Cronache dal CUT Bari - Biblioteca del Consiglio Regionale della ...

bcr.puglia.it

Cronache dal CUT Bari - Biblioteca del Consiglio Regionale della ...

Attraverso il teatro

Cronache dal Cut/Bari

negli anni dell’innovazione

a cura di

Bepi Acquaviva

Vito Attolini

Pasquale Bellini

Alfonso Marrese

Egidio Pani

Edizioni dal Sud

2004


Cultura e società in Puglia

Egidio Pani

Teatro e Università: le ragioni

Indice

Giuseppe Giacovazzo

Università e attività giovanili: esperienze culturali e politiche

Giandomenico Amendola

Teatro, Università e città: gli anni ’60 e ’70

Cronache dal CUT Bari

Michele Mirabella

Noi… e io e te, non è lo stesso (Bertolt Brecht, L’eccezione e la regola)

Pasquale Bellini

Le stagioni, le opere e i titoli di un teatro, in una città

Franco Perrelli

Il CUT/Bari: terza generazione

Vito Attolini

I Quaderni del CUT/Bari:un osservatorio critico

Anna Maria Di Santo

Un’esperienza di animazione in Bari Vecchia

Rino Bizzarro

Nascere al Teatro

Gli anni dell’innovazione

Bepi Acquaviva

La ricerca teatrale: eresie, diaspore e qualche fondazione

Alfonso Marrese

Teatro e associazionismo culturale


Antonio Waldemaro Morgese

Del “teatro politico”, cioè del fare contare il teatro

Guido Pensato, Antonio De Cosmo, Raffaele Giampietro, Franco Meo, Rino

Pensato

Teatro e cultura nella Daunia

Gino Santoro

Teatro e cultura nel Salento (La nascita del CUT OISTROS)

Nicola Saponaro

Un’esperienza: Bari Teatro (1971­1974)

Del teatro popolare

Nota introduttiva di Egidio Pani

Vito Maurogiovanni

Cenni sulla nascita del teatro popolare barese

Giuseppe Solfato

Il dialetto: perché

Interventi e testimonianze di:

Serena Amendola, Luigi Angiuli, Gianpiero Bellardi, Giuseppe (Fidel) Belviso,

Paolo Comentale, Luigi De Grossi, Carlo Formigoni, Carlo Garzia, Piero Luisi,

Rino Marrone, Maurizio Micheli, Walter Pagliaro, Carmela Vincenti.

Appendice

Cronologia teatrale (1944­1969)

a cura di Egidio Pani

Teatrografia CUT/BARI (1957­1990)

a cura di Pasquale Bellini

Il Teatro( in)stabile

Nota di Egidio Pani

Quelli del CUT (dal 1957 al 1990)


Appendice


Cronologia teatrale anni 1944­1959

a cura di Egidio Pani

1944

Al Teatro Piccinni va in scena Piccola città di T. Wilder, scena di

Piero Zuffi, collaborazione dei fratelli Spizzico.

Le Forze Alleate di stanza a Bari con il loro organismo (P.W.S.)

che aveva sede in Corso Cavour, angolo via Cardassi. Gli Alleati organiz­

zavano anche spettacolo di avanspettacolo al Cine Teatro Oriente così che

gruppi locali, nei quali debuttava il comico Pippo Volpe, trovano più oc­

casioni di lavoro con le “teatrali” (in gergo: spettacoli compositi a lunga

durata) che si tenevano al Teatro “Forze Civili” (poi Kursaal Santalucia),

spettacolini al “Teatro Picca” (teatrino della “Casa del Soldato” alla Ca­

serma Picca in piazza Balenzano), ed all’“Oriente”.

1945

Giovanni Bozzo, Preside, nota figura di intellettuale appassionato

di teatro fonda la “Scuola di Teatro di Bari” con la supervisione di Pietro

Sharoff.

