Un anno di successi - Nissan

schianoautomobili.it

Un anno di successi - Nissan

NissanQualityPlanet è un progetto di Nissan Italia per la propria Rete commerciale - Gennaio 2011

Un anno di successi

L’inizio di un nuovo anno è l’occasione per verificare i

risultati conseguiti, riflettere sugli aspetti favorevoli e su

quelli che lo sono stati meno, sulle opportunità e su come

abbiamo saputo coglierle. Tuttavia, è mia personale convinzione

che la voce più significativa di questo “bilancio

ideale” debba essere dedicata ai successi conseguiti e ai

riconoscimenti ottenuti. Vogliamo ricordarli insieme? Il più

importante di tutti è stato il Premio Auto dell’Anno 2011

assegnato alla NISSAN LEAF. Un premio che valorizza perfettamente i

caratteri del prodotto che Nissan offrirà ai clienti di tutto il mondo, simbolo

concreto del nostro spirito di innovazione e di entusiasmo imprenditoriale.

I valori che ci consentiranno di agire da protagonisti nei nuovi scenari di

mercato. Al di là del prestigioso riconoscimento attribuito a NISSAN LEAF,

i risultati di maggior rilievo vengono dalla quota di mercato e dai risultati di

vendita assoluti, valori in totale controtendenza rispetto alla flessione del

mercato dell’auto italiano che ha registrato un calo del 9,2%, il risultato

peggiore degli ultimi 14 anni. Nell’anno solare Nissan Italia chiude con una

quota di mercato del 2,8% (+7,7% vs. 2009) e 60.678 unità immatricolate

(+ 1,4% vs. 2009). Se invece analizziamo il risultato nell’anno fiscale

Aprile-Dicembre 2010, Nissan Italia ha raggiunto la quota di mercato del

3,02%, con una variazione del +17,5% rispetto allo scorso periodo. Numeri

che confermano come la crescita di Nissan Italia non sia un episodio unico

ed occasionale, ma il risultato di un’evoluzione costante e duratura nel

tempo. Il 2011 inizia quindi con presupposti incoraggianti, poiché i nuovi

prodotti presenta- ti a fine 2010 ci consentiranno di crescere

sia in termini relativi (quota di mercato) sia assoluti (volumi di

vendita). Sia Juke che la Nuova Micra svolgeranno un ruolo

determinante. Fra pochi giorni la Nuova Micra si confronterà

con il mercato in una forte iniziativa che vedrà coinvolte su un

unico fronte attività di Marketing, Vendita e Post Vendita. L’obiettivo

è la fidelizzazio- ne (Loyalty) dei clienti acquisiti e la conquista

di nuovi grazie all’af- fermazione della “city car” sul nostro mercato.

La cosa più impor- tante che desidero sottolineare è che i successi

conseguiti nel 2010 sono stati raggiunti soprattutto grazie all’impegno

ed alla capacità delle persone: dai dipendenti della sede sino

a quelli delle con- cessionarie e delle officine. Persone

che nonostante la crisi, riescono ad essere ogni giorno

“audaci e rifles- sivi”, cosa che per tutti noi è un

motivo di orgoglio e fierezza. Sono questi i valori che

ci hanno consentito di conquistare i successi di oggi

e che ci proietteranno verso un futuro da protagonisti.

In questo numero:

Nissan LEAF

“Auto dell’Anno

2011”

pag. 2-3

Speciale

Global Award

Edizione 2010

pag. 4-5

Speciale

Global Award

Intervista

a Nicola Schiano

pag. 6

Speciale

Global Award

Gianluca Ercolani

a proposito del

Premio

pag. 7

Persone

in primo piano

Raffaella Ponticelli:

“Best Workplaces

2011” vinto da Nissan

pag. 8

Persone

in primo piano

Premi fedeltà

pag. 8

Periodico trimestrale registrato

presso il Tribunale di Milano al n. 412

in data 30.10.’10 - anno III, n° 11


2

NISSAN LEAF Auto dell’Anno 2011

Per la prima volta l’auto dell’anno è elettrica. Il vincitore è nissan leaF

Il 2010 segna l’inizio di una nuova

era. NISSAN LEAF, l’auto 100% elettrica,

vince il titolo europeo di “Car of

the Year 2011”.

