La filosofia greca

booksnow2.scholarsportal.info

La filosofia greca

X. IL XK0-PLAT0N1SM0 189

affermandosi scevra da ogni azione materiale, subi-

sce essa stessa, indirettamente, la legge della materia.

Lo spiritualismo, nella filosofia ellenistica, non

riesce mai a liberarsi dal suo nemico; ma lascia, in-

sieme col suo compito insoddisfatto, una ricca eredità

di esperienze mentali alla filosofìa del Cristianesimo.

La trinità ellenistica s'incontra di buon'ora con

quella che faticosamente emerge dalla letteratura

giudaica, dove dal Dio Supremo e Padre si distacca

gradualmente, anche sotto l'influsso del pensiero

greco, una seconda potenza, la Sapienza divina

ordinatrice razionale del Cosmo, e infine una terza,

lo Spirito di Dio, che è in più. immediato contatto

col. mondo, in quanto esprime i voleri divini per

bocca dei profeti.

Il cristianesimo riceve, dall'una e dall'altra cor-

rente, influssi tanto più decisivi, quanto più s'in-

gagliardiscono entrambe nel punto della comune con-

fluenza. Esso vi aggiunge di proprio l'esperienza

storica inestimabile, di una divinità che s'incarna,

si fa persona, sì che vien posto in grado di fissare

con linee precise quelle ipostasi divine che, nelle

sue fonti, fluttuavano ancora come incerte nebulose.

E la più energica coscienza della personalità, quindi

dello spirito, rende il cristianesimo assai meglio ag-

guerrito nel contrastare l'efficacia dell'opposto prin-

cipio delia materia < del male, quindi capace di

epurare la ricca eredità filosofica che riceve dall'età

antica dalle onerose passività dei sistemi emanati-

stici, che attenuano e degradano la potenza della

rivelazione divina.

Abbiamo così anticipato, in brevi linee, il con-

tenuto essenziale della speculazione di quest'ultimo

periodo. Ci è reso più facile, ora, ricostruirlo nel

suo graduale sviluppo.

More magazines by this user
Similar magazines