1946

La “Scuola di Teatro” viene presentata al pubblico al Piccinni il 3

marzo del 46 con un saggio finale. Regista Danile Luisi. Il Prof. Mario

Sansone presiedeva la Commissione esaminatrice degli allievi. Tra i di­

plomati gli attori Benita Martini, Arturo Cuciolla.

1947

La “Caravella” di Radio Bari inizia le sue trasmissioni nel mese di

settembre. Autori delle scenette erano dialettali Lorenzo Lastilla, Vito

Maurogiovanni, Giovanni Casieri. Collaborazione alle sceneggiature di

Daniele G. Luisi e Giuseppe Gorjux.

La fortunata trasmissione, che allora era seguita anche nelle Regio­

ni vicine, avrà, negli anni, tra i suoi protagonisti dei grandi comici come

Pippo Volpe, caratteristi come Wanda Rinaldi (Marietta), ed ottimi attori

come Pietro De Vico. Nel 1962 vi fu un tentativo di immissione “intellet­

tuale” con energie del CUT/Bari. Insieme all’allora giovanissimo Maestro

Michele Marvulli, c’era Egidio Pani ai testi, Claudio Perrone un radiofo­

nico alla regia con lo stesso Pani, Mimì Uva alle musiche e con i dialettali

Michele Traversa e Wanda Rinaldi, attori come Rosalba Conserva, Pino e

Piero Panza, Gianni Macchia, Michele Colaleo, e poi,ancora in anni suc­

cessivi, assunta la regia da Pippo Volpe, con Giorgio Aldini, lo straordina­

rio attore “dilettante” del CUT che rivelò, nell’occasione, anche eccezio­

nali capacità di interprete comico.

1948


Giovanni Bozzo fonda il “Piccolo Teatro di Bari”. Autori rappre­

sentati: Wilde, Pirandello, Mannari, Anouilh, Shaw. Tra gli attori Carlo

Bressan, Benita Martini, Riccardo Cucciola, Silvio Noto, Gianni Coltella,

Osvaldo Ruggeri, Angelo Josia, Giulio Perrone.

1949

Il 12 aprile 1949 il “Piccolo teatro di Bari” presenta al Petruzzelli

L’importanza di chiamarsi onesto con la regia di Daniele Luisi attori Be­

nita Martini, Gianni Coltella, Giulio Perrone. A seguire una farsa con gli

attori de “La Caravella” di Radio Bari per la prima volta in scena.

Il 23 ottobre al Petruzzelli il “Piccolo Teatro” in Antigone di A­

nouilh regia di Daniele Luisi con Benita Martini, Osvaldo Ruggieri, Giu­

lio Perrone. È, però, l’ultimo spettacolo del “Piccolo” che per salutare i

suoi spettatori tiene nel foyer una festa danzante dopo lo spettacolo.

Il 27 dicembre debutta al “Teatro Stabile dell’Enal” Il nostro viag­

gio di G. Ghepardi, regia di Arnaldo Scippa con Rosa Scaturchio, Mena

Suglia.

1950

L’ Associazione “Gli Amici della Cultura”, promossa dalla Casa

Editrice Laterza, inaugura la sua attività il primo aprile con Mario Sanso­

ne che parla su “L’estetica del Croce”.

Iniziano, a Giugno, al Teatro Petruzzelli una serie di avanspettaco­

li, denominati Fantasie, che comprendevano atti unici e scenette di autori

vari con gli attori della Caravella. A seguire un film.

Fantasie era programmata da giugno a novembre, dal giovedì alla

domenica. La domenica: 4 spettacoli.

Nello spettacolo di varietà Fantasia n. 24 va in scena Na tempe­

ste… di Herman Carbone e Giovanni Dauro (Vito Maurogiovanni) che

impegnano gli attori della “Caravella”: Wanda Rinaldi, Gianni Coltella,

Osvaldo Ruggeri, Nico Speranza. A seguire il film Età inquieta con Rnald

Reagan e Shirley Temple.

Fantasie dopo la morte in un incidente d’auto nel 1951 di Messeni

Nemagna (che gestiva direttamente il Petruzzelli) non fu più ripreso.

