Le malattie dei pesci in acquario. - Amtra

amtra

Le malattie dei pesci in acquario. - Amtra

Le malattie dei pesci in

acquario.

Quali malattie contraggono i pesci

ornamentali? E per quale ragione?

Ecco come riconoscere e scoprire le

malattie, eliminarne le cause e prevenirle

in modo ottimale.

1


L‘acquario dà più gioia se

i pesci sono sani.

Come si riconosce una malattia, in un pesce?

Come la si cura nel modo corretto? E cosa

si può fare per evitare che le malattie insorgano

all‘interno dell‘acquario? Nelle pagine

seguenti il Dr. Biffar, uno dei pochissimi veterinari

in Germania specializzati in pesci ornamentali,

vi dà consigli preziosi sulla salute e

la cura dei vostri pesci. Così potrete sempre

godere appieno delle gioie di un acquario.

Grazie ai nuovi prodotti della serie amtra medic tutti gli appassionati di acquari

avranno a disposizione una „Farmacia domestica“ completa che copre tutti i sintomi

e le malattie dei pesci curabili con i principi attivi acquistabili senza ricetta.

Colorazioni cutanee anormali,

colorimenti, arrossamenti

2 3

Indice

amtra medic pagina 4

Malattie dei pesci ornamentali pagina 5

Danni alle pinne, pinne chuise ecc. pagina 6

pagina 8

Opercolo branchiale sporgente, dispnea pagina 10

Micosi pagina 12

Punti bianchi sulla pelle pagina 14

Crescita stentata, feci bianche, malattia del buco pagina 16

Prevenzione pagina 18


amtra medic

Il sistema amtra offre agli appassionati di acquari

una farmacia domestica completa.

amtra medic da 1 a 5 rappresenta una nuova generazione di farmaci,

i quali rendono il programma amtra medic un ausilio medico completo

e facile da utilizzare. Esso copre tutte le principali malattie dei pesci orna-

mentali. Contrariamente alle classiche soluzioni farmacologiche, amtra

medic 2, 3, 4 e 5 contengono principi attivi puri in forma di tavolette.

Grazie a tale caratteristiche, dare aiuto ai pesci ammalati è facile come

mai prima d‘ora. La stabilità dei principi attivi è notevolmente più elevata

nella forma solida e asciutta rispetto a quanto accade nei liquidi e in tal

modo garantisce che la costanza dell‘efficacia sia duratura.

amtra medic 2, 3, 4 e 5 si basano ciascuno su un singolo principio

attivo. Così si possono curare le malattie in modo assolutamente mirato:

senza gli effetti, soprattutto quelli collaterali, di sostanze che nel caso

specifico non hanno ragione di essere utilizzate. Tali monopreparati

sono tollerati in misura sensibilmente maggiore, fatto che può avere

un‘importanza vitale in animali molto indeboliti. Se sono presenti diverse

malattie o affezioni difficili da identificare, i principi attivi di amtra medic

2, 3, 4 e 5 possono essere somministrati contemporaneamente in modo

mirato e senza alcun rischio. Questa magnifica possibilità di combinare

i preparati sia tra loro che con antibiotici e antiparassitari soggetti a

prescrizione ha già dato eccellenti risultati in ambito professionale.

Un vantaggio decisivo è anche rappresentato dal fatto che le modalità di

trattamento registrate nella letteratura di settore possono essere applicate

molto facilmente con l‘utilizzo dei prodotti amtra medic, poiché tutti i

principi attivi essenziali si riscontrano in un determinato prodotto:

Principio attivo consigliato > Prodotto amtra

Verde malachite (ossalato) ......amtra medic 1

Inoltre i prodotti amtra medic offrono una grande varietà di possibilità di

utilizzo aggiuntive. Ad esempio amtra medic 2, grazie all‘effetto positivo

sulla capacità del sangue di creare legami con l‘ossigeno, rappresenta un

valido aiuto per aumentare la sicurezza e il comfort dei pesci durante i

trasporti ed evita inoltre micosi delle uova, costituendo un ausilio prezioso

per gli allevatori. amtra medic 3 a concentrazioni elevate può essere

utile anche come disinfettante ad alta efficacia per l‘acquario e gli

accessori. Grazie alla grandissima biodegradabilità si riduce rapidamente

al minimo anche il rischio per i pesci. Lo stesso vale altresì per

amtra medic 4.

