10.04.2013 Views

Download - Comune di Giove

Download - Comune di Giove

Download - Comune di Giove

SHOW MORE
SHOW LESS

You also want an ePaper? Increase the reach of your titles

YUMPU automatically turns print PDFs into web optimized ePapers that Google loves.

Gi ov e

S PAZIO COMUNE • Periodico Monografico d’Informazione Istituzionale • Reg.Tr i b . Tr 5/2004• Anno VIII n° 3 • Editrice Punto Uno Srl

L’editoriale

del Sindaco

Interscambio 2 0 1 1

La scuola

dell’infanzia

di Giove

Strade e ambiente

Il Quadro dei

lavori pubblici

La maratona

dell’olio...

non solo festa

Le Associazioni


2

UFFICI

SEGRETARIO - DIR. GEN.

AFFARI GENERALI, DEMOGRAFICO

e STATO CIVILE

ATTIVITA' COMMERCIALI - POLITICHE

SOCIALI e CULTURALI - SCUOLA

RAGIONERIA - BILANCIO

TASSE e TRIBUTI

UFFICIO TECNICO A

edilizia ed urbanistica

UFFICIO TECNICO B

Lavori Pubblici, ambiente

e Patrimonio

AMMINISTRATORI

Alvaro PARCA SINDACO

Marco ROSATI VICE SINDACO

Maurizio CERIONI ASSESSORE

Marco RUCO ASSESSORE

Emilia POSTERARO ASSESSORE

Alvero GIULIANI CAPOGRUPPO

I N F O R M A Z I O N I U T I L I

ORARIO degli UFFICI COMUNALI

RESP./ADDETTI

D.ssa V. FORTINO

Rag. M.L. SANTINI

Sig.ra S. BARBETTI

D.ssa L. MACCAGLIA

Dott. A. PERNAZZA

Rag. C. MORICONI

Ing. L. MORELLI

resp. Uff. Edilizia e Urbanistica

Arch. L. SCIOMMARI

(responsabile uff. Ll.PP.,

Ambiente e Patrimonio

GIORNI

Martedì dalle 9,00 alle 12,00

da Lunedì a Sabato

dalle 9,00 alle 12,00

Martedì dalle 16,00 alle 18,00

Martedì, Mercoledì e Venerdì dalle

9,00 alle 12,00

Lunedì, Martedì e Giove

dalle 9,00 alle 12,00

Martedi e Giove

dalle 9,00 alle 12,30

Martedì, Mercoledì e Venerdì

dalle 11,00 alle 13,00

Dal lunedì al Venerdì

dalle 10,00 alle 12,00

COMPETENZE ED ORARI RICEVIMENTO AMMINISTRATORI COMUNALI

COMPETENZE

AFFARI GENERALI - URBANISTICA ed

EDILIZIA PRIVATA - POLITICHE ECO-

NOMICO-FINANZIARIE - Personale

Interno

LL.PP. E PATRIMONIO

PROTEZIONE CIVILE

VIGILANZA E PUBBLICA SICUREZZA -

VIABILITA' E CIRCOLAZ. STRADALE -

AMBIENTE - Organizz. Personale

esterno

ATTIVITA' ECONOMICO/PRODUTTIVE

- TURISMO - POLITICHE CULTURALI

POLITICHE SOCIALI e SANITARIE

SCUOLA ed ATTIVITA' CONNESSE

Rapporti con i consiglieri, Portavoce

Gruppo Maggioranza

ORARI USUALI DI RICEVIMENTO

VENERDI ore 9,00 – 10,30

SABATO ore 9,00 – 11,00

MARTEDI ore 9,00 - 11,00

VENERDI ore 10,00 - 12,00

MARTEDI ore 10,00 - 11,00

LUNEDI ore 9,00 - 10,30

SABATO ore 9,00 - 11,00

SABATO ore 9,00 - 11,00

PER GIORNI ED ORARI DIVERSI SI RICEVE SU APPUNTAMENTO


L ’ E D I T O R I A L E

L’unione fa la forz a ! !

S econda

parte. Terminai l’editoriale dell’anno scorso

con l’augurio che il 2011 fosse migliore. Purtroppo

tutti abbiamo dovuto accorgerci a nostre spese che

non è stato così e che, anzi, è stato molto peggiore del

2010 ed ancora non sappiamo se il nuovo governo se -

gnerà il punto di svolta verso la risalita, morale e sociale

ancor prima che economica, di questo nostro malandato

Paese.

Si sta chiudendo un anno vissuto

all’insegna dell’incertezz

a .

Incertezza del mantenimento

del lavoro, incertezza dei va l ori

di riferimento per i nostri

figli e nipoti di una società che

premia i furbi ed i corrotti e

punisce gli onesti, incertezza

delle protezioni sociali, incertezza

dei mercati fi n a n z i a r i ,

che in un’altalena continua di

“saliscendi” ci ha sospesi sul

baratro della bancarotta dello

Stato e tante altre incertezze

tra le quali emerge, madre di

tutte le altre, l’incertezza del

passato governo nell’assumere

le decisioni necessarie a dare

ai cittadini, soprattutto ai giovani,

quel minimo di certezze e

di speranza nel domani necessarie

a fronteggiare con energia

le difficoltà dell’oggi.

Art. 21, comma 3, legge n. 42/2009:

funzioni fondamentali dei Comuni

Questo clima generale, che ha

permeato a livello nazionale la

parte più esposta alle intemperie

della società (chi vive del

proprio lavoro o della propria

pensione e chi il lavoro o la

pensione proprio non ce l’ha)

non ha lasciato certamente indenni

tutti i livelli istituzionali

minori, dalle Regioni - che per

l egiferare sono vincolate alle

decisioni del governo - alle

P r ovince -che ancora non

sanno se continueranno a vivere

o meno, ai Comuni, ultimo

anello della catena istituzionale

in ordine gerarchico ma

primo nella capacità di reazione

e di rigenerazione del tessuto

connettivo del Pa e s e .

Nell’assenza di punti di riferimento

stabili che consentano

una programmazione a medio

e lungo termine delle attiv i t à

a) funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo,

nella misura complessiva del 70 per cento delle

spese come certificate dall'ultimo conto del bilancio disponibile alla

data di entrata in vigore della presente leg g e ;

segue a pag. 4

del Comune, siamo costretti a

procedere “a vista”, cogliendo

le occasioni giorno per giorno,

quando ci sono.

In queste condizioni, per continuare

ad assicurare ai cittadini

un livello civile dei servizi, diventa

più che mai obbliga t o r i o

unire le forze e concentrare gli

o b b i e t t ivi tra i Comuni, ma le

l eggi che definiscono modalità,

termini e dimensioni delle

gestioni associate sono state

emanate con un forte ritardo

(quelle nazionali) o sono ancora

in corso di emanazione alla

data di redazione di questo articolo

(quelle regionali) e, pertanto,

nessuno degli obbiettiv i

Art. 2, D. P.R. n. 194/1996

di gestione associata prev i s t i

nell’anno passato è stato fi n o r a

raggiunto. Il ritardo accumulato

dai legislatori riduce ora i

Comuni a doversi associare in

tempi strettissimi e, pertanto,

entro il 31 dicembre 2011 dovremo

gestire in forma associata

con altri Comuni - entro il

limite demografico minimo di

5.000 abitanti - almeno due

delle funzioni fondamentali

dei Comuni e tutte le altre

entro il 31 dicembre del 2012

( s a l vo ulteriori cambiamenti).

Le funzioni che le leggi indiv iduano

come “fondamentali”

per i Comuni sono riportate

nella tabella seg u e n t e :

funzioni generali di amministrazione, di gestione e di

controllo, la cui articolazione in servizi è la seg u e n t e :

01. organi istituzionali, partecipazione e decentramento;

02. segreteria generale, personale e orga n i z z a z i o n e ;

03. gestione economica, finanziaria, programmazione,

p r ov veditorato e controllo di gestione;

04. gestione delle entrate tributarie e servizi fi s c a l i ;

05. gestione dei beni demaniali e patrimoniali;

06. ufficio tecnico;

07. anagrafe, stato civile, elettorale, leva e servizio

s t a t i s t i c o ;

08. altri servizi generali.

3


4

E D I T O R I A L E

segue da pag. 3

L’unione fa la forza!! (seconda parte)

b) funzioni di polizia locale;

c) funzioni di istruzione pubblica, ivi compresi i servizi per

gli asili nido e quelli di assistenza scolastica e refezione,

nonché l'edilizia scolastica;

d) funzioni nel campo della viabilità e dei trasporti;

e) funzioni riguardanti la gestione del territorio e dell'ambiente, fa t t a

eccezione per il servizio di edilizia

residenziale pubblica e locale e piani di edilizia nonché

per il servizio idrico integ r a t o ;

f) funzioni del settore sociale.

La gestione associata delle

funzioni va perseguita secondo

i principi “di economicità,

di efficienza e di riduzione

delle spese”, obbiettiv i

che non sarà facile raggiungere

contemporaneamente,

per lo meno nell’immediato,

anche perché, come può facilmente

comprendersi, non

si tratta di una semplice dichiarazione

di volontà politica

da parte degli amministratori

ma di una vera e propria

r i o rganizzazione del servizio.

Una riorga n i z z a z i o n e

che può comportare anche

una diversa attribuzione dei

compiti tra gli addetti dei

vari Comuni e l’indiv i d u azione

di un responsabile

unico.

Questo significa che, oltre

alle possibili resistenze deg l i

amministratori nel dover sac

r i ficare parte della propria

autonomia, si dovranno superare

anche le comprensibili

resistenze dei dipendenti che

d evono rimettere in discussione

posizioni e metodi di

l avoro considerati ormai acq

u i s i t i .

Ma è indispensabile che tutte

le forme di resistenza ve n gano

superate, perché il mancato

raggiungimento degli obb

i e t t ivi nei termini prefi s s a t i

funzioni di polizia locale, la cui articolazione in servizi è la seg u e n t e :

01. polizia municipale;

02. polizia commerciale;

03. polizia amministrativa .

funzioni di istruzione pubblica, la cui articolazione in

servizi è la seg u e n t e :

01. scuola materna;

02. istruzione elementare;

03. istruzione media;

04. istruzione secondaria superiore;

05. assistenza scolastica, trasporto, refezione e altri

s e r v i z i .

funzioni nel campo della viabilità e dei trasporti, la cui

articolazione è la seg u e n t e :

01. viabilità, circolazione stradale e servizi connessi;

02. illuminazione pubblica e servizi connessi;

03. trasporti pubblici locali e servizi connessi.

funzioni riguardanti la gestione del territorio e

dell'ambiente, la cui articolazione in servizi è la seg u e n t e :

01. urbanistica e gestione del territorio;

02. edilizia residenziale pubblica locale e piani di edilizia

e c o n o m i c o - p o p o l a r e ;

03. servizi di protezione civ i l e ;

04. servizio idrico integ r a t o ;

05. servizio smaltimento rifi u t i ;

06. parchi e servizi per la tutela ambientale del verde, altri servizi relat

ivi al territorio ed all'ambiente.

funzioni nel settore sociale, la cui articolazione in servizi èla seg u e n t e :

01. asili nido, servizi per l'infanzia e per i minori;

02. servizi di prevenzione e riabilitazione;

03. strutture residenziali e di ricovero per anziani;

04. assistenza, beneficenza pubblica e servizi diversi alla

p e r s o n a ;

05. servizio necroscopico e cimiteriale.

dalle leggi signifi c h e r e b b e ,

per il Comune, la perdita di

tutti o parte dei trasferimenti

e/o incentivi economici statali

e reg i o n a l i .