Totò è al Piccinniil 7 marzo nella rivista di Galdieri Bada che ti

mangio con Galeazzo Benti, Mario Castellani, Isa Barzizza, Elena Giusti,

con l’allora famoso quadro della “Fontana” in cui una ballerina era vestita

di soli veli.

Al Teatro CRAL dell’Anic il 23 aprile la filodrammatica “Bottega

delle Arti” presente Il profumo di mia moglie” di Lenz Leo, regia

Dell’Era Domenico con Enzo Mele, Maria Bonaria, Angelo Novelli,

Nietta Tempesta, Gianni D’Ambra, ed il 31 ottobre Spettri di Ibsen, regia

di Dell’Era.

Il 24 maggio 1950 inizia l’attività il “Cineclub” al Cine Teatro

Margherita Presidente Nicola Lippolis – Presidente Ente Turismo che

sponsorizza l’iniziativa – segretario Vittore Fiore. Direttivo Vito Laterza,

Vito Maurogiovanni, Piero Virgintino, Oronzo Valentini, Angelo Ramun­

ni, Ferdinando Pinto senior, Armando Scaturchio, Hermann Carbone,


Walter Mastrangelo.

tura”

1951

“Maggio di Bari” prima edizione e prima “Mostra nazionale di Pit­

“Stabile di prosa dell’Enal di Bari” che il 13 giugno 1951 presenta

a pesaro Il piacere dell’onestà di Luigi Pirandelo regia di Armando Scip­

pa con Armando Scaturchio, Rosa Di Napoli, Mena Suglia, Elio Manna­

relli, Walter Mastrangelo, Angelo Josia.

28 e 29 luglio Teatro Piccinni prima rappresentazione di U cafè an­

tiche di Vito Maurogiovanni. Interpreti Osvaldo Ruggieri, Wanda Rinaldi,

Gianni Colella, Vito Speranza, Lisa Croce, Mena Suglia, Angelo Pignata­

ro, Pino Sciacqua, regia di Walter Mastrangelo, scenografia di Francesco

Spizzico.

Il 28 ottobre con I pagliacci di Leoncavallo al Piccinni debutta la

SOCAL (Società Cooperativa Artisti Lirici), una delle prime cooperative

culturali “non profit” pugliesi.

1952

Giovanni Bozzo pubblica la rivista “L’Arlecchino”, con testi teatra­

li e di politica culturale e opere in lingua originale francese e inglese.

Il 30 aprile “La Bottega delle Arti” presenta La dolce intimità di

Coward Noel, regia di Dell’Era con Mario Mancini, Nietta Tempesta,

Eugenio D’Attoma.

Il 24 maggio al Petruzzelli Carlo Bressan presenta con “Il Teatro di

Lucignolo” lo spettacolo Nuvola d’oro.

Il 4 giugno al Petruzzelli “Accademia Gymnasium“ diretta da Gio­

vanni Bozzo presenta uno spettacolo di Andersen Win Terset regia di Da­

niele Luisi.

Eugenio D’Attoma costituisce un nuovo gruppo stabile: “Promete­

o”

1954

Il 21 gennaio del 1954, riferiscono le cronache, “Il fiore della cit­

tadinanza” era presente all’inaugurazione della stagione lirica del Cente­

nario del Teatro Piccinni con Tannauser di Wagner.

Il 3 aprile si firma l’atto costitutivo della “Fondazione Concerti

Niccolò Piccinni”.

I gruppi amatoriali sono sempre attivi e il nuovo Gruppo Arte

Drammatica (GAD dell’ENAL) “Prometeo” debutta il 2 marzo del 1954

al Cral Stanic con un “classico” di De Benedetti Due do zine di rose scar­

latte, in scena Michele Novielli, Silvio Simboli, Nietta Tempesta.

