche

o II categoria:

o III categoria:

I B. Complesso municipale (municipio, museo)

I C. Cimiteri, Magazzino

II A. Impianti sportivi

II B. Ex scuole, altre strutture (Ex caseificio, ambulatori, villaggi e giardini)

III A. Illuminazione pubblica

Tabella 2.2-1: Le malghe

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Pagina 8 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL COMUNE DI LUSIANA

Malga

VP/NP

*

Malghe

Il comune di Lusiana è proprietario di alcune malghe, le

quali vengono interamente gestite durante il periodo di

monticazione dal concessionario. Le caratteristiche delle

malghe sono riportate nel Piano di Riassetto Forestale

del comune, di cui si riporta un estratto.

La seguente tabella riassume le informazioni sopra citate:

Sup totale

(Ha)

Carico

U.B.A.

Attività

pastorile

Attività

agrituristica

Pian Granezza VP 26,10 40 *

Monte Corno VP 41,90 65

Campo VP 44,60 60

Camporossignolo VP 42,71 80

Bertiaga VP 70,71 65

Laste Manazzo NP 86,97 100

Larici NP 91,04 100 *

Galmarara

NP 75,89 75

Zingarella NP 83,54 52 SI

Galmarana Pastorile

(no stabile)

NP 474,85 170 SI

TOTALE // 1038,32 807

* VP: Vecchio Patrimonio, NP: Nuovo Patrimonio

SI possibile

pernottamento


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Due di queste sono pastorili di cui una, Zingarella, utilizza lo stabile presente, mentre la

seconda, Galmarara, non presenta stabili. Per attività pastorile si intende un’attività in cui il

bestiame allevato è composto da ovini e non da bovini. Con Vecchio Patrimonio si intende

parte delle antiche proprietà collettive ricadenti nei confini comunali, mentre il Nuovo

Patrimonio è parte delle antiche proprietà collettive ricadenti però nel censuario del comune

di Asiago. Quest’ultimo patrimonio nasce dalla ripartizione dei territorio gestiti dal Consorzio

Spettabile Reggenza istituito dopo Napoleone dall’impero austro-ungarico.

Il Comune di Lusiana, alla luce degli obiettivi raggiunti nel primo triennio di registrazione,

conferma la propria volontà di continuare a promuovere il turismo nel territorio, anche

attraverso la valorizzazione delle malghe, in un obiettivo di miglioramento ambientale

specifico (obiettivo n. 1)

2.3 I servizi offerti dal Comune

Il Comune di Lusiana fornisce servizi diretti ai cittadini residenti nel territorio e svolge attività

di tipo amministrativo, organizzativo e gestionale quali:

il rilascio di certificati e attestazioni o dichiarazioni riguardanti i dati anagrafici

(stato civile, elettorale dei residenti);

la gestione del territorio urbano;

la gestione delle pratiche edilizie;

il servizio di sorveglianza e controllo sul territorio (effettuato dalla Polizia Locale);

la manutenzione del patrimonio comunale;

la manutenzione del verde;

la concessione di contributi per buoni scuola, libri di testo per le scuole

elementari, medie e scuole superiori;

i servizi sociali;

il servizio di trasporto scolastico;

il servizio di manutenzione delle strade;

l’organizzazione di attività di svago e dei centri estivi per ragazzi.

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Inoltre si occupa della gestione economica dei servizi erogati dagli enti terzi per le attività di:

• raccolta e smaltimento dei rifiuti;

• erogazione dell’acqua potabile;

• depurazione delle acque reflue;

• manutenzione della rete fognaria;

• fornitura di gas metano;

Il comune si occupa della gestione dell’appalto dei seguenti aspetti:

• Sgombero neve

• Servizio spargimento sale e ghiaino

Pagina 9 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL COMUNE DI LUSIANA


3 IL TERRITORIO DEL COMUNE DI LUSIANA

3.1 Inquadramento territoriale

Lusiana è un paese di montagna

che occupa una posizione

particolare nell’ambito del più

esteso gruppo delle Prealpi

Venete, l’Altopiano dei Sette

Comuni: si trova sull’orlo superiore

della grande scarpata che segna il

passaggio tra la pianura e

l’altopiano vero e proprio.

Il territorio pertinente a Lusiana si

estende da nord a sud, per una superficie totale di 34 kmq, dalle cime del margine sud-

orientale dell’altopiano fino ai piedi della flessura pedemontana nota come “piega a

ginocchio”. Ad est la Val Ceccona e la valle del torrente Laverda separano con chiarezza il

territorio di Lusiana da Conco e Marostica; ad occidente il confine con Lugo di Vicenza non

appare così netto.

Il comune di Lusiana confina con Asiago, Conco, Marostica, Salcedo, Lugo di Vicenza,

Calvene e Caltrano; presenta la forma di un vasto quadrilatero i cui lati immaginari vanno

dal Granezza al Bertiaga, dal Bertiaga a Laverda, da Laverda alla contrada Mare e da Mare

a Granezza. Per quanto riguarda l’altitudine, il territorio di Lusiana va da 1388 metri s.l.m.

del Monte Gusella a 229 metri s.l.m. di Laverda.

Il Comune di Lusiana è situato a sud di Asiago, in provincia di Vicenza nell’ambito del

territorio della Regione Veneto, ed è il Comune più meridionale appartenente alla Comunità

Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni.

Il Comune di Lusiana è composto, oltre che da numerose contrade, da diverse frazioni,

quali:

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

S. Caterina,

Velo,

Valle (di Sotto e di Sopra),

Colonnello Superiore (Piazza-Campana),

Laverda,

Vitaiolo-Cavassi,

San Giacomo.

Attualmente Lusiana comprende le parrocchie di S. Giacomo,

S. Donato del Covolo e parte di quelle di S. Caterina, S. Maria

Maddalena di Laverda e Sasso di Asiago. La chiesa arcipretale

di S. Giacomo e il municipio sorgono a 752 metri slm, quasi al

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

centro del quadrilatero ideale. Nelle figure successive si riporta l’intero territorio della

Provincia di Vicenza (in verde) con specificato quello relativo alla Comunità Montana

Spettabile Reggenza dei Sette Comuni (in viola) e quello del comune di Lusiana (Azzurro).

Figura 3.1-1: Inquadramento territoriale del Comune di Lusiana

Pagina 10 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL TERRITORIO DEL COMUNE DI LUSIANA


3.1.1 Geologia e geomorfologia del territorio

Il territorio di Lusiana è distinto morfologicamente in 2 subunità: un altopiano meridionale e

una scarpata tettonica con una dinamica connessa in prevalenza al processo carsico

presente in questo territorio. L‘altopiano è articolato in valli, dorsali, conche chiuse; la

scarpata, invece, si differenzia in profonde conche d’erosione e in dorsali.

Gli elementi geomorfologici più interessanti sono le valli relitte, ora inattive per il carsismo,

dal fondo arrotondato o piatto, con versanti brevi e ripidi e testimoniano il passaggio da una

morfologia fluviale ad una carsica, com’è quella attuale.

Anche le doline a forma di imbuto o a ciotola sono molto abbondanti, soprattutto nei Calcari

Grigi; altre forme caratteristiche sono le “città di roccia”, del Rosso Ammonitico.

Il paesaggio ha subito nel tempo diverse azioni che hanno portato al cambiamento

morfologico del terreno, soprattutto l’azione livellante del ghiaccio (fenomeno crionivale,

cioè di frammentazione meccanica della roccia dovuta alle pressioni esercitate dall’acqua

che, gelando, aumenta di volume) e, negli ultimi secoli, la degradazione antropica (attività di

cava, attività bellica della Prima Guerra Mondiale che ha lasciato profonde buche e lunghe

trincee).

3.1.2 Idrologia

Nonostante l’ambiente sia di tipo carsico, nel territorio di Lusiana sono presenti due torrenti,

il Laverda e il Chiavone Bianco, che passano attraverso il territorio comunale e non hanno

portata costante nel corso dell’anno, ma dipendono molto dalle precipitazioni locali.

3.2 Condizioni climatiche

In generale il clima dell’Altopiano dei Sette Comuni rientra nella definizione del clima alpino,

caratterizzato da un regime di abbondanti precipitazioni durante tutto l’anno e temperature

media annuali relativamente basse e che diventano più rigide sulle vette dell’Altopiano e più

miti sul versante meridionale verso la pianura. L’aridità estiva è normalmente assente, salvo

sporadiche annate durante le quali peraltro si sovrappongono temperature molto elevate.

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Si riportano di seguito i grafici relativi alla temperatura e alle precipitazioni rilevate negli

ultimi anni nella stazione di Asiago .

Temperature medie

Pagina 11 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL TERRITORIO DEL COMUNE DI LUSIANA

°C

mm

20

15

10

5

0

-5

300

250

200

150

100

50

0

GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC

Figura 3.2-1: Temperature medie mensili

Precipitazioni mensili

GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC

Figura 3.2-2: Precipitazioni medie mensili

2007

2008

2009

2007

2008

2009


3.3 Siti di interesse naturalistico ed archeologico

Il Piano di Area dell’Altopiano dei Sette Comuni, dei costi e delle colline pedemontane

vicentine individua le eccezionalità ambientali, paesaggistiche e storiche presenti nel

territorio, mettendo in evidenza i principali sistemi.

Tali ambiti e sistemi devono essere valorizzati e tutelati mediante opportuni interventi

puntuali.

All’interno del piano d’area vengono definite ed individuate delle aree particolarmente

importanti per gli aspetti soprattutto storici legati alle stesse. In particolare, nel territorio di

Lusiana vengono descritti i seguenti sistemi:

Parco delle Contrade della “Civiltà dell’Acqua” della Valle del Chiavone Bianco

Si tratta di un sistema che interessa le valli che solcano il versante meridionale

dell’Altopiano e mette a sistema una serie di antiche contrade caratterizzate dalla presenza

dell’acqua del torrente Chiavone Bianco, e quindi dei mulini. La Valle del Chiavone Bianco,

infatti, è detta anche “Valle dei mulini”; attualmente se ne conserva in buono stato uno,

quello nella contrada Valle di Sotto, ma un tempo erano almeno sei o sette. Erano il centro

della vita economica e sociale della valle. Luogo d’incontro delle genti e luogo irrinunciabile

di produzione delle farine per il pane. Dove oggi si vedono prati, frutteti o, peggio, boscaglie

in abbandono, un tempo si coltivava il frumento e l’orzo e poi si scendeva a valle per

“masenare”.

Oltre ai mulini, o ai resti di questi, si trovano anche altri elementi caratteristici; nella Val di

Sotto, ad esempio, si può ammirare l’antico forno comunitario per il pane sotto al portico.

Da questo punto inizia il “saliso”, vecchio sentiero lastricato in sasso e delimitato in parte da

muri a secco, che passa vicino al ruscellamento delle acque e i resti dei mulini in località

Sola e Chiavone, Contrà Regine, dove esistevano tre mulini, un pastarino e una serie di

canalette per la derivazione dell’acqua dal torrente. Il sentiero porta infine a Covolo, dove

troviamo l’antica chiesa, il cui impianto risale ad un’epoca antecedente all’anno mille, e il

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Soio (palestra di roccia). Questo parco ha l’intento di recuperare e valorizzare un simile

patrimonio di vita e di storia, perché questo non vada perduto.

Oltre ai sistemi presenti nel Piano d’Area, il comune di Lusiana ha dato vita a importanti

iniziative di riqualificazione ambientale in aree locali del territorio.

L’area delle Valli del Chiavone è stata riqualificata, anche con l’aiuto del Comune di

Salcedo, della Provincia di Vicenza e del Provveditorato agli Studi di Vicenza, diventando

un’area didattica con un percorso ad anello che porta a visitare i diversi paesaggi presenti

nella zona e che permette di percorrere alcuni vecchi sentieri che da tempo erano stati

abbandonati. E’ “un’Area Didattica”, un’aula a cielo aperto, un laboratorio vivente dove

esiste la possibilità per imparare direttamente dalla natura e dai segni della vita dell’uomo:

sentieri segnalati, punti d’appoggio per la sosta, sussidi didattici preparati appositamente”.

Assieme al Comitato tecnico-scientifico per il Monte Corgnon, il Comune di Lusiana ha dato

vita all’”Ecosentiero del Monte Corgnon”, uno strumento importante sia per la parte

turistico-ricreativa, sia per creare un approccio serio alla conoscenza della natura e del

territorio lusianese.

In collaborazione con Veneto Agricoltura all’interno di un progetto Interreg è stato realizzato

il giardino alpino di Monte Corno, unico dell’Altopiano ai margini della zona SIC di

Granezza.

Il Giardino Botanico Alpino è stato realizzato sul versante meridionale del M.te Corno, tra la

malga e il rifugio omonimi. La struttura dista dal centro del paese 11 km ed è raggiungibile

percorrendo una strada asfaltata ed un brevissimo percorso a piedi.

L'aspetto geologico e naturalistico della zona nella quale si estende il Giardino Botanico

Alpino, è di notevole rilevanza. Si potranno trovare al suo interno esempi dei principali

ambienti vegetazionali tipici dell'Altopiano dei Sette Comuni: vegetazione delle rocce

calcaree, arbusteto, abieteto, faggeta, ghiaione, pascolo, aree acquatiche (pozza di

abbeveraggio).

Pagina 12 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL TERRITORIO DEL COMUNE DI LUSIANA


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

La struttura accoglie attualmente oltre 350 specie vegetali, in parte spontanee e già

presenti nell'area del Giardino, in parte introdotte in seguito. Queste ultime provengono

esclusivamente dall'Altopiano dei Sette Comuni o da aree adiacenti delle Prealpi venete. Il

percorso espositivo è stato realizzato rispettando l'ambiente naturale e studiato

appositamente per consentire di raggiungere con facilità le diverse aree vegetazionali al

fine di garantire al visitatore la possibilità di osservare da vicino le varie specie, comprese

quelle più piccole. Grazie alla sua favorevole ubicazione, alla facilità di accesso, al tipico

ambiente che lo circonda, caratterizzato da pascoli, malghe e boschi ma soprattutto per la

presenza al suo interno di splendide fioriture che si susseguono dalla primavera all'autunno

in un continuo variare di forme e colori, il Giardino Botanico - che è inserito nel più ampio

contesto del Museo Diffuso di Lusiana - rappresenta, nell'ambito naturalistico del settore

meridionale dell'Altopiano dei Sette Comuni un vero "gioiello”.

3.3.1 Siti SIC e ZPS

Nel Veneto sono state individuate diverse zone di protezione speciale e siti di importanza

comunitaria, con deliberazione della Giunta Regionale n. 2673 del 6 agosto 2004 che

modifica gli elaborati relativi alle SIC (D.G.R.V. n. 448 del 21 febbraio 2003) e ZPS

(D.G.R.V. n. 449 del 21 febbraio 2003).

SIC (Siti di Importanza Comunitaria) e ZPS (Zone di Protezione Speciale) sono inseriti con

il fine principale di contribuire alla conservazione e al ripristino di habitat naturali o

frequentati da particolari specie della flora o della fauna.

Tali siti, sono stati recepiti come aree protette nella Delibera del Ministero dell'Ambiente del

2 dicembre 1996 (articolo 1, lettere g) ed h), e articolo 2; G.U. del 17 giugno 1997, numero

139). Questo atto amministrativo integra la classificazione delle Aree Protette con le Zone

di Protezione Speciale (ZPS - Direttiva CEE 79/409 per la conservazione degli uccelli

selvatici).

La figura 3.3-1 visualizza le zone SIC e ZPS della Regione Veneto.

Figura 3.3-1: Zone SIC e ZPS

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Nel territorio del Comune di Lusiana è presente nella parte settentrionale il sito denominato

IT3220002, zona SIC.

Il S.I.C. Granezza dell’Altopiano dei Sette comuni si trova all’incirca nel mezzo dell’arco

montuoso meridionale. Esso è racchiuso tra il M. Mazze (1407), il M. Raitertal (1403) e il M.

Térle (1251) a ovest e il M. Gusella (1388) a est. La sua linea di delimitazione parte da

Bocchetta Granezza, sale costeggiando il Monte Corno e scende lungo la Valle Granezza

di Gallio fino al Turcio. Da qui, sfiora i boschi del Billeraut e al Bivio Lucca s’infila a

percorrere il solco del Barenthal. Al Bivio Pria dell’acqua devia a sinistra e sale arditamente

raggiungendo il Rifugio Granezza, tocca Malga Pian di Granezza per finire a Bocchetta

Granezza.

Il SIC in questione ha una superficie totale di 1.303 Ha e le principali caratteristiche sono:

- latitudine 45°49’26’’;

Pagina 13 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL TERRITORIO DEL COMUNE DI LUSIANA


- longitudine 11°32’38’’;

- altitudine massima: 1.486 mslm;

- altitudine minima: 1.058 mslm;

- non sono presenti aree protette;

- presenza di foreste miste a faggio e abeti, e pascolo;

- non ci sono habitat classificati come prioritari; sono prevalenti i faggeti calcioli

(Cephalanthero – Fagion);

- qualità e importanza della fauna presente, delle specie endemiche, rare e minacciate.

I problemi e i rischi reali per la conservazione del SIC sono rappresentati dalle attività

turistiche invernali, dalle strade, dal disturbo alla fauna più esclusiva e dalla gestione

forestale che deve conciliarsi con la tutela del biotopo.

A circa due chilometri dal centro di Lusiana, in località Piana di Granezza, 4.700 mq del

versante meridionale del Monte Corno sono stati valorizzati e trasformati in un museo

all’aperto della flora subalpina e montana. Questo biotopo, già contenuto all’interno del Sito

di Importanza Comunitaria “Granezza”, è stato ulteriormente arricchito nella sua

complessità e biodiversità vegetazionale: il Giardino Botanico che è stato ricreato,

rappresenta al suo interno numerosi biotopi e associazioni vegetazionali esistenti in natura.

Sono presenti 350 specie erbacee, arbustive ed arboree, organizzate e classificate negli

ambienti montani delle conifere, dei prati, dei ghiaioni e dei pascoli d’alta quota.

Tabella 3.3-1: Zone SIC

Codice

Nome

sito

Area

(ha)

IT3220002 Granezza 1303,00 Alpina

Regione

biogeografia

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Qualità e importanza

Interessante per la fauna presente

nel sito. Presenza di specie

endemiche, rare e minacciate.

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Inoltre Lusiana possiede anche una parte della zona ZPS IT3220036 derivante dalla

suddivisione del patrimonio consorziale della Comunità Montana dell’Altopiano, situata nella

zona nord del territorio di Asiago, chiamato Nuovo Patrimonio.

Tabella 3.3-2: Zone ZPS

Pagina 14 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL TERRITORIO DEL COMUNE DI LUSIANA

Codice

IT3220036

Nome

sito

Altopiano

Sette

Comuni

Area

(ha)

Regione

biogeografia

14988,00 Alpina

3.4 Le attività economiche presenti nel territorio

Qualità e importanza

Ambiente di estremo interesse

floro-faunistico, eccezionali nelle

condizioni geomorfologiche delle

Prealpi calcaree, ospitante un

cospicuo numero di entità

floristiche rare e di habitat

prioritari

La tabella 3.4-1 mostra il numero di attività suddivise per settori negli anni dal 2007 al primo

semestre del 2010. Come si può notare le attività di costruzione rivestono un ruolo

importante per il comune di Lusiana.

Così anche le attività puramente commerciali, che si occupano della distribuzione al

dettaglio, di beni di consumo, costituiscono un gruppo numeroso dell’economia locale; tra

queste si trovano bar, chioschi, caffé, negozi di oggettistica e souvenir, tabaccai, alimentari,

vestiario.

Subito in successione è possibile osservare i dati forniti annualmente dalla Camera di

Commercio della Provincia di Vicenza, dove non si registrano variazioni significative nel

corso degli anni.