Le malattie dei pesci ornamentali:

sintomi, trattamento e prevenzione.

La maggior parte delle malattie che compaiono nei pesci sono malattie

infettive, causate da virus, batteri o parassiti. Se gli agenti patogeni

possono moltiplicarsi in gran numero sul corpo del pesce o all‘interno

dello stesso, essi provocano danni all‘organismo dell‘animale in maniera

notevole, sottraendo sostanze di importanza vitale di cui necessitano

per il proprio metabolismo, o producendo, attraverso i propri processi

metabolici, sostanze velenose per il pesce. Ambo le situazioni si ripercuo-

tono negativamente sul benessere dei pesci e portano a malattie che si

manifestano con i sintomi più disparati.

La possibilità di eliminare con successo l‘agente patogeno e di riportare i

pesci ad uno stato di salute completa è maggiore tanto più si interviene

tempestivamente ed in modo mirato contro le malattie infettive. Pertanto

ogni appassionato di pesci dovrebbe sentirsi in dovere di controllare

regolarmente e in modo accurato i propri animali. Infatti solo riconos-

cendo precocemente le malattie e gli agenti patogeni infettivi che le

hanno scatenate si possono curare e combattere senza che si abbiano

4 5

vittime.

Nelle pagine seguenti vengono descritti i sintomi più comuni che compa-

iono nei pesci ornamentali. Inoltre vengono nominati gli agenti patogeni

Blu di metilene .........................amtra medic 2

e le cause, vengono spiegate le possibilità terapeutiche corrette e anche le

Chloramina T ...........................amtra medic 3

modalità di una prevenzione ragionevole.

ornamentali

Acriflavina ...............................amtra medic 4

pesci

Metradinazolo .........................amtra medic 5

dei

Ogni prodotto amtra medic corrisponde ad uno dei principi attivi indispensabili per la

guarigione delle malattie dei pesci ornamentali. Malattie


Danni alle pinne, pinne chuise ecc.

Sintomo 1:

Fusione delle pinne, danni alle pinne, pinne chuise.

Scalare (Pterophyllum scalare - in alto) e Guppy (Poecilia reticulata - in basso) con pinne

dorsali chuise e fusione di grado elevato del tessuto della pinna caudale, situazioni che

insorgono a causa di infezioni batteriche e parassitarie.

Quadro patologico: Le pinne della maggior parte dei pesci sono mem-

brane molto sottili, ben irrorate dal sangue, tese sui raggi. Molti agenti

patogeni preferiscono questi punti per i loro insediamenti. Di conse-

guenza insorgono danni facilmente osservabili, che si manifestano con

lacerazioni e/o colorazioni anormali della superficie dei margini delle

pinne. Tali sintomi si riconoscono al meglio sulle pinne dorsali e sulle

pinne caudali.

Agente patogeno: I batteri costituiscono la causa principale. Però anche

parassiti monocellulari, innanzitutto l‘Icthyobodo necator (Costia), o vermi

della cute possono insediarsi sulle pinne e portare a fusione delle stesse.

Terapia: amtra medic 3 è indicato come terapia. In tal modo si combat-

tono in maniera mirata i batteri esterni e i vermi della cute. È possibile

una terapia combinata o una terapia successiva con amtra medic 4, per

eliminare anche una possibile infezione da Costia. Nei casi in cui una

micosi si è già diffusa alla base delle pinne si deve inoltre effettuare una

successiva terapia con amtra medic 2.

Prevenzione: Poiché la cute sensibile delle pinne reagisce molto rapida-

mente a valori chimci sfavorevoli, essi devono essere controllati regolar-

mente. Particolarmente dannosi sono soprattutto una forte caduta del

valore del pH e presenza di ammoniaca o nitriti. Si consiglia a scopo

preventivo l‘utilizzo costante di amtra pH-constant per stabilizzare il

valore del pH in acqua dolce e di amtra clean per accelerare lo

smaltimento dell‘ammoniaca e dei nitriti in tutti gli acquari.

6 7

Danni alle pinne, pinne chuise ecc.


Colorazioni cutanee anormali, scolorimenti, arrossamenti

Sintomo 2:

Colorazioni cutanee anormali, scolorimenti,

arrossamenti infiammatori.

