L'ingegnere delle Telecomunicazioni in azienda - Roberto Verdone

robertoverdone.org

L'ingegnere delle Telecomunicazioni in azienda - Roberto Verdone

«L’ingegnere delle Telecomunicazioni in azienda»

QUALITY COST AND DELIVERY

Paolo Zaffoni IC&SC

Università di Bologna – Facoltà di ingegneria

09/11/2012

TRANSPORT


Agenda

A - Presentazione del sito Alstom di Bologna

B – System engineering

Alstom Transport in Italia - Sito di Bologna - Settembre 2012 - P 2


Alstom Transport in Italia

Sito di Bologna

Settembre 2012

TRANSPORT


Indice

1 - Dati Chiave

2 - Principali attività e prodotti

3 - Principali referenze

4 - Principali progetti in corso

5 - Ambiente e sicurezza

6 - Storia del sito

Alstom Transport in Italia - Sito di Bologna - Settembre 2012 - P 4


Dati chiave

• Centro di eccellenza per i sistemi di segnalamento ferroviario

• 603 dipendenti (6% manager, 89% ingegneri e impiegati amministrativi, 5% operai)

• Superficie: totale 20.000 mq

• Ricavi: 193,3 milioni di Euro (portafoglio ordini 402,3 milioni di Euro)

* Anno fiscale 2011/2012

Alstom Transport in Italia - Sito di Bologna - Settembre 2012 - P 5


Principali attività e prodotti

Il sito di Bologna progetta e realizza soluzioni

tecnologiche e applicazioni ferroviarie e metropolitane per

il controllo in sicurezza del movimento dei treni, la

gestione del traffico, il miglioramento dell’efficienza delle

reti e l’informazione ai passeggeri.

Alstom Transport in Italia - Sito di Bologna - Settembre 2012 - P 6

• Sistemi chiavi in mano di segnalamento Atlas 200 (sistema di distanziamento treni

ERTMS l2 - via radio a bordo) e Atlas 100 (sistema di distanziamento treni ERTMS

l1 - con ripetizione segnali a bordo) per le applicazioni ferroviarie grandi linee +

sistemi segnalamento Urbalis400 (sistema di distanziamento treni CBTC - via radio a

bordo) per reti urbane.

• Sottosistemi per segnalamento: sicurezza di stazione (IXL), protezione e/o controllo

treno (ATP e ATC), supervisione e regolazione del traffico (ATS).

• Componenti di terra per sistemi di segnalamento (casse di manovra, circuiti di binario,

relé vitali, balise, segnali a fibre ottiche).


Principali referenze

Interlocking

Sistemi di manovra

Carborne

CTC/ATS

Alstom Transport in Italia - Sito di Bologna - Settembre 2012 - P 7

Sistemi e prodotti installati nel mondo

• 400 Interlocking

• 4.200 Circuiti di binario

AF

• 5.000 Casse di

manovra

• 2.500 Carborne

ATP/ATC >

25 CTC/ATS


Principali referenze in Italia

Linea Roma-Napoli

• Sistema ERTMS 1 livello 2

(apparecchiature di bordo, RBC 2 )

• Sistemi di azionamento scambi

oleodinamici

• Circuiti di binario in audiofrequenza

• Sicurezza in galleria (diffusione

sonora)

1. European Railway Management System

2. Radio Block Centre

Linea Torino-Milano

• Sistema ERTMS 1 livello 2

(apparecchiature di bordo)

• Sistemi di azionamento scambi

oleodinamici

• Sistema di sicurezza (anti-intrusione

e anti-incendio)

Alstom Transport in Italia - Sito di Bologna - Settembre 2012 - P 8

Alta velocità (RFI)

Linea Bologna-Milano

• Sistema ERTMS 1 livello 2

(apparecchiature di bordo)

• Apparato Centrale Computerizzato

• Sistemi di azionamento scambi

oleodinamici

• Circuiti di binario in audiofrequenza

• Sistema di sicurezza (antiintrusione)

Linea Bologna-Firenze

• Sistema ERTMS 1 livello 2 (apparecchiature di

bordo, RBC 2 , prodotti ERTMS 1 di terra)

• Sistema multistazione ACCM

• Sistemi di azionamento scambi oleodinamici

• Circuiti di binario in audiofrequenza

• Segnali indicatori LED

• Sicurezza in galleria (diffusione sonora)