Settori di attività

Tabella 3.4-1: Numero di attività suddivise per settori (* agg al I sem 2010)

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Anni 2007 2008 2009 2010*

A Agricoltura, caccia e silvicoltura 41 43 41 43

B Pesca,piscicoltura e servizi connessi - - - -

C Estrazione di minerali 11 11 10 11

D Attività manifatturiere 47 46 44 44

E Prod.e distrib.energ.elettr.,gas e acqua 1 1 1 1

F Costruzioni 65 69 67 68

G Comm.ingr.e dett.-rip.beni pers.e per la casa 57 59 58 58

H Alberghi e ristoranti 21 24 26 25

I Trasporti,magazzinaggio e comunicazione 14 14 14 20

J Intermediazione monetaria e finanziaria 8 8 8 8

K Attività immob.,noleggio,informat.,ricerca 16 14 7 6

L Pubblica amm.e difesa;assic.sociale obbligatoria - - - -

M Istruzione - - - -

N Sanità e altri servizi sociali - - - -

O Altri servizi pubblici,sociali e personali 9 9 6 -

P Servizi domestici presso famiglie e conv. - - - -

X Imprese non classificate 2 1 7 8

TOTALE 292 299 289 292

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Figura 3.4-1: Sedi d’impresa e unità locali per settore di attività

ATTIVITA' TERRITORIO

2010 (I semestre)

3% 2%0%3%

15%

Pagina 15 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL TERRITORIO DEL COMUNE DI LUSIANA

9%

20%

7%

0%

3.5 I servizi offerti dal territorio

Alberghi

22%

Agricoltura, caccia e silvicoltura

Estrazione di minerali

Attivita' manifatturiere

Costruzioni

Prod.e distrib.energ.elettr.,gas e acqua

Comm.ingr.e dett.-rip.beni pers.e per la casa

Alberghi e ristoranti

Trasporti,magazzinaggio e comunicaz.

Intermediaz.monetaria e finanziaria

Attiv.immob.,noleggio,informat.,ricerca

Altri servizi pubblici,sociali e personali

Imprese non classificate

4%

15%

Il Comune di Lusiana dispone di diverse strutture che sono state così suddivise:

strutture alberghiere;

strutture extra alberghiere: comprendenti i seguenti gruppi:

• campeggi e villaggi turistici,

• alloggi agro-turistici,

• alloggi privati

• altri esercizi ossia case per ferie, case per ferie-centri vacanze per

ragazzi (colonie), ostelli per la gioventù, case religiose di ospitalità,

centri soggiorno-studi, foresterie per turisti, rifugi alpini e altro.


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Le tabelle successive riportano il numero totale degli esercizi, delle camere, dei letti e dei

bagni presenti nel comune.

Tabella 3.5-1: Consistenza ricettiva esercizi nell’anno 2010 (Aggiornato al primo semestre)

STRUTTURE RICETTIVE Esercizi Camere Letti Bagni

1 stella 2 29 48 28

Camere case appart. Vacanze 33 65 140 41

Campeggi e villaggi turistici 0 0 0 0

Altre strutture 121 246 382 138

Totale Extra Alberghiero 154 311 522 179

Totale Generale 156 340 570 207

Impianti sciistici

Nel comune di Lusiana sono presenti due centro fondo e degli impianti di risalita.

Il centro fondo di Fontanelle (località Fontanelle) ha le piste indicate nella seguente tabelle,

vengono inoltre riportati la lunghezza e la difficoltà delle varie piste.

Tabella 3.5-2: Piste presenti nel centro fondo di Fontanella

Pista Lunghezza Difficoltà

"Camporossignolo" Km: 6 Facile

"Camporossignolo" variante Bocchetta Km: 2,5 Facile

"Camporossignolo" variante Faganello Km: 2,5 Media

"Camporossignolo" variante Pozza Km: 2 Media

"Malga Mosca Est" Km: 1 Camposcuola

"Malga Mosca Ovest" Km: 2,5 Facile

"Percorso naturalistico Granezza" Km: 13 Difficile

Il secondo centro fondo è denominato Monte Corno in località Granezza, le cui piste

presentano la lunghezza e la difficoltà indicate nella tabella sottostante.

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Tabella 3.5-3: Piste presenti nel centro fondo Monte Corno in località Granezza

Pista Lunghezza Difficoltà

"Cima Fonti" Km: 30 Media

"Granezza" Km: 8 Facile

"Pria dell'Acqua" Km: 8 Facile

Monte Corno - Lusiana Piste - Km: 2,5 - 5 -7,5 Turistica

Ad oggi rimane attivo il solo

impianto di risalita di Monte

Pagina 16 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL TERRITORIO DEL COMUNE DI LUSIANA

Corno.

Tutti gli impianti sono posti in

territorio comunale del comune

di Lusiana e anche dei comuni

limitrofi, in quanto le piste sono

lunghe diversi chilometri e

abbracciano un territorio molto

ampio. Per quanto riguarda il

terreno, il comune dà in concessione all’ente gestore dell’impianto l’area necessaria.

L’autorizzazione all’esercizio dell’impianto dal punto di vista tecnico, invece, è rilasciata

dalla Regione Veneto, Ufficio Regionale del Genio Civile, direttamente all’ente gestore.

Da alcuni anni tali impianti non sono utilizzati. Ad oggi è in corso una gara per

l’effettuazione della revisione decennale prevista da normativa, a seguito della quale

l’Amministrazione prevede per le prossime stagioni di individuare una ditta a cui affidare la

gestione di tali impianti.


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Ma il territorio di Lusiana nasconde moltissime attrattive da vedere, descritte brevemente di

seguito.

IL MUSEO TRADIZIONI DELLA GENTE DI LUSIANA (Museo Palazzon).

Nel Museo Tradizioni della gente di Lusiana rivivono il cortile con l'attività artigianale della

paglia, la cucina con il focolare e gli utensili di un tempo, la cantina con gli attrezzi della

vinificazione, della distillazione e della conservazione degli alimenti; la casara con le fasi

della trasformazioni dal latte al formaggio. La presenza di operatori culturali, l'attivazione di

laboratori e un'attrezzata sala proiezioni rendono questo museo meta ideale per gruppi e

scolaresche.

VALLE DEI MULINI

L’affascinante Valle dei Mulini, percorsa dal torrente

Chiavone Bianco, solca la parte meridionale del

territorio di Lusiana, nei pressi delle antiche contrade

Covolo, Valle di Sopra, Rigine e Valle di Sotto,

collegate da un antico suggestivo sentiero. Il luogo

conserva, quasi integri nel tempo, gli elementi di

un’antica organizzazione del territorio e delle sue

risorse. Lungo il corso d’acqua sono presenti tutti i tipi

di macchine idrauliche: mulini del frumento e del

granoturco, il maglio battiferro, i pestarini per l’orzo e

la segheria per il legno. La visita guidata offre la

possibilità di accedere all’antico mulino “Garzotto”, al

maglio, al caseificio turnario di Valle di Sotto (con

eventuale dimostrazione della produzione di

formaggio), al pestarino di Rigine (dove si può sperimentare la brillatura dell’orzo), al mulino

dei Sola e all’antica contrada di Covolo, da cui osservare il rilievo geologico del Sojo e la

palestra di roccia, nonché visitare l’originale parco dell’Arte.

Il sentiero è liberamente percorribile. Per accedere agli edifici è necessaria la prenotazione.

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

VILLAGGIO PREISTORICO

Dal centro di Lusiana, percorrendo

l’ecosentiero del Monte Corgnon, si sale al

vicino Monte Corgnon (910 s.l.m.), dove,

nel luogo occupato da un abitato del

neolitico o da un castelliere, è stato

ricostruito un villaggio preistorico.

Qui la capanna del ceramista con il tornio,

quella del tessitore con il telaio verticale, la

tettoia per la fusione del bronzo e gli spazi per la lavorazione delle pelli consentono al

visitatore di avvicinarsi non solo con la mente, ma anche con il corpo, al mondo della

preistoria. Nel villaggio si può sperimentare la manipolazione dell’argilla, la scheggiatura

della selce, la tessitura a telaio, la costruzione di archi, frecce, collane...

La posizione panoramica del sito, il sentiero didattico nel bosco per raggiungerlo e la

possibilità di percorrere lungo il percorso tratti di sentiero della Grande Guerra offrono

l’occasione per interessanti osservazioni.

GIARDINO ALPINO

Il Giardino Botanico Alpino si trova sul Monte

Corno (1350 m. s.l.m.), fra distese di pascoli e

boschi, in prossimità delle caratteristiche

formazioni definite “città di roccia”. Creato su un

promontorio sassoso-roccioso, compreso tra due

lingue prative, il sito ospita i principali ambienti

vegetativi dell’Altopiano dei 7 Comuni nei quali

trovano posto specie erbacee, arbustive ed arboree appartenenti alla flora subalpina e

montana. Dista 11 km dal centro museale. E’ raggiungibile con mezzi propri e un breve

percorso a piedi.

Pagina 17 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL TERRITORIO DEL COMUNE DI LUSIANA


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

IL SENTIERO delle CALCARE

Il sentiero delle Calcare è un percorso che collega tra

loro le numerose calcare (forni per la produzione di

calce) esistente nella Valle dei Cavassi e nel Parco del

Sojo. II punto di partenza si trova in contrada Vitarolo.

In località Sandri si trova la calcara ristrutturata. Qui,

grazie ad una serie di tabelle esplicative, è possibile comprendere la tipologia di

costruzione dei manufatti e il ciclo di produzione della calce. All'inizio del Sentiero delle

Calcare si trova l'isola dimostrativa del Labiolo (uno spazio circolare in mezzo al bosco) nel

quale sono state ricostruite una carbonaia (con i modelli di tipologia costruttiva della

stessa), una piccola calcara, e non potevano certo mancare il baito (rifugio) del boscaiolo e

il ricovero del carbonaio.

IL PARCO DEL SOJO

Il “Sojo” è uno sperone roccioso pieno di fascino e

mistero, tanto che l’immaginario popolare lo vuole

popolato da streghe; situato in porzione dominante

rispetto ad un’antica via di transumanza, fu sicuramente

abitato fin dal tardo neolitico.

In quest’area di straordinario interesse storico e

ambientale è stato realizzato un parco con l’inserimento di sculture d’arte contemporanea.

Qui, accanto ai sentieri di vecchio impianto, nuovi tracciati esaltano gli elementi naturali e i

manufatti dell’uomo: grotte, pozze d’acqua, “masiere” calcare , fabbricati rurali.

Le installazioni scultoree (costituite con materiali diversi pietra, legno, ferro, bronzo grees)

intrecciano un dialogo con l’ambiente ora perfetto, ora stridente.

Il loro inserimento determina una diversa concezione dello spazio e una nuovo percezione

dello scorrere del tempo contribuendo ad offrire al visitatore l’opportunità inusuale di vivere

una relazione intima e coinvolgente con l’ambiente. Il sentiero è liberamente percorribile.

Per visite guidate, per gruppi, è necessaria la prenotazione.

LA CAMPANA PIÙ ANTICA DELL’ALTOPIANO

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

La campana più antica dell’Altopiano è una delle più vetuste della provincia vicentina,

risalente al 1300. Si trova nel piccolo campanile di contrada Piazza - Campana.

LA CHIESA ARCIPRETALE DI SAN GIACOMO

La Chiesa Arcipretale di San Giacomo è ricca di marmi locali e di affreschi tra cui spicca "La

Natività" di Jacopo Da Ponte.

LA CHIESA DI SANTA CATERINA

La Chiesa di Santa Caterina è ricca di opere d'arte, la più notevole è la tela di Jacopo Da

Ponte, raffigurante la Madonna in trono tra i Santi Caterina e Zeno.

3.6 Popolazione e turismo

Le figure 3.6.1-2 mostrano come la popolazione totale residente sia praticamente rimasta

costante dal 2007 ad oggi, così anche la densità di popolazione sul territorio.

Popolazione totale residente

2.846 2.827 2.836 2.825

Pagina 18 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL TERRITORIO DEL COMUNE DI LUSIANA

3.000

2.500

2.000

n. 1.500

1.000

500

0

2007 2008 2009 2010 - I sem

Figura 3.6-1:

Popolazione

totale residente


Figura 3.6-2:

Densità di

popolazione

sul territorio

n./kmq

100

80

60

40

20

0

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Densità di popolazione sul territorio

83,71 83,15 83,41 83,09

2007 2008 2009 2010 - I sem

Il territorio è estremamente importante non solo per il patrimonio paesaggistico che lo

caratterizza, ma anche e soprattutto dalle tradizioni delle popolazioni che ci abitano.

Per questo motivo molte

manifestazioni che vengono

organizzate dagli enti locali

mettono al centro proprio la

tradizione, i lavori di un tempo, i

ricordi che la gente stessa

ripropone nelle piazze e nel

territorio, manifestazioni che

richiamano turisti e visitatori.

La tabella 3.6-1 riporta il numero di presenze turistiche e di arrivi complessivi per gli anni

2007,2008, 2009 e parziale del 2010.

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Tabella 3.6-1: Numero di presenze turistiche ed arrivi dal 2007 al primo semestre 2010

Anno Tipologia Totale

arrivi 716

Pagina 19 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL TERRITORIO DEL COMUNE DI LUSIANA

2007

2008

2009

2010 - I sem

presenze 5022

arrivi 652

presenze 3045

arrivi 663

presenze 2899

arrivi 201

presenze 702

Le figure 3.6-3 e 3.6-4 illustrano rispettivamente come le presenze turistiche siano

notevolmente e costantemente in diminuzione nel corso degli anni passando da 5.022 del

2007 a 2899 del 2009; la pressione turistica presenta lo stesso andamento (rapporto tra

presenze turistiche e residenti).

Il valore parziale del 2010 sembra basso, ma si ricorda che viene escluso il periodo estivo

di agosto e settembre e di dicembre, molto importante dal punto di vista turistico, dato che

le informazioni sono aggiornate al primo semestre.


Figura 3.6-3:

Presenze

turistiche

n.

8.000

6.000

4.000

2.000

0

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Strutture ricettive - arrivi/presenze

5.022

3.045 2.899

716 652 663

arrivi

presenze

702

201

2007 2008 2009 2010-I sem

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Pagina 20 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL TERRITORIO DEL COMUNE DI LUSIANA

Presenze

turistiche/

presenze

residenti

0,005

0,004

0,003

0,002

0,001

0,000

0,005

Pressione turistica

0,00295

0,00280

0,00068

2007 2008 2009 2010 - I sem

Figura 3.6-4:

Pressione

turistica


4 IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE

4.1 Descrizione del SGA

La precedente Amministrazione comunale ha deciso di implementare un Sistema di

Gestione Ambientale secondo il Regolamento EMAS n. 1221/2009, con la consapevolezza

dell’importanza di prendere una chiara posizione rispetto alle problematiche ambientali e

dell’importanza di assumersi responsabilità definite nella gestione del territorio, per la sua

tutela e valorizzazione; l’attuale Amministrazione Comunale ha deciso di confermare questo

impegno, proprio in considerazione dell’importanza della valorizzazione ambientale in

un’ottica di continuità.

Per ottenere la registrazione EMAS, il Comune ha dovuto seguire un iter previsto dal

Regolamento stesso (figura 4.1-2), che ha permesso di adottare un approccio per affrontare

e risolvere i problemi di carattere ambientale, ma anche di guardare al futuro, grazie al

miglioramento continuo.

Infatti, i requisiti previsti dalla

norma possono essere

schematizzati secondo il

modello del miglioramento

continuo definito dalla

metodologia PDCA (Plan-Do-

Check-Act, Pianificare-

Attuare-Verificare-Agire),

come rappresentato in figura

4.1-1

Riesame

della direzione

Controlli e

azioni correttive

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Miglioramento

continuo

Attuazione e

funzionamento

Politica

ambientale

Pianificazione

Analisi

Ambientale

Iniziale

Figura 4.1-1: La metodologia Plan-Do-Check-Act

VERIFICA tecnica

Analisi ambientale

Politica ambientale

Programma ambientale

CONVALIDA Dichiarazione

Dichiarazione Ambientale

Figura 4.1-2: Il Sistema di Gestione Ambientale

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Pagina 21 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE

Audit interni

Amministrazione comunale

Attuazione SGA

Riesame

Registrazione

EMAS

Divulgazione del

documento al

pubblico


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

L’adesione ad EMAS prevede che il Comune valuti costantemente l’efficacia del SGA

adottato e che informi le parti interessate sulle prestazioni ambientali del comune stesso. E’

inoltre necessaria la partecipazione attiva dei dipendenti comunali.

L’implementazione del SGA è cominciata con la realizzazione di un’Analisi Ambientale

Iniziale che esamina i diversi aspetti ed impatti ambientali (sia quelli diretti che indiretti),

connessi alle attività/prodotti/servizi del comune e alle attività di terzi su cui il Comune

stesso può esercitare un’influenza.

Per prevenire e ridurre le criticità ambientali riscontrate nell’Analisi Ambientale Iniziale, il

Comune ha formulato la Politica Ambientale, dove sono indicati e pubblicati gli impegni

dell’Amministrazione e gli obiettivi di miglioramento che vengono (ove possibile) quantificati

con dei traguardi definiti, attuati e tenuti sotto controllo attraverso specifici Programmi

Ambientali.

Con l’implementazione del SGA il Comune ha inoltre introdotto:

• un’attività di aggiornamento e controllo periodico della normativa (leggi e

regolamenti) applicabile ai vari aspetti ambientali, consentendo di mantenere nel

tempo la conformità giuridica;

• un insieme di procedure/istruzioni interne, con definiti ruoli e responsabilità delle

funzioni comunali nella gestione delle problematiche ambientali;

• un insieme di attività per controllare le modalità operative di conduzione delle

attività rilevanti dal punto di vista ambientale (svolte direttamente o attraverso

terzi fornitori) e sorvegliare sistematicamente i parametri significativi, valutando

con costanza l’andamento nel tempo degli indicatori di prestazione ambientali

definiti;

• una procedura per rilevare le comunicazioni/segnalazioni e reclami, provenienti

dall’interno ma anche dall’esterno, risolvibili attraverso azioni immediate e se

necessario interventi correttivi e/o preventivi pianificati;

• una procedura per la gestione della formazione e sensibilizzazione ambientale

indirizzata a tutti i livelli della struttura organizzativa.

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Per controllare l’efficacia e la correttezza del SGA implementato, il Comune deve effettuare

periodicamente degli audit ambientali ed inoltre almeno annualmente il SGA è soggetto ad

un processo di riesame con cui si rilevano i nuovi spunti di miglioramento.

In adempimento al Regolamento EMAS è inoltre previsto un processo di comunicazione

sistematica al pubblico ed ai soggetti interessati delle informazioni relative ai risultati

conseguiti, rispetto agli obiettivi e programmi e agli impatti ambientali significativi. Il

contenuto delle informazioni rivolte al pubblico è verificato sistematicamente attraverso

l’aggiornamento e la convalida annuale dei dati contenuti nella presente Dichiarazione

Ambientale da parte del verificatore ambientale accreditato ed è soggetto annualmente ad

un successivo esame da parte dell’Organismo Competente – il Comitato Ecolabel Ecoaudit

sezione EMAS Italia, attraverso il supporto tecnico di ISPRA.

4.2 Comunicazione Ambientale

Per comunicazione ambientale s’intende l’insieme delle strategie e delle azioni poste in

essere da istituzioni, imprese, mass media allo scopo di diffondere una corretta conoscenza

dei temi ambientali

Lo scopo è di promuovere un rapporto costante di dialogo e di cooperazione tra cittadini,

consumatori, istituzioni, imprese, clienti e fornitori e agevolare il processo di costruzione del

consenso.

La comunicazione che un’istituzione può adottare può essere di tre tipi:

- comunicazione di risposta: l’Amministrazione risponde alle richieste provenienti

dall’esterno, così come previsto dal Decreto Legislativo 195/2005 che recepisce

la direttiva CEE 2003/4/CE relativa all’accesso del pubblico all’informazione

ambientale ed abroga la precedente normativa vigente in materia. Tale

provvedimento assicura a qualsiasi persona fisica o giuridica, senza necessità di

Pagina 22 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

dimostrare alcun interesse specifico, il diritto di accesso all’informazione

ambientale, stabilendo che il termine entro il quale i dati richiesti debbono essere

resi disponibili sia pari a trenta giorni dalla data di avvenuta ricezione dell’istanza,

ovvero, a sessanta giorni, se si tratta di una richiesta complessa (Art. 3).

- Comunicazione di reazione: il comune subisce l’iniziativa di gruppi di pressione e

dell’amministrazione ed interviene per assicurare il normale corso dei suoi

programmi, per gestire conflitti e per negoziare soluzioni;

- Comunicazione propositiva: il comune senza sollecitazioni esterne riconoscibili,

informa sulla sua eco-efficienza o secondo uno schema bi-direzionale cerca il

dialogo con gruppi di pressione ed amministrazioni

Il Comune di Lusiana ha deciso in particolare di pubblicare e rendere disponibile al pubblico

questa Dichiarazione Ambientale.

4.2.1 Le attività di sensibilizzazione ambientale

Comunicazione esterna attiva – sensibilizzazione

Il Comune di Lusiana periodicamente organizza degli incontri informativi per i cittadini

relativi, in particolare, alla differenziazione dei rifiuti, alla discussione di tesi di laurea a

carattere ambientale e all’informazione sul nuovo PAT; l’avviso di tali incontri viene affisso

negli esercizi pubblici, nei negozi e nelle bacheche presenti nel Comune.