Attualmente, come ormai

tutti i cittadini sanno, il nostro

Comune gestisce in

forma associata con i Comuni

di Attigliano, Lugnano,

Penna in Teverina, Guardea

ed Otricoli la funzione di polizia

locale.

Ma questo non è suffi c i e n t e

perché, come detto sopra,

entro il 31 dicembre del 2011

d ovremo associare almeno

un’altra funzione.

Per questo stiamo lavo r a n d o

intensamente con i Comuni

di Attigliano, Lugnano e

Penna ed altri eventuali - nostri

interlocutori naturali -

per associare entro la fi n e

dell’anno almeno un’altra

funzione tra quelle generali

di amministrazione o quella

sociale e, se possibile, eve ntuali

altre.

Siamo certi che raggiungeremo

gli obbiettivi in tempo

utile e, da parte nostra, mettiamo

a disposizione tutto il

nostra impegno, la nostra volontà

e le nostre capacità perché

ciò av ve n ga nel modo più

democratico, equo e condiv i-

segue a pag. 5


G E M E L L A G G I O

Interscambio 2011

Quest’anno lo scambio reciproco con i nostri

amici di Castilleja de Guzman è stato solo a

metà, purtroppo. Abbiamo infatti avuto il pia -

cere di ospitare un numeroso gruppo di amici spa -

gnoli che quest’anno era costituito da famiglie intere,

ma non siamo stati in grado di mettere in piedi un

gruppo di giovesi per ricambiare la visita.

In occasione della visita dei nostri

amici e successivamente , nei

r i s p e t t ivi comitati per il gemellaggio

abbiamo avuto modo di

confrontare le nostre idee per

rendere più proficui gli scambi.

Le nostre proposte si sono imperniate

soprattutto sulla necessità

di accrescere l’aspetto culturale

degli scambi, approfonden-

segue da pag. 4

do aspetti delle relative tradizioni,

dell’artigianato, del lavo r o ,

ecc., sull’opportunità di alternare

gli scambi, un anno andando ed

un anno riceve n d o .

Abbiamo inoltre indicato, come

possibile periodo per la nostra

andata nel 2012, l’ultima settimana

di aprile.

L’unione fa la forza!!

so possibile.

Quanto detto fin qui riguarda solo le funzioni proprie del

Comune ma la riforma regionale interessa anche, e direi soprattutto,

una diversa gestione delle funzioni delegate dalla

r egione ai vari enti (Provincia, Comunità montane, Comuni,

Consorzi) che vede la eliminazione delle Comunità montane

e la suddivisione rimodulata delle funzioni da queste esercitate

tra un’agenzia forestale regionale, le Unioni speciale

dei Comuni che coincideranno (più o meno) con gli attuali

ambiti sociali, le Province ed i Consorzi.

Quanto questa riforma inciderà sulla vita dei cittadini e sull

’ o rganizzazione dei Comuni potremo giudicarlo a cominciare

già dal prossimo anno, visto che la legge di riforma dovrebbe

essere approvata, almeno nelle intenzioni dell’amministrazione

regionale, già prima del prossimo Natale.

Nell’augurare a tutti i cittadini un buon Natale ed un felice

anno nuovo, auguriamo anche che questo sia all’insegna di

una rinnovata solidarietà sociale e che l’INCERT E Z Z A

ceda finalmente il passo alla FIDUCIA nel futuro.

Il vostro sindaco

A l v a ro Pa rc a

Alcuni momenti del gemellaggio

5


Un Assessore per i giovani o un giovane Assessore?

I n

passato ho voluto che la mia figura fosse rispecchiata in quella dei giovani,

sia per la voglia che per la freschezza d’idee. Dare un’aria di cambiamento, di

un nuovo pensiero per il nostro paese. Il mio è uno stimolo e un appoggio an -

cora più importate a tutta la Giunta, interpretando con uno spirito nuovo la ge -

stione di tutta la comunità.

Intendo innanzitutto consolidare

i progetti sin qui perseguiti dalla

Giunta Comunale e cominciare

a lavorare su molte nuove idee,

cui mi dedicherò con passione

nei prossimi mesi.

Vorrei essere un punto di raccordo

tra i giovani e la pubblica amministrazione,

su progetti per la

6

valorizzazione del nostro territorio,

lavoro e opportunità per rendere

Giove “PORTA DEL-

L’UMBRIA”; certo ambiziosa,

ma con la convinzione d’iniziare

un percorso di crescita e di opportunità.

Conto quindi di affrontare il mio

n u ovo incarico con energia ed

entusiasmo, al servizio

del mio paese e con l’intenzione

di meritare fi n o

in fondo la fiducia che

oggi mi viene data.

I più affettuosi auguri

per un felice Natale e un

inizio Anno sereno.

A s s e s s o re - Marco Ruco

Il Comune tecnologico al servizio del cittadino

Comunicazione ed informazione.

Queste le parole

chiave che dovranno

contraddistinguere il sito istituzionale

del Comune di

G i o v e .

Per questo lo abbiamo migliorato

rendendolo sempre

più semplice e comunicativo;

attraverso la sua facile interfaccia,

infatti, ogni cittadino

avrà la possibilità di accedere

in modo diretto ed autonomo

alle ultime news e non

solo. Il nostro obiettivo è quello

di creare un sito internet interattivo,

all'avanguardia e di

più facile accesso per tutti. È

per questo che è stato trasformato

affinché diventi, sempre

più, uno strumento con il

quale effettuare alcuni serv i z i

direttamente da casa e, dunque,

senza per forza doversi

recare presso gli uffici comunali,

tipo scaricare bandi di

concorso, modulistica, comunicare

con gli uffici o verificare

nella biblioteca i libri presenti

e, perché no, guardare

il Consiglio Comunale stando

comodamente a casa davanti

al vostro computer.

Infatti, nella home page

con il semplice link al

Consiglio Comunale è

possibile vederlo ON-

LINE, in diretta streaming

o in differita, tramite il

sito dell' ECOMUSEO

della Teverina, che cura

le riprese.

Questo per rendere il

s e rvizio pubblico più vicino

al cittadino.

Ricordiamo che sono

presenti nelle apposite

sezioni tutte le delibere di

Giunta e del consiglio

ma anche le manifestazioni

organizzate a

Giove.

Il servizio che viene dato

è rivolto anche ai tecnici

liberi professionisti che

vogliono interagire con il

C o m u n e .

Iscrivendosi alla Newsletter,

inoltre, si è in stretto contatto

con il notiziario web del Comune

che tramite posta elettronica

aggiornerà periodicamente

i Cittadini e tutti coloro

che sono interessati alla

nostra realtà sfruttando al

massimo le potenzialità del

web, dei palmari e degli

iphone di nuova tecnologia

che ormai ci vedono praticamente

connessi alla rete in

ogni momento della nostra

g i o rn a t a .

Nell’ottica di rivoluzione generale

del settore Comunicazione

di questo Comune, lan-

ceremo presto nuovi serv i z i

che ci consentiranno di stringere

un dialogo più veloce e

m o d e rno con i Cittadini.

V I S I TAT E :

w w w. c o m u n e . g i o v e . t r.it

Marco Ruco


La scuola dell’infanzia di Giove

N el

mese di settembre, dopo la pausa estiva, è iniziata l'attività della scuola del -

l'Infanzia "Il Girotondo" di Giove. I bambini iscritti e frequentanti nel corrente

anno scolastico sono 58: bellissimi, intelligenti e vivaci! Nel mese di ottobre,

dopo aver lasciato il tempo necessario agli alunni "vecchi" e nuovi iscritti, di abituarsi

all'ambiente scolastico e superare il distacco dalle figure familiari, si è svolta la festa

dell'accoglienza, nei locali della scuola, con la presenza di genitori e parenti.

I bambini più grandi, di 5 anni,

che a giugno ci saluteranno per

andare nei "piani più in alto"

(scuola elementare), hanno preparato

dei piccoli doni di benvenuto

da offrire ai nuovi iscritti,

poi tutti gli alunni insieme hanno

fatto festa, intonando delle canzoncine.

Il tema su cui si basa

l ' a t t ività didattica di questo anno

scolastico è la sicurezza, vista la

frequenza di incidenti che hanno

c o i nvolto adulti ed bambini, in

casa e fuori dalle mura domestiche,

emerse dalle cronache del

periodo estivo e, purtroppo,

anche in questi giorni. Cercheremo

di far riflettere i nostri alunni

sul comportamento più idoneo

da adottare nei vari ambienti che

ci circondano, ambienti di vita

quotidiana del bambino, e sulle

c o n s eguenze che derivano da att

eggiamenti non corretti. Sul

tema della sicurezza abbiamo organizzato

degli incontri con i vigili

urbani che verranno nella

nostra scuola e, portando la loro

esperienza, potranno parlare ed

essere ascoltati dai nostri piccoli.

È stata anche organizzata una

uscita didattica presso la Caser-

ma dei Vigili del fuoco di Te r n i .

Si sta portando avanti il progetto

biologico, iniziato lo scorso

anno scolastico, in collaborazione

con Slow Food Italia per

l'Umbria e il Comune di Giove .

Nella mensa scolastica ve n g o n o

utilizzati alcuni prodotti biologici,

coltivati senza l'uso di sostanze

chimiche, acquistati da produttori

della nostra zona quali:

l egumi, olio ex t r ave rgine di

o l iva, carne, pane, alcune ve r d ure.

Quest'anno le pietanze sono

servite su piatti biologici biodegradabili,

volendo anche noi, nel

nostro piccolo, contribuire al rispetto

dell'ambiente, producendo

meno rifiuti indiff e r e n z i a t i ,

nella speranza di mantenere per

il futuro un ambiente, il più pulito

possibile, come la natura ci ha

r egalato. Una parte importante

della quota necessaria alle fa m iglie

degli alunni per l'acquisto

dei piatti è versata dal Comune

di Giove. In questo periodo dell'anno

nella scuola c'è aria di

festa! Gli alunni sono occupati a

preparare il dono da regalare alle

famiglie per la festa di Natale, si

l eggono storie, leggende, si raccontano

le tradizioni tipiche di

questa festa. I bambini sono imp

egnati a memorizzare la parte

a s s egnata loro ed i canti da mettere

in scena per la recita di Natale,

che si terrà il 16 dicembre

2011 alle ore 16.30 presso i locali

della sala Polivalente; siete

tutti inv i t a t i !

Nel salutarvi cogliamo l'occasione

per porvi i nostri auguri di

buon Natale.

Emanuela Carducci, inseg n a n t e

e socia della cooperativa

“Il giro t o n d o ”

Doni sotto l’Albero luminoso della Piazza, nonostante la crisi

Questo Natale troveremo sotto l’albero

luminoso della piazza molte sorprese,

lascio decidere a Voi quante positive e

quante meno. Forse non tutti sapete che

entro il 31 dicembre bisogna associare

due servizi comunali, noi fort u n a t a m e n t e

ne abbiamo già uno, quello della polizia

municipale che abbraccia sei Comuni, riguardo

al secondo si sta pensando di associare

un servizio delle politiche sociali.

