La filosofia greca

booksnow2.scholarsportal.info

La filosofia greca

6-2 LA FILOSOFIA GlìF.OA

materiale ; ignora la causa formale e la finale. Que-

st'ultimo punto è senza dubbio inesatto: Platone,

come sappiamo, fa largo uso delle cause finali nella

sua fisica; solo che per lui la finalità è ancora

esterna e non interna

l

come per Aristotile ( ).

Quel che invece realmente manca al platonismo,

e che forma la vera scoperta di Aristotile, è il con-

cetto della causa formale (ixoQcpi], e!5og), principio at-

tivo di specificazione e di sviluppo, nella sua stretta

connessione con la materia. La concretezza del reale

è nella sintesi di questi opposti, nel sinolo (xò avvolov),

V individuimi omuimodo determinatimi, che è materia

compresa nella forma, genere determinato nella spe-

cie, potenza realizzata nell'atto, universale individualizzato.

Il sinolo è la vera sostanza prima; men-

tre la forma astrattamente intesa, l'universale (tò

•/.aUó/.ou o anche tò ti tjv elvca) fuori della sua reale

individuazione, non è che una sostanza meramente

secondaria. Questo tentativo di classificazione delle

2

eause secondarie e primarie ( ) dissimula la grave

difficoltà non risoluta da Aristotile: è reale il singolo

o l'universale? l'essere affermato nella Metafisica o

l'essere affermato nella Logica? Se il progresso da

questa a quella fosse completo, non potrebbe esservi

esitazione nella risposta al grave quesito; ma, come

vedremo meglio in seguito, molti residui della Logica

si ritrovano nella Metafisica, ed Aristotile resta per-

plesso nell'alternativa, mostrandosi infine propenso

(!) [.a critica del platonismo è in gran parte contenuta nella fine

del 1 libro della Metafisica.

(2) Altrove (Metaph., vii, 3, 1028 b 33) la sostanza vien divisa in

quattro (lassi: l'essere eterno (xò xt fjv etvaO, l'universale (xò xcxGóaov),

il genere (xò yévo;) e il sostrato (xò iijioxsiu.evov); ma queste classi

non sono che la suddivisione della sostanza secondaria, di cui designano

aspetti diversi, e si contrappongono tutte egualmente al ovvoaov,

sostanza prima.

More magazines by this user
Similar magazines