Per comunicazioni ambientali generiche, vengono affissi degli avvisi nei pubblici esercizi,

nei negozi e nelle bacheche del Comune con cui si informa la cittadinanza su temi specifici.

Nel corso del primo anni di registrazione notevoli sono stati gli sforzi dell’Amministrazione

per promuovere la diffusione dei dati ambientali e dei traguardi raggiunti grazie

all’implementazione dei requisiti del regolamento EMAS.

Queste possono essere così riassunte:

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Promozione del logo EMAS che compare su tutte le lettere in uscita del comune;

Pubblicazione sul giornale locale di argomenti rilevanti per l’ambiente (come rifiuti

o radiazioni elettromagnetiche);

Comunicazione esterna passiva

Il Comune ha previsto la possibilità di ricevere lamentele o segnalazioni di guasti o

disservizi, le quali possono essere ricevute sia tramite comunicazione diretta (mediante

telefono o di persona), sia tramite comunicazione scritta. Queste sono indirizzate all’ufficio

competente (in ambito ambientale l’ufficio coinvolto è l’ufficio tecnico), il quale ha il compito

di verificare, anche tramite sopralluogo, la veridicità delle informazioni pervenute. Se

necessario, il Comune interviene per la soluzione del problema.

In genere le lamentele sono dovute a disfunzioni dei servizi di raccolta rifiuti, soprattutto nel

periodo estivo (aumento drastico dei rifiuti causati dall’arrivo dei turisti), ma anche nel

periodo invernale se sono presenti grossi mucchi di neve che non permettono al gestore del

servizio di svuotare i vari cassonetti.

A volte le segnalazioni si riferiscono a rifiuti abbandonati generalmente di tipo ingombrante;

in questo caso il Comune avverte l’ente gestore del servizio di raccolta dei rifiuti e

comunque si avvale dell’attivazione dell’ecocentro intercomunale per i comuni di Lusiana e

Conco, attivato dal settembre 2006.

Comunicazione interna

La comunicazione all’interno del Comune avviene utilizzando la rete telefonica e la rete

internet, e molto spesso, date le piccole dimensioni dello stabile, si utilizza una

comunicazione diretta tra personale e tra i responsabili delle varie aree.

Le comunicazioni interne che riguardano tutto il personale del Comune avvengono

attraverso circolari o riunioni che partono dal segretario.

Se la comunicazione riguarda tutto il Personale, viene predisposta, su carta, una circolare

che l’Ufficio Protocollo, dopo la registrazione, inoltra agli uffici.

Pagina 23 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE


Formazione e sensibilizzazione del personale

L’amministrazione provvede periodicamente ad effettuare corsi riguardanti il sistema di

gestione ambientale implementato anche congiuntamente agli altri enti. Sulla base delle

necessità formative e del personale interessato annualmente l’amministrazione provvede

alla programmazione e all’individuazione dei corsi necessari.

4.3 Valutazione Aspetti Ambientali

Per valutare gli aspetti ambientali che determinano un impatto “significativo” sull’ambiente,

si è provveduto prioritariamente all’identificazione di tutti gli aspetti ambientali diretti ed

indiretti correlati alle attività e servizi presenti sul territorio. A tal proposito si intende per:

- ASPETTI DIRETTI: gli aspetti collegati ad attività e servizi che il Comune svolge

direttamente e che pertanto ha sotto il suo diretto controllo

- ASPETTI INDIRETTI: gli aspetti generati da attività/servizi affidati in gestione ad Enti

Terzi (es. aspetti collegati all’approvvigionamento di materiali funzionali allo

svolgimento delle attività, aspetti generati da servizi svolti attraverso fornitori,...), o

aspetti generati da attività di terzi che operano sul territorio (industriali, artigianali,

agricole, popolazione residente, ecc.). Su tali aspetti il Comune non esercita un

controllo diretto, ma può esercitare un controllo parziale (ad esempio attraverso

contratti di fornitura, i propri strumenti urbanistici e regolamenti, le pratiche per il

rilascio di autorizzazioni, ecc.) o solo un’influenza con azioni di sensibilizzazione,

formazione, o interventi di incentivazione.

Dopo aver individuato gli aspetti ambientali diretti ed indiretti, il Comune ha svolto la

valutazione di significatività degli stessi, attraverso due metodologie distinte.

Per gli aspetti ambientali diretti il comune ha individuato i due criteri seguenti:

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

1) Criterio basato su valutazioni di tipo gestionale

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Questo criterio prevede una sequenza di quesiti strutturati in un percorso alla fine del quale

si ottiene una valutazione che esprime come il Comune si pone nei confronti dell’aspetto in

esame. I quesiti proposti sono relativi, ad esempio, alla conformità legislativa, alla politica

ambientale, all’andamento delle prestazioni ambientali, alle segnalazioni da parte degli

stakeholder e ad altri parametri che indicano la capacità di controllo gestionale dell’aspetto

ambientale da parte del Comune.

Gestite direttamente

dal Comune

ASPETTI AMBIENTALI

DIRETTI

Criterio dati e indicatori

Criterio gestionale

ATTIVITÀ SUL TERRITORIO

Affidate e/o gestite

da terzi

Figura 4.3-1: Aspetti ambientali diretti ed indiretti

2) Criterio basato sulla valutazione di Dati e Indicatori ambientali

Questo criterio consente la valutazione nel tempo dei dati ambientali raccolti al fine di

pervenire ad una classificazione degli aspetti monitorati. La significatività dell’aspetto viene

valutata sulla base di elementi oggettivi, quali ad esempio:

ASPETTI AMBIENTALI

INDIRETTI

Attività di terzi

Criterio aspetti ambientali

indiretti

Pagina 24 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

1. Analisi dei parametri chimici (es. qualità dell’aria, qualità acque reflue, ecc.);

2. Distanza dai limiti di legge (es.: controllo su impianto di depurazione);

3. Dati e Indicatori di performance ambientali elaborati dall’organizzazione (es.:

consumi strutture comunali);

4. Segnalazioni/Reclami dei soggetti interessati;

5. Impianti, macchinari e attrezzature a disposizione;

6. Evoluzione del settore;

7. Atro.

I due criteri di valutazione vengono utilizzati in sostituzione l’uno dell’altro, preferendo il

criterio basato sulla valutazione di dati e indicatori qualora sia possibile reperire dei dati.

I due criteri hanno consentito di classificare ogni aspetto ambientale secondo le seguenti

“Classi di significatività”:

CLASSE DI

SIGNIFICATIVITA’

CLASSE 1

CLASSE 2

CLASSE 3

DEFINIZIONE DELLA CLASSE DI SIGNIFICATIVITA'

L’Amministrazione comunale deve intervenire per risolvere la

situazione in tempi rapidi (classificazione utilizzata anche in caso di

situazioni di emergenza).

L’Amministrazione comunale deve definire programmi di

miglioramento o procedure gestionali relative all'aspetto in esame

L’aspetto non presenta particolari criticità e/o L’Amministrazione

comunale ha attive modalità di controllo operativo e di sorveglianza

e misurazione per l'aspetto

CLASSE 4 L’aspetto ambientale non è significativo

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Inoltre per il criterio basato sulla valutazione di Dati e Indicatori ambientali si hanno altre

due classi di significatività:

CLASSE DI

SIGNIFICATIVITA’

ASPETTO

SENSIBILE

ASPETTO CRITICO

DEFINIZIONE DELLA CLASSE DI SIGNIFICATIVITA'

L’aspetto non è significativo ma richiede comunque un

monitoraggio da parte dell’Amministrazione comunale

All’aspetto, per la mancanza di dati che ne consentano il

monitoraggio nel tempo, non possono essere applicati i criteri di

valutazione previsti; l’aspetto comunque deve essere tenuto in

considerazione dall’Amministrazione comunale

Gli aspetti ambientali considerati strategici da parte dell’Amministrazione, anche in

considerazione dei contenuti della politica ambientale, possono essere classificati come

significativi a prescindere dai risultati dell’applicazione dei criteri descritti.

La valutazione degli aspetti/impatti ambientali delle attività/prodotti/servizi del Comune di

Lusiana è stata effettuata in condizioni normali e di emergenza; in quanto dalla prima

analisi degli aspetti/impatti ambientali correlati ad attività/prodotti/servizi del Comune non si

sono individuate condizioni anomale.

Per quanto riguarda la gestione degli aspetti ambientali correlati alle condizioni di

emergenza ambientale il Comune di Lusiana si è dotato un sistema di identificazione e

riduzione degli impatti correlati alle potenziali emergenze individuate. Il criterio di

valutazione di tali aspetti/impatti ambientali prevede che la loro gestione, in caso di evento

incidentale, abbia priorità massima e quindi, secondo lo schema sopra riportato, a tali

aspetti deve essere attribuita classe di significatività 1.

La metodologia, utilizzata per identificare ed aggiornare gli aspetti ambientali indiretti che

determinano impatti significativi sull’ambiente, tiene in considerazione la capacità di

controllo del Comune, cioè la capacità del Comune di influenzare, attraverso le proprie

politiche e attività, le attività del territorio, ed assegna un valore compreso tra 1 e 4 a

Pagina 25 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

seconda che il Comune non abbia nessuna influenza in merito all’aspetto ambientale

indiretto preso in esame o abbia la possibilità di emanare ordinanze, definire regolamenti

specifici e modificare contratti per la gestione dell’aspetto ambientale indiretto preso in

esame.

Una volta individuata la capacità di controllo, il Comune provvede a valutare i cinque criteri

descritti nella tabella seguente.

CRITERIO DESCRIZIONE

Situazione rispetto ai limiti

prescritti dalla legge dell’aspetto

ambientale indiretto preso in

esame

Manifestazione di

preoccupazione o attenzione

delle parti interessate

Grado di disponibilità di

informazioni da parte del

fornitore/ente

Proattività Ambientale del

fornitore/ente

Andamento delle performance

ambientali (dati e indicatori)

Indica il livello di rispondenza alle normative applicabili

all’aspetto ambientale considerato (vicinanza o

superamento anche occasionale dei limiti prescritti dalla

legge, segnalazioni da parte di enti competenti)

Tiene conto del grado di sensibilità da parte degli

stakeholders interni ed esterni al Comune rispetto

all’aspetto ambientale considerato (misurabile anche

mediante segnalazioni e/o lamentele ricevute in merito)

Indica il grado di possesso da parte del Comune di

informazioni necessarie per la caratterizzazione

dell’aspetto ambientale preso in esame

Indica l’attenzione del fornitore/ente nei confronti delle

tematiche ambientali

Tiene conto dell’andamento negli anni dei dati e degli

indicatori relativi all’aspetto ambientale indiretto

considerato

Ad ogni criterio sopraccitato, se possibile, attraverso una serie di definizioni introdotte in

un’apposita istruzione operativa, viene attribuito un giudizio di significatività compreso tra 1

e 4.

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

La significatività dell’aspetto ambientale risulta dal prodotto del valore assunto dalla

capacità di controllo e dal giudizio di significatività maggiore, attribuito ad ogni singolo

Pagina 26 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE

criterio.

Un aspetto ambientale è valutato come significativo quando il prodotto supera la soglia

numerica di significatività, pari a 8.

Nei capitoli 5 e 6 seguenti si riporta una descrizione degli aspetti ambientali diretti ed

indiretti collegati alle attività di competenza del Comune, i relativi impatti correlati ed il grado

di significatività calcolato secondo il criterio sopraccitato. Si riporta inoltre una descrizione

sintetica degli obiettivi che il comune si è posto per gestire gli aspetti ambientali, con

particolare riferimento a quelli che sono risultati significativi

4.4 Indicatori di performance ambientale

Il nuovo Regolamento EMAS III n. 1221/2009 prevede la realizzazione di indicatori chiave,

costruiti tramite l’utilizzo di valori legati ad aspetti ambientali specifici rapportati al numero di

addetti.

In particolare, gli aspetti ambientali in questione sono:

• efficienza energetica,

• efficienza dei materiali,

• acqua,

• rifiuti

• biodiversità

• emissioni.

All’interno dei paragrafi relativi a questi aspetti ambientali, si riportano grafici e valori di

indicatori costruiti considerando il numero di dipendenti oppure il numero di utilizzatori,

considerando come utilizzatori la somma tra i dipendenti, il personale scolastico (docenti e

non docenti) e gli studenti. Infatti, per alcuni di questi aspetti ambientali si è ritenuto più


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

logico non escludere tipologie di utilizzatori che in realtà influiscono sull’aspetto

considerato.

Per alcuni aspetti, invece, tali indicatori non sono stati costruiti, in quanto non avrebbero

portato a nessuna informazioni utile aggiunta.

Nel dettaglio, gli indicatori chiave che si ritrovano all’interno della presente Dichiarazione

Ambientale sono:

Efficienza

energetica

Consumo

idrico

Produzione

totale annua

rifiuti

Efficienza

dei materiali

Consumo complessivo energia elettrica strutture comunali (categorie I e

II) / n° di utilizzatori (n° studenti + personale docente e non docente +

dipendenti comunali)

Consumo complessivo illuminazione pubblica (categoria III)/ n° abitanti

Consumo complessivo combustibili strutture comunali (categorie I e II) /

n° di utilizzatori (n° studenti + personale docente e non docente +

dipendenti comunali)

somma (consumo complessivo energia elettrica (I, II e III) + metano (I e

II) + gpl (I e II) + mezzi comunali) / n° dipendenti comunali

Produzione di energia elettrica da impianto fotovoltaico e altre rinnovabili /

somma (consumo complessivo energia elettrica (I, II e III) + metano (I e

II) + gpl (I e II) + mezzi comunali

Consumo complessivo acqua strutture comunali della categoria (I.A, I.B,

I.C) / n° di utilizzatori (n° studenti + personale docente e non docente +

dipendenti comunali)

Consumo complessivo acqua strutture comunali (categoria I e II) / n°

dipendenti comunali

Consumo complessivo acqua strutture comunali (categoria I.B, I.C) / n°

dipendenti comunali

La produzione di rifiuti per le strutture comunali (aspetto diretto) è non

significativa rispetto alla produzione totale dei rifiuti nel territorio (aspetto

indiretto). La produzione pro-capite è riportata nell’aspetto indiretto.

somma in kg di carta acquistata / n° dipendenti comunali (I.B)

Biodiversità

– utilizzo del

terreno

Emissioni

totali in

atmosfera

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Volume residenziale esistente in mc / n. abitanti territorio

Note: per gli anni dal 2007 al 2010 si considera valido il valore stimato nel

PAT comunale su numero di abitanti, in quanto il valore il valore dei mc

delle strutture comunali su numero di dipendenti ha poco rilievo rispetto al

valore territoriale.

somma emissioni CO2 eq per (consumo complessivo energia elettrica (I,

II e III) + metano (I e II) + gpl (I e II) + mezzi comunali + kg di gas

refrigeranti)/ n° dipendenti

4.5 La legislazione ambientale applicabile

Il Comune di Lusiana ha adottato una serie di regolamenti e piani per definire le modalità di

gestione di alcuni aspetti ambientali. Si riporta nella tabella sottostante l’elenco dei

regolamenti e piani e degli aspetti ambientali ad essi correlati. In particolare negli ultimi due

anni il Comune si è dotato di un Piano Zonizzazione Acustica, un Regolamento per i Rifiuti

ed un Piano di Protezione Civile.

Tabella 4.5-1: Regolamenti e piani comunali

Aspetti ambientali Tipo di atto Data

RIFIUTI Regolamento 17/09/2003

RIFIUTI Regolamento 04/07/2007

USI CIVICI Regolamento 08/08/1997

Denominazione

titolo

Regolamento per

l’applicazione della

tassa per il servizio

relativo allo

smaltimento dei RSU

interni

Regolamento

funzionamento

ecocentro

Regolamento per la

disciplina

dell’esercizio degli usi

civici

Pagina 27 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE


Aspetti ambientali Tipo di atto Data

SUOLO E

SOTTOSUOLO

Regolamento 14/05/2003

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Denominazione

titolo

Regolamento per la

disciplina dello

sfruttamento delle

cave

AMBIENTE Regolamento 02/03/1984 Regolamento rurale

VERDE Piano

11/03/1998

Approvazione per

l’aggiornamento del

decennio 2005-2014 del

12/05/2004.

URBANIZZAZIONE Piano 25/8/1980

URBANIZZAZIONE Regolamento 13/12/2008

QUALITÀ

DELL’ARIA

Piano 18/07/2007

RIFIUTI Regolamento 20/08/2008

RUMORE Piano 18/06/08

PROTEZIONE

CIVILE

Piano 05/02/2010

Piano di Riassetto

forestale

Piano Regolatore

Generale

Regolamento Edilizio

e di Tutela

Ambientale

Comunale

Piano di

mantenimento della

qualità dell’aria

Regolamento per le

gestione dei rifiuti

Piano per la

zonizzazione acustica

del territorio

Piano per la gestione

delle potenziali

emergenze del

territorio

Il Piano d'Assetto Territoriale è stato adottato con delibera di CC n. 42 del 22/04/2009 e

sarà il piano degli interventi (che verrà adottato dopo l'approvazione del PAT) che

individuerà zona per zona le direttive specifiche. Per la descrizione dell’attuale situazione

del piano si rimanda al paragrafo relativo (Urbanizzazione).

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Pagina 28 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE


5 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI DIRETTI

La tabella 5-1 riporta per ciascun aspetto ambientale i possibili impatti e la valutazione degli

aspetti. Vengono inoltre riportati gli obiettivi e i traguardi, correlati al relativo aspetto, che

l’amministrazione comunale decide di attuare per ridurre gli impatti generati dall’aspetto

stesso. La valutazione riportata è relativa all’anno completo del 2009, mentre nei paragrafi

successivi, nella trattazione di ogni aspetto, vengono riportati eventuali commenti

sull’andamento del 2010.

Tabella 5-1: Correlazioni aspetti/impatti significativi e obiettivi/traguardi

Aspetto

ambientale

Acqua potabile

Consumo energia

elettrica

Consumo metano,

gpl

Impatti ambientali Classe

Consumo di risorse naturali e

inquinamento

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Obiettivi

traguardi

2 -

Consumo di risorsa non rinnovabile 2 3

Consumo di risorsa non rinnovabile 3 -

Scarichi idrici Inquinamento corpi recettori 4 -

Produzione e

gestione rifiuti

Rilasci nel suolo, sottosuolo e falda

acquifera, consumo di materie prime

4 -

Consumo carta Consumo di materie prime 4 -

Emissioni polveri e

odori

Emissioni strutture

comunali – centrali

termiche

Inquinamento atmosferico 4 -

Inquinamento atmosferico, effetto

serra

4 -

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Pagina 29 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI DIRETTI

Aspetto

ambientale

Emissioni in

atmosfera

Suolo e sottosuolo

Sostanze

pericolose

Amianto

Sostanze lesive

dello strato di

ozono

Impatti ambientali Classe

Inquinamento atmosferico, effetto

serra

Rilasci di materiali inquinanti nel

suolo e nel sottosuolo, acidificazione

Rilasci in atmosfera, in falda

acquifera, pericolosità per la salute

umana, inquinamento di suolo e

sottosuolo

Pericolosità per la salute umana e

per l’ambiente

Obiettivi

traguardi

3 3

4 -

3 -

3 -

Impoverimento dello strato di ozono 4 -

Rumore Inquinamento acustico 4 -

Mobilità e traffico

Circolazione di veicoli con emissione

di gas da combustione

3 2

Urbanizzazione Gestione dell’edilizia 3 -

Aree verdi

Radiazioni

luminose

Radon

Incidenti

ambientali

Peggioramento qualità ambientale,

possibile perdita di aree e specie

protette

Inquinamento

elettromagnetico/luminoso

Pericolosità per la salute umana e

per l’ambiente

Possibili incidenti con cause negative

all’ambiente

3 1

1 3

3 -

4 -


5.1 Risorse idriche ed energetiche

CONSUMI DI ACQUA POTABILE DELLE STRUTTURE COMUNALI

Nel triennio precedente, a seguito dei risultati emersi nell’Analisi Ambiente Iniziale,

l’Amministrazione aveva attivato e raggiunto un obiettivo di miglioramento ambientale che

consentisse di monitorare in maniera più precisa i consumi di acqua potabile per le strutture

comunali.

Questo impegno è riuscito a mettere ordine nelle strutture e ad avere dei dati di lettura il più

possibile reali; si precisa che è comunque necessario attuare una minima stima della

suddivisione dei consumi per poterli associare agli anni, dato che le letture non vengono in

genere eseguite dal gestore ad inizio o fine anno.