La scelta è complessa sul piano organizzativo

e gestionale mentre nulla cambierà

nel servizio reso ai cittadini che, pur nelle

d i fficoltà generali, troveranno al meglio le

risposte ai loro bisogni. Un cambiamento

i m p o rtante ci sarà invece presso il Distretto

ASL (PES). I locali occupati precedentemente

dalla biblioteca comunale ospiteranno

un Centro Ambulatoriale per i medici

di base locali che vorranno aderire all’iniziativa

ed eventuali specialisti. L’ o b i e ttivo

è quello di dare un servizio medico

continuativo in grado di assicurare eventuali

prestazioni d’emergenza a prescin-

dere dal proprio medico di famiglia e

senza il disagio di recarsi in altri ambulatori

magari dei paesi vicini. Resta invariata

l’Assistenza socio-domiciliare mentre

sono sopraggiunti tagli nel socio-sanitario.

Se prima la spesa era ripartita al 50% tra

Comune e ASL oggi ci è stato comunicato

che l’Asl non è più in grado di far fronte

alla sua quota quindi per assicurare lo

stesso livello dei servizi il Comune dovrà

farsi carico dell’80% della spesa totale che

ammonta attualmente intorno ai 30.000

euro. È una quota minima rispetto ad anni

passati caratterizzati dalla presenza di

casi particolari che hanno portato il totale

d ’ i n t e rventi fino a circa 50.000 euro. Il

tutto, sappiate, con il trasferimento dalla

Regione di euro 7.000 circa, attendo utili

suggerimenti dai molti volenterosi. Ti r a ndo

un bel sospiro di sollievo devo dire che

il nostro Istituto Comprensivo Scolastico si

pregia di essersi arricchito di altri tre plessi:

Lugnano, Alviano e Guardea grazie ad

una legge nazionale che ridisegna l’orga-

nizzazione scolastica richiedendo un minimo

di 600 allievi tra i tre livelli di base

per ogni Istituto. Non era scontato ed il rischio

di perdere la direzione scolastica

avrebbe comportato non tanto cambiamenti

per gli studenti quanto la dimostrazione

della incapacità a cooperare insieme

tra comuni. Questo risultato rende orgogliosi

noi Amministratori per aver superato

le differenze politiche e partitiche a

vantaggio di buone scelte per il territorio

che amministriamo. Sono certa che l’Assessore

ai lavori pubblici nel suo art i c o l o

riferirà dei lavori di ampliamento dell’Istituto

scolastico dove io spero di poter sviluppare

negli anni che verranno, insieme

alla Dott.ssa Caroli ed agli insegnati, progetti

innovativi ed interessanti per i nostri

figli. Con questi buoni auspici termino le

mie riflessioni, non prima comunque di

augurare a tutti Voi un Buon Natale e un

Felice Anno Nuovo.

Emilia Posteraro

Assessore alle politiche sociali scolastiche

7


8

V I A B I L I T À E A M B I E N T E

I lavori fatti e quelli in programma

Ci siamo lasciati un anno fa su queste pagine sapendo di avere davanti un pe -

riodo difficile, un anno in cui temevamo riflessi negativi per il nostro paese,

così è stato. Purtroppo non sembra affatto che l’anno nuovo sarà diverso

anzi tutt’altro. Tutti sappiamo cosa sta accadendo.

Sappiamo anche di dover affrontare

un nuovo anno di sac

r i fici, un anno in cui a ciascuno

verrà chiesto di fare la

propria parte. In questi momenti

chi amministra deve affrontare

la situazione onestamente,

con serietà e tenendo i

piedi per terra.

Tutta l’Amministrazione comunale

ha dimostrato senso

di responsabilità e sarà pronta

ad affrontare le nuove sfi d e

con passione e dedizione, cercando

di mantenere fede agli

impegni assunti.

Un anno fa abbiamo programmato

alcuni interventi di

manutenzione straordinaria

che sono stati eseguiti nel

2011:

- Realizzazione palificata e rifacimento

di strada della

Mola ( Frana )

- Realizzazione del muro di

s o s t egno e sistemazione della

strada dei Ripi ( Frana )

- Sistemazione del ponticello

su strada dei Ferranieri con

r egimazione acque meteoriche

- Rifacimento fondo stradale

e imbrecciatura con reg i m azione

acque meteoriche su

strada di Pretalata

- A s faltatura di strada Tr a s p arente

- Realizzazione dei dossi in

strada delle Selve

- Rimbrecciatura e rifa c i m e nto

cunette di scolo in dive r s e

parti del territorio comunale

La frana in strada della Mola

( l o c . C a m p o c avallo – loc.

Martinozzi )

- In merito poi al ponticello

carrabile su strada della

Barca, è stato siglato un accordo

tra il Comune di Giove -

Comune di Penna-Consorzio

Teve r e / N e r a - R egione Umbria

per la realizzazione dello

stesso.

- Riguardo alla riqualifi c a z i one

delle fontane di campagna,

l’Amministrazione ha ottenu-

Asfaltatura di strada Trasparente

to un finanziamento reg i o n a l e

di circa euro 10.000 da destinare

a progetto per la Fo n t a n a

di Samigliano.

Riguardo alla viabilità urbana

ed extraurbana vorremmo per

il futuro concentrare gli sforzi

nella manutenzione stradale

sia att r averso interventi di

mantenimento con sistemazione

delle cunette di scolo,

realizzazione di chiav i c o t t i

per le acque meteoriche, rimbrecciatura

dei tratti malmessi,

sia attraverso il rifa c i m e nto

di tratti asfaltati usurati o

l ’ a s faltatura di tratti nuov i ,

nella speranza che non sop

r a g g i u n gano emergenze tali

da cambiare l’ordine delle

priorità.

A questi possibili interve n t i

a ffiancheremo azioni fi n a l i zzate

al miglioramento della

sicurezza e al rispetto dei limiti

di velocità, anche attra-

verso mezzi dissuasori e di

controllo.

Dossi dissuasori

A questo proposito ricordiamo

nella tabella della pagina

a fianco l’attività della polizia

municipale associata.

Sempre in tema di viabilità,

in seguito al lavoro della

commissione consigliare e

della polizia municipale, è

stato istituito il senso unico

nel tratto da via Alcini a via

de Mattias con un ottimo riscontro

da parte della cittadinanza

ed un miglioramento

della circolazione veicolare.

A tale proposito abbiamo intenzione

di intervenire anche

in altre vie comunali tra cui la

rete interna a località Giardino

e la zona tra via Arno, via

Po, via Ticino.

Altro impegno è rappresentato

dalla necessità di rive d e r e

l’attuale toponomastica che

risulta, per alcune zone del

territorio comunale, fuorviante

e confusa.

Vi informiamo infine che la

realizzazione del sistema di

v i d e o - s o r veglianza ha subito,

per motivi tecnici, un rallentamento

che crediamo di recuperare

nei primi mesi del

2012, con la messa in funzione

di altre due telecamere.


V I A B I L I T À E A M B I E N T E

CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE

Attività svolta nel Comune di Giove nel corso del 2011

Risultati dell’attività anno 2011

nel Comune di Giove.

Sanzioni del codice stradale elevate: 32

A c c e rtamenti di abuso edilizio eff e t t u ati

: 5

Sanzioni per violazione regolamenti/ordinanze

comunali: 1

Notizie di reato: 2

P e rmessi provvisori di guida: 4

Incidenti stradali rilevati:

Atti di repertorio di Polizia Municipale:

1 3 7 0

P rogrammi realizzati in materia

di circolazione stradale:

- Senso unico in via Alcini fino all’incrocio

con via De Mattias.

- Apposizione dossi in voc. Selve.

P rogrammi realizzati in tema di

Veniamo ora ad alcune proposte

da noi annunciate in

vari settori e che nel 2011

hanno preso forma o sono

state realizzate:

- Il piano per la gestione

della pubblica illuminazion

e è divenuto progetto esecut

ivo con aggiudicazione della

gara di appalto. Da ciò la sostituzione

del sistema attuale

e tradizionale di illuminazione

delle strade e degli spazi

pubblici con nuova tecnologia

a LED che consentirà nel

tempo, oltre che un grande risparmio

nei consumi, anche

un risparmio per le manutenzioni.

- Dello stesso tenore la completa

sostituzione presso il

c i m i t e ro comunale delle luci

vo t ive tradizionali, con luci

a LED e fornitura gratuita

delle stesse, avendo il comune

di Giove aderito al progetto

vo t ivA+ , progetto sostenuto

tra gli altri dal Ministero

dell’Ambiente. In questo

modo la struttura cimiteriale

pubblica sicurezza:

- impianto di videosorv e g l i a n z a .

- pubblica sicurezza nelle manifestazioni

pubbliche.

P rogetti realizzati in materia di

veicoli e strumentazioni:

- impianto di radiocomunicazione.

- acquisto di n. 2 motocicli allestiti per

s e rvizio di vigilanza.

Attività part icolari eseguite in

materia di pubblica sicurezza

stradale:

- controlli alcoltest presso discoteca Cyborg

(n. 2 patenti ritirate per guida in

stato di ebbrezza).

- controlli sull’autotrasporto professionale

Attività particolari eseguite in

potrà risparmiare sulla propria

bolletta energetica fino a

3 euro per punto luce all’anno

oltre che i risparmi legati alla

minore manutenzione. Infa t t i

le lampade tradizionali ad incandescenza

hanno una durata

di circa 2.000 ore mentre

quelle a LED durano oltre

50.000 ore.

- Con la realizzazione del

progetto per la pubblica illuminazione

a LED, abbiamo

p r evisto di riqualificare anche

l ’ illuminazione dei giardini

sotto il Castello, in piazza

XXIV Maggio, insieme al restauro

della Fontana. A tale

proposito stiamo cercando di

ottenere fondi destinati ad

opere e beni architettonici,

storici, culturali.

- Come previsto abbiamo iniziato

la r i q u a l i ficazione del

Pa rco Comunale e del Bos

c h e t t o con il taglio da parte

della Comunità Montana,

delle essenze arboree di alto

fusto o pericolose o da diradare,

la posa della pav i m e n t a-

zione antitrauma presso gli

s c ivoli e le altalene per bambini,

la posa di nuove panchine

lungo i vialetti.

materia ambientale:

- controlli presso le isole ecologiche

- controlli FOU

Attività particolari eseguite in

materia di insegnamento scolastico:

- n. 8 ore di lezione agli alunni della

scuola III Media Statale per il conseguimento

del patentino per la conduzione

del ciclomotore.

Attività eseguite in materia di

polizia mortuaria:

- vigilanza stradale nei cortei funebri.

Il Comandante della P.M.

Ten. Maurizio Chieruzzi

Riqualificazione del Parco Comunale

- Abbiamo concluso una ricognizione

sia tecnica che economica

rispetto alla installazione

di una “ Fontanella di

Acqua pubblica o anche

detta a Km0”, in linea con la

n u ova pratica dell’uso e consumo

consapevole del bene

acqua oltre che della possibilità

di ridurre drasticamente

l’uso delle bottiglie, con un

occhio al risparmio. segue a pag. 10

9


V I A B I L I T À E A M B I E N T E

segue da pag. 9

Lavori e progetti per un paese moderno

Per ultimo ma non per grado

di importanza, va ricordato

l ’ i m p egno profuso nella raccolta

dei rifiuti solidi urbani:

Avevamo detto della necessità

di diminuire la produzione

dei rifiuti ed aumentare la

raccolta differenziata.

Per questo abbiamo iniziato

con la organizzazione della

raccolta a domicilio dei rifi u t i

ingombranti, con una nuova

d i s t r i buzione di buste in materiale

riciclato di colore

Giallo/Bianco e Azzurro per

rilanciare la raccolta porta a

porta di carta, cartone, ve t r o ,

plastica, alluminio.

Per questo abbiamo aumentato

il numero dei cassonetti

d i fferenziati anche nelle zone

periferiche.