Il 16 marzo del 1954 debutta al Piccinni il “Teatro d’Arte del Sud”

con Emma Grammatica in Teresa Raquin di Zola, regia di Gustavo

D’Arpe. È il primo tentativo di creare a Bari una struttura professionistica

stabile di prosa, dopo il tentativo di Giovanni Bozzo. Il 22 giugno va in

scena Zio Vanja regia di Daniele Luisi. Poi il 10 ottobre Venerdì Santo di

G. C.Viola, regia D’Arpe con Emma Grammatica.


Il 27 novembre 1954 debutta una nuova formazione: la “Stabile di

Prosa Città di Bari”, promosso dal Comune. Presidente Avv. Achille Tar­

sia Incuria, Assessore alla Cultura del Comune, Direttore Artistico Gusta­

vo D’Arpe su proposta di un Comitato costituito nel maggio e composto

oltre che da D’Arpe, dall’Avv. Tarsi Incuria, dall’Avv Brattelli, dal prof.

Alba e da Renato Prisciantelli .Gli attori scritturati sono Carlo Bressan,

Armando Scaturchio, Rosa De Napoli, Alba Trulli, Angelo Iosia, Claudio

Perrone, Nietta Tempesta, Lucia Zotti.

In scena No ze di sangue di Lorca, regia A.G. Bragaglia prima at­

trice Paola Borboni, con Giuseppe Mancini, Alba Trulli, Armando Sca­

turchio, Rosa Di Napoli, Silvio Simboli.

1955

La Stabile presenta l’8 gennaio Poltrona Rossa di Alfredo Vanni,

regia Daniele Luisi con Paola Borboni, Osvaldo Ruggieri, Armando Sca­

turchio, Rosa Di Napoli, Nietta Tempesta, Angelo Josia, Silvio Simboli. Il

13 gennaio due atti unici Emma B vedova Giocasta di Savinio e Belle za

per vivere di con Alvaro con Paola Borboni.

Lo Stabile si impegna al massimo per rispettare il numero di spet­

tacoli fissati dal Ministero e, intanto Daniele Luisi sostiusisce D’Arpe

nella Direzione Artistica ed è il regista di un nuovo spettacolo – 20 gen­

naio – in cui la Paola Borboni interpreta da par suo La morale della si­

gnora Dulska di Gabriella Zapolaska, un’autrice polacca.

La Bottega delle Arti con la regia di Dell’Era presenta il 24 gen­

naio Il pellicano di Strindberg.

Nuova produzione dello “Stabile” l’8 febbraio Zoo di vetro, di T.

Williams protagonista sempre la Borboni. Poi il 21 maggio la Stabile Cit­

tà di Bari ancora con una nuova produzione Ardesia di Anouilh con

Gianni Colella, Lucia Zotti, Alba Trulli.

Al Castello Svevo il 9 ottobre del 1956 il giornalista e critico tea­

trale Gustavo D’Arpe presenta E gli angeli cantano scritto con Alberto

Perrini. Tra gli interpreti Lucia Zotti.

1956

Nuova organizzazione del Teatro Stabile. Viene nominato Presi­

dente Domenico Bellomo. Direttore artistico Giuseppe Giacovazzo. Deb­

buttò il 14 maggio con Corruzione a Pala zo di Giustizia di Betti con

Salvo Randone. Il 9 novembre debutta Tristi amori di Giacosa con Mar­

cello Giorda e Giovanna Galletti, Giuseppe Mancini, Renato De Carmine,

scene Mimmo Castellani. Stessa Compagnia per Piatto di legno regia di

Daniele Luisi, in scena anche Marilena Pizzirani.

Il 1 febbraio lo Stabile presenta Il topo di C. M. Pensa con la regia

di Andra Camilleri. Il 17 dicembre E. Morris Piatto di legno regia di Lui­

si Daniele, con Marcello Giorda, Giovanna Galletti, Marcello Pietrobon,

Marilena Pizzirani, Gianni Coltella, scene Castellano.

