La filosofia greca

booksnow2.scholarsportal.info

La filosofia greca

IX. SCETTICISMO ED ECLETTISMO 149

valenza negativa di tutte le tesi della scienza di

fronte al pensiero, si converte facilmente nell'e- e-

degli eclettici, che esprime, positivamente, la stessa

equivalenza. Se nulla e intrinsecamente vero, tanto

vale rifiutare tutte le affermazioni, quanto affermarle

tutte con egual titolo. L'eclettismo è una

tendenza propria di spiriti decadenti, i quali non

hanno più la vera forza dell'affermazione, che è per

sua natura inclusiva ed eselusiva, dommatica e cri-

dea, conservativa e creativa. Gli eclettici invece non

hanno il senso originale dell'affermazione; in essi lo

spirito conservativo ò scisso dal creativo, la tendenza

inclusiva dall'esclusiva, il dommatismo dalla critica.

Semplici spettatori di fronte alle affermazioni altrui,

essi immaginano di poter conservare ed anzi accre-

scere la forza di quelle affermazioni col riunirle in-

sieme e conciliarle, senza comprendere che questo

lavoro richiede una più intensa attività affermativa,

capace di risolvere le antitesi e i conflitti, e d'in-

cluderne i termini in un organismo nuovo ed ori-

ginale,

Il fiorire dell'eclettismo nella Grecia decadente

era favorito dalla persistenza delie diverse scuole

dell'età classica, ciascuna delle quali poteva offrire

un contenuto d'idee già impersonalizzato e svalutato,

e quindi atto alle ulteriori manipolazioni del pen-

siero eclettico. Tra la filosofia platonica, aristotelica

e stoica già s' iniziavano così quei compromessi che

toglievano a ciascuna la propria fisonomia indivi-

duale; e la scomparsa di ciò che formava il loro

pensiero centrale e vivente, rendeva tanto più facile

la composizione delle singole dottrine nelle loro più

minute particolarità. Nell'opera degli eclettici non

convergono le grandi linee speculative delle divt rse

filosofie, ma problemi isolati, come quello deìl'ege-

More magazines by this user
Similar magazines