Lettere di Italiani illustri

booksnow1.scholarsportal.info

Lettere di Italiani illustri

;ì[0

che p;ii lì il sit^iiDr thcsorero Locamo non ho più intesa

nuova (li lui. al (|uale comunicai molti particolari die

dovesse in mio nomo significarli ali E. \.. come credo

hal)l)ia fallo, perche N. li. rcstarà servita de comandarmi

([nello che haverò a far, perchè in altro non penso ne

prego Dio d'altro che di farme gralia che io sajìpia hen

servire I E. V. come dc\o et come molto sono ohiigalo.

Il signor duca aspetta d vino con una donzena de

Ghellom, porhò (piando loi ti( là hciic a N . Iv de man-

darlo son certo che non se ne sconlerà.

S. E. fu a Mantova a far riverenza alli .scren."" re ci

lOiiina di Boemia, fu molto ben visto et accarezzato dalle

loro Altezze, ci lauto famigliarmenle si Ik' dmu)slral(»

amicho il re di S. Ex. che il vulgo dice che rainicitia

so potrà rosolvere in parentolla. porcini a me pare che

fpiesta si (Iclihera prima in cielo et poi si exeguiscc in

terra.

Delle cose del mondo \ . E\. cIk^ m Lillo no dove

saper molto più di rpiello che se intenda da queste la-

gune, la gonio del Papa he pur ([ui ali as.sedio della

IMirandolia. ot I hanno ullimamonlo aslrotta con tre ha-

loardi et tringoro di iiuuK» cho imn poinio uscirono en-

trare senza esser visti, dentro hanno formento assai et

modiocremonte carne, ma la fanno malo di legna et vino.

Parma se va intratenendo, et in vero Tassodio che vi

he non è bastante a prohihire che la notte non vi vadi

chi vuole, et se sapessero dove polor havor vino, carne

et simile altre cose a loro necessarie saria in poter loro

a mettersi dentro (piando loro piacesse; ma io prometto

ali Ex. V. che tulli (jui^sli contorni sono in extrema ne-

cessità de ogni sorte di vettovaglie, et perchè non si

intende altro .salvo che a buon tempo Francesi la vo-

gliono soccorrere né si vedo con cho forma et con

More magazines by this user
Similar magazines