Si riporta di seguito comunque il grafico dei consumi dal 2007 al 31 luglio 2010.

mc

800,0

700,0

600,0

500,0

400,0

300,0

200,0

100,0

0,0

665

431

758

326

Consumo totale acqua

categoria I.A

Consumo acqua potabile strutture comunali - categorie

122

40

156

62

Consumo totale acqua

categoria I.B

158

79

42

19

Consumo totale acqua

categoria I.C

categorie

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

186

132 143

104

92 81

45

35

Consumo totale acqua

categoria II.A

Consumo totale acqua

categoria II.B

Figura 5.1-1: Consumi di acqua potabile totale per sottocategorie (*agg. 31/07/10)

2007

2008

2009

2010*

Consumo totale acqua

categoria II

Consumo totale acqua

categoria I

Consumo acqua potabile per categoria

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Pagina 30 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI DIRETTI

167,2

172,5

188,0

290,0

466,9

490,0

955,8

945,0

0 200 400 600 800 1.000 1.200

mc

2010*

2009

2008

2007

Figura 5.1-2:

Consumi di

acqua

potabile totale

per categoria

I dati relativi al consumo totale dell’acqua potabile delle strutture comunali divise per

categorie e sottocategorie evidenziano un netto aumento del consumo per la categoria I

nell’anno 2009, associati pertanto alle strutture scolastiche e alle strutture del complesso

municipale. Tuttavia, i consumi parziali del 2010 evidenzierebbero già un consumo inferiore

a quello del 2009.

Figura

5.1-3:

Consumi

di acqua

potabile

per addetti

(* agg.

31/07/10)

60

50

40

mc 30

20

10

0

Consumi totali di acqua potabili / numero addetti

53,70

28,25

47,01

27,57

Consumo totale acqua

categoria I e II / n° dipendenti

12,17

2,46

8,25

6,13

Consumo totale acqua

categoria I.B e I.C / n°

dipendenti

2007

2008

2009

2010*


4

3

mc 2

1

0

Consumi totali di acqua potabile categoria I / n° utilizzatori

3,01

1,50

2,85

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

1,49

2007 2008 2009 2010*

Figura 5.1-4:

Consumi di

acqua potabile

totale cat I per

utilizzatori (*

agg. 31/07/10)

E’ da considerare che la raccolta dei dati relativi al consumo di acqua potabile nelle

strutture comunali è stata oggetto di un obiettivo di miglioramento nel triennio passato che

ha reso possibile ottenere dati di consumo decisamente più in linea con la realtà. Per

l’aspetto in questione l’Amministrazione non ha considerato necessario per ora definire un

nuovo obiettivo di miglioramento. L’aspetto ambientale, comunque, è da mantenere sotto

controllo con il consumo che si vedrà nel 2010.

CONSUMI DI ENERGIA ELETTRICA DELLE STRUTTURE COMUNALI

Nelle Figure successive vengono riportati i consumi di energia elettrica per la pubblica

illuminazione e quelli dei diversi edifici comunali (la cui gestione fa capo al comune stesso).

In particolare, per l’illuminazione pubblica è da rilevare che il consumo del 2009 si è

allineato a quello registrato nel 2007 (il valore del 2008 è stato in effetti più basso). Per il

2010 la tendenza sembrerebbe confermare il dato del 2009. Questi valori, comunque, fanno

rientrare l’aspetto in una classe 2 e per tale motivo, in linea anche con il nuovo regolamento

sulle Radiazioni luminose (vedi paragrafi successivi) che considera la nuova legge

regionale n. 17/2009, definisce un programma che vuole essere garanzia per la

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

cittadinanza e per gli stakeholders della volontà dell’Amministrazione di adeguarsi nei tempi

previsti ai nuovi obblighi legislativi (Piano per l’illuminazione pubblica).

Consumo di energia elettrica totale illuminazione

pubblica

Pagina 31 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI DIRETTI

400.000

300.000

kWh 200.000

100.000

0

Figura 5.1-6:

Consumi pubblica

illuminazione su

popolazione

366504

228878

332948

173447

2007 2008 2009 2010-I sem

kWh

150

100

50

0

129

81

117

Figura 5.1-5:

Consumi di energia

elettrica per

illuminazione

pubblica totale

Consumo/popolazione - illuminazione pubblica

61

2007 2008 2009 2010-I sem


Per le strutture comunali si nota un andamento leggermente in aumento. Per il 2009 questo

è imputabile certamente all’attivazione di nuove utenze (quali campo sportivo Valle,

Villaggio Preistorico, Malga Pian di Granezza), mentre se si focalizza l’attenzione agli anni

2007-2008-2009 si vede che le strutture che maggiormente hanno dato origine a questa

tendenza sono le strutture scolastiche (in particolar modo l’Istituto Comprensivo Padre

Pozza) e il complesso Municipale (Municipio e Museo Palazzon).

Questa tendenza ha portato l’Amministrazione a decidere di usufruire del Conto Energia

previsto dal Governo per il 2010 e realizzare, contemporaneamente ai lavori di copertura

dell’Istituto Comprensivo, un impianto fotovoltaico per il quale si prevede di coprire il

fabbisogno quasi totale dell’Istituto stesso e del Municipio. Questo impianto verrà gestito in

convenzione da ETRA spa ed entrerà a regime nel corso del 2011 (ad oggi si sta

attendendo l’allacciamento alla rete di distribuzione ENEL).

kWh

150.000

125.000

100.000

75.000

50.000

25.000

Consumi di energia elettrica totale delle strutture

comunali (cat I, II)

0

70.533

102.624

110.137

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

63.332

2007 2008 2009 2010-I sem

Figura 5.1-7:

Consumi energia

elettrica totale delle

strutture comunali

(cat I e II)

Di seguito si riporta il grafico del consumo totale suddiviso per numero di utilizzatori.

Consumo di energia elettrica totale delle strutture

comunali (cat I e II) su n° utilizzatori

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Pagina 32 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI DIRETTI

0,5

0,4

0,3

MWh/n

0,2

0,1

0,0

50.000

40.000

30.000

kWh

20.000

10.000

0

0,22

0,31

0,33

0,20

2007 2008 2009 2010-I sem

Consumo di energia elettrica totale delle strutture comunali

Consumo EE

strutt

categoria I.A

Consumo EE

strutt

categoria I.B

Consumo EE

strutt

categoria I.C

Consumo EE

strutt

categoria II.A

Figura 5.1-8:

Consumi energia

elettrica totale

(cat I e II) su n.

utilizzatori

2007

2008

2009

2010-I sem

Consumo EE

strutt

categoria II.B

Figura 5.1-9: Consumi energia elettrica delle strutture comunali per sottocategoria


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Si segnala per il monitoraggio dell’aspetto relativo al consumo di energia elettrica per le

strutture comunali un netto miglioramento dei rapporti con il gestore e delle modalità di

comunicazione dei valori di consumo. Infatti, il gestore Global Power prevede per i clienti la

possibilità di visionare direttamente tramite il loro sito internet i consumi sui fogli excell che

permettono quindi una facile elaborazione dei dati a nostra diposizione.

Nel complesso, considerando anche quanto affermato per l’illuminazione pubblica, il

comune vuole dare garanzia ai cittadini che verrà redatto il Piano per l’illuminazione

pubblica, attraverso la sua formalizzazione all’interno di un obiettivo di miglioramento

dedicato all’efficienza energetica, e all’aumento della percentuale di energia elettrica

prodotta da fonte rinnovabile, correlata quindi alla ricerca della diminuzione delle emissioni

di gas ad effetto serra (anidride carbonica) in atmosfera.

CONSUMI DI METANO E GPL DELLE STRUTTURE COMUNALI

GJ

3.000

2.500

2.000

1.500

1.000

500

0

Consumi di combustibile globale per le strutture

comunali

2.155,54

2.709,38

2.209,47

1.601,55

2007 2008 2009 2010*

Figura 5.1-10:

Consumi di

combustibile

delle strutture

comunali (*agg

sett 2010)

I consumi di metano e di gpl delle strutture comunali sono stati aggregati attraverso la

conversione in GJ. Questa scelta è stata fatta perché nel comune di Lusiana tutti le

strutture comunali sono alimentate a metano e c’è solo una struttura pubblica, denominata

ex-caseificio, di proprietà di tre comuni (Lusiana, Marostica e Salcedo) che utilizza Gpl per il

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

riscaldamento. Alcuni locali sono utilizzati dalla Pro-Laverda, altri dall’Associazione degli

Alpini della frazione e altri come ambulatorio medico; le spese del riscaldamento di

quest’ultimo, come convenzione sottoscritta fra le tre amministrazioni comunali proprietarie

dell’edificio, sono ripartite in modo paritario tra i tre comuni ed anticipate dal comune di

Lusiana (inteso come capofila). La sola valutazione di questa struttura non è significativa,

in quanto i consumi sono bassi e negli anni possono mostrare oscillazioni molto evidenti

che per quantità non sono comparabili ai consumi di metano.

Dopo aver registrato un aumento nel 2008, i consumi per il 2009 sono nuovamente

diminuiti. Per il 2010, invece, è necessario attendere il dato complessivo, considerando che

questo aspetto dipende molto dall’andamento delle temperature della stagione invernale,

che non sembra essere particolarmente rigida, ma comunque è difficilmente stimabile a

priori. A tale aspetto ambientale è assegnata la classe 3.

CONSUMI DI COMBUSTIBILE strutture comunali

Pagina 33 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI DIRETTI

GJ

3.000

2.500

2.000

1.500

1.000

500

0

2.156

6,86

2.709

8,29

2.209

6,60

1.602

4,77

2007 2008 2009 2010*

ANNI

10

8

6

4

2

0

GJ/n

Consumo totale

combustibile

strutture

comunali (Cat I e

II) in GJ

Consumo totale

combustibile

strutture

comunali (Cat I e

II) in GJ / n°

utilizzatori

Figura 5.1-11: Consumi di combustibile strutture comunali su n° utilizzatori (*agg sett 2010)

Per quanto riguarda l’indicatore relativo all’energia rinnovabile, si attendono i dati del nuovo

impianto fotovoltaico dell’Istituto Comprensivo.


5.2 Scarichi idrici

Tutte le strutture comunali hanno le autorizzazioni allo scarico e/o all’allacciamento alla

fognatura comune. Per tale motivo all’aspetto ambientale viene assegnata la classe 4.

5.3 Produzione e gestione dei rifiuti

PRODUZIONE E GESTIONE DEI RIFIUTI DELLE STRUTTURE COMUNALI

Il comune di Lusiana nel triennio precedente ha definito e attuato un obiettivo di

miglioramento che ha portato alla definizione di una prassi consolidata tra i dipendenti che li

porta ad effettuare la raccolta differenziata nelle strutture in cui operano. Oltre all’aspetto

tipicamente ambientale, il comune ha ritenuto importante fornire al cittadino un esempio di

buona gestione affinché il cittadino stesso sia motivato a migliorarsi sempre più.

A tale aspetto per l’anno 2009 è stata assegnata classe 4.

CONSUMO DI CARTA

A seguito della valutazione emersa in sede di Analisi Ambientale Iniziale, la precedente

Amministrazione ha portato a termine un obiettivo di miglioramento per adeguarsi alla

normativa regionale che prevede l’utilizzo di carta riciclata minimo al 40%. Nel 2009 i dati

hanno dimostrato di aver raggiunto e superato questo limite, assestandosi a valori dal 2009

sempre superiori al 90%.

Nel grafico si riportano i valori del flusso di materia-carta stimata nel corso degli anni. Il

valore del 2010 evidenzia una diminuzione del flusso; è comunque da considerare che tale

aspetto dipende molto dalle giacenze a fine anno e dal volume degli acquisti.

A tale aspetto per l’anno 2009 è stata assegnata classe 4.

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Flusso di materiale - consumo carta

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Pagina 34 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI DIRETTI

100

80

60

40

20

0

71,37

82,95

Σ in kg di carta acquistata / n° dipendenti

comunali

85,24

64,21

2007 2008 2009 2010 *

5.4 Emissioni polveri ed odori

Le strutture comunali inoltre non sono fonti di emissioni di odori e polveri.

In generale, quindi, all’aspetto emissioni viene assegnata la classe 4.

5.5 Emissioni in atmosfera – centrali termiche e mezzi comunali

Figura 5.3-1:

Consumi di

carta (flusso di

materia) (*agg

a fine

novembre

2010)

L’idraulico incaricato effettua regolarmente la manutenzione delle caldaie presenti nelle

strutture comunali e presso le centrali termiche sono presenti i libretti di centrale che sono

regolarmente compilati e firmati (il controllo e la loro sistemazione è stata effettuata nel

corso dello scorso novembre, per un controllo interno del sistema di gestione ambientale).

I mezzi comunali sono adeguatamente sottoposti a manutenzione e si riporta di seguito la

tabella con l’indicazione dei mezzi, carburante, classe, e presenza bollino blu.


Tabella 5.5-1: Mezzi comunali

MEZZO TARGA

TIPO

CARBURANTE

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

CLASS.NE

(EURO)

BOLLINO

BLU

Automobile BY519JW benzina Euro 3 SI

Automobile CD664GN benzina Euro 3 SI

Automobile BE215ZW benzina Euro 2 SI

Scuolabus EF687JE gasolio Euro 5 SI

Scuolabus CZ191WC gasolio Euro 2 SI

Scuolabus BK250SA gasolio Euro 2 SI

Autocarro BK277SA gasolio Euro 2 SI

Autocarro CZ448WC gasolio Euro 3 SI

Autocarro CS476GF gasolio Euro 3 SI

Autocarro AD969ET gasolio Euro 1 SI

Pala Meccanica ABY520 gasolio ND

Pala Meccanica VIAE532 gasolio ND

Non

necessario

Non

necessario

A fine 2009 l’aspetto emissioni in atmosfera, classificato come significativo nel 2008 per

una situazione non conforme prontamente gestita dal comune, torna ad essere non

significativo.

In generale, quindi, a questo aspetto viene assegnata la classe 4.

EMISSIONI IN ATMOSFERA – gas serra

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Da quest’anno, per adeguarsi al nuovo regolamento EMAS 1221/2009, è stato attivato il

monitoraggio delle emissioni di gas inquinanti in atmosfera (CO2 equivalente, SOx, NOx e

particolato).

Le emissioni a gas serra derivano da valutazioni chi tengono in considerazione tutti i

consumi di energia elettrica, metano, carburanti per mezzi comunali moltiplicati per i fattori

di conversione che si ritrovano nell’attuale letteratura scientifica (ad esempio relativa ad

LCA, Life Cycle Assessment).

Per quanto riguarda l’emissioni dei mezzi, le loro emissioni verranno valutate dal 2011 dato

che la raccolta dei dati di km percorsi sarà attuata da fine 2010. Si rammenta comunque

che il peso di queste emissioni è decisamente basso rispetto a quello dato dal consumo di

energia elettrica e di metano e gpl.

I dati delle figure sotto sono aggiornati al giugno 2010 per energia elettrica e settembre

2010 per combustibile strutture comunali.

EMISSIONI GAS SERRA - CO2 eq

Pagina 35 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI DIRETTI

ton

600

400

200

0

394,6

431,3

259,1

2008 2009 2010

ANNI

Figura 5.5-1:

Emissioni gas

serra CO2

eq– valori

assoluti


kg

1

1

1

1

1

1

0

0

0

0

0

Figura 5.5-

3: Emissioni

CO2 eq su

dipendenti

0,7

0,5

0,1

EMISSIONI GAS SERRA

0,9

0,6

0,2

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

0,5

2008 2009 2010

ton CO2 eq/n

20

18

16

14

12

10

13,42

ANNI

Figura 5.5-4: Emissioni gas serra per addetto

8

6

4

2

0

0,4

emissioni SO2

emissioni NOx

emissioni

particolato

0,1

EMISSIONI SU N° DIPENDENTI COMUNALI

16,50

17,47

6,56

2007 2008 2009 2010 *

ANNI

Figura 5.5-2:

Emissioni gas

serra – valori

assoluti

5.6 Suolo e sottosuolo

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Sempre a seguito della valutazione effettuata in sede di Analisi Ambientale Iniziale, il

comune si è trovato a gestire delle cisterne interrate di gasolio non più in uso, ma per le

quali si necessitava l’intervento di bonifica. Nel primo triennio di registrazione è stato

adottato e portato a conclusione un obiettivo di miglioramento specifico che ha portato

nuovamente la situazione in conformità già nel 2008.

A tale aspetto viene quindi assegnata per l’anno 2009 classe 4.

5.7 Sostanze pericolose

Nelle strutture comunali del Comune di Lusiana sono presenti alcune sostanze chimiche

potenzialmente pericolose per la salute che vengono utilizzate in attività di pulizia o per la

manutenzione del territorio in genere.

Il Responsabile del sevizio di Prevenzione e Protezione, che si occupa di sicurezza per il

comune di Lusiana, ha eseguito la valutazione dei rischi e mantiene aggiornata tutta la

documentazione inerente la sicurezza di sua competenza.

Il personale, a seguito di un obiettivo di miglioramento attuato nel triennio precedente, è

adeguatamente informato sulle modalità di utilizzo di tali sostanze e sugli accorgimenti da

adottare in caso di contatto con parti del corpo; inoltre, le schede e le istruzioni relative

sono presenti nei locali dove vengono utilizzate queste sostanze.

A tale aspetto viene quindi assegnata per l’anno 2009 classe 3.

Pagina 36 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI DIRETTI


5.8 Amianto

Nel 2007 è stato svolto un controllo sulla presenza di amianto nelle strutture comunale.

L’esito è stato positivo in quanto nessuna struttura presenta amianto e non è stato quindi

necessario individuare degli eventuali interventi da effettuare (bonifiche) sulle strutture.

Nel corso del 2008, a seguito delle operazioni di eliminazione di rovi e ripulitura dalla

vegetazione effettuate dal locale gruppo alpini, sono stati rinvenuti i ruderi di un edificio, che

presenta una copertura in amianto, situazione tempestivamente e correttamente gestita

tramite apertura di una non conformità e di un relativo piano d’azione.

Ad oggi, invece, all’aspetto viene assegnata nuovamente la classe 3.

5.9 Sostanze lesive dello strato di ozono

Nelle strutture comunali di Lusiana non sono presenti dispositivi condizionatori, in quanto la

posizione altimetrica favorisce un clima tale da non necessitare di impianti di aria

condizionata in estate.

Per quel che riguarda gli estitori, questi sono tutti di tipologia polvere e la ditta incaricata dal

comune effettua ogni 6 mesi il controllo previsto.

A tale aspetto è perciò assegnata la classe 4.

5.10 Rumore

Il Comune di Lusiana è dotato di un Piano di Zonizzazione Acustica del territorio comunale.

Dall’ analisi svolta per la redazione del piano (del 2007) è emerso che l’elevata superficie

coperta a bosco e a pascolo e la mancanza di consistenti zone artigianali ed industriali

permettono di affermare la scarsa presenza di sorgenti di emissioni inquinanti. L’unico

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

impatto acustico riscontrabile è dovuto al transito di veicoli motorizzati sulle strade di

attraversamento del territorio comunale, aspetto per il quale negli ultimi anni comunque non

si registra alcuna lamentela o criticità.

A tale aspetto viene quindi confermata per l’anno 2009 la classe 4.

5.11 Aspetti correlati al territorio

MOBILITÀ E TRAFFICO

Il comune di Lusiana, considerando che ha una popolazione di molto inferiore a 30.000

abitanti, non è obbligato alla redazione del Piano del Traffico (D. Lgs. 30/04/92 n. 265 e

succ. modifiche).

Il comune non è provvisto di rilevamenti sistematici sui passaggi di autovetture, dato che il

territorio è poco trafficato; c’è comunque da rilevare un consistente carico di traffico pesante

rispetto a quello leggero per il trasporto di materiale calcareo delle numerose cave presenti

in zona, traffico che negli ultimi anni non ha però riscontrato lamentele e segnalazioni.

Per queste considerazione, all’aspetto è assegnata classe 3.

L’Amministrazione ha definito in ogni caso un obiettivo mi miglioramento ambientale per il

miglioramento della rete infrastrutturale viabilistica che prevede da una parte l’aumento dei

posti parcheggio (necessari per il flusso turistico estivo ed invernale) e dall’altra

l’attuazione, se la Regione Veneto finanzierà il progetto, peraltro già approvato, di circa 1,5

km di marciapiede per collegare Lusiana alla località Pilastro.