Hemigrammus bleheri (in alto) con scolorimenti facilmente visibili davanti all‘attaccatura

della pinna caudale. Loricaride (sotto) con colorazione anormale lattiginosa della parete

addominale laterale al di sotto della pinna dorsale.

Quadro patologico: Una colorazione cutanea anormale è solitamente

la conseguenza diretta di una produzione maggiore del muco dello

strato cutaneo superiore. Questo muco cutaneo si spande sulle cellule

pigmentate e pertanto fa apparire il pesce molto pallido. Da un lato il

muco protegge il pesce da fattori esterni dannosi, dall‘altro depositi di

muco molto consistenti impediscono importanti processi di scambio della

cute e delle branchie. Gli arrossamenti infiammatori sono conseguenze

dello squilibrio di queste funzioni cutanee.

Agente patogeno: Gli stessi agenti che allo stadio iniziale colpiscono

solo le pinne (vedere „Danni alle pinne“) in fasi più avanzate possono

anche insediarsi in quantità maggiori sulla cute. Oltre ai batteri, ai vermi

della cute e al Costia, anche parassiti monocellulari del gruppo dei ciliati,

come la Chilodonella e la Trichodina possono essere responsabili di

queste alterazioni cutanee.

Terapia: Come terapia si impiegano amtra medic 3 o amtra

medic 4. In casi particolarmente gravi si possono anche utilizzare ambo

i preparati contemporaneamente. Se dopo quattro giorni la situazione

migliora ma non si giunge ad una completa guarigione, è possibile

ripetere il trattamento dopo aver cambiato parzialmente l‘acqua.

Prevenzione: Le infezione cutanee causate da agenti patogeni insorgono

prevalentemente quando la cute presenta dei danni pregressi a causa

di condizioni sfavorevoli dell‘ambiente acquatico. Per prevenire tale situa-

zione l‘acqua dell‘acquario dovrebbe essere preparata, ogni volta che

viene cambiata, con amtra care (contiene polividone). Le oscillazioni del

valore del pH dannose per la cute che si verificano principalmente in

acqua molto tenera, devono essere evitate con amtra pH-constant, e

in acqua dura con amtra kh-aktiv. Per evitare la formazione di prodotti

velenosi derivanti dalla scomposizione dell‘azoto, si deve utilizzare rego-

larmente amtra clean.

8 9

Colorazioni cutanee anormali, scolorimenti, arrossamenti


Opercolo branchiale sporgente, dispnea

Sintomo 3:

Opercolo della branchia sporgente, insufficienza respiratoria.

Piccolo di Chiclasoma meeki con gravi problemi respiratori causati da una forte infezione

da verme delle branchie.

Quadro patologico: L‘opercolo branchiale sporgente e il respiro

„a pompa“ con aumento della frequenza respiratoria sono nella

maggior parte dei casi la manifestazione esterna di un‘infezione alle

branchie, in conseguenza della quale l‘epitelio branchiale si infiamma e

l‘assorbimento dell‘ossigeno viene impedito.

Agente patogeno: Per molti agenti patogeni batterici e parassitari le

branchie sono un organo preferenziale per l‘attacco, avendo un‘elevata

irrorazione ematica e una struttura istologica delicata. Nella maggior

parte dei casi i responsabili di tali manifestazioni patologiche sono flexi-

batteri, flagellati e vermi delle branchie.

Terapia: Allo stadio iniziale tutte le potenziali cause scatenanti di infe-

zione alle branchie possono essere debellati impiegando amtra

medic 4. In casi che hanno raggiunto uno stadio più avanzato si deve

utilizzare amtra medic 3. Prima di ogni ripetizione del trattamento si

deve assolutamente cambiare parzialmente l‘acqua.

Prevenzione: I problemi respiratori possono essere causati, oltre che

dagli agenti patogeni sopra descritti, anche da caratteristiche chimiche

non idonee dell‘acqua. Pertanto, in caso di dispnea deve essere sempre

effettuata un‘analisi dell‘acqua. I requisiti di base per tale procedura

sono una temperatura regolata al punto giusto ed un filtro biologico

perfettamente funzionante con un getto di uscita che muova la superficie

dell‘acqua.

10 11

Opercolo branchiale sporgente, dispnea


Micosi

Sintomo 4:

Micosi.