1957

Lo “Stabile Città di Bari”, pur in crisi, cerca di reagire il 9 gennaio


presenta una serata di “Letture liriche” con Marcello Giorda ed il 28 gen­

naio va in scena Infedele di Bracco con lo stesso Giorda, Giovanna Gal­

letti, Marilena Pizzirani, Claudio Perone, Savio Francesco, G. Mancini,

scene di F. Spizzico. Il 30 dello stesso mese viene ripreso Il topo ed il 19

febbraio, ultimo spettacolo dello “Stabile di Bari” con la firma alla regia

della stessa Giovanna Galletti va in scena Sei personaggi di Pirandello

con la stessa Galletti, Giorda, Marilena Pizzirani, Rosa Di Napoli, Vera

Martini, Claudio Perone.

Su iniziativa di Giuseppe Giacovazzo viene avviato il “Teatro Sta­

bile della Regione Pugliese” promosso dalla Provincia di Bari e

dall’“Unione delle Province di Puglia”. Debuttò nel Natale del 1957 con

Assassinio nella Cattedrale di Eliot, regia Orazio Costa, protagonista

Salvo Randone, con Andrea Checchi, Neda Naldi, Alessandro Ninchi,

Carlo Alighiero.

Per le attività amatoriali il GAD “Prometeo” presenta il 12 giugno

del 57 I posteri di Massimo Dursi, regia di Eugenio D’Attoma. La “Bot­

tega delle Arti” mette in scena Provincia di Adami con Arnaldo Scippa,

Elio Mannarelli, Mena Suglia, Mario Mancini Pino De Chirico Enzo A­

mato, la regia è di Domenico Dellera.

Il 16 dicembre “Prometeo” presenta Il pellicano ribelle di Bassani

con Silvio Simboli, Nietta Tempesta, regia di D’Attoma.

A gennaio si pubblica il primo numero della rivista giovanile “Po­

lemica”.

1958

Teatro Regionale Il piatto di legno regia di Andrea Camilleri.

Si costituisce il CUT/Bari con le letture scenica con la regia di E­

gidio Pani de L’uomo del fiore in bocca di Luigi Pirandello ed Il Tabacco

fa male di Cechov con Mario Santostasi e Vito Amoruso.

Il 13 marzo il GAD “Prometeo” presenta di Spirito allegro di Co­

ward, regia di D’Attoma con Nietta Tempesta, Silvio Simboli, Elio Man­

narelli, Mena Suglia.

1959

Si inaugura la nuova grande Sede della Rai a via Dalmazia.


Teatrografia CUT/Bari (1957­1990)

a cura di Pasquale Bellini

Cronologia di messinscene sotto la sigla CUT/Bari fino al 1990. Sono comprese anche le “lettu­

re sceniche” e le spettacolazioni sotto qualsiasi forma, purché in pubblico.

1957/58

L’uomo dal fiore in bocca di Pirandello

con Vito Amoruso e Vito Santostasi

coord. di Egidio Pani

Il tabacco fa male di A. Cechov

(lettura scenica, coord. Egidio Pani)

1959/60

Saggio finale corso di teatro

Lorca a cura di Arnaldo Scippa

1960/61

L’Astrologo di G. B. Della Porta

regia di Egidio Pani

1961/62

Sperduti nel buio – Don Pietro Caruso di Roberto Bracco

regia di Egidio Pani

1962/63

La cantatrice calva – La lezione di E. Jonesco

regia di Pino Panza

1963/64

Aspettando Godot di Samuel Beckett

regia di gruppo

L’uomo dal fiore in bocca – Sogno (ma forse no) – Il berretto a sonagli di L. Pirandello

regia di Egidio Pani

1964/65

Canicola di Rosso di San Secondo

Cavalleria rusticana di Giovanni Verga

regia di Piero Panza


Intimità di Arthur Adamov

regia di Gianni Macchia e Carlo Garzia

L’eccezione e la regola di Bertolt Brecht

regia di Michele Mirabella e Bepi Acquaviva

1965/66

I fucili di Madre Carrar di B. Brecht

(lettura scenica) regia di M. Mirabella

Tuttobeckett da S. Beckett

regia di Piero Panza

1966/67

Leonzio e Lena di George Buchner

regia di Michele Mirabella

1967/68

Il corpo cattivo di G. De Grossi

regia di Bepi Acquaviva

La retrogradazione di aa.vv.

