Grimaldi e la rifrazione

scans.library.utoronto.ca

Grimaldi e la rifrazione

L'ANTINEWTON

Omnes rolores siint in lumine ( p. 416. 526, e altrove) o, in ogni

raso; non sono extra hunen. neanche quando volesse pensarsi una

qualche dislinzione fra luce e colore: i colori appaiono nella luce

e per la luce, perché la luce colorata si sviluppa dalla luce hianca.

la quale tiene in se la ragione d' ogni colore.

D'accordo. Ma non si torcano queste parole a sensi non voluti

da chi le pensò, e lontanissimi dalla sua mente: e resti ben fermo

che in Grimaldi (come in De la Chambre, ed in altri) la luce bianca

tiene in sé indefinite possibilità di colore così come può dirsi che in

un cumulo di creta sien contenute in potenza infinite statue, o in cera

le forme di infiniti sigilli: così come chi dicesse che la luce è materia

prima da cui volta per volta potranno elaborarsi tutti i colori. Ciò che

è esattamente il contrario della concezione newtoniana.

La luce di Grimaldi è una e alterabile.

La luce di Newton è multipla, e i suoi componenti immutabili.

In Newton i raggi divenuti a omogenei » attraverso rifrazione,

ritengono il loro colore attraverso cjualsivoglia numero di successive

rifrazioni.

In Grimaldi ogni nuoA a (( disforme dissipazione » — comunque

ottenuta — potrà generare da qualsiasi colore nuovi e diversi colori.

Newton fa proprio quella « moltiplicazione di forme reali di-

stinte )) che Grimaldi — per ragioni del resto rispettabilissime in

teoria — non voleva assolutamente (XLV. 8).

di esso.

Per Newton i colori sono precontenuti nella luce bianca.

In Grimaldi i colori sono assunti entro il prisma per una azione

Non si creda a questo punto eh' io ignori come una certa fase

piuttosto recente dell'ottica abbia accennato — in merito alla natura

della luce bianca — ad un ritorno, su alcuni piuiti, ad idee che pre-

valevano prima di Newton (cfr.. p. es. il cap. XXIII, 2' ed. Physical

Optics del WooD. non riportato nelle successive ristampe): pensavo

proprio a queste concezioni moderne, benché ormai vecchie, sulla

More magazines by this user
Similar magazines