Trachelyichthys sp. (in alto) affetto da micosi all‘attaccatura della pinna pettorale sinistra.

Corydoras sodalis (in basso) affetto da micosi „a batuffolo d‘ovatta“ all‘attaccatura della

pinna dorsale.

Quadro patologico: Le micosi sono i sintomi di malattia più facilmente

riconoscibili nei pesci. Si manifestano come accumuli a batuffolo d‘ovatta

che spesso inizialmente compaiono alle attaccature delle pinne e che da lì

possono estendersi all‘intero organismo del pesce.

Agente patogeno: La maggior parte delle micosi che colpiscono i

pesci ornamentali sono causate dai saprolegni, occasionalmente però si

possono riscontrare anche funghi delle famiglie Phytium e Achlya.

Terapia: Le micosi in stadio avanzato possono rivelarsi molto tenaci,

fatto che rende necessario un trattamento molto prolungato. Si devono

dunque osservare i pesci con regolarità e precisione per poter intervenire

senza ritardi già su micosi che compaiono su una superficie di piccole

dimensioni. A tale scopo si possono impiegare sia amtra medic 2 sia

amtra medic 4. In casi particolarmente gravi si possono utilizzare ambo i

preparati contemporaneamente per potenziare l‘effetto.

Prevenzione: Poiché i funghi si diffondono in particolare su cute lesa e

precedentemente danneggiata, il mantenimento dei valori idrici adeguati

alla specie di pesci in questione è uno dei più importanti requisiti di

base. Una preparazione adeguata dell‘acqua con sostanze che formano

complessi di buona qualità e sostanze che proteggono efficacemente le

mucose, come amtra care con polividone, è pertanto la difesa migliore

contro le fastidiose micosi. Una protezione aggiuntiva è costituita dalla

filtrazione mediante amtra spezial torfgranulat (amtra speciale gra-

nulato di torba, ndt), poiché le sostanze umiche che vengono liberate,

insieme a numerosi altri oligomeri presenti nella torba granulata che

agiscono sulla cute, inibiscono in modo naturale la crescita dei funghi

12 13

cutanei.

Micosi


Punti bianchi sulla pelle

Sintomo 5:

Punti bianchi sulla pelle.

Ictioftiriasi allo stadio iniziale in un Peckoltia pulcher, (in alto), visibile nel punto bianco

sul margine superiore della pinna caudale. Infezione di livello elevato in un piccolo di

Crenicichla marmorata (in basso).

Quadro patologico: Quando si nota che i pesci si dispongono molto

vicini l‘uno all‘altro in un angolo dell‘acquario o attraversano la vasca

nuotando con movimenti a scatti ed è evidente che non stanno bene,

spesso si possono rilevare con un‘osservazione più attenta dei punti

bianchi delle dimensioni di una capocchia di spillo sulle pinne e sulla

cute.

Agente patogeno: I punti bianchi sono singoli esemplari del microrga-

nismo unicellulare Ichthyophthirius multifiliis che si è insediato nella cute

del pesce e vi vive da parassita. Secondo il quadro patologico si parla

di oodiniasi o di ictioftiriasi. Esse hanno conseguenze fatali se i parassiti

si moltiplicano indisturbati.

Terapia: È indispensabile iniziare il trattamento tempestivamente dopo

il riconoscimento della malattia, poiché l‘Ichthyophthirius multifiliis può

uccidere in breve tempo tutti i pesci. La terapia prevede l‘uso di amtra

medic 1 che deve essere utilizzato alle dosi consigliate fino a che sulla

cute non si osservano più puntini bianchi.

Prevenzione: Poiché l‘Ichthyophthirius multifiliis è un parassita altamente

patogeno e dunque molto pericoloso, è opportuno evitare qualunque

contatto da parte dei pesci con tale agente patogeno. Pertanto i pesci

acquistati da poco devono essere esaminati meticolosamente e con

costanza per vedere se presentano punti bianchi. Inoltre, se è possibile, i

pesci nuovi devono essere mantenuti per diversi giorni in una vasca sepa-

rata che funga da ambiente di quarantena e sottoposti ad osservazione

prima dell‘inserimento nell‘acquario.

14 15

Punti bianchi sulla pelle


Crescita stentata, feci bianche e malattia del buco

Sintomo 6:

Crescita stentata, feci bianche e malattia del buco.