Per la prima volta nella storia, un’auto

elettrica batte tutti gli altri veicoli - 40

diversi modelli di auto alimentati da

motori convenzionali - aggiudicandosi

il più importante riconoscimento motoristico.

La giuria del premio “Car of the Year

2011”, composta da 57 giornalisti

delle più importanti riviste specializzate

provenienti da 23 Paesi europei, ha

motivato il riconoscimento affermando

che NISSAN LEAF rappresenta una

novità assoluta sia nel panorama automobilistico

nel suo complesso, sia in

quello delle auto elettriche.

Perché NISSAN LEAF è la prima vettura

elettrica realmente equiparabile ai

veicoli tradizionali.

NISSAN LEAF è stata la più votata

con 257 punti, seconda l’Alfa Romeo

Giulietta con 248 punti e terza l’Opel

Meriva con 244 punti.

Il prestigioso “Car of the Year

2011”oltre a riconoscere a Nissan

lo status di brand con una chiara

visione della mobilità del futuro, è

un’ulteriore prova che NISSAN LEAF

è stata riconosciuta come concorrente

perfettamente credibile rispetto alle

vetture tradizionali anche in materia

di sicurezza, performance, spaziosità

e maneggevolezza.

RICARICA A DISTANZA

Un’altra funzione all’avanguardia è

quella che consente di utilizzare un

computer o uno smartphone per impostare

in remoto le funzioni di carica

e monitorare il livello corrente

della batteria e la capacità residua.

È possibile impostare a distanza il

climatizzatore della vettura durante

la carica, in modo che sia pronta e

confortevole al momento dell’uso. Il

timer di bordo permette inoltre di

pre-impostare la ricarica di Nissan

LEAF in modo che abbia inizio di

notte, per approfittare delle ridotte

tariffe notturne dell’elettricità.

24 gennaio 2011

Pavillon Gabriel (parigi)

Carlos Ghosn - Presidente e CEO di

Nissan Motor Co. - riceve il Trofeo Auto

dell’Anno 2011 da Håkan Matson,

Presidente della Giuria del “Car of the

Year 2011”, che ha sottolineato la

storicità dell’evento: “Sono convinto

che in futuro altri veicoli elettrici

saranno nominati Auto dell’Anno. Ma

dobbiamo ricordarci che solo uno può

fregiarsi di essere il primo (…)”

Quando l’innovazione tecnologica diventa piacere di guida

NISSAN LEAF è stata progettata non solo per salvaguardare

l’ambiente, ma anche per regalare un’esperienza di guida

unica. Premendo il pulsante di accensione, il quadro strumenti

emette un gradevole jingle di benvenuto. “Mettere in moto”

NISSAN LEAF è un’esperienza assolutamente nuova: il silenzio

è assoluto, al punto da far temere che… la vettura sia

spenta! La strumentazione digitale di NISSAN LEAF propone

JoYSTICk

Anche il joystick posizionato al posto

del cambio sembra provenire dal

mondo dei videogiochi: permette di

cambiare marcia con un semplice

movimento del polso. Il primo sistema

"shift-by-wire" di Nissan garantisce

una sensazione di incredibile

leggerezza. Selezionata la posizione

“D” e premuto l’acceleratore, NIS-

SAN LEAF rivela subito quello che

è: un’auto dalle prestazioni incredibili.

Un’accelerazione potente, grazie

al suo motore elettrico da 109 CV

capace di generare subito alla partenza

tutti i suoi 280 Nm di coppia,

una grande quantità di informazioni utili per gestire al meglio

l’autonomia della batteria, ma anche per aiutare il pilota ad

assumere uno stile di guida più ecologico. L’innovativo sistema

telematico carWings offre informazioni continue sull’autonomia

residua e segnala automaticamente la stazione di ricarica

più vicina. Inoltre il conducente è costantemente aggiornato

sulle condizioni del traffico.

un valore equivalente ad un normale

motore benzina V6 di 2,5 litri. A differenza

di un motore a benzina però,

quello elettrico non genera vibrazioni.

