La filosofia greca

booksnow2.scholarsportal.info

La filosofia greca

240 LA FILOSOFIA GRECA

mente il pensiero ha ima duplice forza: con l'ima

guarda a sé, con l'altra al

{

suo principio ( ). L'ordine

della produzione e della processione non è tempo-

2

rale, ma puramente ideale ( ); e la sua. legge è la

decrescente perfezione dei prodotti via via che si

allontanano dal centro d'irraggiamento. Migliore è

ciò che fa di ciò eh' è fatto, perchè ha maggior per-

:i

fezione ( ).

Da questa legge in particolar modo è stata tratta

l'opinione, in parte fondata, che il sistema plotiniano

sia emanatistico. Col materialismo dei sistemi emanatistici,

nei quali le cose particolari si producono

distaccandosi dalla sostanza primitiva, il sistema

plotiniano ha in comune non soltanto la legge della

perfezione decrescente dei prodotti, ma ancora l'idea

di una produzione naturale e quasi fisica. Tuttavia

noi conosciamo un aspetto profondamente diverso

della metafisica plotiniana, che molto diverge dal-

l' emanatisino. Come attività perfetta, l'Uno non si

disperde e non si esaurisce nella creazione; e d'altra

4

parte, l'apparente apostasia dall'Uno (ànóoxaoic, =

( )

dìscessus) è in realtà un vero progresso, se non si con-

sidera la falsa opinione di Plotino, ma il valore del

prodotto ch'egli fa scaturire dall'uno: l'intelligenza.

Con la triade dell'Uno, dell'intelligenza, del-

l'anima, tutta la sfera dell'intelligibile è esplorata;

l'anima, ultimo dei principii intelligibili, già lam-

bisce la terra, e forma la mediatrice eterna tra il

mondo superiore e la realtà sensibile.

(1) vi, 7, 85.

(2) v, 1, 6.

(3) kqsCttov tò jtoiofcv tov Jtoiovnévov, xe?weiÓTseov yàQ (v, 6, 13).

(4) vi, 6, 1.

More magazines by this user
Similar magazines