Pagina 37 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI DIRETTI


Tabella 5.11-1: Dati autobus, mezzi comunali, estensione reti stradali, posti auto

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

NOME DATO SPECIFICO U.D.M. 2009-2010

Mezzi comunali: n. autoveicoli n. 3

Mezzi comunali: n. scuolabus n. 3

Mezzi comunali: n. autocarri n. 4

Mezzi comunali: n. pale meccaniche n. 2

Estensione rete stradale comunale Km 23

Posti auto in parcheggi n. 198

Posti auto in zona disco n. 63

Posti auto per handicap n. 9

Posti Polizia Locale n. 2

Posti Motocicli n. 7

URBANIZZAZIONE

Il Piano Regolatore Comunale di Lusiana è stato adottato con deliberazione del Consiglio

Comunale n. 76 del 25/8/1980 e approvato dalla Giunta Regionale con deliberazione n.

6341 del 20/12/1983.

L’aspetto ambientale urbanizzazione risulta in una classe non significativa (classe 3).

I dati significativi sono riportati nella tabella seguente.

Tabella 5.11-2: Urbanizzazione

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

NOME DATO SPECIFICO U.D.M. VALORE

Estensione area urbana (Z.T.O.) mq 1.263.765

Estensione area urbana e spazi pubblici mq 1.841.467

Area parcheggio mq 49.732

Area interesse comune mq 67.770

Aree istruzione mq 84.250

Aree verde pubblico mq 375.950

Il 18 marzo 2005, con delibera n. 32 della Giunta Comunale, si approva in modo definitivo il

documento preliminare di cui all’art. 15 della LR. 11 e uno schema di accordo di

pianificazione con la Regione Veneto per la redazione del PAT (Piano d’Assetto

Territoriale).

Successivamente il Comune ha nominato una commissione per l’incarico dei tecnici per il

PAT, VAS e PI; la Giunta Comunale nella delibera n. 162 del 14/12/2005 approva il verbale

della commissione sulla modalità di valutazione e sull’individuazione dei tecnici incaricati.

Il Disciplinare di incarico è stato poi redatto dal Responsabile dell’Area Tecnica in data

24/04/2006: “Disciplinare d’incarico professionale per la redazione del Piano di Assetto del

Territorio (PAT), della Valutazione Ambientale Strategica (VAS) e Piano degli Interventi

(PI)”. Ad oggi, i tecnici hanno già consegnato come da disciplinare il primo e secondo

rapporto ambientale e tutto il quadro conoscitivo e la VAS, non ancora approvata in via

definitiva in quanto si attendono gli elaborati relativi al PAT.

Nel corso del lavoro, è però emerso la necessità di svolgere altre attività che sono state

adeguatamente realizzate mediante incarichi successivi, ma che hanno naturalmente

rallentato il lavoro così come previsto dal disciplinare. Infatti, si è dovuto prevedere la

stesura della Valutazione d’Incidenza Ambientale (VINCA) relativamente alle zone di Monte

Pagina 38 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI DIRETTI


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Corno e Campo Mezzavia (limitrofe alla zona SIC Granezza); inoltre, si è provveduto

all’incarico per l’ottenimento del Piano di Zonizzazione Acustica ed è stato poi necessario,

attraverso una convenzione con l’Agenzia del Territorio, vettorializzare le tavole catastali

del comune.

Nel corso del 2008 con Delibera n. 122 del 22/10/2008 si è conclusa la fase di

concertazione con tutti gli stakeholders.

Il Piano d'Assetto Territoriale è stato adottato con delibera di CC n. 42 del 22/04/2009 e

fornisce delle indicazioni sullo sviluppo del territorio nel prossimi anni. Sarà il piano degli

interventi (che verrà adottato dopo l'approvazione del PAT) che individuerà zona per zona

le direttive specifiche. Le osservazioni sono state recepite e l'amministrazione ha nominato

una commissione apposita che ha già esaminato le osservazioni. Queste sono state inviate

sia alla Regione che alla Provincia e si sta attendendo il loro parere per poter proseguire

con la fase successiva di approvazione. Prossimamente verrà svolta quindi una Conferenza

dei Servizi con Regione, Provincia, Comune e altri enti interessati per l'approvazione e ad

oggi si è in attesa di sentire le disponibilità degli enti interessati.

AREE VERDI

La seguente tabella mostra l’estensione delle zone riservate a verde pubblico e a riserva di

caccia.

Tabella 5.11-3: Aree verdi

NOME DATO SPECIFICO U.D.M. Dato

Verde pubblico mq 375.950

Area del comune riservata alla caccia kmq 27

Il verde pubblico è un dato ricavato dal PRG del Comune di Lusiana.

Nella parte settentrionale del territorio comunale di Lusiana, è stato individuato un Sito di

Importanza Comunitaria (SIC) denominato “Granezza”, e un sito ZPS “Altopiano Sette

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Comuni” che dimostrano come il territorio del comune sia importante dal punto di vista

forestale e del patrimonio paesaggistico (si veda anche paragrafo 3.3.1 Siti SIC e ZPS).

Anche questo aspetto ambientale, considerata la quantità e la qualità delle aree verdi, è

caratterizzato dalla classe 3.

5.12 Radiazioni

RADIAZIONI LUMINOSE

Nel 2009 è entrata in vigore una nuova legge regionale (n. 17) relativa a Nuove norme per il

contenimento dell’inquinamento luminoso, il risparmio energetico nell’illuminazione per

esterni e per la tutela dell’ambiente e dell’attività svolta dagli osservatori astronomici. La

legge prevede che i comuni entro tre anni dalla data di entrata in vigore della presente

legge si dotano del Piano dell’illuminazione per il contenimento dell’inquinamento luminoso

(PICIL). Considerato che la legge concede un periodo di tre anni per l’adeguamento,

l’aspetto viene classificato come significativo, per evidenziare che il comune ha preso in

carico tale obbligo attraverso la definizione di un programma all’interno dell’obiettivo di

miglioramento relativo all’efficienza energetica che garantisce l’impegno verso il

raggiungimento della conformità entro i termini previsti.

A tale aspetto viene quindi assegnata classe 1.

Pagina 39 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI DIRETTI

RADON

Il territorio del comune di Lusiana si posiziona in una zona ritenuta critica per le valutazioni

regionali. Per questo motivo il comune, già nel triennio precedente, ha attuato una

campagna di monitoraggio inserita in un obiettivo più generale, che ha dimostrato che i

limiti definiti dalla legge sono ampiamente rispettati.

All’aspetto ambientale viene quindi assegnata classe 4.


5.13 Incidenti ambientali

Il Piano Comunale dei Protezione Civile definisce e contiene il quadro ambientale del

territorio comunale, il manuale operativo, le mappe tematiche del rischio rilevante, le

procedure di intervento sia preventivo che successivo, l’elenco delle risorse (uomini, mezzi,

materiali).

Il Piano contiene i piani di emergenza suddivisi per tipologie di rischio presenti nel territorio

e le modalità di gestione dell’emergenza.

Il Piano Comunale di Protezione Civile è stato elaborato, approvato da parte del Comune

nel Settembre 2008 e quindi inviato alla competente Autorità Provinciale. Successivamente

è stato approvato l’aggiornamento con delibera CC n 4 del 05/02/2010 (aggiornato ai sensi

della LR n 58 del 1984 come modificato dalla LR 17/98), dove si definisce anche

l’organigramma relativo al COC Centro Operativo Comunale). Ora si rimane invece in

attesa della valutazione della commissione regionale.

Nel Comune di Lusiana comunque sono presenti gruppi volontari di protezione civile che

possono intervenire nelle situazioni di allerta per aiutare ad esempio gli operai o altri enti (in

questi casi senza l’attivazione del COC) o anche di emergenza, coordinati in quest’ultimo

caso dal COC o altri organi competenti.

Per quanto riguarda i Vigili del Fuoco, viene chiamato quando necessario il gruppo

presente ad Asiago oppure quello di Bassano (in relazione al luogo ove si renda necessario

l’intervento dei vigili) che, in alcuni casi, può fungere da supporto ad Asiago.

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Pagina 40 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI DIRETTI


6 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI INDIRETTI

La tabella 6-1 riporta per ciascun aspetto ambientale i possibili impatti e la valutazione

dell’aspetto.

Vengono inoltre riportati gli obiettivi e i traguardi, correlati al relativo aspetto, che

l’amministrazione comunale decide di attuare per ridurre gli impatti generati dall’aspetto

stesso. La valutazione riportata è relativa all’anno completo del 2009, mentre nei paragrafi

successivi, nella trattazione di ogni aspetto, vengono riportati eventuali commenti

sull’andamento del 2010.

Tabella 6-1: Correlazioni aspetti/impatti significativi e obiettivi/traguardi

Aspetto

ambientale

Qualità acque

superficiali

Consumi acqua

potabile

Qualità acque

potabili

Consumo energia

elettrica

Impatti ambientali Classe

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Obiettivi

traguardi

Inquinamento di corpi idrici 4 -

Consumo di risorse naturali e

inquinamento

3 -

Inquinamento 4 -

Consumo di risorsa non rinnovabile

3 -

Consumo metano Consumo di risorsa non rinnovabile 4 -

Fognatura e

depurazione

Produzione e

gestione rifiuti

Inquinamento corpi recettori 3 -

Rilasci nel suolo, sottosuolo e falda

acquifera, consumo di materie

prime

1 4

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Pagina 41 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI INDIRETTI

Aspetto

ambientale

Qualità dell’aria

Emissioni in

atmosfera

Emissioni polveri

e odori

Suolo e

Sottosuolo

(distributori di

carburante)

Suolo e

Sottosuolo (cave

in territorio

comunale)

Impatto visivo

Radiazioni

elettromagnetiche

Radon

Impatti ambientali Classe

Inquinamento atmosferico, effetto

serra

Inquinamento atmosferico, effetto

serra

Inquinamento atmosferico

Rilasci di materiali inquinanti nel

suolo e nel sottosuolo,

acidificazione

Rilasci di materiali inquinanti nel

suolo e nel sottosuolo,

acidificazione

Potenziali effetti negativi sulla

visuale

Inquinamento

elettromagnetico/luminoso

Pericolosità per la salute umana e

per l’ambiente

Obiettivi

traguardi

3 -

4 -

4 -

4 -

3 -

4 -

3 -

4 -


6.1 Risorse idriche ed energetiche

ACQUE SUPERFICIALI

Nel comune di Lusiana c’è una stazione di rilevamento per la qualità delle acque superficiali

appartenente alla rete dell’Arpav dove vengono eseguiti alcuni rilevamenti per la

valutazione dello stato del torrente.

Tabella 6.1-1: Stazioni rilevamento acque sotterranee

Corpo idrico Località Lunghezza

totale asta

in km

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Codice

stazione

Torrente Laverda Piccoli 17,39 496 VP

* AC= classificazione delle acque ai fini del Controllo Ambientale

VP= acque designate per la Vita dei Pesci

Tipo di

controllo*

Per quel che riguarda le condizioni biologiche del corso d’acqua del Torrente Chiavone

Bianco, nel Comune di Fara Vicentino, contrà Simionati, le analisi effettuate dalla Provincia

di Vicenza sull’IBE (Indice Biotico Esteso) il giorno 6 ottobre 2003, hanno riscontrato un

buono stato ecologico della qualità delle acque del torrente, tanto da assegnarli la classe I.

Essendo l’analisi effettuata in un punto di prelievo situato a valle del Comune di Lusiana, si

ha motivo di credere che le condizioni a monte non possano che essere simili o con qualità

delle acque superiori. Considerando che non vi sono altri dati ufficiali e che l’aspetto è

comunque non critico è stata assegnata la classe 4 considerando la valutazione ARPAV.

CONSUMI DI ACQUA POTABILE DEL TERRITORIO

ETRA si occupa della fornitura di acqua potabile nel territorio e fornisce al comune i dati

relativi al consumo dell’acqua potabile nel territorio, riportati nella tabella seguente

(aggiornato al primo semestre 2010).

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Il consumo d’acqua potabile nel territorio mostra per il 2009 un andamento leggermente

superiore al 2008, ma simile a quello 2007, rientrante quindi in una fisiologica oscillazione

dei consumi del territorio. Il primo semestre 2010 sembra invece mostrare una nuova

diminuzione

Tabella 6.1-2: Consumi acqua potabile territorio (* agg al I sem 2010)

NOME DATO SPECIFICO U.D.M. 2007 2008 2009 2010*

UTENZE TOTALI n 2.347 2.355 2.351 2.343

CONSUMI TOTALI mc 164.335 154.006 167.863 77.979

Per l’anno 2010, si riportano di seguito i dati specifici aggiornati al primo semestre 2010.

Tabella 6.1-3: Consumi acqua potabile territorio

NOME DATO SPECIFICO U.D.M 2010*

N° UTENZE CIVILI (uso domestico + uso domestico non residenti) n 2.185

CONSUMO ANNUALE CIVILI mc 66.282

N° UTENZE ALTRI USI (produttivo + antincendio + grandi utenti + agricolo) n 149

CONSUMO ANNUALE ALTRI USI mc 11.176

UTENZE USO DOMESTICO n 1.220

UTENZE USO PRODUTTIVO n 116

UTENZE USO ANTINCENDIO n 1

UTENZE USO GRANDI UTENTI n 0

UTENZE USO AGRICOLO/ZOOTECNICO n 32

UTENZE USO DOMESTICO NON RESIDENTI n 965

UTENZE ALTRI USI n 9

CONSUMI USO DOMESTICO mc 55.491

CONSUMI USO PRODUTTIVO mc 6.758

CONSUMI USO ANTINCENDIO mc 0

CONSUMI USO GRANDI UTENTI mc 0

CONSUMI USO AGRICOLO/ZOOTECNICO mc 4.418

CONSUMI USO DOMESTICO NON RESIDENTI mc 10.791

CONSUMI ALTRI USI mc 521

Pagina 42 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI INDIRETTI


80

70

60

50

mc/n 40

30

20

10

0

CONSUMO TOTALE ACQUA POTABILE PER UTENZA

70,02

65,40

71,40

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

33,28

2007 2008 2009 2010 - I sem

anno

All’aspetto, vista il generale andamento negli anni, viene assegnata classe 4.

QUALITA’ DELL’ACQUA POTABILE

Figura 6.1-1:

Consumo

d’acqua

potabile per

utenza nel

territorio (*agg I

sem 2010)

Vengono eseguiti costanti e continui controlli sulle acque potabili da parte di ETRA, gestore

del servizio. I dati dei rilevamenti sono riportati nella tabella successiva come media per i

prelievi eseguiti negli anni dal 2007 al 2010 (aggiornati al primo semestre del 2010), con i

limiti di legge previsti (D.Lgs. n.31/2001).

Tabella 6.1-4: Rilevamenti qualità acque potabili (* agg al I sem 2010)

PARAMETRO

conducibilità

elettrica specifica

a 20°CµS/cm;

Metodo

(ETRA)

Limite di

Legge

MEDIA

2007

MEDIA

2008

MEDIA

2009

MEDIA

2010*

Unichim 930 2500 238,00 220,50 315,41 310,65

Torbidità [NTU] Unichim 926 4 0,70 0,81 0,73 0,59

Assorbanza a 254

nm (A/m)

M. I. CH - -- < 0,5 < 0,5 < 0,5 < 0,5

PARAMETRO

Attività ioni

idrogeno (pH)

Durezza totale in

gr. Francesi (°Fr)

Residuo

conduttometrico

(mg/l)

Ossidabilità sec.

Kubel (mg/l)

Cloro residuo

mg/l

Metodo

(ETRA)

UNI 10501;

Unichim 929

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Pagina 43 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI INDIRETTI

Limite di

Legge

MEDIA

2007

MEDIA

2008

MEDIA

2009

MEDIA

2010*

9,5 7,60 7,85 7,42 7,59

Unichim 935 -- 19,40 17,35 16,90 19,92

M. I. CH - 1500 210,00 162,00 196,00 154,00

M. I. CH - 5 < 0,5 < 0,5 < 0,5 < 0,5

M. I. CH - -- 0,10 0,15 0,13


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

del comune, pertanto i dati disponibili si fermano ad un dato parziale del 2009 (a fine agosto

2010).

La Figura 6.1.1-3 mostra l’andamento negli anni dei consumi di energia elettrica nel

territorio dal 2006 al 2008.

Come si può notare dal grafico, i consumi di energia elettrica nel territorio hanno mostrato

una tendenza ad un leggero aumento tra il 2007 e il 2008, mentre il dato del 2009 non è

significativo, in quanto risulta parziale per il territorio del comune di Conco.

kwh/n.

utenze

Consumo medio per utenza di energia per settore

14.000

12.000

10.000

8.000

6.000

4.000

2.000

0

Consumi/unità di utenza AGRICOLTURA

Consumi/unità di utenza DOMESTICO

Consumi/unità di utenza INDUSTRIA

Consumi/unità di utenza TERZIARIO

2006 2007 2008

Nella figura successiva si riportano invece i consumi complessivi di energia elettrica.

Figura 6.1-2:

Consumo

medio di

energia per

settore

Come si può osservare, considerando una fisiologica oscillazione negli anni dei consumi,

tra il 2006 e il 2009 c’è una certa costanza dei consumi di energia elettrica.

Nel territorio sono presenti 26 trasformatori MT/BT, di cui nessuno contenente PCB.

Considerando la ormai nulla disponibilità del fornitore, valutando soprattutto la bassa

capacità di controllo del comune per questo aspetto, ad esso viene attribuita la classe 3.

Figura 6.1-3:

Consumo di

energia elettrica

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Pagina 44 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI INDIRETTI

totale

7.000

6.000

5.000

4.000

Mwh

3.000

2.000

1.000

0

Consumo di energia elettrica totale

6.115,24

CONSUMI DI METANO DEL TERRITORIO

5.569,76

5.783,31

2006 2007 2008

Per quanto riguarda il consumo di gasolio e di metano nel territorio comunale, la gestione è

affidata a Italgas. La figura successiva riporta i consumi totali di metano negli anni dal 2007

fino ai primi mesi del 2010.

Consumi di

metano (mc) /

numero utenze

Consumi di metano del territorio su numero utenze

1.000,00

800,00

600,00

400,00

200,00

0,00

795,84

929,78 886,64

560,56

2007 2008 2009 2010 - I

sem

Figura 6.1-4:

Consumo di

metano del

territorio


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Per i consumi di metano del territorio il valore del 2009 mostra una situazione intermedia tra

l’anno 2007 (valore inferiore, giustificato dalle condizioni climatiche dell’inverno per l’anno

interessato), e il 2008.

I dati parziali del 2010 mostrano un andamento per il primo semestre che sembra portare

ad un aumento dei consumi; naturalmente, tale considerazione andrà verificata con i dati

complessivi del 2010, che saranno fortemente influenzati dall’andamento della stagione

invernale 2010-2011. All’aspetto ambientale viene assegnata classe 4.

CONSUMI DI GASOLIO DEL TERRITORIO

Nel territorio del Comune di Lusiana ci sono diverse cisterne per il contenimento del

gasolio, utilizzate dai privati. Il comune non ha mai eseguito dei censimenti per monitorare il

loro numero, in quanto negli anni non si sono mai verificate o segnalate situazioni critiche o

potenzialmente pericolose per l’ambiente e la sicurezza pubblica.

6.2 Fognatura e depurazione

Il servizio di fognatura e depurazione viene gestito da ETRA utilizzando le reti e gli impianti

dati in diritto di concessione (comodato gratuito) dai Comuni soci.

Il Comune di Lusiana, per la sua particolare conformazione geografica, ha nel proprio

territorio 2 depuratori (tabella 6.2-1):

1. depuratore di Santa Caterina;

2. depuratore di Velo.

ARPAV mantiene aggiornato un proprio database con inserite tutte le informazioni

riguardanti tutti i depuratori pubblici presenti nella Regione Veneto.

Tabella 6.2-1: Depuratori pubblici (ARPAV)

IMPIANTO

IMPIANTO DI DEPURAZIONE

DI SANTA CATERINA

IMPIANTO DI DEPURAZIONE

DI VELO

Tipo

recettore

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Descrizione

recettore

Potenzialità

a progetto

Torrente Laverda 1000

Pagina 45 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI INDIRETTI

Suolo

vallecola

(incisione

torrentizia)

700

Classe

2^

CAT.TIPO

C FINO A

1000 AE

2^

CAT.TIPO

C FINO A

1000 AE

I depuratori risultano autorizzati dalla provincia di Vicenza secondo quanto riportato nella

tabella seguente.