Principali referenze in Italia

Orte-Orvieto

• ACCM Apparato Centrale a Calcolatore

Multistazione

• In servizio dal 2011

• Posto Centrale e 5 Posti Periferici

1. Central Logic Computer

2. Sistema di Controllo Marcia Treno

Alstom Transport in Italia - Sito di Bologna - Settembre 2012 - P 9

Apparati di stazione a calcolatore (ACC/ACCM)

Nodo/Cintura Bologna

• ACCM Apparato Centrale a Calcolatore

Multistazione

• In servizio dal 2011

• Posto Centrale integrato con SCC 1 Nodo di

Bologna

• 13 Gestori di Area

Bologna Centrale

• ACC Apparato Centrale a Calcolatore

• In servizio dal 2009

• Posto Centrale e 4 Gestori di Area

• 300 deviatoi

• 265 segnali (alti e bassi)

• 410 circuiti di binario

• 3.100 itinerari

• SCMT 2 integrato


Principali referenze in Italia

SCMT/STB

• 2456 bordi installati

• 30 tipologie di treni

• In servizio commerciale dal 2003

Alstom Transport in Italia - Sito di Bologna - Settembre 2012 - P 10

Sistemi di bordo (ATP)

SSC/BL3

• 268 bordi installati

• 5 tipologie di treni

• In servizio commerciale dal 2009

ERTMS LIVELLO 2/SCMT

• 190 bordi installati

• 5 tipologie di treni

• In servizio commerciale dal 2005

• Oltre 10 milioni km in Livello 2


Rete Sarda

Principali referenze in Italia

• Centro di Controllo della

rete regionale RFI

• Gestione automatizzata di

500 km di linea, 34

stazioni

• Informazione al pubblico

• Telesorveglianza

• Diagnostica

1. Controllo del Traffico Computerizzato

Nodo di Bologna

• Centro di Controllo delle

linee regionali del

compartimento

• Gestione automatizzata di

570 km di linea, 75 stazioni

• 1000 treni/giorno,

10.000 comandi

automatici/giorno

Alstom Transport in Italia - Sito di Bologna - Settembre 2012 - P 11

Sistemi di supervisione (ATS)

Supervisione metro Roma

• Centro di Controllo della Linea

B della metropolitana di Roma

• Gestione automatizzata di 22

stazioni/400 treni al giorno

Modena-Mantova

• Centro di Controllo e sistema

di telecomando della linea

Verona-Mantova-Modena

• Gestione automatizzata di

250 km di linea, 34 stazioni

Altri progetti

• CTC 1 e Informazione al Pubblico

linee Fortezza-S.Candido e

Bolzano-Merano

• CTC Roma-Viterbo

• CTC Brescia-Iseo-Edolo

• CTC Gallarate-Laveno

• CTC Bacino B.go S.Lorenzo

• CTC Bacino della Romagna

• CTC Bologna-Pistoia

• CTC Colico-Tirano

• CTC Bologna-Prato


Principali referenze in Italia

Circuiti di binario audiofrequenza

• Installati: 1.000

• Km di linea serviti: 500

• Ore di servizio: 20 milioni circa

Alstom Transport in Italia - Sito di Bologna - Settembre 2012 - P 12

Prodotti

Sistemi di manovra oleodinamici

• 268 bordi installati

• 5 tipologie di treni

• In servizio commerciale dal 2009

Sistemi di manovra in traversa

• Installati: 450

• Km di linea servizi: 750

• Ore di servizio: 3 milioni circa


Principali referenze all’estero

Linee Metropolitane

Apparati Centrali integrati con ATC 1 per le linee:

• Shanghai L.3 e L.4

• Delhi

• Rotterdam

• Seoul, Daegu, Inchon (S.Korea)

• Bangalore

• Cairo

1. Automatic Train Control

2. Automatic Train Operation

3. European Railway Management System

Alstom Transport in Italia - Sito di Bologna - Settembre 2012 - P 13

Apparati centrali per ferrovie e metropolitane

Linea Metropolitane Automatiche

(Driverless)

Apparati Centrali integrati con ATC 1 e ATO 2 per le

linee:

• Singapore NEL

• Singapore CCL

• Losanna M2

Apparati Centrali per Linee Ferroviarie

• Grecia: Linee Salonicco/Platy/ Promachonas e

Suburbana di Atene

• Spagna: oltre 125 apparati in servizio (Madrid

Chamartin, Alicante) e Apparati Centrali integrati

con ATC 1

• Olanda: Betuwe Route /ERTMS 3 Lilvello 2)