Per questo abbiamo continuato

ed insistito nella raccolta

d i fferenziata presso le attiv i t à

commerciali presenti nelle

aree di servizio autostradali.

Abbiamo inoltre prev i s t o

l’uso delle stoviglie biodeg r adabili

e compostabili nella

mensa dell’asilo e in tutte le

i n i z i a t ive presso locali pubblici

o feste o sagre.

Tale attività ha fatto si che alcune

associazioni di Giove

potessero partecipare ad un

bando della regione Umbria

(Ecofeste) ottenendo un pic-

1 0

colo ma signifi c a t ivo fi n a nziamento.

Abbiamo creduto e crediamo

nella necessità di collaborare

con le scuole nella educazione

alla raccolta differenziata.

In tal senso ci tengo a ricordare

l’iniziativa chiamata DIF-

F E R E N Z I ATEVI svo l t a s i

con gli alunni delle scuole di

G i ove, presso la sala conferenze

l’8 aprile 2011.

Allo stesso modo, in linea

con il progetto, è av venuta la

d i s t r i buzione dei contenitori

per Carta – Plastica

– Umido nei locali

delle scuole elementari

e medie .

I n fine ricordo lo spazio

Cridea, meg l i o

conosciuto come

Orto degli smemorati,

realizzato sempre

insieme alle scuole e

messo a disposizione

dei bambini.

Ad oggi, tutto questo

l avoro insieme alle

buone pratiche di

tanta parte dei cittadini

di Giove, ha fatto si che ,

dati alla mano, la raccolta differenziata

sia passata dal

31.8% del 2010 a circa il

37% del 2011.

Un risultato positivo che però

non può bastare e rende necessario

un ulteriore sforzo.

È quindi nostra intenzione

passare entro i primi mesi del

2012 ad un sistema di raccolta

differenziata porta a porta

ad intensità nell’intero centro

abitato.

Questo comporterà un certo

numero di passaggi settimanali,

prima di tutto per la raccolta

di umido – carta – plastica

e vetro – con la conseguente

eliminazione dei cassonetti

stradali.

In defi n i t iva i rifiuti si può

dire che verrano ritirati alla

vostra porta, purché correttamente

differenziati.

Nel resto del territorio le

n u ove tipologie di cassonetti

per la raccolta diff e r e n z i a t a

verranno avvicinati alle singole

abitazioni o a gruppi di

case, quindi con un sistema di

“ prossimità “ che prevede un

certo numero di passaggi settimanali.

A questo nuovo sistema si accompagneranno

anche:

- La raccolta di rifiuti inerti da

uso domestico presso il centro

in loc.Caoni

- La raccolta di sfalci e potature

- La distribuzione di n°30

n u ove compostiere domestiche

- La raccolta di oli vegetali

- La realizzazione con

Soc.Autostrade - My Chef -

Sarni di un progetto pilota

per la raccolta diff e r e n z i a t a

su l’intera area di servizio autostradale

Giove Est ed

Ovest.

- La organizzazione con Regione

Umbria, Anci Umbria,

Ati4 Rifiuti, del Diff e r e n z i at

o u r, a Giove il 20,21,22,

aprile 2012.

Concludendo esprimo un ringraziamento

a quanti hanno

collaborato con noi, a tutti i

dipendenti comunali, augur

a n d o Vi un buon natale e un

felice anno nuovo.

Spazio CRIDEA

Maurizio Cerioni

Assesore


A N A G R A F E

Notizie

d a l l ’ a n a g r a f e

I NATI DEL 2011

B A S S E T TA LEONARDO, 27-10-11

BELLI DAVID, 07-11-11

CERMENTINI CECILIA, 03-04-11

CORVI MARTINA, 08-08-11

DE SANTIS AURORA, 09-08-11

DI MICHELANGELI ELENA, 21-07-11

IPPOLITI RAFFAELLO, 16-10-11

M O S C ATELLI ACHILLE, 01-11-11

POLZONETTI CESARE, 15-02-11

R O S ATI GEA, 09-06-11

ROTH VITTORIA, 05-07-11

SGRIGNA EDOARDO, 24-11-11

SINI GIOELE, 08-07-11

I MATRIMONI DEL 2011

DOMINICI RUBEN E POLATO STEFA N I A

ROCCHI ANDREA E FRONDUTI MARIA PIA

BELLONI ANDREA E BORAGA ILARIA

SGRIGNA LUCIO E ZARA JONES

ROSSINI ROSSANO E CAPPUCCINO FA B I A N A

GIULIANI DAVID E D’ALESSANDRO MICHELA

I DECEDUTI DEL 2011

AGABITI VITTORIO, 03-01-11

BACCI APPENNINA, 04-05-11

Brevi riflessioni di un consigliere

Questo secondo anno di esperienza

nell'amministrazione comunale, mi

ha permesso di approfondire la conoscenza

delle problematiche e delle questioni

che riguardano la nostra comunità.

Con particolare interesse ho collaborato

con l'assessore ai lavori pubblici cercando

di dare al meglio il mio contributo, soprattutto

nei progetti di manutenzione e

sistemazione delle strade esterne al centro

urbano che necessitano di continui int

e rventi per assicurare una buona fruibilità

da parte di tutti noi.

Ho partecipato con grande entusiasmo

ai lavori per la realizzazione della seconda

edizione della Maratona dell'Olio,

che quest'anno ha coinvolto il nostro

paese in prima persona. Se il mio inte-

BARBETTI CORRADO, 19-08-11

BENIGNI ANGELA, 25-11-11

CARLOPPI UDILIO, 22-03-11

CASTELLANI FILOMENA, 26-07-11

CIARALLI GIORGIO, 28-03-11

COMODINI GIOVANNI, 25-08-11

D’ARIENZO SUSANNA, 01-09-11

DEL SETTE VINCENZINA, 13-01-11

FELICI MARIA, 28-11-11

M A L AV O LTA ADA, 13-05-11

N ATALI ANTONIO, 25-06-11

OLIBONI PASQUINA, 01-10-11

O T TAVIANI MARIO, 19-10-11

PA N TALEONI LINA, 24-05-11

PIACENTI ROSA, 04-05-11

PICCIONE ORBIANA, 19-01-11

PORCACCHIA EUGENIA, 04-02-11

RINALDI ENRICHETTA, 28-04-11

ROMAGNOLI DANILO, 28-10-11

RUCO FIORELLA, 01-04-11

SABADEI ANGELA, 04-10-11

SECONDI ANGELO, 25-11-11

TOMASSI SESTO, 29-04-11

resse è derivato inizialmente dal fatto di

o c c u p a rmi da sempre della "campagna",

in contatto con la natura e, in

modo particolare, con l'ulivo e l'olio, di

c e rto questa manifestazione mi ha fatto

capire come una delle nostre produzioni

più tradizionali può diventare fattore di

grande sviluppo per il nostro territorio.

Approfitto di questo breve spazio per augurare

a tutti Voi un Buon Natale e felicità

per il nuovo anno.

Nello Corv i

Auguri ai

d i c i o t t e n n i

del 2011!

1 1


L A V O R I P U B B L I C I

Le opere pubbliche

A nche

Il taglio netto dal 15 all’8% del

tasso di indebitamento dei Comuni,

ha di fatto dimezzato la

possibilità di investimenti. Nonostante

ciò, l’Amministrazione

comunale si è costantemente

i m p egnata nella ricerca di fi n a nziamenti

utili al perseg u i m e n t o

d egli obiettivi enunciati nel programma

elettorale.

Come si evince dalla tabella riportata

nella pagina a fianco, i

l avori pubblici sono stati suddivisi

in tre filoni: i lavori eseg u i t i

nel corso dell’anno, quelli da

realizzare ma già finanziati e

quelli in corso di fi n a n z i a m e n t o .

Di seguito è illustrato un sunto

dei lavori più signifi c a t ivi eff e ttuati

e di quelli in fase di realizzazione.

Con l’importo di

406mila euro (280mila euro da

finanziamenti regionali e

126mila euro da fondi comunali)

ed un ulteriore importo di

120mila euro, già finanziati ed

in via di appalto (dei quali

58mila finanziati dalla Reg i o n e )

l’opera economicamente più

consistente è stata rivolta all’edilizia

scolastica. L’ i n t e r ve n t o

e s eguito ha riguardato il recupero

del sottotetto dell’edifi c i o

scolastico per la realizzazione di

n u ovi spazi rivolti alle attiv i t à

didattiche; mentre quello in

corso di appalto riguarderà il rifacimento

dell’intero impianto

elettrico dell’edificio per il cons

eguimento del Certificato Prevenzione

Incendi (CPI).

Nel marzo 2010 il Comune ha

r i c evuto un finanziamento dalla

R egione di 280mila euro per la

realizzazione di un nuovo plesso

scolastico, con l’onere di presentazione

del progetto esecutivo

entro la fine dell’anno. Il

costo stimato per la realizzazione

del nuovo plesso ammontava

1 2

in questo settore occore far presente alla cittadinanza le grandi difficoltà in -

contrate dai Comuni, a causa delle manovre governative tutte rivolte al ta -

glio dei fondi agli Enti Locali.

a circa 1.700mila euro. I fondi

sarebbero stati così ripartiti:

600mila euro complessivi derivanti

da finanziamenti reg i o n a l i ,

300mila euro provenienti dalle

casse comunali e la parte rimanete

da reperire tramite priva t i .

Ma, come noto, le condizioni

e c o n o m i c o - finanziarie sono

profondamente e sfavo r evo lmente

cambiate. I fondi elarg i t i

dalla Regione Umbria per l’edilizia

scolastica sono passati dai

circa 11 milioni di euro del

2010 a 900mila euro del 2011 a

ciò si è aggiunto, nostro malgrado,

il fallimento di tutti i tentativi

rivolti al coinvolgimento di

terzi nell’esecuzione dell’opera

d ovuto, appunto, alle mutate situazioni

economiche.

Ve r i ficato che non sussisteva n o

più le condizioni per la costruzione

di un nuovo plesso l’Amministrazione

si è trovata di

fronte a una scelta: rinunciare al

finanziamento o convertire il

progetto nel recupero del sottotetto

dell’edificio esistente.

La scelta è ricaduta sulla seconda

ipotesi. I lavori eseg u i t i

hanno riguardato la realizzazione

di un nuovo tetto con l’istallazione

di un impianto fotovo ltaico

di 20 KW atto a soddisfa r e

il fabbisogno energetico della

scuola e degli uffici comunali; il

r i facimento del solaio che è au-

toportante e non grava sui piani

sottostanti; due cordoli in cemento

armato che legano il sottotetto.

Infine sono stati inseriti

dei “fessurimetri”, strumenti atti

al costante monitoraggio statico

d e l l ’ e d i ficio.

A ciò si aggiunge la ricerca di

finanziamenti per ulteriori

120mila euro per l’innalzamento

delle scale di emergenza e

dell’ascensore sino al piano di

n u ova realizzazione.

La seconda opera per rileva n z a

è la ristrutturazione dell’e d ificio

“Ex chiesa S. Giova n n i ”

sul quale sarà effettuato un int

e r vento per circa 250mila euro.

L’opera è totalmente fi n a n z i a t a

con fondi derivanti per 150mila

euro della Presidenza del Consiglio

dei Ministri e per i restanti

100mila euro dall’A s s e s s o r a t o

ai Lavori Pubblici della Reg i o n e

Umbria.