regia di Gianni Resta

L’istruttoria di Peter Weiss

(lettura scenica a cura di Rino Bizzarro)

Romeo e Giulietta e la Peste da Shakespeare

regia di Michele Mirabella

1968/69

Ragionamento sul potere a proposito del Giulio Cesare di Shakespeare

regia di Michele Mirabella

L’eccezione e la regola di B. Brecht

regia di Michele Mirabella

1969/70

Gli Orazie e i Curiazi di B. Brecht

regia di Michele Mirabella

Due dialoghi (Il reduce­Bilora) di Ruzante


egia di gruppo

1970/71

Materia di scandalo e preoccupazione di John Osborne

(lettura scenica – regia di gruppo)

1971/72

Notte di guerra al Museo del Prado di Rafael Alberti

regia di Michele Mirabella

Lettera di un emigrante (autori vari)

regia di Michele Mirabella

Racconto d’inverno di Shakespeare

regia di Pasquale Bellini

1972/73

Woyzeck di George Buchner

regia di Franco Perrelli

I am myself alone da autori elisabettiani

regia di Franco Perrelli

Mercante di Venezia di Shakespeare

(lettura scenica – regia di gruppo)

1973/74

Pugacev di Sergheij Esenin

regia di Franco Perrelli

L’uomo della folla di E.A. Poe

regia di Franco Perrelli

Molière da testi vari

(lettura scenica – regia di gruppo)

1974/75

Enrico IV di Pirandello

(lettura scenica, a cura di Egidio Pani)

Zio Vanja di Anton Cechov

regia di gruppo


Aprile sempre (da autori vari, sulla Resistenza)

regia di Pasquale Bellini e Franco Damascelli

1975/76

Spirito della terra di Frank Wedekind

regia di Franco Perrelli

Processo alla Malavita barese di Antonio Padovano

regia di Nico Anelli

1976/77

La rivolta delle pecore (da Fuenteovejuna di Lope De Vega)

regia di Pasquale Bellini

1977/78

Quel giorno che sbarcò S. Nicola di aa.vv.

regia di Nico Anelli

1978/79

L’uomo dal fiore in bocca – L’imbecille di L. Pirandello

regia di Pasquale Bellini

1979/80

L’ingrato ufficio di Don Giovanni da Molière e Courteline

regia di Nico Anelli

Delirio a due di Eugene Jonesco

regia di Enzo Cardone

1980/81

Cieli di carta di Mirabella – Acquaviva – Bellini

regia di Michele Mirabella

1982/83

Un uomo è un uomo di B. Brecht

regia di Beppe Le Pera

1983/84

L’eccezione e la regola di B. Brecht

regia di Pasquale Bellini


1984/85

Il Drago di Euvgenij Schwartz

regia di Franco Damascelli

Le jeu de St. Nicola di Jean Bodel

regia di Franco Damascelli

1986/87

….E sbarcarono nella città di Myra da aa.vv.

(lettura – spettacolo regia di Leo Lestingi)

1987/88

Fresche le mie parole ne la sera… da D’ Annunzio

(lettura a cura di Leo Lestingi)

1988/89

Studio su I Atto di Zio Vanja

(laboratorio scenico diretto da Giampiero Solari)

spettacolazione a Villa Lumière­Bari

1989/90

Zio Vanja di A. Cechov

regia di Franco Damascelli


Qu elli del CUT (da l 1957 a l 1990)