• Marocco: Linea Casablanca/Fez/Sidi Kacem,

Enouasser/Jorf


Principali referenze all’estero

Circuiti di binario

audiofrequenza

• Installati: 3.000

• Referenze:

– Cile (Santiago)

– Cina (Shanghai)

– Grecia (Atene etc…)

– India (Delhi, Mumbai, etc…)

– Korea (Daegu, Incheon)

– Spagna (Madrid etc…)

– Svezia (Stockholm)

Sistemi di manovra

oleodinamici

• Installati: 200

• Referenze:

– UK

Alstom Transport in Italia - Sito di Bologna - Settembre 2012 - P 14

Prodotti

Sistemi di manovra

in traversa

• Installati: 1.000

• Referenze:

– Danimarca

– Norvegia

– Svezia

– USA

Sistemi di manovra

convenzionali

• Installati: 1.000

• Referenze:

– Bangladesh

– Brasile

– Grecia

– Kazakhstan

– Spagna

– Tunisia

– Vietnam


Principali progetti in corso in Italia

ATM, Milano

Rinnovo del segnalamento della linea

Metropolitana 1 di Milano senza

interruzione del servizio

Alstom Transport in Italia - Sito di Bologna - Settembre 2012 - P 15

NTV

Sistema di segnalamento

ERTMS/SCMT di livello 2

FS

Attività di manutenzione sul sistema

di segnalamento ERTMS Livello 2 su

30 dei 62 treni della flotta ETR500


Principali progetti in corso in Italia

Ferrotranviaria, Ferrovie del Nord

Barese

Impianti ACC 1 , ATS 2 , BACC 3 Fesca S.

Girolamo/Ospedale/Regioni/ Aeroporto/Palese

1. Apparato Centrale a Calcolatore

2. Automatic Train Supervision

3. Blocco Automatico a correnti codificate

4. Sistema di Controllo Marcia Treno

Alstom Transport in Italia - Sito di Bologna - Settembre 2012 - P 16

Ferrovie Nord Milano

Sistemi di bordo SCMT 4 per Coradia

Meridian Malpensa Express

ATM, Milano

• Centro di Controllo Operativo

(OCCM) delle linee 1, 2 e 3

della metropolitana milanese.

• ATS 2 , SCADA 3 , TVCC 4 e

VOIP 5


Principali progetti in corso all’estero

CFR - Romania

Consorzio guidato da Alstom, responsabile della nuova linea

ferroviaria e delle modifiche al tracciato per 41 km, oltre

che della realizzazione di quattro stazioni tra cui Arad e

Curtici. Comprende la fornitura di apparecchiature di

elettrificazione per circa 100 km del tracciato ferroviario,

inclusa una sottostazione e una nuova catenaria. Il progetto

include anche un sistema interlocking di tutte le stazioni, il

sistema di protezione automatica dei treni ERTMS/ETCS

livello 2 e la gestione del controllo del traffico ferroviario.

Alstom Transport in Italia - Sito di Bologna - Settembre 2012 - P 17

Banedanmark - Danimarca

Importante contratto per quanto riguarda il sistema di

segnalamento ERTMS di bordo del sistema. Banedanmark,

la società titolare dell’infrastruttura ferroviaria danese, ha

assegnato ad Alstom un contratto per la progettazione e il

collaudo di Atlas, la soluzione di segnalamento basata sul

sistema europeo di gestione e controllo del traffico

ferroviario ERTMS/ETCS di bordo di livello 2. Questa

soluzione risponde al più recente standard ERTMS e potrà

essere applicato su 789 treni, la maggior parte dei quali

non costruiti da Alstom, gestiti da 41 operatori sulla rete

danese Fjerbane.

Iarnrod Eirean – Irlanda

Sistemi di bordo per Iarnrod Eirean – Irish Rail -

due contratti:

• Sviluppo del sistema ibrido CAWS/ATP

(IEHS), al fine di sostituire le apparecchiature

esistenti (CAWS e ATP) sui treni della flotta

attuale

• Accordo quadro con Irish Rail per la fornitura

del sistema ibrido per 10 anni


Ambiente e sicurezza

• Ridurre le emissioni di gas serra

Obiettivi Alstom Contributo del sito di Bologna

• Gestire le nostre attività ad alto rischio e migliorare

la gestione EHS sul campo e nelle attività

quotidiane

• Zero infortuni gravi e indice di frequenza inferiore a

3 entro il 2015

Alstom Transport in Italia - Sito di Bologna - Settembre 2012 - P 18

• Miglioramento dei risultati

• Obiettivi di riduzione dei consumi energetici

• Capacità di operare in prevenzione sulle cause

che possono portare a incidenti partendo

dall’analisi delle deviazioni

• Implementazione di un sistema di gestione

ambientale ISO 14001:2007 e CPI per Bologna

(Cert. Prev. Incendi)