Un fattore che, grazie all’eccellente

isolamento acustico, trasforma

Nissan LEAF in un veicolo incredibilmente

silenzioso anche quando marcia

ad alta velocità. NISSAN LEAF

può infatti raggiungere una velocità

massima superiore a 145 km/h ed

un’accelerazione da 0 a 100 Km/h

in 11,3 secondi.

3


Speciale Global NSSW Award 2010

Global NSSW Award: i vincitori dell’edizione 2010

Q u e s t’anno la premiazione si è svolta nella prestigiosa sala giuseppe verdi dell’esclusivo Hotel majestic di roma

I sorrisi dei vincitori, i coniugi Schiano con l’Amministratore Delegato della Nissan Italia, Andrea Alessi

i l team della concessionaria con il management della nissan italia

Il brindisi del successo

4 5


6

Speciale Global NSSW Award 2010

La strategia del sorriso

Al telefono la voce del signor Nicola

Schiano ci trasmette immediatamente vitalità

e allegria. Meglio: un senso immediato

di positività e di voglia di fare. L’abbiamo

chiamato per farci raccontare come

lavora e come lavorano i suoi uomini; per

comprendere, una volta di più, qual è il

metodo che ti porta a vincere il global

nssW aWard. E Nicola Schiano non ci ha

deluso, anzi. Ci ha rafforzato in quello che

è ormai un convincimento ben radicato.

Ma giudicate voi stessi.

Partiamo dall’inizio? Quando è nata la

Concessionaria?

E’ nata nel 1987, nel dicembre dell’87….

Immagino sia stato suo padre ad iniziare

l’attività…

Certamente. Poi ho proseguito io e una

decina d’anni fa l’ho trasformata da ditta

individuale in srl.

Una trasmissione culturale, quindi.

Una passione di famiglia…

Sì, è proprio così - anche se oggi mi verrebbe

da dire “purtroppo” alla passione che

papà mi ha trasmesso – ma sono il primo

a non crederci: mi piace troppo questo lavoro!

Credo sia una questione di marchio,

di prodotto. Io sto bene con Nissan. Nonostante

il mercato sia affollato sino all’inverosimile,

io sento che questo è il mio lavoro

e che forse non saprei fare altro così bene.

Perché per questo lavoro provo passione.

Mi piace stare a contatto con le persone,

parlare con le persone, stare attento alle

persone e ai loro problemi. E mi sono sempre

piaciute le automobili nuove, l’odore

di auto nuova. Non mi perdo un “Motor

show” da vent’anni! Insomma, è la pas-

sione della mia vita. Altrimenti non potrei

resistere. Non avrei la voglia di far fronte

ai problemi che, mi creda, sono tanti. Con

i clienti e un po’ con tutti. Ma questo è il

mio lavoro: risolvere i problemi.

Quanti dipendenti ha?

Siamo in 17. Non sono pochi rispetto ai

numeri che facciamo. Sa, noi

siamo una realtà di periferia.

Ma siamo la terza Concessionaria

di Napoli rispetto ai numeri.

Chi viene da noi, vuole

proprio “venire da noi”: siamo

l’ultimo paese della terraferma,

il monte di Procida. Di fronte

a noi c’è Ischia e Procida. Chi

viene da “Schiano 2000”, viene

apposta. E chi viene da noi di

solito poi non cambia più. Non voglio essere

presuntuoso, per carità, ma la gente è

disposta a fare 20 chilometri in più per venire

da noi. E pensi a quando c’è traffico…

Evidentemente c’è un motivo… E altrettanto

evidentemente funziona il

passaparola e la “raccomandabilità”

come la chiama Nissan….