Malattia del buco in fase estremamente avanzata in una Crenicichla sp. Xingu (in alto).

Discus verde (Symphysodon aequifasciata, in basso), che presenta crescita stentata, in

seguito ad una contaminazione massiccia da Hexamita.

Quadro patologico: In particolare nei diversi ciclidi si manifestano

sempre degli stati patologici in cui singoli animali mangiano meno

del solito dimagriscono e crescono stentatamente. Con un‘osservazione

minuziosa si può osservare che le feci pendono dall‘ano in formazioni

bianche a nastro. Inoltre sopra gli occhi si formano dei buchi a forma di

fossa nella cute e nel sottostante tessuto connettivo.

Agente patogeno: I principali responsabili dell‘insorgenza di queste

malattie sono solitamente parassiti unicellulari del gruppo dei flagellati.

In particolare la Hexamita, ma anche la Cryptobia e soprattutto la

Protoopalina, che si insedia come parassita sul Discus, possono essere

riscontrate nell‘intestino e, in casi particolarmente gravi, anche nel fegato

e nella milza. Nei fori che si creano nella malattia del buco si riscontra

sempre la presenza dell‘Hexamita.

Terapia: Un intervento terapeutico tempestivo con amtra medic 5 può

evitare il passaggio dei parassiti dall‘intestino al fegato e alla milza,

impedendo così manifestazioni patologiche di crescente gravità con forte

dimagrimento e cachessia. Anche la malattia del buco, nella quale i

flagellati sono in effetti soltanto un fattore concomitante, deve essere

curata con amtra medic 5 oltre che con un‘alimentazione ricca di

minerali (es. con amtra sano basic).

Prevenzione: I flagellati intestinali possono trovare un ambiente con-

gegnale per moltiplicarsi in modo incontrollato solo quando la flora

batterica intestinale è danneggiata. Le cause più comuni di tale fenomeno

sono alimenti inadatti e difficoltosi da digerire. Un‘alimentazione regolata

con le sostanze nutritive naturali ricche di minerali e facilmente digeribili,

al contrario, può impedire ampiamente un‘infezione da Hexamita. Anche

in caso di un‘infezione già presente, il decorso della malattia può essere

influenzato positivamente da un‘alimentazione adeguata.

16 17

Crescita stentata, feci bianche e malattia del buco


Prevenzione

La prevenzione è la medicina migliore.

Quando i pesci ornamentali si ammalano, ciò può avvenire per diverse

cause. Esse possono essere collegate tra loro e spesso si influenzano

vicendevolmente. Ad esempio fattori di stress come valori chimici inade-

guati, sostanze velenose presenti nell‘acqua, deficit genetici, errori nel

mantenimento, come pure un‘alimentazione non variata o inadeguata,

e naturalmente anche contaminazioni da parte di potenziali agenti pato-

geni.

Solitamente però i pesci si ammalano solo quando gli agenti patogeni

si possono moltiplicare in misura notevole sulla cute, sulle branchie o

negli organi interni. Ciò è possibile solo se circostanze sfavorevoli -

i cosiddetti fattori di stress - indeboliscono il sistema immunitario del

pesce. Nei fattori di stress che costituiscono un pericolo rientrano anche

l‘abbassamento degli acidi, strutture sociali inadeguate nell‘acquario o

difetti tecnici come malfunzionamento delle pompe dei filtri o degli

elementi di riscaldamento. In tali casi i bacilli possono riprodursi in modo

rapidissimo e minacciare seriamente la salute e la vita dei pesci.

Le malattie dei pesci ornamentali possono essere curate con successo

solo se, oltre a sconfiggere gli agenti patogeni mediante farmaci ade-

guati, vengono rimossi anche i fattori che scatenano la situazione di

stress. Poiché l‘insorgenza di malattie nei pesci ornamentali è causata,

nella maggior parte dei casi, da valori idrici inadeguati, nella pratica

bisogna prestare particolare attenzione ad una preparazione adeguata

dell‘acqua, ad esempio con amtra care, amtra spezial torfgranulat

(granulato di torba, ndt) o amtra ultra carbon. Anche i prodotti

metabolici dei pesci e delle piante devono essere scomposti prima che

formino un carico eccessivo per l‘acqua. Ciò può avvenire ad esempio

impiegando amtra clean.