L ' i n t e r vento si prefigura come

primo stralcio di un progetto più

completo che vede, oltre al recupero

dell'esistente, la realizzazione

dell'antico volume della

ex chiesa. Gli interventi prev i s t i

sono sopratutto di natura strutturale

con il recupero del fa b b r icato

che si affaccia su Piazza

Cento Tramonti. Sarà, comunque,

uno stralcio funzionale che

proporrà una nuova orga n i z z azione

dello stabile:

- al piano seminterrato al posto

di due magazzini si preve d o n o

un ufficio ed un locale tecnico;

al piano terra, con il rifa c i m e n t o

del tetto ed il consolidamento

dei solai, rimarranno inalterati i

locali cucina e dispensa. Dove è

il ripostiglio è previsto un locale

u fficio separato dalla corte ed il

blocco dei servizi igienici sostituirà

quello che era un maga z z ino.

Il sottofondo della corte, ir-

r egolare e discontinuo, sarà sostituito

con un nuovo massetto

armato, come del resto le scale

che danno sull'ingresso del prospetto

sud saranno demolite e ricostruite

delle nuove anch'esse

in calcestruzzo.

Se in futuro riusciremo a reperire

ulteriori fondi si darà seg u i t o

al secondo stralcio con cui articolare

il complesso edilizio su

più livelli. Da una parte la serie

di ambienti sopra descritti, dall'altra

due livelli di circa 150mq,

ciascuno utilizzabile per attiv i t à

r i c r e a t ive, espositive etc.

I n fine, in linea con gli obiettiv i

programmatici dell’Amministrazione,

si è prov veduto alla

realizzazione di un progetto di

r i q u a l i ficazione energ e t i c a

degli impianti di pubblica illum

i n a z i o n e. Il lavoro, del va l o r e

di 240mila euro, consiste nella

sostituzione di tutte le lampade

ad incandescenza con lampade

a led. La scelta ha un duplice

vantaggio, l’abbattimento di più

del 50% dei consumi e la riduzione

degli interventi di manutenzione

vista la maggiore durata

di queste rispetto a quelle trad

i z i o n a l i .

Per ciò che concerne il patrimonio

dell’ Ente, nel mese di novembre

2011 è scaduto il contratto

del chiosco sito nella

Zona Verde. Nei primi mesi dell’anno

2012 verrà emanato un

n u ovo bando di appalto. È intenzione

dell’amministrazione

a t t r i buire all’attività una maggiore

valenza sociale nell’ottica

di una migliore fruibilità della

struttura da parte di bambini ed

anziani. In relazione ai bandi riguardanti

l’alienazione dei beni

immobili e dei terreni di proprietà

comunale che non danno

reddito, nei primi mesi dell’anno

2012 sarà pubblicato un’ulteriore

bando per i beni immobili

e i terreni non ancora aggiudicati.

Concludo con un augurio

di buone feste nella speranza

che le scelte effettuate abbiano

reso un servizio utile a tutti i

concittadini.

M a rco Rosati

A s s e s s o re ai Lavori Pubblici


L A V O R I P U B B L I C I

D E S C R I Z I O N E

Consolidam. Tratto strada Martinozzi

Consolidam. Tratto strada della Mola

Ripristino tratto strada dei Ripi

R i q u a l i ficaz. Piazza Trento e Tr i e s t e

A s faltatura Strada Trasparente e dossi strada delle Selve

Recupero spazi e ristrutt. Parziale edificio scolastico

R i q u a l i ficazione area ve r d e

A d eguam.to illuminazione pubblica con lampade a LED

S O M M A N O

D E S C R I Z I O N E

Ulteriori lavori riqualificaz. Edificio scolastico

Consolidamento e ristrutturaz. Ex chiesa S. Giova n n i

Messa a norma nuova sede biblioteca

D E S C R I Z I O N E

Manutenz. Straordinaria immobili zona sportiva

Ulteriori interventi messa a norma edificio scolastico

Completamento riqualificaz. Via Piave

R i o rganizz.ne archivio comunale

L AVORI ESEGUITI NEL 2011

I M P O RTO

6 1 . 4 0 0 , 0 0

4 0 . 0 0 0 , 0 0

2 9 . 0 0 0 , 0 0

1 5 . 4 0 0 , 0 0

2 0 . 0 0 0 , 0 0

4 0 6 . 0 0 0 , 0 0

3 0 . 0 0 0 , 0 0

2 4 0 . 0 0 0 , 0 0

8 4 1 . 8 0 0 , 0 0

L AVORI GIA’F I NA N Z I AT I

S O M M A N O

I M P O RTO

1 2 0 . 0 0 0 , 0 0

2 5 6 . 0 0 0 , 0 0

4 5 . 0 0 0 , 0 0

4 2 1 . 0 0 0 , 0 0

P ROGETTI IN CORSO DI FINA N Z I A M E N TO

S O M M A N O

I M P O RTO

4 0 . 0 0 0 , 0 0

1 2 0 . 0 0 0 , 0 0

3 0 0 . 0 0 0 , 0 0

4 5 . 0 0 0 , 0 0

PROTEZIONE CIVILE

Riguardo al servizio di Protezione Civile

ci eravamo lasciati lo scorso anno con

l’approvazione del Regolamento Comunale

di Protezione Civile. In questo anno si è

costituito nell’ ambito dell’ Associazione

Nazionale Carabinieri un Nucleo Vo l o n t ariato

e Protezione Civile. È iniziata una proficua

collaborazione con il Comune soprattutto

nei giorni in cui ci sono stati eventi di

rilievo. Voglio cogliere l’occasione per gli

auguri e ringraziarli pubblicamente per la

correttezza e professionalità dimostrata.

L’obbiettivo del Comune rimane comunque

quello di creare le condizioni per cui si

possa arrivare alla formazione di un Nucleo

Comunale di Protezione Civile. Questo,

essendo iscritto all’albo regionale, potrebbe

accedere più facilmente a finanziamenti

diretti o partecipare ai corsi che la

5 0 5 . 0 0 0 , 0 0

Regione o la Provincia effettuano durante l’

anno. Nel frattempo stiamo comunque verificando

la possibilità di poter acquisire

una macchina da mettere a disposizione

S TATO LAV.

u l t i m a t i

u l t i m a t i

u l t i m a t i

u l t i m a t i

u l t i m a t i

u l t i m a t i

In corso

a p p a l t a t i

S TATO LAV.

In corso di appalto

Completata progettaz. Avviate proced.

a p p a l t o

Comunicato cofinanz.to reg i o n a l e

24.000 Euro

S TATO LAV.

Dichiarato ammiss.le a finanz.to reg i on

a l e

Richiesto cofinanziam MIUR x

60.000,00

Richiesto cofinanz. Regionale 150.000

Presentata richiesta cofi n a n z i a m e n t o

dell’attuale Nucleo Protezione Civile dell’

Associazione Carabinieri per dotarli di un

minimo di attrezzatura riconoscibile anche

negli spostamenti.

Ass. Protezione Civile

Marco Rosati

1 3


B I B L I O T E C A

Una nuova sede per la biblioteca comunale

I l

trasloco da via Piave a via Roma non ha rappresentato soltanto un evento logi -

stico e organizzativo (locali più ampi e confortevoli, in grado di ospitare un

maggior numero di volumi) ma anche un'occasione per valorizzare e in -

crementare tutte le attività collaterali a quella istituzionale della biblioteca.

Il 2012 si aprirà con l’inaugurazione

dei nuovi locali della

biblioteca. È stato infatti fi s s ata

per il 21 gennaio la data per

1 4

l’apertura ufficiale della nuova

struttura, anche se i locali

hanno già ospitato negli ultimi

mesi del 2011 corsi e attiv i t à .

Tale scelta è stata motiva t a

dall’esigenza di mantenere

una continuità nell’apertura e

n e l l ’ o fferta dei servizi. Contemporaneamenteall’inaugurazione

verrà aperta al pubblico,

presso la Sala Conferenze,

la mostra dello scultore

Omero Piccione, che accoglierà

120 medaglioni fusi dedicati

alla Divina Commedia.

Il 2011 non è stato caratterizzato

unicamente dall’orga n i zzazione

del trasloco. Non si è

arrestato, infatti, lo sviluppo

della biblioteca, né è diminuito

l’impegno per migliorare

ciò che è stato realizzato neg l i

ultimi tre anni.

Per quanto riguarda l'aff l u s s o

e le donazioni di libri, quelli a

tutt'oggi in dotazione hanno

raggiunto, e superato, i 10.000

volumi. In questo contesto assumono

un rilievo particolare

le donazioni, quella in continua

crescita costituente il

Fondo Mariani, la donazione

Beatrice Nucci, nonchè la donazione

di libri per l'infa n z i a

di Luisa Marani.

Circa le altre iniziative, sono

stati riproposti con successo i

corsi di formazione per adulti,

mentre per gli utenti più giovani

sono stati avviati in prim

avera diversi incontri di educazione

ambientale e altre attività

di carattere ludico-creativo.

Infine per i bambini e i ragazzi

è proseguita l'attività di

"aiuto compiti"e, da questo

autunno, un corso di inglese

adattato alla loro età, realizzato

con la gentile collaborazione

di Alaistair e Helen Ward.

La biblioteca ha aderito alle

celebrazioni per i 150 anni

dell' Unità d'Italia, orga n i zzando

due conferenze, la

prima dal titolo "Dallo Statuto

Albertino alla Costituzione"

tenuta dall'Av v. Temperanza, e

la seconda su "Le intellettuali

umbre del Risorg i m e n t o " t e n uta

dalla prof.ssa Nardi, docente

presso l'Università deg l i

Studi di Perugia.

Nel mese di maggio la biblioteca

ha partecipato alla manifestazione

nazionale "Il maggio

dei Libri", organizzando la

presentazione della raccolta di

racconti di Caterina Battilana

"Mio, tuo, suo" ( con letture di

Vanni De Lucia e Pa o l o

Malco), e ha incontrato le

scrittrici Lidia Ravera e Caterina

Bonvicini. Entrambi gli

incontri sono stati realizzati

con l‘autorevole coinvo l g imento

della scrittrice Sandra

P e t r i g n a n i .

A luglio, inoltre, si è ripetuta

per il terzo anno l'adesione all'

i n i z i a t iva del Comune di Narni

"Gioca la luna", con l'apporto

fondamentale dell'Associazione

Sportiva Pega s o .

Questa sia pur sommaria rass

egna non vuole essere tanto

una forma di autogratifi c a z i one

della nostra attività, quanto

la motivazione e il presupposto

di auspici e aspettative sia

da parte nostra - che operiamo

ogni giorno in biblioteca - sia

di quanti usufruiscono deg l i

spazi e dei servizi a disposizione.

La maggiore di tali

a s p e t t a t ive – che poi coincide

con l'auspicio principale –

consiste nella speranza di una

maggiore affluenza e partecipazione

da parte dei giove s i .

Soltanto tenendo presenti tali

premesse sarà possibile, infa tti,

realizzare l'avvio e lo sviluppo

di nuove iniziative culturali

delle quali la biblioteca

rimarrà il fulcro e la sede più

appropriata.

L a u ra Vink e Ve ronica Bocci


M A N I F E S T A Z I O N I

Manifestazioni varie

Le giornate della sicurezza a scuola

La presentazione del libro “Guerra nell’Amerino”

La consegna della Costituziona Italiana ai diciottenni

La mostra “Cavour e il suo tempo”

La gioia per la promozione

della squadra di calcio

nel campionato di 2° categoria

1 5


L A M I N O R A N Z A

Tirare le somme del lavoro

svolto è sempre

compito arduo. Il nostro

lavoro come gruppo consigliare,

anche se tra

molte difficoltà, è in fase

di piena attività. Diff icoltà

dovute anche al

fatto che si è dovuto far

fronte alle dimissioni di

due dei nostri Consiglieri,

Gianfranco Lattanzi ed

Enrico Masciarri, con il

relativo ingresso dei

nuovi Consiglieri Franca

De Bartolo e Stefano Secondi.