Certo che funziona il passaparola! E funziona

grazie al fatto che mio padre ha iniziato

questo lavoro 45 anni fa lavorando sempre

con grande serietà. Il risultato è che siamo

credibili e la gente si fida di noi. Inoltre abbiamo

compiuto investimenti importanti,

quello che si dice “un sacco di soldi”, per migliorare

ulteriormente. Ma ne valeva la pena.

E’ così che si vince il Global NSSW Award?

E’ la seconda volta che lo vinciamo! Non

è facile, anche se credo che ogni anno ci

classifichiamo tra i primi. Noi lavoriamo

con pazienza e disponibilità e una propensione

al sorriso che ho visto in pochi altri

esercizi commerciali, mi creda.

Le credo: purtroppo l’accoglienza e la

cortesia verso il cliente sono “arti” che

stanno scomparendo in tutt’Italia…

Guardi, Andrea Alessi la sera della premiazione

mi ha detto di aver notato che

all’ingesso dell’area vendita e dell’officina

abbiamo affisso due cartelli che dicono:

“se non sai sorridere non aprire un negozio”.

Io lo dico sempre al mio personale: il

giorno che state veramente “storti”, state

a casa che fate meno danni! Ed è questa,

la grande capacità di capire il cliente, di

essere autenticamente attento a lui, il segreto

del nostro modo di lavorare. E poi

bisogna saper sdrammatizzare. Veda, io

mi sento napoletano nel carattere, nella

passionalità. Ma nel modo di lavorare,

nell’attenzione al dettaglio, mi sento un

uomo del Nord. Non assumerei mai una

persona che ha lavorato, diciamo, in un

ufficio postale. Quando vado in giro per

negozi, in banca, a comprare una camicia…

è incredibile la mancanza di attenzione

al cliente! E, come diciamo noi a

Napoli, il pesce puzza dalla testa. Se una

commessa è sgarbata è sicuro che anche

il direttore del negozio lo sarà!

E’ probabile, molto probabile purtroppo…

A proposto di predisposizione,

qualche proposito per l’anno nuovo?

Nel 2011 dovremo impegnarci ancora di

più. Lavorare di più. Perché sarà un anno

ancora più complicato, difficile. Ma devo

anche dirle che ho una grande fiducia in

Nissan. Non lo dico perché sto parlando

con lei: lo dico perché lo credo veramente.

Lavorano bene. Sono seri. Investono. Lanciano

un sacco di modelli nuovi. Sanno lavorare.

E so che siamo sulla stessa barca,

insieme. Io dico sempre una battuta:

non mi risposerei, ma se fossi costretto

a farlo, certamente sceglierei nuovamente

mia moglie. Lo stesso con le auto. Se

rinascessi, vorrei cambiare mestiere. Ma

se dovessi nuovamente gestire una Concessionaria,

beh, sceglierei ancora questo

marchio e mi terrei stretto Nissan.

Guardi che lo scrivo….

Lo scriva: è la verità!

Buon anno signor Schiano. Buon anno a

lei e a tutti gli uomini di buona volontà.

nicola scHiano lomoriello Titolare salvatore de simone Master Technician

rosanna lamberti Responsabile qualità vincenzo scHiano Meccanico

Felicia looz Responsabile Amministrazione antonio cHiocca Meccanico

anna rannello Amministrazione luigi merone Responsabile della consegna

elena scHiano lomoriello Amministrazione daniele lamberti Addetto alla consegna

gennaro coscione Venditore luigi scHiano lomoriello Venditore

antonio scHiano di cola Venditore crescenzo lamberti Responsabile Sito

luca lamberti Responsabile Post-Vendita pasQuale andretta Impiegato amministrativo

micHele de simone Accettatore

Gianluca Ercolani

Direttore Qualità e Sviluppo Rete

Interpretare le motivazioni alla base

del global nssW aWard, il premio

assegnato ogni anno sulla base dei

risultati di qualità dei servizi di vendita

e post vendita offerti dalla rete

dei concessionari Nissan

in Italia e nel mondo, è

quanto mai semplice ed

immediato: c’è stata una

gara a colpi di indici IRC e

IRA, durata per 12 mesi,

e il miglior concessionario

ha vinto.

