28.05.2013 Views

Etica Hacker: L'imperativo `e hands-on.

Etica Hacker: L'imperativo `e hands-on.

Etica Hacker: L'imperativo `e hands-on.

SHOW MORE
SHOW LESS

Create successful ePaper yourself

Turn your PDF publications into a flip-book with our unique Google optimized e-Paper software.

l’Apple I. Questa invenzi<strong>on</strong>e, resa possibile dalla c<strong>on</strong>divisi<strong>on</strong>e dei saperi e delle<br />

informazi<strong>on</strong>i all’interno del Club, segnò un momento cruciale nella storia degli<br />

hacker, poiché realizzò il sogno di avere un mezzo di facile uso e che n<strong>on</strong> c<strong>on</strong>trapp<strong>on</strong>esse<br />

barriere tra l’utente e le informazi<strong>on</strong>i. Fino ad allora i computer<br />

erano per lo più grosse macchine che dovevano essere tenute in stanze climatizzate<br />

e n<strong>on</strong> c’era da parte delle aziende commerciali nessun interesse a progettare<br />

qualcosa di diverso e più accessibile.<br />

“N<strong>on</strong> c’è ragi<strong>on</strong>e per cui uno debba volere un computer in casa propria ”<br />

Ken Olsen, presidente del c<strong>on</strong>siglio di amministrazi<strong>on</strong>e della Digita Equipment<br />

Corporati<strong>on</strong>, 1977.<br />

Sempre in quel periodo in California si registrò anche probabilmente il primo<br />

problema che un hacker ebbe c<strong>on</strong> la legge; si tratta dell’ingegnere John Draper,<br />

meglio noto come “Captain Crunch”. Sec<strong>on</strong>do la leggenda egli apprese da un<br />

cieco che soffiando in un fischietto distribuito in omaggio c<strong>on</strong> una famosa scatola<br />

di cereali (Cap’n Crunch) vicino alla cornetta, si otteneva come risultato di<br />

resettare la centralina telef<strong>on</strong>ica della Ma Bell; inventò così un circuto, il “blue<br />

box”, in grado di riprodurre la stessa frequenza del fischietto (2600 Herz), grazie<br />

al quale era possibile effettuare chiamate senza che venissero addebitate.<br />

Proprio Wozniak, da studente, si era avvicinato a Draper e vendeva le blue<br />

box nel campus dell’università. Più tardi, Draper rivelò che praticando il “Boxing”<br />

nei dormitori di Berkeley era capitato tra l’altro che Wozniak facesse una<br />

incredibile telef<strong>on</strong>ata in Vaticano, facendosi passare per il Segretario di Stato<br />

Henry Kissinger; per poco n<strong>on</strong> era riuscito a parlare c<strong>on</strong> il Papa.<br />

2.3 Richard Stallman e la Free Software Foundati<strong>on</strong><br />

Gli anni ’80 segnar<strong>on</strong>o una fase di riflusso per la cultura hacker. Molti di loro<br />

iniziar<strong>on</strong>o a lavorare per le aziende, accettando i compromessi che una tale scelta<br />

comportava. Le nuove leve di programmatori erano cresciute in modo solitario,<br />

n<strong>on</strong> avevano quel senso di appartenenza ad una comunità che aveva animato<br />

i primi hacker, e n<strong>on</strong> sentivano la necessità della c<strong>on</strong>divisi<strong>on</strong>e delle tecniche e<br />

della libertà di circolazi<strong>on</strong>e delle informazi<strong>on</strong>i. Le leggi del mercato prevalsero<br />

e le aziende di software proprietario si imposero. Anche il Laboratorio di Intelligenza<br />

Artificiale del MIT, a causa di minacce di tagli dei finanziamenti, si<br />

dovette adeguare alle nuove regole p<strong>on</strong>endo dei limiti al libero collegamento ai<br />

computer del Laboratorio. “Gli hacker che n<strong>on</strong> accettavano quel fatto erano destinati<br />

a lavorare nella solitudine (anche se beata), oppure a rimanere c<strong>on</strong>finati<br />

in strette comunità finanziate dall’Arpa” [2].<br />

Uno dei “nostalgici” che scelsero la solitudine fu Richard Stallman, che Steven<br />

Levy elogiò come “l’ultimo vero hacker”; descrizi<strong>on</strong>e che, c<strong>on</strong> le parole di<br />

E. S. Raym<strong>on</strong>d “si rivelò fortunatamente errata” [3].<br />

“ Avrei potuto guadagnare, e forse mi sarei divertito a programmare. Ma sapevo<br />

che al termine della mia carriera mi sarei voltato a guardare indietro, avrei visto<br />

anni spesi a costruire muri per dividere le pers<strong>on</strong>e, e avrei compreso di aver<br />

c<strong>on</strong>tribuito a rendere il m<strong>on</strong>do peggiore”<br />

Richard Stallman [4]<br />

6

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully!

Ooh no, something went wrong!