Ai Consiglieri

uscenti, le cui motivazioni personali e lavorative

ne hanno impedito il proseguimento

dell’attività istituzionale, vanno i

nostri ringraziamenti per il prezioso contributo

apportato al nostro progetto.

Progetto che fin dall’inizio avevamo indirizzato

verso una strada ardua. Facile sarebbe

stato solamente criticare l’operato o

l’assenza dell’attuale Amministrazione su

parecchi aspetti della vita quotidiana

della nostra Società. Invece è nostra intenzione

far si che le nostre idee interagiscano

con l’intera amministrazione per perseguire

l’unico obiettivo possibile, quello

di veder crescere il nostro territorio e una

attenzione totale verso i nostri concittadini.

Capacità, equità e onestà con una

buona dose di impegno e passione, crediamo

siano la ricetta giusta per svolgere

a pieno il nostro mandato. Questa nostra

scelta sembra per il momento essere non

gradita dalla attuale maggioranza. Di

fatto, a proclami o messaggi fatti anche

pubblicamente, dobbiamo riscontrare

una assenza nei fatti di contatti o coinvolgimenti.

È evidente che così siamo costretti

ad impiegare le nostre risorse soprattutto

per inseguire ciò che ha deciso la Giunta

o che approva la maggioranza lasciando

a noi la sola contrapposizione.

Fioccano le decisioni che a noi non piacciono

o sembrano sbagliate come le fort i

critiche da noi mosse alla mancata costruzione

del nuovo edificio scolastico o l’abbandono

totale di tutte le zone del paese

dove grandi e piccini possano trascorrere

momenti di gioco e relax. Oppure la nostra

preoccupazione per una mancanza

di politiche verso l’occupazione o progetti

1 6

Un anno di transizione

e studi verso una politica energetica dell’intero

territorio. Vogliamo parlare della

decisione, in un periodo dove incombono

problemi ben più gravi, di asfaltare stradine

di campagna? A breve si dovranno

gestire diminuzioni di entrate sia statali

che regionali ed un aumento vert i g i n o s o

delle spese, come peraltro già sappiamo.

Cosa si decide di fare? Lingue di asfalto!!!

A tutti noi il giudizio su come vengono

trattate sia la nostra terra che le nostre risorse.

Si potrebbe parlare a lungo altresì

della pressoché totale mancanza di attenzione

verso una gestione virtuosa dei rifiuti

urbani: NON facciamo diff e r e n z i a t a ,

NON facciamo raccolta porta a port a ,

NON facciamo volutamente funzionare

l’apposita commissione consigliare, e

ahimè NON facciamo informazione sull’argomento

.

Si potrebbe cominciare con l’organizzare

meglio il servizio con il sensibilizzare i cittadini,

in particolare i più giovani, magari

con progetti mirati presso le scuole, o invitando

la grande distribuzione (es. la

Coop) a introdurre la vendita di prodotti

non pre-confezionati (es. distributori di

latte, bevande, detersivi, ecc ecc.). Ma vi

garantiamo che non ci scoraggeremo.

Anzi abbiamo in studio molti progetti ambiziosi

da portare alla luce, come ad

esempio l’istituzione di un’area protetta

lungo la valle del Tevere, un più puntuale

coordinamento comunale sugli insediamenti

produttivi di grande impatto ambientale,

su tutta una serie di iniziative

concrete per abbattere drasticamente la

produzione di rifiuti. Amare il proprio territorio

significa, per noi, anche iniziare

politiche di studio verso le nuove

realtà di insediamento che lo sviluppo

tecnologico continuamente

a p p o rta, economie ecosostenibili

o energie rinnovabili che siano, e

non esserne invece travolti ed ess

e rne conseguentemente vittime

lasciando poi sul territorio ferite

indelebili. Occorre porsi come

obiettivo primario di ritrovare la

strada che ci porti ad un processo

di rinnovamento e di crescita democratica

sociale e culturale .

Questa Comunità deve dire con

forza che esiste, uscire dall’isolamento

economico. Valorizziamo e

potenziamo i pregi di Giove che

sono: qualità della vita, senso di appart enenza,

ricordi condivisi, legami con la

terra, cose semplici che sono alla base di

una vita serena e piena. La voce dei cittadini

deve essere ascoltata di più, raccogliendo

le idee, i problemi e perché no

anche le lamentele, mediandole e forn e ndo

una adeguata risposta a tutti. Si deve

superare questa assenza nei fatti di contatti

e coinvolgimenti, non solo dei Consiglieri

di Minoranza, ma dell’intera cittadinanza,

e questo vale sia per l’attribuzione

di un nome ad una via o ad una sala, che

nella stipula di contratti di gestione di beni

pubblici, nella ristrutturazione o nella costruzione

di edifici pubblici o nel valutare

l’esigenza di edilizia popolare. Solo per

citare alcune problematiche di attualità.

Se una autocritica dobbiamo farci,

senz’altro è la carente comunicazione che

noi amministratori di minoranza abbiamo

con Voi cittadini. Nel senso che ancora

non riusciamo con puntualità ad inform

a rvi sulle attività che stiamo port a n d o

avanti con anche il supporto dei nostri

movimenti politici. Lacuna che colmeremo

nel più breve tempo possibile. Concludiamo

con un caro saluto a tutti i nostri concittadini,

con l’augurio che l’Anno nuovo

p o rti più serenità e fiducia nel futuro. Il

nostro pensiero va anche a tutti quei nostri

Connazionali che si trovano in uno stato

di particolare disagio a causa delle drammatiche

calamità naturali che hanno colpito

l’Italia in questi ultimi giorni.

Tanti Auguri di buone feste a tutti!!!

Gruppo Consigliare di Minoranza

“Progetto per Giove


M A R A T O N A D E L L ’ O L I O

La Maratona dell’olio… non solo festa

L a

seconda edizione della Maratona, svoltasi a Giove è stata molto piacevole e costruttiva. Le scuole

hanno partecipato con un loro progetto e mi sono trovata a correre da un tavolo all’altro per tro -

vare il ‘tesoro’ e per assaggiare le bruschette, le torte e l’ottimo paté di olive.

Il pomeriggio invece si è tenuta

la conferenza sull’olio di oliva ,

coordinata da Slow Food “Te r r e

dell’Umbria meridionale” e tenuta

dalla dottoressa Fiorava n t i

e dai ricercatori CNR Save r i o

Pa n d o l fi e Roberto Mariotti. Ho

imparato molte cose sulla coltivazione

dell’olivo e la produzione

dell’olio extra ve rgine e sulle

sue qualità anche salutari. In seguito

gli esperti hanno parlato

delle modalità della deg u s t a z i one

che permette di giudicare

sulla qualità obiettiva di un spec

i fico olio di oliva. Un piccolo

gruppetto di curiosi ha partecipato

a un rapido e improv v i s a t o

corso di degustazione di dive r s i

olii. E stato divertente, ma

anche sorprendente. L’0lio che

secondo i parametri era eccellente

non mi è piaciuto affatto al

primo impatto, ma aveva il dis

t i n t ivo di 3 olive, assegnato da

S l ow food, il che vuole dire

della più alta qualità. L’olio invece

che consideravo come un

olio buonissimo non aveva ottenuto

nessun’oliva. I professori

ci hanno spiegato con gentilezza

e non poca pazienza come mai

soltanto un olio dei campioni

portati da venti produttori della

nostra zona rispondeva alle esigenze

di qualità per ottenere

u n ’ o l iva. Gli altri diciannove

erano buoni, ma bisogna migliorare

la loro produzione per

a r r ivare ad un olio buono o perfino

eccellente, che potrebbe arr

ivare ad un prezzo di ve n d i t a

tre o quattro volte maggiore del

prezzo attuale.

Ecco in breve le diverse reg o l e

e precauzioni che si devono rispettare

per produrre un olio di

q u a l i t à :

1.La raccolta si fa fra metà ottobre

e la fine di novembre .

2.L e olive raccolte vanno sistemate

in cassette di plastica e

non nei sacchi per evitare la formazione

di muffa .

3.L e olive per terra non va n n o

raccolte.

4.Le olive raccolte si conservano

non più di 24 ore . Prima si

va al mulino per la molitura meglio

è.

5.In caso di mosca dell’oliva è

preferibile rinunciare alla racc

o l t a .

6 . L’olio va filtrato dopo la molitura,

perché sarà più concentrato

di sostanze salutari e si manterrà

più a lungo.

7.Pretendere dal frantoio la pu-

lizia di tutte le attrezzature

prima della molitura del proprio

o l i o .

Spero che il prossimo anno potremo

insieme ai produttori approfondire

questa materia.

C’è sempre da imparare nella

vita. Ogni anno il nostro olio

sarà di qualità maggiore se vogliamo.

Buon Natale e i migliori

auguri per 2012!

L a u ra Vi n k

1 7


L A S C U O L A

Giove chiama terra

F orse

non tutti sanno che la scuola media di Giove (per chia -

marla con il vecchio nome al quale siamo ancora affezio -

nati) può vantare insegnanti e produce studenti in grado

di raggiungere i massimi livelli in competizioni nazionali!!

Il 29 novembre, infatti, la III/A e la III/B del nostro

istituto sono state premiate a Roma, per essere arriva t e

seconde in un concorso nazionale che ha coinvolto 64

istituti scolastici di 13 regioni italiane per un totale di

circa 2500 studenti di 5 università, 37 scuole superiori

e 22 scuole secondarie di 1° grado.

UN BEL RISULTATO, NON C’E’ CHE DIRE!!

G I OVE CHIAMA TERRA…. ALLA SCOPERTA

DELLA NOSTRA IDENTITA’ C U LT U R A L E ,

questo è il titolo del lavoro che ha consentito di raggiungere

tale risultato. Ma vediamo di cosa si tratta

utilizzando le parole dei raga z z i .

L’idea nasce da una bellissima poesia di Eugenio

Montale “Non recidere, forbice, quel volto”, un’invocazione

perché la forbice-tempo non cancelli la mem

o r i a .

“La memoria è importante, è il filo rosso che ci collega

al passato e ci proietta verso il futuro. La memoria

custodisce le nostre radici, il percorso fatto: spiega il

presente e ci prepara al tempo che ve r r à .

Il nostro lavoro si intitola “Giove chiama Terra: alla

scoperta della nostra identità culturale”; abb i a m o

giocato un po’ con il nome del nostro paese che, a

dirla tutta, è veramente un altro mondo… IL NO-

S T RO MONDO!”.

Il lavoro è consistito in una ricerca “sul campo” eff e ttuata

dai ragazzi che, sotto la guida dei propri insegnanti,

hanno coinvolto le proprie famiglie e non

solo, di Giove e Penna, le quali hanno messo a disposizione

la loro memoria e le loro fotografie più care e

ingiallite per ricordare e ricostruire un mondo di lavoro,

di feste, di abitudini di vita, insomma, che non c’è

più e che andrebbe irrimediabilmente perduto senza

l’opera di questi ragazzi.

Il tutto è reso con mezzi di comunicazione multimed

i a l e .

Ma raccontare quest’impresa in queste poche righe

non rende giustizia né all’opera né agli autori perciò ci

proponiamo di creare un’occasione particolare ed apposita

per farla conoscere ed apprezzare a quanti più

g i ovesi e pennesi.