Nulla da eccepire. Se non

fosse che trattare bene i

nostri clienti non dovrebbe

essere premiato o incentivato,

poiché dovrebbe

essere una normale

pratica del nostro lavoro.

Tutti noi, dalla Casa al

Concessionario, dobbiamo

trattare bene i nostri

clienti. E non lo dobbiamo

fare perché ci aspettiamo

una ricompensa economica

attraverso i bonus

trimestrali o con l’esperienza

gratificante della

cerimonia di premiazione

in uno dei locali più belli di Roma.

Lo dobbiamo fare perché la cura del

cliente, da quando entra nelle nostre

strutture a quando ne esce con la vettura

nuova o dopo l’assistenza in officina,

è l’essenza stessa della nostra

capacità di fare business. Senza un

trattamento corretto, senza trasparenza

in ogni fase del nostro rapporto

col cliente, avremmo vita breve. Lo

sanno bene

quei negozi

di provincia

che basano il

loro fatturato

sul rapporto con la clientela, sulla

sua fidelizzazione e soprattutto sulla

fiducia che la gente del luogo ripone

in loro. “Il paese è piccolo, la gente

mormora ed io - così ragiona il piccolo

imprenditore, il piccolo negoziante

di provincia - non posso permettermi

che si parli male di me, del mio modo

di lavorare, del mio negozio. Perché,

se ciò malauguratamente accadesse,

già a partire da domani avrei perso la

metà della mia clientela abituale solo

Perchè Nissan assegna

il “Global NSSW Award”?

in virtù di un “passaparola” negativo”.

Trattare bene i clienti, con rispetto,

lealtà, trasparenza, significa poter

riaprire il negozio anche domani, lavorare

e guadagnare. Significa poter

garantire un futuro sereno a se stesso

e ai suoi dipendenti. Loro, i piccoli

commercianti, lo sanno bene. Credo

che ne dobbiamo essere consapevoli

anche noi tutti, dalla Casa costruttrice

ai Concessionari, prendendo spunto

da questo semplice esempio.

l’importanza della distinzione

Ma allora perché è così importante il

global nssW aWard?

Perché si persegue l’eccellenza nel

riconoscimento al miglior concessionario

d’Italia nell’offerta - continua,

costante - di qualità al cliente?

La risposta è semplice anche in questo

caso e la possiamo trovare nello

stesso interrogativo che ci siamo

posti: perché quel concessionario è

stato, per quanto riguarda l’anno che

si è concluso, il “migliore” di tutti. E

quindi tutti lo devono sapere e riconoscere.

E’ questo il significato dei premi, dalla

prima Olimpiade in poi: riconoscere

il migliore, premiarlo e farlo sapere

a tutti.

Per questo motivo il global nssW

aWard è come una medaglia olimpica

e va inteso quale stimolo a fare meglio

per tutti coloro che non hanno

vinto oggi ma potranno vincere domani.

Sempre che sappiano prendere ad

esempio il concessionario classificatosi

primo nell’edizione precedente,

l’imprenditore premiato a cui è stato

giustamente riservato un trattamento

da “Numero Uno”.

Questo è il motivo per cui pubblichiamo

le foto dei vincitori in queste pagine

e per cui ogni anno assegniamo

il global nssW aWard.

E sempre questo è il motivo per cui,

anche il prossimo anno, il global

nssW aWard sarà celebrato in una

memorabile cerimonia durante la

quale sarà premiato il vincitore del

2011.

Da oggi la gara ricomincia.

Buon lavoro a tutti.

7


8

Persone in primo piano

Il miglior ambiente di lavoro? A Capena.

Nissan Italia: ancora una volta

La notizia è di quelle che si commentano

da sole. Nissan Italia si classifica nuovamente

al primo posto quale “miglior

ambiente di lavoro” nel settore auto e

al quinto nella classifica assoluta Best

Workplaces Italia 2011. Dei molti

“perché” di questo successo ne parliamo

con Raffaella Ponticelli, Direttore delle

Risorse Umane.

un risultato davvero molto signiFicativo.