Tabella 6.2-2: Depuratori

Depuratori Autorizzazioni Ente autorizzato

Depuratore di

Santa Caterina

Depuratore

Velo

Autorizzazione provinciale n. 75/ACQUA/2008 del 7

Aprile 2008.

Rinnovo con Autorizzazione Reg. n. 095/Acqua/2009

Autorizzazione provinciale n. 191/ACQUA/2007 del 31

Dicembre 2008.

Rinnovo con Autorizzazione Reg. n. 096/Acqua/2009

ETRA

Validità: fino al

30/06/2013

ETRA

Validità: fino al

30/06/2013

Nelle figure successive si riporta l’efficienza rispettivamente dell’impianto di depurazione di

Santa Caterina e di Velo, aggiornato al primo semestre 2010.

Entrambi gli impianti presentano la % di abbattimento di COD e la % di abbattimento di

BOD5 ben al di sopra dei limiti legislativi (D. Lgs. 152/2006), che sono >75% per il COD e

>70% per il BOD.


%

100%

90%

80%

70%

60%

50%

40%

30%

20%

10%

0%

Figura 6.2-2:

Efficienza

impianto di

depurazione

di Velo

Efficienza impianto di depurazione di Santa Caterina

92,72% 93,10% 93,11% 93,84% 92,24% 93,25% 93,67% 94,76%

2007 2008 2009 2010 - I sem

Efficienza impianto di depurazione % abbattimento COD

Efficienza impianto di depurazione % abbattimento BOD5

%

100%

90%

80%

70%

60%

50%

40%

30%

20%

10%

0%

89,01% 92,13% 93,63% 93,25%

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Efficienza impianto di depurazione di Velo

89,70% 95,07%

Figura 6.2-1:

Efficienza

impianto di

depurazione

di Santa

Caterina

91,29% 92,40%

2007 2008 2009 2010 - I sem

Efficienza impianto di depurazione % abbattimento COD

Efficienza impianto di depurazione % abbattimento BOD5

Dai grafici si vede che tutti gli impianti di depurazione rispettano i limiti previsti dal D. Lgs.

152/2006. Per tale aspetto ambientale viene assegnata classe 4.

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Nel territorio comunale sono inoltre presenti diversi impianti di depurazione “a vasca Imhoff”

autorizzati dalla provincia di Vicenza secondo quanto riportato nella tabella seguente.

Tabella 6.2-3: Vasche Imhoff

Vasche Imhoff Autorizzazioni Ente autorizzato Validità

Vasca Imhoff – Contrada

Rive – Lusiana

Potenzialità massima:

33 abitanti equivalenti

Vasca Imhoff – Contrada

Busa – Località Velo

Potenzialità massima:

33 abitanti equivalenti

Vasca Imhoff – località

Valle di Sotto – Lusiana

Potenzialità massima:

50 abitanti equivalenti

Vasca Imhoff – Contrada

Valle di Sopra – Lusiana

Potenzialità massima:

80 abitanti equivalenti

Vasca Imhoff – Contrada

Maini – Località Vitarolo

Potenzialità massima:

80 abitanti equivalenti

Vasca Imhoff – Contrada

Marchi – Località Vitarolo

Potenzialità massima:

40 abitanti equivalenti

Autorizzazione Reg. n.

134/acqua/2009 del

04/08/2009

Provincia Vicenza

Autorizzazione Reg. n.

133/acqua/2009 del

04/08/2009

Provincia Vicenza

Autorizzazione Reg. n.

024/Acqua/2009 del

16/01/2009

Provincia Vicenza

Autorizzazione Reg. n.

132/acqua/2009 del

04/08/2009

Provincia Vicenza

Autorizzazione Reg. n.

139/acqua/2009 del

04/08/2009

Provincia Vicenza

Autorizzazione Reg. n.

129/acqua/2009 del

04/08/2009

Provincia Vicenza

ETRA 31/12/2012

ETRA 31/12/2012

ETRA 31/12/2012

ETRA 31/12/2012

ETRA 31/12/2012

ETRA 31/12/2012

Pagina 46 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI INDIRETTI


Vasche Imhoff Autorizzazioni Ente autorizzato Validità

Vasca Imhoff – Contrada

Cavassi – Località Vitarolo

Potenzialità massima:

40 abitanti equivalenti

Vasca Imhoff – Contrada

Villanova – Lusiana

Potenzialità massima:

40 abitanti equivalenti

Vasca Imhoff – Località

Laverda – Lusiana

Potenzialità massima: 53

abitanti equivalenti

Autorizzazione Reg. n.

130/acqua/2009 del

04/08/2009

Provincia Vicenza

Autorizzazione Reg. n.

131/acqua/2009 del

04/08/2009

Provincia Vicenza

Autorizzazione preventiva:

Reg. n. 003/ACQUA/2007

del 08/01/2007

Provincia Vicenza

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

ETRA 31/12/2012

ETRA 31/12/2012

ETRA 08/01/2011

Per quest’ultimo impianto ETRA ha richiesto il rinnovo un anno prima della scadenza, così

come previsto dall’autorizzazione stessa.

Il gestore del servizio, ETRA, si occupa della gestione di tutte le pratiche legate

all’allacciamento in fognatura, sia di utenze domestiche sia di utenze produttive, e alla

gestione degli impianti di depurazione del territorio (depuratori e imhoff).

Il valore di copertura della fognatura al primo semestre 2010 è del 68,76%, considerando il

numero di abitanti serviti dalla fognatura su numero di abitanti totali.

Ad oggi è stato programmato un intervento per i prossimi anni una nuova condotta fognaria

presso una laterale di via Velo.

6.3 Produzione e gestione dei rifiuti

Il Comune di Lusiana appartiene all’Ambito Territoriale Ottimale (ATO) coincidente con il

territorio della Provincia di Vicenza (come individuato dalla DCR n. 59 del 2004 di

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

approvazione del “Piano Regionale per la Gestione dei Rifiuti Urbani”). Il comune ha

provveduto all’approvazione della convenzione ATO nel 2007.

All’ATO è trasferito l'esercizio delle competenze dei Comuni in materia di gestione integrata

dei rifiuti (art. 201, comma 2, D.Lgs. 152/2006 e ss.mm.).

I valori di raccolta differenziata a livello di ATO per la Provincia di Vicenza è pari al 54,5 %,

da cui risulta che l’obiettivo del 45% entro il 31 dicembre 2008 richiesto dal D.Lgs. 152/2006

(art. 205 comma 1) è stato rispettato (fonte: Regione Veneto).

Il Comune di Lusiana ha affidato la raccolta ed il trasporto dei rifiuti solidi urbani alla Ditta

Erredierre Servizi snc di Asiago.

Le figure successive (figg. 6.3-1 e 6.3-2) riportano la produzione pro-capite di rifiuti

considerando gli abitanti equivalenti (popolazione*365 + presenze turistiche) nel territorio e

la produzione totale di rifiuti.

Produzione pro-capite rifiuti territorio

Pagina 47 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI INDIRETTI

ton

1,2

1,0

0,8

0,6

0,4

0,2

0,0

1,036 1,020

1,045

0,489

2007 2008 2009 2010-I sem

Figura 6.3-1:

Produzione pro-

capite di rifiuti nel

territorio


Figura 6.3-2:

Produzione totale di

rifiuti

ton

1.000

800

600

400

200

0

210,33

870,88

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Produzione rifiuti

227,14

828,29 815,73

269,48

144,14

360,91

2007 2008 2009 2010-I sem

Quantità di rifiuti differenziati Quantità di rifiuti indifferenziati

Nel dicembre 2007 è stato attivato un ecocentro per la raccolta dei rifiuti urbani ingombranti

in località Ponte Rameston (S. Caterina), nel territorio comunale di Conco, che servirà i

comuni di Conco e Lusiana.

Il comune di Lusiana è individuato come comune capofila che cura il procedimento per la

manutenzione dell’ecocentro.

La Provincia di Vicenza, Dipartimento Territorio e Ambiente autorizza la Comunità Montana

Spettabile Reggenza dei Sette Comuni alla realizzazione e all’esercizio dell’ecocentro.

L’autorizzazione rilasciata con provvedimento n. registro 104/UC Suolo Rifiuti/2006 del

29/09/2006, prot. n. 56770, che sostituisce integralmente il precedente provvedimento n.

68/U.C. Suolo Rifiuti, prot. 46491/AMB, è valida fino al 29/09/2016 ed è stata poi portata in

capo ad una ditta esterna, individuata in AVA S.r.l., Alto Vicentino Ambiente, la quale ha

firmato a fine ottobre 2007 la convenzione per la gestione dell’area. Con il decreto n. 172

del 28/06/2006 la Regione Veneto emette l’istanza di Concessione Idraulica per scarico di

acque meteoriche dal piazzale dell’ecocentro comunale nel torrente Garbo in comune di

Conco di durata trentennale. Il decreto fa riferimento alle condizioni di utilizzo descritte nel

disciplinare emesso dal Genio Civile di Vicenza in data 22/06/2006 rep. n. 167.

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

L’ecocentro è attivo dal 1 dicembre 2007 e l’autorizzazione è stata in ultimo rilasciata ad

AVA S.r.l., come definito dal provvedimento della Provincia di Vicenza, Dipartimento

Territorio e Ambiente del 18/10/2007 n. registro 165/U.C. Suolo Rifiuti/2007, prot. N. 64266.

L’aspetto ambientale viene considerato critico anche per l’impatto ambientale rilevante che

ne deriva. Per questo motivo, in linea con il miglioramento ottenuto nelle modalità di

gestione della raccolta dei rifiuti nel territorio, l’Amministrazione ha deciso di attuare un

nuovo obiettivo di miglioramento, per sperimentare nuove modalità di raccolta.

6.4 Qualità dell’aria

Secondo la nuova zonizzazione il comune di Lusiana rientra nelle “zone C”, per cui si ritiene

che non presenti problematiche rilevanti da un punto di vista della qualità dell’aria. I comuni

rientranti nella zona C dovrebbero predisporre un piano di mantenimento della qualità

Pagina 48 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI INDIRETTI

dell’aria.

Le due grosse fonti di alterazione della qualità dell’aria infatti, che sono la presenza di

importanti arterie stradali e aree industriali, rappresentano delle situazioni che all’interno del

territorio comunale di Lusiana non si verificano .

Nel corso dell’anno 2007 il comune ha provveduto alla stesura del Piano di Mantenimento

della qualità dell’aria approvato con delibera di Giunta Comunale n. 100 del 18/07/2007.

E’ stata svolta da ARPAV una campagna di monitoraggio della qualità dell’aria tra il 7

giugno e il 14 luglio , 17 ottobre e 19 novembre 2008 nel vicino territorio di Conco, analisi

che possono essere considerate con approssimazione valide anche per Lusiana.

I dati raccolti si riferiscono ad SO2, NO2, CO, O3, benzene, benzopirene, PM10. Come

dichiarato nella relazione tecnica “Monitoraggio della Qualità dell’aria mediante stazione

rilocabile, Sito di Conco, via Marco Poli”, i superamenti di PM10 (limite di 50 g/m 3 dal 2006)


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

sono stati due su 48 giorni; il limite da non superare è 35 volte sull’intero anno, quindi,

stimando per un intero anno, risulta conforme alla legislazione applicabile.

Tutti gli altri parametri analizzati non superano i limiti di legge. Il valore della concentrazione

di O3 registra invece qualche superamento dell’obiettivo a lungo termine protezione umana,

mentre non ci sono superamenti della soglia di allarme.

I valori rimangono quindi buoni e si conferma la classe 3 anche per il 2009.

6.5 Emissioni in atmosfera

Nel territorio sussistono le aziende riportate nella tabella successiva con autorizzazione alle

emissioni rilasciate dalla Provincia di Vicenza.

Tabella 6.5-1: Ditte autorizzate all’emissione

Ditta Tipo di ditta Autorizzazione

Frezza Arredamenti srl Falegnameria n. 1419 del 14/09/1998

Pizzato Dario Falegnameria n. 667 del 02/06/1998

Resin System Lavorazione vetro-resina n. 44 del 19/01/1999

Zanin Flavio Lavorazione vetro-resina n. 1602 del 13/08/2001

Sgeig Costruzioni meccaniche n.409 del 26.09.2007

La tabella successiva riporta le ditte che hanno presentato domanda prima del 1988 e

quindi prima dell’entrata in vigore del DPR 203/88.

Tabella 6.5-2: Ditte autorizzate all’emissione

Ditta Tipo di ditta

Ceramiche Emmebi Ceramiche

Coccia Michele Falegnameria

F.lli Busa Segheria

Pozza Camillo Falegnameria

Pozza Mobili Falegnameria

Sgeig Carpenteria metallica

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

L’aspetto ambientale è sotto controllo e viene classificato come non significativo.

6.6 Emissioni polveri e odori

Pagina 49 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI INDIRETTI

ODORI

Le possibili fonti di odori direttamente collegate con le attività dell’amministrazione

comunale sono i depuratori e le vasche Imhoff. Nessuna lamentela però è mai giunta al

comune, in quanto i depuratori sono gestiti in modo corretto e le vasche sono coperte,

quindi entrambi gli elementi non creano molestie.

Nel territorio anche le aziende agricole e le concimazioni potrebbero creare problemi, ma

anche in questo caso nessuna lamentela è mai pervenuta al comune.

POLVERI

Le cave comunali, durante la loro normale attività, generano polveri, ma la loro ubicazione

rispetto alle case e al centro del paese è tale da non dare luogo a insofferenze da parte

della comunità locale. Sono i mezzi pesanti, invece, a destare maggiori preoccupazioni, in


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

quanto il loro passaggio attraverso le strade non asfaltate che portano alle cave solleva

nuvole di polvere. Nessuna lamentela ufficiale è comunque pervenuta al comune.

All’aspetto ambientale legato alle emissioni (compresi polveri e odori) viene assegnata

classe 4.

6.7 Suolo e sottosuolo

SERBATOI INTERRATI

Per analizzare l’aspetto ambientale legato allo stato di utilizzo del suolo e del sottosuolo è

necessario valutare la presenza di distributori di carburante, di serbatoi interrati utilizzati

dalle ditte e l’estensione delle cave.

Nel territorio comunale è presente un unico distributore di carburante (tabella 6.6-1),

autorizzato con Autorizzazione comunale n°1 del 07/09/2000.

Tabella 6.7-1: Distribuzione carburante

CODICE

IMPIANTO

240540002 via Europa,

INDIRIZZO BANDIERA INTESTATARIO

50

CONCESSIONE

IP Tescari Domenico

Oscar

GESTORE

Tescari Domenico

Oscar

Nel territorio di Lusiana sono presenti dei serbatoi di gasolio ad uso privato di proprietà di

alcune ditte.

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Il Comune si occupa del rilascio dell’autorizzazione per questi serbatoi e del successivo

sopralluogo necessario ad accertarne la conformità con le prescrizioni applicabili.

All’aspetto viene assegnata classe 4.

CAVE COMUNALI

Nel territorio del Comune di Lusiana sono presenti alcuni siti destinati all’estrazione di

marmo Bianco e Rosso (Cave), riportati in tabella.

Tutte le cave presenti sul territorio comunale hanno il proprio serbatoio autorizzato, con

impianto di raccolta che evita la dispersione nel suolo e sottosuolo.

Tabella 6.7-2: Cave in territorio comunale

Denominazione cava Codice regionale Ditta

CAMPANTILE 7437 Ditta Bagnara Paolino srl

BERTIAGA DAVANTI 7282 Ditta Frello Antonio Silvano Srl

BERTIAGA DAVANTI 7108 Ditta Bagnara Paolino srl

BERTIAGA 7110 Ditta marmi 2C s.n.c.

BERTIAGA 7113 Ditta Frello Antonio Silvano Srl

BERTIAGA 5 7549

LEMPRECHE 7521

Ditta Bagnara Graziano e Figli

snc

Ditta Broglio Ronzani e

Pernechele

BUSA DELLA VACCA 7436 Ditta Bagnara Roberto

Tutte le ditte che lavorano le cave in questione sono in possesso della necessaria

concessione Regionale che le impegna inoltre ad effettuare la ricomposizione ambientale

dell’area.

Pagina 50 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI INDIRETTI


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Al comune, come previsto dall’art. 20 della Legge Regionale n. 44/1982, le ditte versano

una tassa proporzionale alla quantità di materiale estratto. Inoltre, durante i sopralluoghi

effettuati dalla Provincia per svolgere le operazione di sorveglianza, è presente anche un

dipendente comunale (art. 28 della L.R. 44/82).

All’aspetto ambientale viene assegnata classe 3.

6.8 Impatto visivo

L’impatto visivo per il Comune di Lusiana è rappresentato dalle cave in coltivazione nel

territorio e dalle antenne radio, televisione e per telecomunicazioni.

CAVE

Alcune di queste cave, comunque, sono poco visibili perché si trovano in posizioni defilate

e poco visibili dal resto del territorio comunale. Altre cave sono invece poste in zone tali che

sono visibili dalle zone abitate.

Il comune ha adottato un regolamento per cui si evita di esprimere parere favorevole per

attività di cava poste in luoghi in vista, anche per evitare possibili disagi dovuti al rumore.

Comunque la Regione non tiene conto di tale indirizzo, in quanto esprime solo un

orientamento politico e non un obbligo (il comune non ha competenza nel rilascio delle

autorizzazioni di cava).

ANTENNE E TRALICCI

Ci sono anche diverse antenne radio poste in tre siti diversi in Località Bianca-Ristoro (con

ripetitori di due frequenze radio per ogni sito, sei in tutto). Questi impianti non hanno però

dato luogo a segnalazioni significative per quanto riguarda l’aspetto visivo, ma hanno dato

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

luogo ad alcune problematiche per quanto riguarda l’aspetto delle radiazioni

elettromagnetiche, descritte nel paragrafo sotto.

All’aspetto ambientale viene assegnata la classe 4.

6.9 Radiazioni elettromagnetiche

Nel territorio del Comune di Lusiana sono presenti tre siti per la telefonia mobile gestiti

rispettivamente da H3G, Omnitel e Telecom per un totale di 10 antenne totali. Tutti e tre

sono “impianti attivi”, cioè sono impianti comunicati ai sensi della Legge Regionale 29 del 9

Luglio 1993. Ci sono anche diverse antenne radio poste in tre siti diversi in Località Bianca-

Ristoro (con ripetitori di due frequenze radio per ogni sito, sei in tutto).

Le aree destinate a tali impianti potranno essere individuate con il Piano degli Interventi

successivo al PAT.

Sono inoltre presenti degli impianti di radiotrasmissione in località Bianca-Ristoro per cui è

attiva con ARPAV una collaborazione che sta portando alla delocalizzazione degli impianti

con relativa messa a norma e dismissione dei vecchi impianti. Il Presidente della Giunta

Regionale è responsabile dell’emissione dell’ordinanza, mentre comune e ARPAV sono

responsabili per la verifica della corretta esecuzione dell’ordinanza.

Il Comune, comunque, ha sempre avuto una particolare attenzione per le problematicità

legate agli impianti con potenziale emissione di radiazioni elettromagnetiche.

Tale attenzione è evidenziata dalle ordinanze aperte a carico dei proprietari degli impianti

nel maggio 2009 scaturite da una serie di episodi.

Infatti, dalla relazione tecnica del 2001 provincia di Vicenza (sopralluogo in contradditorio

per analisi dicembre 2000) del Marzo 2001 la Regione Veneto assegnava un termine per il

perfezionamento delle attività per la riduzione dei valori delle emissioni per le emittenti

interessate. ARPAV nel 2004 provvedeva ad ulteriori monitoraggi dei valori del campo

Pagina 51 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI INDIRETTI


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

elettromagnetico nel sito e nel febbraio 2006 la Regione Veneto adottava diffida nei

confronti di suddette emittenti per il perfezionamento delle attività da svolgere. Nel

dicembre 2006 ARPAV ha fatto delle prove in cui segnalava che le emittenti non avevano

ottemperato a ciò che era stato ordinato, così nel febbraio 2007 il presidente della Regione

Veneto ha emesso un’ordinanza in cui disponeva l’adozione delle misure protettive per

rientrare nei limiti di normativa. Con Determinazione dell’Area LLPP n. 147 del 7/5/2009, si

approvava il metodo e i parametri per la valutazione delle infrazione di cui trattasi e pochi

giorni dopo sono state formalizzate le ordinanze.

Tutte le emittenti hanno presentato ricorso al Tribunale di Bassano. Il comune ha chiesto

assistenza legale all'avvocatura regionale con nota prot. 7842 del 6/8/2009, dalla quale non

è mai arrivata risposta scritta. E' stato poi chiesto l'assistenza dell'avvocatura alla provincia

di Vicenza che ha accettato l'incarico di consulenza (deliberazione GC n. 188 del 9/9/2009

delega agli avvocati della provincia).