Miglioramento continuo delle performance

e della qualità

Programmi aziendali Certificazioni

• Alstom Production SYStem (APSYS),

target roadmap Central team

• Alstom Sourcing Improvement Programme

(ASIP)

• CMMI, target livello 3

• DFQ, Gate Review GO on time

Alstom Transport in Italia - Sito di Bologna - Settembre 2012 - P 19

• Sistema qualità, emessa da AFAQ

• CMMI Livello2


Storia del sito

Nascono le Officine Scipione

Innocenti per la produzione e

ricambi per le Ferrovie dello

Stato.

1915 1933 1989 1990 1998 2005 2009

1. Società Anonima Scipione Innocenti Bologna

2. European Railway Management System

3. Apparato Centrale Computerizzato

Viene costituita la SASIB 1 ,

contemporaneamente

al primo sistema di segnalamento

ferroviario.

SASIB acquisisce

l’azienda Bellomi di

Verona.

Alstom Transport in Italia - Sito di Bologna - Settembre 2012 - P 20

Nasce SASIB Trasporti. Grazie

a diverse acquisizioni, tra cui

la Luzi di Roma, diventa il 3°

gruppo mondiale del settore

ferroviario.

Alstom acquisisce SASIB Railway.

La società viene rinominata Alstom

Transport, con sedi a Bologna,

Guidonia, Verona e Bari.

Il sito di Bologna realizza,

per la prima volta al

mondo, il sistema ERTMS 2

Livello 2 sulla linea ad

Alta Velocità Roma-Napoli.

Vengono inaugurati il nuovo

sistema ACC 3 della stazione di

Bologna Centrale e la linea ad

Alta Velocità Bologna-Firenze,

progettati e realizzati da Alstom.


Integrated Control & Security Center

System Engineering

Alstom Transport in Italia - Sito di Bologna - Settembre 2012 - P 21

TRANSPORT


SOMMARIO

1 – ICSC

2 – SYSTEM ENGINEER

3 – REQUIEMENTS MANAGEMENT

4 – V- CYCLE

5 – SYSTEM ARCHITECURE EXAMPLES

6 – APPLICATION CONTEXT EXAMPLE

7 – ….


ICSC

• ICSC

− Centri di controllo e supervisione integrati

• SOTTOSISTEMI E UNITA’ OPERATIVE

− ATS (Automatic Train Supervision)

− SCADA (Supervisory Control And Data Acquisition)

− HARWARE SYSTEM ENGINEERING

− ICT SYSTEM INGINEERING

IC&SC

ATS SCADA Hardware System Eng. ICT System Eng.


JOB AND ROLE DESCRIPTION

• JOB

• ROLE

− Senior Design Engineer (System Engineer)

“Systems Engineering is an engineering activity performed during the full life cycle of a product. It supports project management by integrating

technical factors in a controllable way for effective risk management and it provides configuration management with an explicit and documented system

definition for baseline traceability.”

− Team leader and design manager of SCADA systems

• Technical and finacial support Tender team

• Subsystem management within project context

• Work Package Management

• Requirements specification leadership

• Design leadership

• DFQ responsibility

• Resources (internal and external) coordination

• Baseline Delivery plan definition

• Configuration management

• V&V activity support

• T&C activity support

• Change Requests management

• Customer technical relations

• Customer Service support

• …


TMS Engineering Workflow

Contract

Signature

and NTP

Line Operation Principles

Track Layout

Signaling Rules

IXL Operation Principles

Timetable Data

ICSC

ICSC

Requirement &

Architecture

Design

System Architecture

Requirement Specs

Requirement Test specs

RAM

Dataprep

Workpackage

Specification

Control/Indication table

Signalling Rules study

Dataprep workpackage specs

ICSC

Configuration

Management

System

Detailed Detailed Design and BOM

Design

ICSC

BOM

COTS ERP codification

System Detailed design

Operator Desktop Design

Cubicle/Cable Design

Power Supply Design

Network Devices Config Data

RTU Configuration Data

Gateway Configuration Data

I&V

Test Plan

and

Description

Test Plan

Test Description

Test Scenarios

Simulator configuration data

WP

HMI e Server

Dataprep Iconis

FINSOFT L1 Validation

HMI & Server dataprep

Data Validation

Schiona/Lazzaro

ICONIS

Database

ICONIS Timetable Database

ICSC

ICONIS

configuration

setup

Database

ICONIS

config files

ICSC

Integration

and FIVP

installation

SW + Data Baseline

Delivery for Validation

Test Plan

Supply Chain

I&V

Materials

Server, Workstations

Cubicle, RTU,

Cables, Gateway,

etc.