1 8

L’ a m m i n i s t razione comunale.


L A M A G G I O R A N Z A

Verso un nuovo risorgimento

I l

momento che stiamo vivendo è molto complesso e difficile per i problemi attuali di na -

tura economica , occupazionale e politica. Con il crollo spaventoso delle borse è definita

la peggiore crisi a livello mondiale: solo da poche settimane si è dimesso il governo Ber -

lusconi per le difficoltà di gestire tale situazione ed è subito nato il “governo Monti” di soli

tecnici, appoggiato da forze politiche più rappresentative a livello nazionale.

Possiamo definirlo un gove r n o

di unità nazionale; da qui lo sosteniamo

e ci crediamo sperando

che sia capace di mettere in

campo quelle soluzioni per riequilibrare

i conti attualmente

mal messi e rifar partire l’economia

con equità di interve n t o

fra le categorie che compongono

il tessuto nazionale, aspettandoci

anche decisioni impopolari.

Noi come amministratori seguiamo

passo dopo passo l’andamento

della situazione per

far fronte alle esigenze del nostro

Comune dove l’assessore

Ippoliti ci ha garantito fino ad

oggi la assoluta correttezza e

r egolarità nella gestione del bilancio.

Nonostante tale situazione con

l ’ i m p egno consapevole e coerente

di tutti gli amministratori

stiamo portando avanti quelle

i n i z i a t ive che sono nel programma

elettorale: scuola, via-

bilità, e sociale.

Da notare lo spostamento della

biblioteca ai locali ex suore

d ove possono gestire deg l i

spazi più ampi, lasciando liberi

i locali presso il distretto sanitario

per ottimizzare la gestione

dei servizi sanitari da defi n i r e

prossimamente in funzione

della creazione di un piccolo

polo sanitario comunale.

Ricordo che si sta facendo il

possibile per continuare la manutenzione

nelle strade comunali

di campagna per migliorare

la viabilità e la sicurezza.

Stiamo portando avanti delle

i n i z i a t ive per aumentare la raccolta

differenziata dei rifiuti.

Il 5 e 6 novembre si è svolta l’in

i z i a t iva della maratona dell’olio:

prodotto insostituibile sulle

nostre tavole per la “dieta mediterranea”,

che ha visto coinvolti

8 comuni del comprensorio

amerino: un successo per rilanciare

i nostri prodotti della

L

’anno 2011, a mio parere,

ha rappresentato, senz’altro,

un periodo di importanti realizzazioni

nella vita del Comune. Per quanto concerne le deleghe

assessorili che ho esercitato sino al mese scorso, le maggiori

novità hanno riguardato, da un canto, il potenziamento

d e l l ’ u fficio tributi, con l’assunzione di una dipendente e, dall’altro,

il lavoro, svolto a livello intercomunale, diretto a consentire

l’operatività del Centro Servizi di Attigliano, a sostegno

della promozione dell’intera area territoriale.

Resta pienamente confermato l’equilibrio del bilancio comunale,

anche grazie alla rilevante capacità di attingere a cofinanziamenti

per le opere pubbliche dimostrata dall’Amministrazione,

fattore che ha permesso di dare il via a diversi cantieri,

in un periodo di straordinaria difficoltà finanziaria per

gli Enti locali.Come sopra accennato, da circa un mese, per

ragioni di natura personale, relative all’avvio di una nuova e

più impegnativa attività lavorativa, ho ritenuto di dover rassegnare

le dimissioni da Assessore. Nel lasciare questo incari-

terra in particolare l’olio d’oliva,

un esperienza e un confronto

tra produttori esperti in oliv icoltura

e tecnici del CNR: il

dato più signifi c a t ivo che è

uscito fuori, è di puntare sulla

qualità per competere sui mercati,

per meglio facilitare la

vendita. Ricordo che solo pochi

anni indietro nel nostro comune

operavano più frantoi per la

macina delle olive. A t t u a l m e nte

non esistono più, ma se venissero

progetti per un nuovo

frantoio sia a livello privato o

in cooperativa, sicuramente

t r overebbero sostegno economico

dalla Regione e fa c i l i t azioni

dall’amministrazione comunale.

Ci preoccupa la situazione in

cui versano alcuni terreni agricoli

che, anche se a macchia di

leopardo, sono abbandonati e

quindi lasciati incolti; sono oliveti

e anche terreni pianeg g i a nti

dove solo pochi anni indietro

Un rinnovato impegno

vi era abbondante produzione

di cereali facendo economia.

Su questo fenomeno nega t ivo

le istituzioni e lo stato devo n o

fare più attenzione, monitorando

il territorio affinché non

ve n ga deturpato dalla mano

dell’uomo e prendere i dov u t i

p r ov vedimenti per rilanciare

l’agricoltura per una economia

sana sicuramente sostenibile.

Tra tante cose buone e meno

buone da segnalare una iniziat

iva sicuramente buona. Il brigadiere

dei carabinieri, che

tutti conosciamo, Fabio Pesciolini,

nell’ambito della sezione

carabinieri di Giove, ha costituito

un nucleo di protezione

c ivile che opera nell’interesse

della sicurezza dei cittadini.

Mi auguro che le istituzioni

presenti nel territorio amerino

possano aiutare a crescere nell’interesse

della società questo

gruppo, nato solo da pochi

mesi con tante difficoltà.

Come da nostro programma

elettorale, siamo attenti a portare

avanti la politica di va l o r i zzare

i giovani presenti in consiglio

comunale, e con le dimissioni

di Adriano Ippoliti da assessore,

causa nuovo impeg n o

di lavoro, abbiamo ritenuto nominare

il consigliere Marco

Ruco assessore. A lui auguro

buon lavoro.

Il capogruppo di maggioranza

Giuliani Alvero

co, ho voluto manifestare al

Sindaco, oltre al mio personale

ringraziamento per la fiducia

accordata e per il clima di armonia che ha contrassegnato

i lavori della Giunta, anche un apprezzamento, che ritengo

giusto qui ricordare, per l’impegno ed il lavoro dei dipendenti

comunali, in un quadro generale ove l’operatività degli

u ffici è resa sempre più complessa dal processo di profonda

rivisitazione dell’organizzazione degli Enti locali.

Proseguirò, con rinnovato impegno, nello svolgimento del

ruolo di consigliere comunale, cercando di promuovere quei

valori e quelle istanze che hanno ispirato il programma della

lista uscita vincitrice dall’ultima competizione elettorale.

Voglio, infine, formulare uno speciale augurio di buon lavoro

al consigliere Marco Ruco, giovane nuovo Assessore che,

sono certo, saprà apportare il suo originale contributo all’azione

dell’Amministrazione.

Adriano Ippoliti, consigliere comunale

1 9


2 0

S P A Z I O A S S O C I A Z I O N I

L a

A s s o c i a z i o n e

Culturale Il Leccio

nostra è un’Associazione Culturale di volonta -

riato, senza scopo di lucro, regolarmente iscrit -

ta al Registro delle Associazione di Perugia.

Operiamo da circa 11 anni e,

n egli ultimi anni, abbiamo concentrato

le nostre forze su alcune

a t t ività ricorrenti: dal Carneva l e

o rganizzato con alcune associazioni

giovesi, alla consueta

“Musica e parole”, rassegna di

musica e parole, trasformata

ormai in spettacoli teatrale quale

“Caino e Abele”, “Aggiungi un

posto a tavola” e “Rinaldo in

campo”, con la collaborazione

de “I cantastorie”, un gruppo di

r a gazzi, amanti anch’essi del

teatro. Le nostre attività riprendono

poi con l’avvicinarsi del

Natale… e da qui gli incontri

settimanali con i ragazzi per la

realizzazione di addobbi per

guarnire gli alberi dei neg o z i a n t i

del paese, l’apertura del “Mercatino

di Natale”, che serve come

a u t o finanziamento per l’associazione

e che vede in vendita oggetti

realizzati a mano, fino al

“Concerto di Natale”, che ve d e

il Coro “Gabriele Chiodi” intervallato

a brani e poesie sul Natale.

Ma nel resto del tempo non

stiamo con le mani in mano!!! Il

mercoledì pomeriggio c’è “Il

pomeriggio con thè”, dove le

nostre signore si incontrano e

realizzano i manufatti che poi

verranno donati o venduti. Insomma,

con “Il Leccio” c’è

sempre qualcosa da fa r e ! ! !

Ass. Culturale Il Leccio

C.so Mazzini n. 93/a

05024 Giove (TR)

Tel. 0744992058

Mail.: anva g g e @ t i s c a l i . i t

Siamo su Facebook: basta cercare

Il Leccio!!!

Associazione Turistica Pro Loco Giove

Fine anno di consuntivi delle attività svolte durante il 2011 e un preventivo dei programmi da attuare

per l’anno che arriverà, questo è quello che sta impegnando la nostra Pro Loco in questi

g i o rn i .

È continuato e continuerà l’impegno di tenere aperti gli uffici della sede come punto di inform a z i one

turistica: il risultato è decisamente positivo, sempre più persone si fermano a chiedere inform azioni

e suggerimenti su cosa visitare nel nostro paese e nel territorio.

Continua l’impegno della gestione della Sala Polivalente, sempre più gravoso per le energie profuse , ma soddisfacente per i

risultati: aumentano le richieste dell’utilizzo di questi spazi e aumentano i complimenti per la buona gestione che comport a n o

anche un aumento delle strutture che si mettono a disposizione.

Continua l’impegno per l’organizzazione del festival “IL SOLE, LA LUNA” che arriverà alla 20^ edizione! Riappropriarsi

completamente di Giove vecchio utilizzando il magnifico scenario naturale per questa nostra manifestazione, rende ancora

più suggestivo lo sfondo agli spettacoli che proponiamo e che ormai fanno parte di un bagaglio culturale riconosciuto anche

dalla regione e dai nostri ospiti che, mai come quest’anno, sono stati così numerosi.

Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti gli abitanti del nostro paese, che contribuiscono sempre con grande passione e

amore alla crescita delle nostre iniziative.

Un augurio a tutti di un buon Natale e uno splendido anno per il 2012.

Vi aspettiamo, per festeggiare tutti insieme, al cenone alla Sala Polivalente.

Auguri, auguri, auguri…


S P A Z I O A S S O C I A Z I O N I

Associazione Nazionale

Reduci e Combattenti

L ’anno

che sta per terminare è stato ricco

di iniziative vista la ricorrenza del 150°

anno dell’unità d’ Italia. Il 17 Aprile,

giorno della ricorrenza, è stata organizzata

una cerimonia presso il monumento ai caduti;

il 19 di aprile una nostra delegazione

con i rappresentanti

dell’amministrazione comunale

si è recata a Bagnoregio per

ricordare il primo caduto giovese

– Achille Porcacchia - del

periodo risorgimentale nella

battaglia svoltasi nell’anno

1866 appunto nella cittadina

allora chiamata Bagnorea.

Nel mese di giugno abbiamo

o rganizzato un pelleg r i n a g g i o

ad Assisi presso il cimitero militare

inglese e visitato la città.

La prima domenica di settembre

abbiamo allestito la mostra

“Oggettistica militare e antichità

rurale” arrivata alla nona

e d i z i o n e .

Il 4 Novembre con gli alunni

delle scuole medie ed elementari

è stata ricordata la giornata

del compimento dell’unità

d ’ Italia. Dopo una laboriosa

ed accurata ricerca è stato portato

a termine il libro intitolato

“Guerra nell’ amerino” riguar-

dante il periodo degli anni

1943-1945 dove vengono descritti

i fatti di guerra del nostro

territorio ed i racconti dei

nostri ex combattenti che

hanno partecipato alle va r i e

campagne in tutto il mondo

nella seconda guerra mondiale.