Ad oggi il tribunale ha confermato quasi totalmente le ordinanze emesse e le emittenti

dovranno versare la somma alla Regione.

E’ comunque da rilevare che, dopo i superamenti rilevati, le analisi ARPAV effettuate hanno

mostrato il rispetto dei limiti di legge.

L’aspetto ambientale si posiziona in classe 3.

6.10 Radon

Il territorio dell’Altopiano è particolarmente colpito dalle problematiche legate alla presenza

del radon che, grazie al terreno carsico, trovano diversi canali per la fuoriuscita dal

sottosuolo. Tale effetto provoca quindi concentrazioni particolarmente elevate all’interno

delle strutture abitative, e situazioni perciò pericolose per la salute umana.

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Il Comune ha proceduto richiedendo ad ARPAV di effettuare dei controlli conclusi nel 2008

che hanno chiarito la conformità ai limiti di legge per la salute e la sicurezza dei cittadini

Per tale motivazione, all’aspetto ambientale viene assegnata la classe 3.

Pagina 52 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ASPETTI E IMPATTI AMBIENTALI INDIRETTI


7 EMERGENZE AMBIENTALI

Successivamente vengono presentate le principali emergenze di carattere ambientali

verificatesi negli ultimi anni.

Incendio boschivo in località Marziale

Nel territorio di Lusiana l’emergenza ambientale legata agli incendi boschivi è sempre stata

considerata uno dei principali rischi possibili. La gestione è però tale da rendere molto

improbabile che un incendio possa svilupparsi in maniera estesa, soprattutto grazie ai

cittadini che si attivano immediatamente per avvisare tutti gli organi competenti che

possono quindi intervenire tempestivamente.

Negli ultimi cinque anni si ricorda un unico caso di incendio boschivo in località Marziale (ex

villaggio bianco) in data 04/03/2007, per una superficie totale di 1,1 ha.

Nel 2009 e nel primo semestre 2010 non si sono verificate situazioni di emergenza.

Frane e dissesta menti a seguito episodi pluviometrici di forte intensità

Nel mese di novembre 2010 ha avuto luogo un periodo di forte e intense precipitazioni che

ha portato la Provincia di Vicenza e in generale la Regione Veneto a subire una importante

e significativa alluvione nelle aree di pianura.

Nel territorio di Lusiana, invece, pur non essendo mai stato necessario attivare formalmente

il COC, si sono intensificati gli episodi di dissestamento e di frana che ha visto coinvolti

l’area tecnica del comune, i volontari di protezione civile e la Provincia di Vicenza, che

normalmente collabora con il comune per gli assestamenti del terreno.

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Pagina 53 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 EMERGENZE AMBIENTALI


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

8 I PROGRAMMI AMBIENTALI DEL COMUNE DI LUSIANA COMPLETATI E RELATIVI AL PRIMO TRIENNIO 2008-2010

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Nel primo triennio di registrazione, il comune di Lusiana ha raggiunto gli obiettivi che si era posto e ha definito nuovi programmi, alcuni dei quali rappresentano una continuazione dei programmi

attuati in questo triennio. Di seguito si riporta uno schema riassuntivo degli obiettivi perseguiti.

OBIETTIVO DESCRIZIONE

1) Miglioramento della gestione dei rifiuti prodotti

dalle strutture comunali

2) Miglioramento della gestione dei rifiuti nel

territorio

3) Miglioramento della gestione consumo acqua

nelle strutture comunali

4) Gestione del territorio: Monitoraggio e Controllo

dell’amianto

L’obiettivo ha previsto il miglioramento della gestione dei rifiuti prodotti direttamente dai dipendenti comunali, in modo da diventare

loro per primi esempio di una corretta differenziazione dei rifiuti. Nell’obiettivo era stato inoltre esplicitato il traguardo relativo

all’aumento dell’utilizzo della carta riciclata tra gli uffici.

L’obiettivo ha previsto diversi traguardi. Il primo traguardo raggiunto era relativo alla realizzazione di un ecocentro intercomunale con il

comune di Conco, ecocentro che è entrato in funzione dal dicembre 2007 ed è gestito interamente da Alto Vicentino Ambiente (AVA).

Legato a questo, si è proceduto alla realizzazione della videosorveglianza del territorio che ha interessato tutti i luoghi considerati

critici per l’aspetto legato ai rifiuti. L’Amministrazione si è inoltre impegnata a migliorare la gestione della raccolta differenziata nel

territorio, attraverso il potenziamento dei punti di raccolta e ad una loro razionalizzazione. Tutto questo è stato poi oggetto di incontri

diretti con la cittadinanza e con gli stakeholders in genere. Allo scopo di migliorare ancora questo aspetto, un obiettivo specifico è

stato riproposto per il nuovo triennio.

Nello studio di Analisi Ambientale Iniziale è stato individuato che alcune strutture comunali non erano dotate di contatori per il

consumo di acqua potabile e che quindi tale aspetto non poteva essere correttamente monitorato nel tempo. Questa carenza è stata

quindi oggetto di una valutazione che è stata fatta in collaborazione con ETRA (ente gestore), valutazione che ha portato poi

all’accordo per l’installazione dei contatori mancanti.

Il territorio montano non è in genere stato oggetto di utilizzo di amianto, in quanto il materiale risulta poco idoneo a tali condizioni

climatiche. Il comune, però, non aveva mai svolto un censimento delle proprie strutture comunali. L’obiettivo è stato quello di ottenere

dati concreti relativi all’assenza di amianto nelle strutture comunali.

5) Gestione del territorio: Controllo del radon Il territorio comunale risulta per gli studi ARPAV un territorio a rischio radon. Nel triennio sono quindi state richieste analisi puntuali

che hanno dimostrato che, nonostante l’area sia critica, non ci sono superamenti dei limiti di legge. L’Amministrazione si è comunque

impegnata a far conoscere alla popolazione questo rischio attraverso la pubblicazione di articoli specifici.

6) Sostanze pericolose Con questo obiettivo il comune è riuscito ad ottenere un controllo sulle sostanze pericolose utilizzate che riguardano non solo la

sicurezza degli operatori stessi, ma anche la definizione di una corretta gestione delle stesse in caso di pericolo di inquinamento del

suolo e sottosuolo, attraverso procedure specifiche nel sistema di gestione ambientale

Pagina 54 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 PROGRAMMI AMBIENTALI


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

7) Gestione del territorio: Cisterne interrate Le strutture comunali utilizzano per il riscaldamento metano o gpl. Nel passato, prima della metanizzazione, alcune utilizzavano

gasolio e erano dotate di cisterne interrate. Il comune con questo obiettivo ha analizzato la situazione e ha proceduto alla bonifica

delle cisterne ancora presenti e non utilizzate.

8) Miglioramento delle prestazioni ambientali dei

fornitori

9) Sensibilizzazione degli stakeholders sulle

tematiche ambientali

Il comune si trova spesso ad affidate a ditte specifiche attività che non può svolgere con propri dipendenti. Questi fornitori, dato che

lavorano per conto del comune, devono essere consapevoli dell’impegno che il comune ha deciso di porre nei confronti della tutela

ambientale. L’obiettivo ha attivato una prassi per rendere partecipi e consapevoli tutti i fornitori critici per gli aspetti ambientali di

competenza.

Questo obiettivo è stato composto da diverse attività che hanno riguardato nel complesso la diffusione della percezione che è

necessario investire nell’ambiente e trattarlo con rispetto, richiedendo a tutti l’impegno necessario. Questo è stato raggiungo con la

pubblicazione della Dichiarazione Ambientale, l’utilizzo di articoli sul notiziario, la preparazione di locandine per i turisti,

l’organizzazione di campagne specifiche, quali ad esempio “Puliamo il mondo”. Questo obiettivo, ritenuto importante per ottenere la

sinergia con il territorio, è stato riproposto nel prossimo triennio.

10) Piano di Protezione Civile Allo scopo di ottimizzare le risorse e di considerare il territorio dell’Altopiano come unico, la Comunità Montana ha ritenuto opportuno

proporre ai comuni la redazione di un unico piano intercomunale di protezione civile. Questo obiettivo non è altro che la

formalizzazione di tutte le attività che sono state necessarie per ottenere questo piano.

11) Sensibilizzazione cittadini sull’amianto Come già descritto nell’obiettivo 4, l’amianto è un materiale che in questi territori è stato poco utilizzato. L’Amministrazione ha ritenuto

comunque necessario informare il cittadino in merito alla sua pericolosità e al suo corretto smaltimento per limitare i rischi soprattutto

a livello della salute pubblica.

12) Sistemazione malghe Questo obiettivo racchiudeva una serie di interventi sulle malghe e sul patrimonio silvopastorale per i quali erano stati richiesti dei

finanziamenti, dato che questi interventi richiedevano un investimento notevole. Tra tutti, solo alcuni sono stati finanziati, mentre altri

sono stati accantonati. L’obiettivo viene comunque riproposto per il nuovo triennio nell’obiettivo più generale del miglioramento

dell’offerta turistica del territorio.

Pagina 55 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 PROGRAMMI AMBIENTALI


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

9 I NUOVI PROGRAMMI AMBIENTALI DEL COMUNE DI LUSIANA RELATIVI AL TRIENNIO 2011-2013

1) Miglioramento dell’offerta turistica del territorio

OBIETTIVO/TRAGUARDO

Rilancio Centro Sportivo Monte

Corno e Fontanelle

Sistemazione malghe:

Realizzazione coibentazione malga

Monte Corno

Indicatori

ambientali di

riferimento

/

/

/

/

/

/

/

POLITICA AMBIENTALE

Azioni Respons. Risorse Conclusione prevista

Incontri e meeting con i comuni interessati alla

definizione del masterplan per il rilancio del

centro sportivo per la fase di valutazione (oltre

a Lusiana ci sono Asiago. Lugo, Caltrano,

Calvene)

Individuazione delle modalità per la stesura del

progetto

Presentazione del progetto alla Regione per la

richiesta di finanziamento

Ottenimento della risposta della Regione per il

possibile finanziamento dell’opera

In caso di finanziamento, attivazione delle

procedure per la progettazione e la

realizzazione dell’opera in concerto con tutte le

amministrazioni coinvolte

Valutazione dei lavori necessari per

sistemazione coibentazione malga

Definizione del progetto per la realizzazione

delle opere

Sindaco

Ufficio tecnico

Sindaco

Ufficio tecnico

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Verifica

stato avanzamento

Pagina 56 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 PROGRAMMI AMBIENTALI

Interne

30/06/2011 (possibilità

comunque di altri incontri

durante tutta la fase di

progettazione)

Interne 30/06/2011

Ufficio tecnico Da definire 31/12/2011

RV -- Previsto nel 2012

Ufficio tecnico Da definire

Ufficio tecnico

e GC

Ufficio tecnico

o incarico a

esterno

Nel corso del 2012 e

2013 (da

programmare in

maniera più

dettagliata appena

possibile)

Interne 31/05/2011

Da definire a

seconda dei

casi

31/12/2011


Sistemazione malghe: stallone

Laste di Manazzo

Buone pratiche agronomiche di

gestione forestale (PSR 2007-2013

misura 225, azione 2, impegno c)

STATO DI

AVANZAMENTO

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

/ Realizzazione delle opere di coibentazione

Ufficio tecnico

o incarico a

esterno

Da definire 31/08/2012

/ Progettazione definitiva CM

Finanziament

o CM (35.250

€) e comune

Eseguito

/ Realizzazione delle opere previste dal progetto CM

(19.750 €)

31/12/2011

/ Progettazione e presentazione domanda

PL e

professionista

esterno

Finanziament

o totale PSR

(14389 €)

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Eseguito

/ Approvazione finanziamento AVEPA -- Eseguito

/

/

Scelta ed identificazione delle aree per

l’attuazione del progetto

Mantenimento dell’impegno previsto dal PSR

per 5 anni e controlli AVEPA

Obiettivo programmato per triennio 2011-2013

PL e

professionista

-- Eseguito

PL e AVEPA -- 5 anni (2010-2014)

Approvazione del progetto

esecutivo con delibera di

GC n. 109 del 21/07/2010

Permesso di costruire n.

100/2010 del comune di

Asiago

Approvazione progetto con

delibera GC n. 78 del

12/05/2010.

Concessione

finanziamento con

comunicazione n. 9619 del

12/11/2010 (comune)

Scelta dell’area effettuata

(3 particelle forestali n. 66,

30, 16)

Pagina 57 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 PROGRAMMI AMBIENTALI


2) Miglioramento della rete infrastrutturale viabilistica

OBIETTIVO/TRAGUARDO

Miglioramento e aumento del

numero di parcheggi

Costruzione marciapiede Lusiana –

Pilastro (progetto presentato in

Regione in collaborazione con la

Provincia)

STATO DI

AVANZAMENTO

Indicatori

ambientali di

riferimento

/

/

N° parcheggi:

previsto

aumento

stimato 5%

/

/

/

Realizzazione

di circa 1,5 km

pedonali

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

POLITICA AMBIENTALE

Azioni Respons. Risorse Conclusione prevista

Valutazione dei terreni in cui potrebbe essere

possibile realizzare dei parcheggi con

eventuale trattativa con privati per l’ottenimento

di tali terreni da parte del comune

Stesura del progetto per la realizzazione dei

parcheggi nel territorio comunale (in house o

affidamento a professionista)

Realizzazione degli interventi per la

realizzazione dei parcheggi

Sistemazione del parcheggio esistente in Val

Fontana

Risposta relativamente al finanziamento.

Il progetto, presentato nel 2010, è entrato in

graduatoria, ma non ha ottenuto i finanziamenti

nel 2010 (posiziona attorno a 120 con

finanziamento effettivo dei primi 80).

In caso di finanziamento, attivazione delle

procedure per la progettazione definitivaesecutiva

Esecuzione dei lavori di realizzazione del

marciapiede

Obiettivo programmato per triennio 2011-2013

Ufficio tecnico 31/12/2011

Ufficio tecnico

Da definire in

bilancio per

approvazione

progetto

30/06/2012

Ufficio tecnico

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

30/06/2013

Ufficio tecnico Da definire 31/12/2011

RV --

31/12/2011

(l’emergenza

alluvione potrebbe

rallentare i

finanziamenti in

genere)

Ufficio tecnico Da definire a

seconda

entità

30/09/2012

Ufficio tecnico finanziamento 31/12/2013

Verifica

stato avanzamento

Pagina 58 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 PROGRAMMI AMBIENTALI


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

POLITICA AMBIENTALE

3) Promozione del risparmio delle risorse energetiche e correlata diminuzione emissioni anidride carbonica

OBIETTIVO/TRAGUARDO

Produzione energia elettrica da

fotovoltaico per le strutture

comunali

Riduzione del consumo di energia

elettrica per l’illuminazione pubblica

STATO DI

AVANZAMENTO

Indicatori

ambientali di

riferimento

75 % minimo di

produzione

energia da fonti

rinnovabili per

municipio e

scuola

elementare +

palestra

/

Realizzazione della copertura dell’istituto

comprensivo Padre Pozza con pannelli

fotovoltaici parzialmente integrati

Azioni Respons. Risorse Conclusione prevista

Redazione pratiche per la connessione e

successiva connessione alla rete Enel

distribuzione di energia elettrica tramite inverter

Produzione di energia da fotovoltaico per le

strutture comunali (municipio e scuola

elementare+palestra)

Affidamento incarico per la realizzazione del

piano (ufficio tecnico o professionista)

/ Realizzazione del progetto definitivo /esecutivo

/

Esecuzione delle attività necessarie previste

dal piano

Obiettivo programmato per triennio 2011-2013

ETRA

(fotovoltaico)

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Verifica

stato avanzamento

ETRA Eseguito Lavori completati nel 2010

ETRA -- 30/04/2011

ETRA --

Dal 30/06/2011 (data

presunta di entrata a

regime della

situazione) per 5 anni

Ufficio tecnico Interne 30/06/2011

Tecnico

incaricato

Da definire 30/06/2012

Ufficio tecnico Da definire 31/12/2012

Richieste inviate ad Enel

da parte di ETRA

Pagina 59 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 PROGRAMMI AMBIENTALI


4) Miglioramento della gestione dei rifiuti nel territorio

OBIETTIVO/TRAGUARDO

Ottimizzazione raccolta rifiuti

Sensibilizzazione al cittadino sulle

nuove modalità di raccolta

STATO DI

AVANZAMENTO

Indicatori

ambientali di

riferimento

/

/

50% popolazione

servita da nuova

modalità raccolta

/

/

/

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

POLITICA AMBIENTALE

Azioni Respons. Risorse Conclusione prevista

Identificazione nel territorio delle aree più

adeguate per una eventuale attivazione delle

modalità di raccolta puntuale dei rifiuti

(esempio: porta a porta)

Preparazione di progetti e loro valutazione al

fine di definire come realizzare la nuova

sperimentazione

Attivazione nuove modalità di raccolta dei rifiuti

Eventuali attività di ulteriore sviluppo

dell’obiettivo qualora la raccolta puntuale

dimostri di essere adeguata alla realtà del

territorio

Incontri e riunioni con le aree interessate alla

nuova modalità di raccolta

Eventuali altri incontri con tutta la cittadinanza o

volantinaggio per spiegare nuove modalità di

raccolta (se viene modificata la raccolta anche

in altre aree successivamente)

Obiettivo programmato per triennio 2011-2013

Ufficio tecnico

Ente gestore

Interne 31/03/2011

Ufficio tecnico Da definire 30/06/2011

Ufficio tecnico

Ente gestore

Ufficio tecnico

Ente gestore

Giunta

Comunale e

ente gestore

Giunta

Comunale e

ente gestore

Da definire a

seconda delle

decisioni

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

31/12/2011

Da definire 31/12/2012

Interne 31/12/2011

Interne 31/12/2012

Verifica

stato avanzamento

Pagina 60 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 PROGRAMMI AMBIENTALI


DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

POLITICA AMBIENTALE

5) Sensibilizzazione degli stakeholders e dei cittadini sulle tematiche ambientali

OBIETTIVO/TRAGUARDO

Sensibilizzazione dei cittadini sulle

tematiche ambientali e sulla

registrazione EMAS

STATO DI

AVANZAMENTO

Indicatori

ambientali di

riferimento

/

/

/

/

Stampa della DA validata dal Verificatore

Ambientale

Azioni Respons. Risorse Conclusione prevista

Invio della DA agli operatori di interesse (Proloco,

Associazione Alpini, Direzione Scolastica,

eventuali altre associazioni)

Inserimento della DA nel sito del Comune di

Lusiana

Eventuali incontri specifici con la cittadinanza

per la comunicazione del rinnovo della

registrazione EMAS

Obiettivo programmato per triennio 2011-2013

RSGA € 500

RSGA Interne

RSGA Interne

Sindaco e

Giunta

Comunale

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Subito dopo la

comunicazione del

Comitato EMAS

Tre mesi dopo la

comunicazione del

Comitato EMAS

Tre mesi dopo

comunicazione del

Comitato EMAS

Verifica

stato avanzamento

Pagina 61 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 PROGRAMMI AMBIENTALI

Interne

Sei mesi dopo

comunicazione del

Comitato EMAS


Allegato A: Elenco delle strutture comunali

Strutture

Gestione strutture comunali

Personale Attività Manutenzione

straordinaria

Palazzo Municipale Diretta Diretta Diretta

Museo Palazzon Diretta Diretta Diretta

Abitazione Palazzo

Fincati

Ex scuola elementare di

Campana

Ex scuola elementare di

Laverda

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Autorizzazioni

necessarie e

presenti

Autorizzazioni allo

scarico

Autorizzazioni allo

scarico e CPI (in

itinere)

Diretta Diretta Diretta ___

Diretta Diretta Diretta ___

Diretta Diretta Diretta ___

Cimitero Capoluogo Diretta Diretta Diretta

Autorizzazioni allo

scarico

Cimitero Laverda Diretta Diretta Diretta ___

Cimitero Covolo Diretta Diretta Diretta ___

Cimitero S. Caterina Diretta Diretta Diretta ___

Fabbricato composto

da due zone (sala

Diretta Diretta Diretta ___

mostra, e piano per

pompe idriche) Indiretta Indiretta Indiretta ___

Magazzino comunale Diretta Diretta Diretta ___

Ex cinema comunale Indiretta Indiretta Diretta

Autorizzazioni allo

scarico e CPI (in

itinere)

Gestione strutture comunali

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Pagina 62 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ELENCO STRUTTURE COMUNALI

Strutture

Istituto Comprensivo di

Santa Caterina

Istituto Comprensivo

Padre Pozza

Personale Attività Manutenzione

straordinaria

Indiretta Indiretta Diretta

Indiretta Indiretta Diretta

Palestra comunale Indiretta Indiretta Diretta

Campo sportivo

capoluogo

Campo sportivo S.