Abbati Marianna, Abruzzini Daniela, Acquaviva Bepi, Altieri Giacomo,

Alto Filippo, Altomare Tito, Amendola Serenella, Amoruso Michele, An­

cillotti Maria Grazia, Anelli Nicola, Angelico Andrea, Angiolillo Giovan­

ni, Angiuli Luigi, Angiulli Mimmo, Araldo Gianni, Armenise Mariella,

Arrivo Francesco, Arrivo Valeria, Astolfi Francesca, Atti Annamaria, Atti

Arrigo, Attolini Giovanni, Attolini Vito, Autieri Mimmo, Avesani Mario,

Azzolini (Aldini) Giorgio, Bagnato Enrico, Baldassarre Umberto, Balice

Maruzza, Barsanti Marolè, Bellardi Giampiero, Bellardi Lauralba, Bellini

Pasquale, Bellomo Lucrezia, Belviso Giuseppe (Fidel), Benni Mariano,

Benni Remigio, Bernarì Franco, Biffi Carlo, Binetti Giuseppe, Bizzarro

Nico, Bizzarro Rino, Blasi Sandro, Boccuzzi Nico, Bonomo Gabriella,

Bracciodieta Angelo, Bruno Mimma, Cacace Rosa, Cadau Enzo, Cafagna

Gianna, Caizzi Mariella, Caldarelli Biagio, Calo’ Ornella, Calsolaro Lin­

da, Camardelli Vito, Capelluti D’Innella Caterina, Caporizzi Ileana, Ca­

priati Nicola, Cardone Enzo, Carella Gemma, Carenza Rossana, Carenza

Sonia, Carletti Ennio, Carofiglio Francesco, Cassano Margherita, Castel­

lano Vittorio, Castro Michele, Castro Nilde, Casulli Alba, Cavallaro Lo­

retta, Cecchi Carlo, Celi Natalia, Chierico Enzo, Chiumarulo Rocco,

Cianci Maurizio, Cicinnati Maria Carmela, Cicolella Antonella, Cicolella

Maria Grazia, Ciocia Pino, Colaleo Michele, Colasanti Giuliano, Coltella

Beppe, Colosi Liliana, Comentale Paolo, Conserva Rosalba, Corciulo

Marisa, Cosmai Domenico, Costanza Agostino, Cotecchia Susanna, Cuc­

ciolla Arturo, Cucciolla Roberto, Curci Renato, D’Agostino Enzo, Dama­

scelli Domenico, Damascelli Franco, Dammacco Biancamaria, D’Arpe

Gustavo, De Chirico Pino, De Giglio Maurizio, De Giorgis Mariangela,

De Grossi Gigi, Dell’Aglio Antonio, Dell’Aglio Giovanna, Dell’Aglio

Antonio, Dell’Era Domenico, Del Po Piero, De Mitri Annamaria, Denta­

maro Mimmo, De Palo Nuccio, De Pascale Carola, De Pascale Enrico,

De Pascalis Marina, De Pasquale Lucia, De Salvio Domenico, De Santis

Umberto, Desiderato Erminia, De Siriana Carlo, Di Geronimo Desiré, Di

Gilio Roberto, Di Giuro Vittorio, Di Roma Lucia, Di Santo Annamaria,

Di Tommaso Nino, Erario Adriana, Eugeni Marisa, Fabris Dinko, Farano

Tonia, Ficarella Gemma, Fiore Mimmo, Fioretti Vito, Formenti Giacomo,

Formenti Liliana, Formigoni Carlo, Fracasso Elisa, Frassineti Fiorella,

Fratepietro Giulia, Garzia Carlo, Garzia Italo, Giacovazzo Giuseppe,

Giannotti Gianni, Giannuzzi Carlo, Giardino Michele, Giliberti Saverio,

Gomes Magda, Gorgjux Raffaella, Grilli Franca, Jauch Anna, La Madda­

lena Giuseppe, Ladina Nico, La Montagna Luciano, Lancieri Mario,

L’Arab Carlo, Lattanzio Enzo, Laudadio Felice, Laurora Graziella, Le Pe­

ra Beppe, Le Pera Simona, Lestingi Leo, Lippolis Ketty, Lobefaro Nuc­


cia, Lobefaro Silvana, Loiudice Franco, Loizzi Pasquale, Lombardi Mari­

sa, Lomuto Michele, Lopopolo Mara, Loporchio Nicola, Lorusso Beppe,

