La filosofia greca

booksnow2.scholarsportal.info

La filosofia greca

20 LA FILOSOFIA ORECA

studi e di ricerche, senza esser modificata in nessun

punto fondamentale; la sua forza è quella delle cose

rigide e senza vita, che sfidano il tempo sol perchè

non lo vivono. Essa ignora la dinamica del pensiero

scientifico, il processo della ricerca e della conquista

della verità; non concerne il pensiero vivo, ma i

prodotti del pensiero, e li analizza, li scompone nei

loro elementi. Il suo criterio è il principio d'iden-

tità, la scomposizione della sintesi mentale nei suoi

elementi identici; opperò essa ignora ogni criterio

sintetico, ogni principio creativo di verità; è ridut-

tiva e non produttiva.

Tuttavia lo sforzo, di Aristotile è di voler fare

della logica l'organo della ricerca e della conquista

della verità; un assunto non dissimile da quello di

Platone, che mirava a far dell'idea un principio vi-

vente di produzione e di specificazione. In quanto

il sistema logico riproduce la struttura del reale,

dove tutte le cose sono causalmente connesse (*),

deve nello stesso sistema esservi un principio cau-

sale che rispecchi l'ordine delle cause reali. E questo

principio, secondo Aristotile; è l'universale, che viene

perciò assunto come causa. Questa, illusione non ha

bisogno di essere svelata; già conosciamo i vani

sforzi dei platonismo, per dare un valore causale al-

l' idea. Niente di dinamico può accogliere il sistema

della pura possibilità logica; nulla che dall'astrattezza

della potenza conduca alla concretezza imma-

nente dell'atto.

Ma noi ben presto vedremo che questa posizione

del pensiero aristotelico non è la definitiva. Dalla

considerazione concreta elei problemi della fisica e

della metafisica si svolgerà una nuova logica, non

(1) Analyt. post., i, 2, 71 b 10.

More magazines by this user
Similar magazines