Test and

Validation

(FAT)

Validated Baseline

Test Report

Field

Installation

Installation

Software and Data

Installation

ICSC

Software

Installation

SW+Data Baseline

installation in field

Test &

Comm

Installation

System Tuning up to

Start of Revenue

service

ICSC

Support to

T&C

SW+Data Baseline

ready for service

Customer

Service

ICSC

Warranty

Reconfiguration and

problem support

Support to

Warranty

Reconfigurations

CRs processing

Technical Reports


V-CYCLE


Requirement: specification, traceability and coverage

[SSys_SyRSAD_0012]

The Supervisory System shall allow connection of External System with one of the following protocols:

- SNMP (A Simple Network Management Protocol - [Ref. 1]).

- OPC (Object Linking and Embedding for Process Control - [Ref. 2]).

#SOURCE=SYS_SyRS_0161

#ALLOCATION=Application Condition

#TYPE=BASIC

1. Simple Network Management Protocol (SNMP) [RFC 1157]

2.Object Linking and Embedding for Process Control (OPC)- OPC Foundation

http://www.opcfoundation.org


Safety Safety Integrity Leader

Safety Integrity Level (SIL) is defined as a relative level of risk-reduction provided by a safety function,

or to specify a target level of risk reduction. In simple terms, SIL is a measurement of performance

required for a Safety Instrumented Function (SIF).


Change Request Management


System Engineering Relations

Safety

Quality review

Detailed design

Customer

relationship

Verification Validation

and Testing

System Engineer

Management

relationship

Team Working

Cost Controlling

Technical Coordination and

Planning

Resource Monitoring

Bid Manager

Project Core Team

Suppliers


Sistema di Comando e Controllo

• SCC

− Un Sistema di Comando e Controllo è un sistema di supervisione di linee estese o nodi complessi,

distribuito, costituito di quattro sottosistemi principali:

• Sottosistema di Circolazione (ATS)

• Sottosistema di Diagnostica;

• Sottosistema di Informazione al Pubblico;

• Sottosistema di Telesorveglianza e Sicurezza

− Il sistema è organizzato su più livelli, gestiti e connessi attraverso una Rete Locale e Geografica


Infrastruttura di rete: generalità

• Architettura di prima generazione ( ~ 1996)

− Elevato numero di linee seriali;

− Problematiche applicative e di comunicazione mescolate insieme,

− Rete complessa e a bassa velocità;

− High number of auxiliari network devices

− Architettura realizzata principalmente con dispositivi proprietari;

− Basso gradi di espandibilità;

− Manutenzione difficoltosa sul medio/lungo periodo

• Architettura di nuova generazione (> 2004)

− Uso di linee seriali solo dove non possibile altrimenti;

− Massimizzazione nell’uso di collegamenti in fibra ottica;

− Architettura di rete basata su prodotti COTS;

− Minimizzazione dei dispositivi di rete utilizzati

− Più banda disponibile per aumentare la qualità dei servizi;

− Netta separazione tra problematiche di comunicazione ed applicative

− Dispositivi multivendor;

− Alto grado di espandibilità;

− Facilità di manutenzione;


Caratteristiche di sistema - 1

• Standardizzazione dei meccanismi di comunicazione

− Riduzione delle comunicazioni seriali/protocollo HDLC

− Adozione ovunque possibile della suite IP

• Comunicazione Centro Periferia

− Protocolli OPC utilizzati per lo scambio di comandi/controlli

− Tecnologia COM/DCOM per lo scambio di informazioni strutturate

COM (Component Object Model) technology in the Microsoft Windows-family of Operating Systems enables software components

to communicate. [Ref.: http://www.microsoft.com/com/default.mspx]

Distributed COM (DCOM) is simply a high-level network protocol designed to enable COM-based components to interoperate

across a network. [Ref.: http://www.microsoft.com/msj/0398/dcom.aspx]


Caratteristiche di sistema - 2

• Adozione di un framework comune alle postazioni operatore

− Ambiente di sviluppo e run-time comune come gestore di sinottici e

come contenitore delle interfacce grafiche

− Largo uso do controlli OCX

OCX: componenti software precostituiti, dotati di proprieta' modificabili a piacimento, che possono essere utilizzati liberamente o a

pagamento (shareware) nella progettazione visuale di applicazioni.

