Quaderno degli insegnanti - Diario della salute

diariodellasalute.it

Quaderno degli insegnanti - Diario della salute

Z

VN Z

VN

non direttamente coinvolti dall’iniziativa. Vengono infatti forniti, per ogni attività didattica, alcuni

spunti per individuare all’interno della propria materia di insegnamento quei contenuti che si

possono prestare alla riflessione e alla discussione delle tematiche trattate.

Sono previste diverse attività condotte dall’insegnante da svolgere con l’intera classe attraverso

una metodologia di tipo attivo-partecipativo Le attività proposte comportano un coinvolgimento

diretto degli studenti nella riflessione, nella rielaborazione e nell’apprendimento di

conoscenze e abilità. È importante quindi che l’insegnante consideri gli studenti non come

passivi destinatari del suo intervento, ma come protagonisti attivi.

Tutte le attività proposte richiedono l’attivazione dell’intero gruppo classe, poiché il cambiamento

di atteggiamento e di comportamento non è un percorso solitario, ma deve essere

condiviso con i propri coetanei. Nonostante si tratti di attività semplici da realizzare, è fondamentale

che l’insegnante sia in grado di gestire efficacemente le dinamiche di gruppo interne

alla classe e la comunicazione tra gli studenti. L’attività risulterà più facile da condurre quanto

più l’insegnante è riconosciuto e accettato nel suo ruolo e ha esperienza nella gestione di

metodologie didattiche attive e partecipate.

Per la buona riuscita degli interventi educativi, è necessario che l’insegnante curi la conduzione

delle attività sia dal punto di vista comunicativo che ambientale. È infatti importante

predisporre un ambiente confortevole e adatto ad accogliere l’attività prevista. Fondamentale

è anche un ascolto attivo e non giudicante da parte dell’insegnante che dovrà valorizzare i

contributi personali degli studenti e considerare le loro idee, sapendo accogliere i diversi

punti di vista e pensieri ed evitando valutazioni su quanto emerso.

Relativamente alla frequenza degli interventi da realizzare con gli studenti in classe, la scelta

migliore è quella di svolgere un incontro a settimana. Ciò permette all’insegnante di poter

contare su una dinamica di gruppo favorevole allo svolgimento delle attività previste. Gli

studenti sono infatti maggiormente predisposti ad accogliere i contenuti trasmessi in quanto

la loro capacità di ascolto e di partecipazione è già stata “riscaldata” nel corso degli incontri

precedenti. Di conseguenza gli studenti sono anche maggiormente disponibili ad affrontare

in profondità argomenti che possono essere intimi e delicati e a raggiungere un livello più

profondo di riflessione personale.

Si consiglia all’insegnante di incominciare il percorso didattico almeno quindici giorni dopo

la distribuzione agli studenti del diario “I ♥. Io scelgo per me”. È infatti necessario che gli

studenti abbiano un tempo sufficiente per leggere il diario.

Gli incontri con i genitori

Per i genitori degli studenti coinvolti nel progetto sono previsti momenti d’incontro con operatori

esperti per riflettere insieme sulla gestione delle emozioni nella relazione con i figli in “crescita”.

Ai genitori viene consegnato il diario “Dalla parte dei genitori. Crescere assieme ai figli”.

Si consiglia all’insegnante di distribuire il diario durante gli incontri/colloqui genitori-insegnanti

previsti durante l’anno scolastico o di organizzare momenti ad hoc all’interno di eventuali

eventi scolastici, evitando che la consegna avvenga tra figlio-genitore oppure che venga

allegato alle periodiche comunicazioni scuola-famiglia. Il diario per i genitori va consegnato

almeno un mese prima dell’attivazione degli incontri con gli esperti.

6

Similar magazines