Lorusso Giovanna, Lorusso Nice, Roseto Michele, Losurdo Enzo, Lovero

Eugenia, Lovero Nella, Luisi Piero, Lupis Pino, Macchia Gianni, Ma­

gliocchi Marcello, Manzari Claudio, Marazia Francesco, Marcellino Ta­

no, Marchesani Franco, Marrese Alfonso, Marrone Rino, Martello Nicola,

Martino Gino, Martino Luigi, Marvulli Giusi, Marzulli Grazia, Maselli

Mario, Masiello Augusto, Mastrini Gianna, Mastrini Livia, Mastronardi

Beppe, Mastropasqua Riccardo, Matarrese Franco, Mazzei Pina, Mazzei

Susy, Micheli Maurizio, Milella Josie, Mirabella Michele, Monaco Enri­

ca, Montuori Enrico, Morgese Antonio Waldemaro, Motta Tonino, Mu­

ciaccia Nichi, Musajo Somma, Alfredo, Muschitello Annamaria, Nascetti

Silvia, Nitti Gigi, Occhiogrosso Michele, Onega Mario, Onnis Totò, Ora­

bona Paola, Ottolino Laura, Padovano Antonio, Pagliaro Walter, Palazzo

Mario, Palmentura Sabino, Pani Egidio, Panza Piero, Panza Pino, Paolan­

tonio Giuliana, Porro Luciana, Parlavecchia Raffaella, Patarino Agnese,

Patarino Bernabei Titti, Perchinunno Maurizio, Perrelli Franco, Petruzzel­

li Roberto, Piacenza Anna, Picella Gianni, Pisani Ivetta, Planelli Bepy,

Polemio Francesco, Pomes Francesco, Pontrelli Maria Pia, Ponzio Maria

Luisa, Putzolu Mariella, Recchimuzzi Peppino, Resta Gianni, Romano

Franco, Romito Dario, Romito Giancarlo, Romito Saverio, Rossano An­

tonio, Rossini Guglielmo, Ruberto Raffaele, Rubino Marcello, Russo

Giovanna, Sangiuliano Liliana, Santarelli Ada, Santo Gennaro, Santostasi

Mario, Saponaro Nicola, Saracino Antonio, Sasso Alba, Savino Lunetta,

Savonarola Elio, Scolamacchia N. Franco, Scotese Pino, Sechi Isio, Se­

rena Gianni, Servodio Rocco, Solari Giampiero, Spadaro Lino, Spagnolo

Giuseppe, Specchio Leonardo, Sparita Mimmo, Stricagnolo Luciana, Tar­

sia Incuria Annamaria, Tiraboschi Elettra, Tomasino Annalejla, Tonazzi

Bepy, Traietto Anna, Trombetta Renato, Truglia Livio, Vacca Enzo, Va­

lentini Dela, Valenzano Massimo, Vecsera Ketty, Velati Enzo, Veneziano

Pino, Ventrella Maria, Vincenti Carmela, Vitucci Gianni, Volpe Luciano,

Za Gigi, Zaccaria Franco, Zurlo Giacomo, Zurlo Rita.


Questo volume è stato edito nel quadro delle iniziative culturali promosse dalla

Biblioteca Multimediale & Centro di Documentazione del Consiglio Regionale

della Puglia “Teca del Mediterraneo”, in occasione dei 10 anni dal suo “reinven­

ting” (1994­2004).

I curatori del volume ringraziano vivamente l’Ufficio di Presidenza del Consiglio

Regionale della Puglia, il Comune di Bari, il direttore di Teca del Mediterraneo

Waldemaro Morgese, Maria Antonietta Abenante della Cooperativa Ninive per

l’impegno profuso e per quello che profonderanno per l’implementazione del

progetto di archivio digitale di tutti i documenti del periodo storico e delle vicen­

de trattate.

Si ringrazia anche Enzo Lattanzio per aver messo a disposizione il proprio archi­

vio fotografico

More magazines by this user
Similar magazines