Caterina

Indiretta Indiretta Diretta

Autorizzazioni

necessarie e

presenti

Autorizzazioni allo

scarico

Autorizzazioni allo

scarico e CPI (in

itinere)

Autorizzazioni allo

scarico

Indiretta Indiretta Diretta ___

Impianto di risalita Indiretta Indiretta Diretta ___

Ex Caseificio Indiretta Indiretta Diretta

Centro ricreativo per

anziani

Indiretta Indiretta Diretta

Osteria Fontanella Indiretta Indiretta Diretta

Rifugio Larici Indiretta Indiretta Diretta

Rifugio “Tre Fontane” Indiretta Indiretta Diretta

Ex casa del segretario

per gruppo alpini

Ex casa del segretario

per ambulatorio

Indiretta Indiretta Diretta

Indiretta Indiretta Diretta

Autorizzazioni allo

scarico e CPI

Autorizzazioni allo

scarico

Autorizzazioni allo

scarico

Autorizzazioni allo

scarico

Autorizzazioni allo

scarico

Autorizzazioni allo

scarico

Autorizzazioni allo

scarico

Baita “Roccolo Bufera” Indiretta Indiretta Diretta ___

Ex malga Rossingroba Indiretta Indiretta Diretta ___


Strutture

Gestione strutture comunali

Personale Attività Manutenzione

straordinaria

Malga Galmarara Indiretta Indiretta Diretta

Malga Larici Indiretta Indiretta Diretta

Malga

“Camporossignolo”

Indiretta Indiretta Diretta

Malga “Bertiaga” Indiretta Indiretta Diretta

Malga “Laste di

Manazzo”

Malga “Pian di

Granezza”

Indiretta Indiretta Diretta

Indiretta Indiretta Diretta

Malga “Monte Corno” Indiretta Indiretta Diretta

Malga “Campo Est” Indiretta Indiretta Diretta

Malga “Pastorile –

Zingarella”

Indiretta Indiretta Diretta

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Autorizzazioni

necessarie e

presenti

Autorizzazioni allo

scarico

Autorizzazioni allo

scarico

Autorizzazioni allo

scarico

Autorizzazioni allo

scarico

Autorizzazioni allo

scarico

Autorizzazioni allo

scarico

Autorizzazioni allo

scarico

Autorizzazioni allo

scarico

Autorizzazioni allo

scarico

Centrale Telecom Indiretta Indiretta Diretta ___

Ambulatorio Valle di

Sopra

Indiretta Indiretta Diretta

Autorizzazioni allo

scarico

Depuratore Velo Indiretta Indiretta Indiretta ___

Depuratore Santa

Caterina

Indiretta Indiretta Indiretta ___

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Pagina 63 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ELENCO STRUTTURE COMUNALI


Allegato B: Glossario

Ambiente Contesto nel quale un’organizzazione opera, comprendente l’aria,

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

l’acqua, il terreno, le risorse naturali, la flora, la fauna, gli esseri

umani e le loro interrelazioni.

Analisi Ambientale un’esauriente analisi iniziale degli aspetti, degli impatti e delle

prestazioni ambientali connessi alle attività, ai prodotti o ai servizi

di un’organizzazione;

Aspetto ambientale un elemento delle attività, dei prodotti o dei servizi di

Audit del sistema di

gestione ambientale

un’organizzazione che ha, o può avere, un impatto sull’ambiente;

una valutazione sistematica,documentata, periodica e obiettiva

delle prestazioni ambientali di un’organizzazione, del sistema di

gestione e dei processi destinati alla tutela dell’ambiente

Auditor Persona che ha la competenza per effettuare un audit.

Azione Correttiva Azione tesa ad eliminare la causa di una non conformità rilevata.

Azione Preventiva Azione tesa ad eliminare la causa di una non conformità

Dichiarazione

ambientale

potenziale.

Dichiarazione elaborata dall’organizzazione in conformità alle

disposizioni del Regolamento CE n. 1221/09 – EMAS.

Documento Informazioni con il loro mezzo di supporto.

Evidenze di audit Informazione, registrazione, dichiarazione o situazione relativa a

fatti verificabili. L’evidenza di audit, che può essere qualitativa o

quantitativa, permette all’auditor di determinare se i criteri di

valutazione sono soddisfatti. L’evidenza di audit è tipicamente

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

fondata su interviste, esame di documenti, osservazione di attività

e di condizioni operative, risultati disponibili di misurazioni e di

prove o altri mezzi in accordo all’argomento dell’audit.

Impatto ambientale qualunque modifica dell’ambiente, negativa o positiva, derivante in

Miglioramento

tutto o in parte dalle attività, dai prodotti o dai servizi di

un’organizzazione;.

Pagina 64 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 GLOSSARIO

continuo

Processo di miglioramento del sistema di gestione ambientale per

raggiungere miglioramenti di tutte le prestazioni ambientali in

accordo con la politica ambientale aziendale.

Obiettivo ambientale un fine ambientale complessivo, per quanto possibile quantificato,

conseguente alla politica ambientale, che l’organizzazione decide

di perseguire;;

Organizzazione Gruppo, società, azienda, impresa, ente o istituzione, ovvero loro

parti o combinazioni, in forma associata o meno, pubblica o

privata, che abbia una propria struttura funzionale e

amministrativa.

Politica ambientale Le intenzioni e l’orientamento generali di un’organizzazione

Prestazioni

ambientali

rispetto alla propria prestazione ambientale, così come espressa

formalmente dall’alta direzione, ivi compresi il rispetto di tutti i

pertinenti obblighi normativi in materia di ambiente e l’impegno a

un miglioramento continuo delle prestazioni ambientali. Tale

politica fornisce un quadro di riferimento per gli interventi e per

stabilire gli obiettivi e i traguardi ambientali;

I risultati misurabili della gestione dei propri aspetti ambientali da

parte di un’organizzazione;

Prevenzione Utilizzo di processi, operatività, materiali e prodotti per evitare,


dell’inquinamento ridurre o controllare l’inquinamento che può comprendere

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

riciclaggio, trattamento, modifica del processo, strumenti di

controllo, uso efficiente di risorse e sostituzione di materiali.

I benefici potenziali della prevenzione dell’inquinamento includono

la riduzione degli impatti ambientali negativi e il miglioramento

dell’efficienza e riduzione dei costi.

Sono comprese tecniche quali:

il riciclaggio

il trattamento

i cambiamenti di processo

i sistemi di controllo

l’utilizzazione efficiente delle risorse

la sostituzione dei materiali

Procedura Modo specificato per svolgere un’attività o un processo.

Registrazione Documento che riporta i risultati conseguiti o che fornisce

l’evidenza delle attività eseguite.

Rifiuto Qualsiasi bene per il quale il produttore o il proprietario non

Sistema di Gestione

Ambientale

preveda un ulteriore utilizzo e che è scartato o rilasciato

nell’ambiente.

la parte del sistema complessivo di gestione comprendente la

struttura organizzativa,le attività di pianificazione, le

responsabilità, le pratiche, le procedure, i processi e le risorse per

sviluppare, mettere in atto, realizzare, riesaminare e mantenere la

politica ambientale e per gestire gli aspetti ambientali;

Parti interessate-

Stakeholders

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Persone o gruppi coinvolti o influenzati dalle prestazioni

ambientali di un’azienda.

Traguardi ambientali un requisito di prestazione dettagliato, conseguente agli obiettivi

Valutazione della

prestazione

ambientale

ambientali, applicabile ad un’organizzazione o ad una sua parte,

che occorre fissare e realizzare al fine di raggiungere tali obiettivi

Processo per agevolare le decisioni della direzione riguardanti la

prestazione ambientale di un’organizzazione, mediante la scelta

degli indicatori, la raccolta e l’analisi dei dati, la valutazione delle

informazioni rispetto ai criteri di prestazione ambientale, rapporti e

comunicazioni, e il riesame periodico e il miglioramento di tale

processo.

Pagina 65 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 GLOSSARIO


Allegato C: Principale legislazione ambientale applicabile

L’adesione al regolamento comunitario 1221/09 EMAS III, impone all’amministrazione del

Comune di Lusiana di verificare costantemente la legislazione ambientale applicabile al fine

di mantenere il controllo sull’applicazione delle stesse.

In seno al sistema di gestione ambientale è strutturato l’aggiornamento dell’apposito

registro al fine di seguire le evoluzioni legislative.

Alla data odierna la principale legislazione applicabile al comune di Lusiana risulta la

seguente:

Aspetto Ambientale

Radiazioni

Elettromagnetiche

Radiazioni

Elettromagnetiche

Gestione della risorsa

idrica

Tutela delle acque

Valutazione, difesa,

tutela, gestione degli

aspetti ambientali

Principi dello sviluppo

sostenibile e tutela

dell'ambiente e del

territorio

Riferimento

normativo

L. N. 36/01

D.M.29 maggio

2008

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Argomento disciplinato

Legge quadro sulla protezione dalle

esposizioni ai campi elettrici, magnetici ed

elettromagnetici.

Approvazione della metodologia di calcolo

per la determinazione delle fasce di rispetto

per gli elettrodotti. Approvazione delle

procedure di misura e valutazione

dell'induzione magnetica.

D.Lgs n.152/2006 Norme in materia ambientale

D.G.R.V. n. 574 del

11 marzo 2008

D.Lgs n.152/2006,

modificato dal

D.Lgs. n.4/2008

Piano di Tutela delle Acque. Approvazione

delle norme di salvaguardia. Ulteriori

precisazioni - (articolo 121 del D.Lgs.

n.152/2006; articoli 19 e 28 L.R. 33/1985;

articolo 82 L.R. 11/2001).

Norme in materia ambientale

Limiti produzione ed

utilizzo amianto

SIC e ZPS Regione

Veneto

Qualità dell'aria

L. N. 257/92

D.G.R. 4059/2007

P.R.T.R.A.

approvato con

deliberazione del

C.R. n. 57/04 (BUR

130 del 21/12/04)

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Norme relative alla cessazione dell'impiego

dell'amianto

Rete ecologica europea Natura 2000.

Istituzione di nuove Zone di Protezione

Speciale, individuazione di nuovi Siti di

Importanza Comunitaria e modifiche ai siti

esistenti in ottemperanza degli obblighi

derivanti dall’applicazione delle direttive

79/409/CE

Piano Regionale di Tutela e Risanamento

dell' Atmosfera (PRTRA)

Pagina 66 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 GLOSSARIO

Emissioni

Risparmio energetico

Gestione dell'energia

e certificazione

energetica

Tutela delle Acque

Norme generali:

Autorizzazione

Integrata Ambientale

Beni culturali e

ambientali

Inquinamento

luminoso

D.Lgs n.152/2006

modificato dal

D.Lgs. N.4/08

D.Lgs 192/2005,

D.Lgs 311/2006

D.Lgs 115/2008

PTA Veneto

5/11/2009

D.Lgs. n.59/05

D.Lgs n.63/2008

L. R. 17/2009

(Veneto)

Norme in materia ambientale: Attuazione

delle direttive CEE nn. 80/779, 82/884,

84/360 e 85/203 concernenti norme in

materia di qualità dell'aria, relativamente a

specifici agenti inquinanti, e di inquinamento

prodotto dagli impianti industriali, ai sensi

dell'art. 15 della l. 16 apr

Certificazione energetica degli edifici

(recepimento direttiva2002/91/CE)

Attuazione della direttiva 2006/32/CE relativa

all'efficienza degli usi finali dell'energia e i

servizi energetici e abrogazione della

direttiva 93/76/CEE

Misure di tutela qualitativa: disciplina degli

scarichi. Misure per le aree a specifica

tutela. Misure di tutela quantitativa e di

risparmio idrico. Misure per la gestione delle

acque di pioggia e di dilavamento.

Attuazione integrale della direttiva 96/61/CE

relativa alla prevenzione e riduzione

integrate dell'inquinamento

Ulteriori disposizioni integrative e correttive

del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n.

42, in relazione al paesaggio

Nuove norme per il contenimento

dell'inquinamento luminoso, il risparmio

energetico nell'illuminazione per esterni e

per la tutela dell'ambiente e dell'attività


Interventi di

prevenzione

dall'inquinamento da

gas radon in ambienti

di vita

Rifiuti: Gestione dei

rifiuti urbani e

assimilati

Rifiuti: raccolta

differenziata

Costruzione,

installazione,

esercizio dei serbatoi

interrati

D.G.R.V. n. 79/02

D.Lgs n.152/2006

D.G.R.V. n.1845/05

L.R. n. 23/03

Suolo e sottosuolo D.Lgs n.152/2006

Incendi Boschivi

Norme generali:

Valutazione di

impatto ambientale

Valutazione

ambientale strategica

Autorizzazione

Ambientale Integrata

Gas fluorurati ad

effetto serra

comunicato

10/12/2008

D.Lgs n.152/2006,

modificato dal

D.Lgs. n.4/2008

Regolamento

842/06

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

svolta dagli osservatori astronomici

Attuazione della raccomandazione europea

n. 143/90: Interventi di prevenzione

dall'inquinamento da gas radon in ambienti

di vita

Norme in materia ambientale: Attuazione

delle direttive 91/156/CEE sui rifiuti,

91/689/CEE sui rifiuti pericolosi e 94/62/CE

sugli imballaggi e rifiuti di imballaggi

Integrazione al metodo di calcolo della

percentuale di RD. La Legge 28 dicembre

1995, n. 549; Art. 39 della L.R. 3/2000; Art. 8

della L. R. 22/2004. DGR n. 3918 del

30.12.2002 così come rettificata ed integrata

con successive DGR

Norme per la razionalizzazione e

l'ammodernamento della rete distributiva di

carburanti

Norme in materia ambientale: Regolamento

recante criteri, procedure e modalità per la

messa in sicurezza, la bonifica e il ripristino

ambientale dei siti inquinati, ai sensi dell'art.

17 del D.Lgs n. 22/97 e successive

modificazioni e integrazioni

Ministero dell'ambiente e della tutela del

territorio e del mare Cessazione

dell'impegno dei comuni a fornire al MATTM

i dati annuali sugli incendi boschivi comunali

e urgenza della realizzazione del catasto

delle aree percorse dal fuoco.

Norme in materia ambientale: Atto di

indirizzo e coordinamento per l'attuazione

dell'art. 40, comma 1, della L. 22 febbraio

1994, n. 146, concernente disposizioni in

materia di valutazione di impatto ambientale

(VIA)

Gas fluorurati ad effetto serra

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Pagina 67 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 GLOSSARIO


Elenco figure

Figura 2.1-1: Organigramma del comune di Lusiana ................................................................... 7

Figura 3.1-1: Inquadramento territoriale del Comune di Lusiana................................................ 10

Figura 3.2-1: Temperature medie mensili .................................................................................. 11

Figura 3.2-2: Precipitazioni medie mensili.................................................................................. 11

Figura 3.3-1: Zone SIC e ZPS ................................................................................................... 13

Figura 3.4-1: Sedi d’impresa e unità locali per settore di attività................................................. 15

Figura 3.6-1: Popolazione totale residente................................................................................. 18

Figura 3.6-2: Densità di popolazione sul territorio ...................................................................... 19

Figura 3.6-3: Presenze turistiche............................................................................................... 20

Figura 3.6-4: Pressione turistica ................................................................................................ 20

Figura 4.1-1: La metodologia Plan-Do-Check-Act...................................................................... 21

Figura 4.1-2: Il Sistema di Gestione Ambientale ........................................................................ 21

Figura 4.3-1: Aspetti ambientali diretti ed indiretti ...................................................................... 24

Figura 5.1-1: Consumi di acqua potabile totale per sottocategorie (*agg. 31/07/10)................... 30

Figura 5.1-2: Consumi di acqua potabile totale per categoria..................................................... 30

Figura 5.1-3: Consumi di acqua potabile per addetti (* agg. 31/07/10)....................................... 30

Figura 5.1-4: Consumi di acqua potabile totale cat I per utilizzatori (* agg. 31/07/10)................. 31

Figura 5.1-5: Consumi di energia elettrica per illuminazione pubblica totale .............................. 31

Figura 5.1-6: Consumi pubblica illuminazione su popolazione ................................................... 31

Figura 5.1-7: Consumi energia elettrica totale delle strutture comunali (cat I e II)....................... 32

Figura 5.1-8: Consumi energia elettrica totale (cat I e II) su n. utilizzatori................................... 32

Figura 5.1-9: Consumi energia elettrica delle strutture comunali per sottocategoria................... 32

Figura 5.1-10: Consumi di combustibile delle strutture comunali (*agg sett 2010)...................... 33

Figura 5.1-11: Consumi di combustibile strutture comunali su n° utilizzatori (*agg sett 2010)..... 33

Figura 5.3-1: Consumi di carta (flusso di materia) (*agg a fine novembre 2010) ........................ 34

Figura 5.5-1: Emissioni gas serra CO2 eq– valori assoluti......................................................... 35

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Figura 5.5-2: Consumi di carta (flusso di materia) (*agg a fine novembre 2010).............. Errore. Il

segnalibro non è definito.

Figura 5.5-3: Emissioni gas serra – valori assoluti............... Errore. Il segnalibro non è definito.

Figura 5.5-4: Emissioni CO2 eq su popolazione.........................................................................36

Figura 5.5-5: Emissioni gas serra per addetto............................................................................36

Figura 6.1-1: Consumo d’acqua potabile per utenza nel territorio (*agg I sem 2010)..................43

Figura 6.1-2: Consumo medio di energia per settore..................................................................44

Figura 6.1-3: Consumo di energia elettrica totale .......................................................................44

Figura 6.1-4: Consumo di metano del territorio ..........................................................................44

Figura 6.2-1: Efficienza impianto di depurazione di Santa Caterina............................................46

Figura 6.2-2: Efficienza impianto di depurazione di Velo ............................................................46

Figura 6.3-1: Produzione pro-capite di rifiuti nel territorio ...........................................................47

Figura 6.3-2: Produzione totale di rifiuti......................................................................................48

Pagina 68 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ELENCO


Elenco tabelle

Tabella 2.1-1: Attività degli uffici comunali ................................................................................... 6

Tabella 2.2-1: Le malghe ............................................................................................................. 8

Tabella 3.3-1: Zone SIC............................................................................................................. 14

Tabella 3.3-2: Zone ZPS............................................................................................................ 14

Tabella 3.4-1: Numero di attività suddivise per settori (* agg al I sem 2010) ............................... 15

Tabella 3.6-1: Numero di presenze turistiche ed arrivi dal 2007 al primo semestre 2010 ............ 19

Tabella 4.5-1: Regolamenti e piani comunali.............................................................................. 27

Tabella 5-1: Correlazioni aspetti/impatti significativi e obiettivi/traguardi..................................... 29

Tabella 5.5-1: Mezzi comunali ................................................................................................... 35

Tabella 5.11-1: Dati autobus, mezzi comunali, estensione reti stradali, posti auto...................... 38

Tabella 5.11-2: Urbanizzazione ................................................................................................. 38

Tabella 5.11-3: Aree verdi.......................................................................................................... 39

Tabella 6-1: Correlazioni aspetti/impatti significativi e obiettivi/traguardi..................................... 41

Tabella 6.1-1: Stazioni rilevamento acque sotterranee............................................................... 42

Tabella 6.1-2: Consumi acqua potabile territorio (* agg al I sem 2010)....................................... 42

Tabella 6.1-3: Consumi acqua potabile territorio........................................................................ 42

Tabella 6.1-4: Rilevamenti qualità acque potabili (* agg al I sem 2010)...................................... 43

Tabella 6.2-1: Depuratori pubblici (ARPAV) ............................................................................... 45

Tabella 6.2-2: Depuratori ........................................................................................................... 45

Tabella 6.2-3: Vasche Imhoff ..................................................................................................... 46

Tabella 6.5-1: Ditte autorizzate all’emissione ............................................................................. 49

Tabella 6.5-2: Ditte autorizzate all’emissione ............................................................................. 49

Tabella 6.7-1: Distribuzione carburante ..................................................................................... 50

DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Comune di Lusiana

Tabella 6.7-2: Cave in territorio comunale.................................................................................. 50

Piazza IV Novembre,

36046 Lusiana (Vi)

Tel 0424/406009

Pagina 69 di 69 16 Dicembre 2010 rev.0 ELENCO

More magazines by this user
Similar magazines