Non meno importante è mantenere le condizioni dell‘acqua il più pos-

sibile simili a quelle naturali per ciascuna specie di pesci, mediante pre-

parati come amtra eichenextrakt (estratto di quercia ndt), amtra trop,

amtra ph-constant e amtra kh aktiv. Valori idrici ottimali sotto ogni

aspetto non sono solo importantissimi per la profilassi: anche in caso di

malattia essi sono assolutamente indispensabili, poiché i pesci possono

guarire veramente solo in un ambiente intatto. Anche l‘alimentazione

dei pesci deve essere esaminata con occhio particolarmente critico, per

quanto riguarda il rapporto con le malattie che si manifestano nei pesci.

Ciò perché la qualità dell‘alimentazione esercita un‘influenza molto

diretta sulla capacità funzionale epatica e quindi sui fondamenti funzio-

nali di tutte le difese corporee del pesce. Il fatto che sussistano ancora

notevoli deficit nell‘alimentazione dei pesci ornamentali è dimostrato

dalla deplorevole situazione rilevata in un numero elevatissimo dei pesci

ornamentali visitati in studi veterinari specializzati, i quali presentano una

notevole degenerazione grassa del fegato.

Gli appassionati di acquari dotati di senso della responsabilità devono

dunque cercare di mantenere le abitudini alimentari dei propri pesci il

più simili possibile a quelle naturali, ad esempio con mangimi surgelati

preparati in modo da rispettare le caratteristiche nutrizionali, quali amtra

frost o amtra sano.

Come conclusione indichiamo alcuni prodotti importanti, i quali promuo-

vono e proteggono la salute del vostro pesce in maniera naturale.

Troverete ulteriori indicazioni in merito nei consigli relativi alla creazione

di valori idrici salutari nei diversi casi di malattia:

amtra clean

Attiva il processo biologico

di auto-pulizia

dell‘acqua, arricchendola

con preziosi microrganismi.

Fa risparmiare

fino al 50% dei cambi

d‘acqua.

amtra care

Trasforma l‘acqua del

rubinetto in acqua sana

per gli acquari. E protegge

le branchie e le

mucose grazie a colloidi

protettivi naturali.

amtra eichenextrakt

(estratto di quercia, ndt)

Abbassa il valore del

pH per pesci ornamentali

d‘acqua dolce. Stabilizza

inoltre le funzioni

cutanee e agisce contro lo

scurimento della livrea nei

Discus.

amtra trop

Riduce la durezza (GH) per

pesci ornamentali d‘acqua

dolce. Previene la pericolosa

caduta degli acidi, stabilizzando

il pH intorno a 6,5° e si

può associare bene ad amtra

eichenextrakt (estratto di

quercia, ndt).

amtra pH-constant

Stabilizza i valori del pH

anche in presenza di

un elevato numero di

pesci e di forti quantità

di cibo. È indicato anche

per acqua di osmosi e per

acqua completamente privata

di sali.

amtra kh-aktiv

Aumenta la durezza dei

carbonati (KH) per pesci

ornamentali d‘acqua

dura (Es. ciclidi africani).

Un‘efficace protezione

contro la caduta

degli acidi, che può minacciare

gravemente la vita

nell‘acquario.

amtra ultra carbon

Carboni attivi ad elevate

prestazioni per acquari

con acqua dolce e acqua

di mare. Questo materiale

di filtrazione lega metalli

pesanti e sostanze dannose

in maniera ottimale e offre i

migliori risultati nella decolorazione

e nella scomposizione

di residui di preparati medicamentosi.

amtra spezial torfgranulat

(granulato di torba,

ndt) Per ricreare la colorazione

ambrata tipica

delle acque nere tropicali

d‘acqua dolce. Concentrato

naturale di torba nera con

sostanze umiche e preziosi

oligomeri.

18 19

18 19

Prevenzione


20

Il sistema amtra, pensato perché l‘acquario vi dia più gioia,

comprende prodotti accuratamente sviluppati e combinati

l‘uno con l‘altro in modo ottimale, grazie ai quali potete

creare condizioni di vita ideali per i vostri pesci e le vostre

piante in modo facile, comodo e sicuro.

amtra Aquaristik GmbH

Liebigstrasse 1 • D-63110 Rodgau

www.amtra.de • info@amtra.de

numero d‘ordine VV036

More magazines by this user
Similar magazines