Interlocking (IXL) is an arrangement of signal apparatus that prevents conflicting movements through an arrangement of tracks

such as junctions or crossings. The signalling appliances and tracks are sometimes collectively referred to as an interlocking

plant. An interlocking is designed so that it is impossible to give clear signals to trains unless the route to be used is proved

to be safe.


System Example A: logical architecture


OPC

• OPC

− OPC (OLE for Process Control) è una architettura che permette di disporre di un’interfaccia

comune, utilizzabile per comunicare con dispositivi di controllo di processo e con sistemi esterni

ed indipendente sia dal software applicativo, che dagli stessi dispositivi/sistemi.

− I vantaggi ottenibili attraverso un approccio architetturale di tipo OPC sono i seguenti:

• OPC è uno standard che non dipende dal dispositivo/sistema interfacciato;

• OPC si basa sulla famiglia di tecnologie COM/DCOM, che è uno standard ormai maturo ed affermato


ALSTOM SCADA ENVIRONEMENT

• SCADA

− dall'inglese "Supervisory Control And Data Acquisition", cioè "controllo di supervisione e acquisizione dati")

indica un sistema informatico distribuito per il monitoraggio elettronico di sistemi fisici.


ALSTOM SCADA FRAMEWORK


INTERFACCIA OPERATORE HMI

Nome applicazione

Nome utente

Orologio

Albero di Navigazione,

organizzato su doppio TAB

(Area geografica &

Funzione)

Navigation

Tree

Server Status

Smartlock 400 ACCM – SSys HMI Presentation – Gp_T_A418651-2A - P 39

Archiving Status

Title Bar

Menu Bar

Alarm Banner

Operating

Area

Recording/ Playback Status

Simbolo di vita

Menu login/logout

Menu Navigazione Gestione

archivi

Mimic, Layout, Sinottici,

Lista Allarmi ed Eventi

Diagnostica

Ultimi 4 allarmi più

critici di sistema


SYSTEM ENGINEERING - RECAP

• L’International Council on Systems Engineering definisce System Engineering come “un

approccio interdisciplinare e di metodo per consentire la realizzazione di sistemi di

successo.

• Esso si concentra sulla definizione delle esigenze dei clienti e delle funzionalità richieste

nelle prime fasi del ciclo di sviluppo, nel documentare i requisiti, quindi nel procedere con

la progettazione di architettura e di convalida del sistema, sempre tenendo in

considerazione la totalità del problema.

• disciplina del System Engineering integra tutte le discipline e le specialità di diversi gruppi

di lavoro formando un processo strutturato di sviluppo che procede dall’ideazione alla

realizzazione fino alla messa in esercizio del sistema.

• System Engineering prende in considerazione sia il business che le esigenze tecniche di

tutti i clienti con l'obiettivo di fornire un prodotto di qualità che soddisfi le esigenze degli

utenti ".


SYSTEM ENGINEERING - RECAP

• Alternativamente, concentrandosi più su aspetti connessi all’individuo, si potrebbe definire il

SE un’attitudine legata al modo di ragionare e ad un metodo nell’approcciare i problemi.

E’ un modo di pensare prima ancora di chiamare in causa le conoscenze tecniche. Infatti,

l’aspetto peculiare che caratterizza l’approccio da SE è la ricerca per una visione globale

del contesto in cui l’ingegnere sistemista dovrà esercitare le sue attività e le sue

conoscenze tecniche.

• Un buon SE tenderà a spaziare per avere una visione dai larghi orizzonti e portare a

compimento la sua missione in maniera efficace ed efficIente.

• Un altro fattore è legato alla capacità di individuare e gestire la rete di relazioni,

dipendenze e dinamiche tra differenti componenti di un ecosistema complesso.

• L’obiettivo è di “guidarle” verso un comportamento complessivo risultante dall’armonizzazione

di quelle parti, cosa che non sarebbe possibile ottenere mettendole semplicemente assieme.

L’abilità sta nell’essere in grado di predire le interazioni tra i diversi elementi che

contribuiscono al comportamento complessivo e nel controllarle.


RIFERIMENTI

• http://www.alstom.com/transport/

• paolo.zaffoni@transport .alstom.com

• In LinkedIn (http://www.linkedin.com/)

Similar magazines