Cogliamo l’ occasione per ringraziare

tutti coloro che ci

hanno fornito notizie; un particolare

ringraziamento lo dedichiamo

a Mario Marian,i come

autore del libro, il quale si è

i m p egnato gratuitamente alla

scrittura ed all’amministrazione

comunale che ne ha patrocinato

e finanziato la pubblicazione.

Il libro è in vendita presso

le edicole e cartolibrerie.

A tutti porgiamo auguri di

“ BUONE FESTE”.

Il responsabile

Giuliani A l v e ro

Il presidente

Santini Romolo

Comitato San Giovanni

2 0 1 2

A nche quest'anno si è costituito, dall'incontro delle classi

1987 e 1962 il nuovo comitato festeggiamenti S. Giovanni

2012. A noi venticinquenni e cinquantenni il compito

di far fronte ai numerosi impegni, dalle serate danzanti che

avranno inizio i primi giorni di Gennaio per passare alle

celebrazioni in onore del nostro Santo Patrono e concludere

con quelle della Madonna del Perugino. Il nostro calendario

è inoltre denso di eventi legati alla tradizione quali, la festa

di S. Antonio, S. Valentino e la festa delle donne ma anche

di numerose iniziative che saremo lieti di proporvi nel corso

dell'anno. È nostra intenzione lavorare con il massimo dell'impegno

e dell'entusiasmo. Ringraziando anticipatamente

tutti coloro che vorranno accordarci il loro sostegno, cogliamo

l'occasione per augurare a tutti, Giovesi e non, Buon

Natale e Felice Anno Nuovo.

Il Comitato Festeggiamenti 2012

C o m p o s i z i o n e

Presidente: Ilaria Lalli

Vicepresidente: Fabio Ve n t u r i

Cassiere: Marco Quadraccia

Segretario: Carlo Papalini

Segretario verbalizzante: Vanessa Bordoni

Revisori dei conti: Stefano Asciutti, Gianfranco Lattanzi

Consiglieri: Fabio Beranzoni, Michele Falischia, Miria Secondi,

Fabiola Proietti, Antonio Bernardini, Patrizia Cianfan

e l l i

2 1


S P A Z I O A S S O C I A Z I O N I

2 2

La stagione calcistica

2011/2012

presenta delle

sostanziali novità

Pa rtiamo innanzitutto dal rinnovo delle cariche “più prestigiose”

che vede come nuovo presidente Ve n t u r i

Mauro, pur avendo comunque l’onorevole presenza di un

presidente onorario quale Raimondo Astarita, da noi tutti

considerato una presenza fondamentale.

Come vice-presidente figura Moscatelli Samuele, ben più

giovane dei primi due ma non meno esperto e poi, via via,

tutti gli altri con qualche fresco innesto, tutti ovviamente indispensabili

per la riuscita di ogni iniziativa.

L’altra novità è sicuramente il cambiamento della denominazione

della nostra società, la quale passa dall’originario

A.C.D. Giove 2002 al nuovo U.S. Giove A.S.D., ovvero

Unione Sportiva Giove, perché di fatto si tratta di un’unione

di intenti e di sacrifici da parte degli atleti e dei dirigenti

verso la realizzazione di tutti i nostri obiettivi, in part i c o l a r e

quello di coinvolgere sempre più i giovesi in un unico denominatore

comune: lo sport.

È da tempo, infatti, che ci impegnamo a far sì che i giovani

siano protagonisti in prima persona a portare in ogni luogo

il nome del proprio paese con orgoglio, lealtà e quel pizzico

di agonismo che non guasta mai.

Le nostre squadre sono, ormai da anni, ben due: quella di

calcio a 5, principalmente composta da ragazzi di Giove e

qualche elemento proveniente da paesi vicini come il vecchio

capitano Marco Paoluzzi. Tale squadra, guidata dal

mister Maurizio Beritognolo, milita nel campionato di serie

D con la speranza che presto, con la dedizione e l’impegno

di tutti, potrà togliersi meritate soddisfazioni.

L’altra squadra di calcio è quella che partecipa al campionato

regionale di II categoria, capitanata dal mister Mauro

F o rtunati che con la propria voglia di fare ha condotto e

continua a condurre i ragazzi nel passaggio di categoria,

con l’auspicio di realizzare una buona stagione.

L’ultima importante novità è costituita dalla splendida iniziativa

che abbiamo realizzato nell’estate scorsa e che ripeteremo

intorno alla metà di luglio 2012 costituita dalla

Sagra della Zucchina, che grazie alla presenza dello chef

Stefano Forti, e delle nostre cuoche, è stata un vero successo.

Con l’invito a vedervi tutti sempre più numerosi alle nostre

manifestazioni, sperando di non deludere mai le vostre

aspettative, auguriamo – giocatori, allenatori e dirigenti

tutti – un Buon Natale e un Felice Anno Nuovo.

U.S. Giove A.S.D.

Associazione volontariato

giovese E. Berti Marini

A mici,

ci ritroviamo ancora, in queste poche righe, in

occasione di un nuovo passaggio. Terminiamo insie -

me l'avventura di questo anno 2011 ed insieme ci

accingiamo ad accogliere l'anno venturo, ansiosi di cono -

scere quanto ci porterà e desiderosi di viverlo appieno.

Possiamo dire che l'anno

che volge al termine è

stato pieno e diffi c i l e .

Le traversie che tutti abbiamo

affrontate, nelle

più diverse forme, nei più

disparati campi e di molteplici

entità, tuttav i a ,

nella nostra dimensione

hanno avuto un denominatore

comune.

La voglia di fronteggiarle insieme

con lo spirito di sempre.

È nostro immenso piacere ricordare

che proprio questo

anno ha visto realizzate diverse

iniziative culturali e

sociali che hanno spaziato

dalla presentazione di libri, a

conferenze su diversi temi di

interesse storico/scientifi c o ,

da manifestazioni e festiva l

sino a mostre di pittura, da

laboratori artistici ad impegni

di carattere “operativo ”

con servizi a favore della comunità

e raccolte da va l o r i zzare

nei circuiti del riciclo -

la sola raccolta dei tappi consentirà

la prossima donazione

di una sedia a rotelle all'ospedale

di Amelia .

Per tutto questo, tra l'altro,

r ivolgiamo un caloroso ringraziamento

anche a tutte le

persone e le associazioni dei

comuni limitrofi e dell'area

con le quali abbiamo trova t o

piena, immediata e fa t t iva intesa.

Con orgoglio, inoltre,

rammentiamo le iniziative

che abbiamo sostenute e promosse

in occasione del 150°

anno dell'Unità d'Italia che

abbiamo celebrato qui a

G i ove, assieme a tutta la cittadinanza,

con quello spirito

di partecipazione e sentita

appartenenza che ci è proprio.Siamo

fieri e grati, inoltre,

per tutto il lavoro dedicato

allo spostamento della Biblioteca

comunale dalla precedente

alla nuova sede che,

grazie alla disponibilità del

Comune, lancia la struttura

verso il suo ampliamento e

valorizzazione affinché dive

n ga sempre più un "fi o r e

all’occhiello" della nostra

c o m u n i t à .

Ecco dunque, è con queste

premesse che ci affa c c i a m o

alla sfida del nuovo anno,

c o n d ividendo con tutti voi il

calore delle imminenti festività

ed augurando che doni

serenità e gioia nell'attesa

della prossima stagione, che

speriamo sarà per tutti foriera

di bene.

A u g u r i ! !


S P A Z I O A S S O C I A Z I O N I

L’Unità d’Italia: un anniversario che non si tocca

Sta volgendo al termine l’anno

di celebrazione straordinaria

dei 150anni dell’unità d’Italia

che ha visto con grande org oglio

la partecipazione di tutta la

cittadinanza alle varie cerimonie

e manifestazioni sia locali

che nazionali lanciate e vo l u t e

dal presidente della repubblica

Napolitano. L’ A m m i n i s t r a z i one

comunale e le associazioni

nell’arco dell’anno hanno dato

vita a diverse iniziative, sia al

monumento ai caduti, sia presso

la sala polivalente; inoltre

per un mese è stata esposta la

mostra su Cavour presso la sala

“Maestre Moriconi”.

Sono stati ricordati gli uomini

illustri del periodo risorg i m e ntale:

Mazzini, Cavo u r, Garibaldi,

Vittorio Emanuele II, che fu

il primo Re d’ Italia; a loro

sono intitolate vie e piazze;

Corso Mazzini, Via Cavour e

B o rgo Garibaldi nel centro storico.

U L T I M ’ O R A

Gara distribuzione gas - Com’è la situazione?

L

’anno che sta finendo ha visto un

f o rte impegno del Comune di Giove ,

in qualità di capofila del raggruppamento

di 14 comuni, e dei consulenti

della soc. ABN nel portare avanti la

gara di appalto che è stata finalmente

indetta nel mese di luglio.

La forte opposizione delle grandi aziende

di gestione, che hanno visto in pericolo

i loro enormi profitti ed hanno fatto

ricorso al TAR, ha provocato la sospensione

della gara in attesa del pronunciamento

del TAR nell’udienza di merito

che si avrà nel mese di febbraio 2012.

Il ricorso al Consiglio di Stato contro la

sospensiva del TAR avanzato dal raggruppamento

di comuni è stato respinto

con la motivazione che l’udienza di merito

del TAR sarebbe avvenuta entro

breve tempo.

Questi uomini di grande

p r o filo e alto valore patriottico

hanno guidato

l’Italia verso il compimento

dell’unità nazionale

conclusasi con la fi n e

della prima guerra mondiale

il 24 nove m b r e

1918, dove il nostro esercito

ha riportato una grande

vittoria.

Nel nostro paese abbiamo

una strada intitolata Vi a

P i ave, quel fiume considerato

sacro per ave r

visto morire tanti fanti del

nostro esercito durante la

prima guerra mondiale;

citiamo anche Piazza Trento e

Trieste, città sempre italiane

storiche liberate al termine

della prima guerra mondiale.

Dal 17 di aprile, il giorno della

ricorrenza dell’Unità, il paese

lo abbiamo visto imbandierato

di tricolori non solo nel centro

urbano ma anche nelle case e

ville di campagna, segno dei

valori di attaccamento alla patria

per la quale nel periodo ris

o rgimentale sono stati fa t t i

tanti sacrifici e versato molto

sangue. Nel nostro paese contiamo

oltre trenta caduti per la

causa dell’unità d’Italia dal

1861 al 1918, i loro nomi sono

Il ricorso al Consiglio di Stato era motivato

dalla necessità di abbreviare i

tempi stabiliti dal TAR, perché potrebbe

succedere che prima di tale sentenza

vengano approvati dal governo nuovi

criteri per l’indizione ed il completamento

delle gare di appalto che renderebbero

vani gli sforzi fatti finora per ottenere

condizioni più vantaggiose da parte dei

comuni nei confronti delle aziende appaltatrici

della distribuzione del gas e

renderebbero inutile anche una sentenza

del TAR a noi favorevole.

P u rtroppo ormai non ci resta che aspettare

febbraio.

incisi nelle lapidi all’interno

del monumento ai caduti.

Prendendo atto di tutte le vicissitudini

e sacrifici della storia

r i s o rgimentale, ci auguriamo

che nessuno possa tentare di

minare l’unità nazionale.

Alvero Giuliani

2 3

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully!

Ooh no, something went wrong!