Quali sono le ragioni di Questo successo

ripetuto?

Innanzitutto due parole sull’indagine. La

ricerca è stata condotta da Great Place

to Work Institute Italia, società americana

leader nella ricerca e consulenza

manageriale. La società opera dal 1980

ed effettua delle indagini approfondite

presso le migliori organizzazioni italiane

per comprendere che cosa rende un ambiente

di lavoro eccellente. La classifica

è determinata in gran parte dal giudizio

dei dipendenti attraverso la compilazione

di un questionario. Infatti, i risultati

del questionario pesano per i 2/3 del

punteggio finale mentre, per la restante

Premi Fedeltà

In occasione della recente Festa di

Natale, che si è svolta presso l’Auditorium

della Nissan Italia, lo scorso

20 dicembre, con la partecipazione

di tutti i dipendenti ed i collaboratori

dell’Azienda con le loro famiglie,

sono stati celebrati i premi alla fedeltà

dei dipendenti per due tappe

importanti: il premio dei 10 anni a

Stefano Antoniu Melega, Damiano

Frittitta e Sandro Sarlo ed il presti-

primi nel settore auto

parte, vengono analizzate le politiche di

gestione delle Risorse Umane applicate

dall’Azienda. Per il secondo anno consecutivo

siamo rientrati al vertice dei

migliori ambienti di lavoro e questo è

per noi motivo di grande orgoglio. Questo

eccellente risultato è stato il frutto

di numerose azioni di miglioramento intraprese

dall’Azienda negli ultimi anni.

Determinante è per noi la condivisione

continua e trasparente con tutto il Personale

dei risultati, delle

strategie e dei progetti

aziendali. Poniamo

grande attenzione

alle richieste ed

ai suggerimenti dei

dipendenti attraverso

il costante ascolto

ed un dialogo aperto.

Inoltre, come ho

avuto modo di descrivere in precedenza,

continuiamo a promuovere iniziative interne

volte a favorire i momenti e le opportunità

di aggregazione e a migliorare

l’equilibrio tra lavoro e vita privata. Uno

gioso premio dei 25 anni di attività

lavorativa in azienda a Sara Gentile.

Durante la cerimonia è stato realizzato

un pannello in stile “Andy

Warhol” che raggruppa in maniera

creativa ed innovativa i volti di

tutti i dipendenti della Nissan Italia

a dimostrazione che i risultati della

nostra Azienda sono legati alle persone,

che rappresentano per noi la

chiave del successo per il nostro futuro.

Periodico trimestrale pubblicato da:

EVOLVERE S.r.l. · via Vallazze, 20 · 20131 Milano

Stampato da: CM Studio srl · via Porta S. Nicolò snc · 05100 Terni (loc. Collestatte)

Questo numero è stato chiuso in tipografia il 28 di gennaio 2011

Raffaella Ponticelli

Direttore Risorse Umane

dei recenti eventi di maggior successo è

stata la Festa di Natale, che si è svolta

presso il nostro Auditorium, con la partecipazione

di tutti i dipendenti e collaboratori

dell’Azienda con le loro famiglie,

bambini inclusi. E’ stato un evento di

grande rilievo, sia sotto il punto di vista

scenografico che di comunicazione ed intrattenimento.

Abbiamo inoltre realizzato

un video emozionale con tutte le foto dei

dipendenti che andavano a comporre il

marchio NISSAN. Ciò per rafforzare la

consapevolezza

che la nostra ricchezza

sono le

persone e sono

loro a fare la differenza.

Questa

è solo una delle

numerose iniziative

che nel corso

degli anni hanno contribuito a creare

un ambiente di lavoro in cui le persone

hanno sviluppato senso di appartenenza,

fiducia reciproca, spirito di collaborazione,

iniziativa e voglia di innovare.

LA POSTA DEI LETTORI

Commenti, opinioni e suggerimenti vanno inviati

all’indirizzo: nissan.italia@nissan.it

Similar magazines