SCUOLA MEDIA STATALE ITALIANA DI MADRID ...

scuolamadrid.org

SCUOLA MEDIA STATALE ITALIANA DI MADRID ...

SCUOLA MEDIA STATALE ITALIANA DI MADRID

PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE

Anno Scolastico 2012 - 2013

Classe Seconda A (Scuola Media)

Finalità educative:

- Acquisire la consapevolezza della lingua straniera quale strumento

di comunicazione, di conoscenza, confronto ed esplorazione sia

della propria cultura che di quella del paese straniero;

- Sviluppare curiosità e interesse per l’apprendimento della lingua

straniera e la motivazione a usarla con frequenza progressiva;

- Comprendere l’essenzialità odierna e l’utilità funzionale della

conoscenza della lingua straniera in una società pluriculturale.

Obiettivi generali di apprendimento

- Comprendere e utilizzare forme comunicative relative a rilevanti

aspetti linguistici (es: informazioni personali e familiari di base, fare

la spesa, la geografia locale, l'occupazione).

- Comunicare attività di routine su situazioni di vita familiare

attraverso semplici scambi di informazioni.

- Descrivere con una terminologia semplice aspetti del proprio

background e dell'ambiente circostante.

- Esprimere bisogni immediati.

Obiettivi specifici di apprendimento

Gli alunni, alla fine dell’anno, dovranno essere in grado di usare la

lingua per fini comunicativi in relazione alle funzioni linguistiche e

grammaticali inserite nelle 7 unità didattiche del libro di testo

"VOICES 2 – MacMillan

Starter unit

Fornire informazioni personali (nome, età, indirizzo, numero di

telefono, compleanno etc.), parlare della propria famiglia, descrivere

le caratteristiche fisiche delle persone, descrivere l’abbigliamento,

comprendere ed utilizzare tipiche espressioni inglesi della classe;

utilizzare i verbi “TO BE” e “HAVE GOT”.

Unit 1

Making Music: Comprendere ed utilizzare i nomi dei vari strumenti

musicali, esprimere opinioni utilizzando gli aggettivi di opinione.

Esprimere ciò che piace o non piace fare. Uso del “Simple present

1


tense” dei verbi inglesi. Uso dei verbi “LOVE”, “LIKE” e “HATE”

seguiti dalla “ING FORM”. Utilizzare i principali pronomi interrogativi:

“WHAT, WHERE, WHEN, WHO, HOW OFTEN etc.” per formulare

domande. Utilizzare gli avverbi di frequenza (ALWAYS, OFTEN,

USUALLY, SOMETIMES, HARDLY EVER, NEVER) per indicare la

frequenza con cui si compiono determinate attività.

Unit 2

Let’s celebrate!: Parlare di festività e celebrazioni. Le varie festività

mondiali. Utilizzare il “PRESENT CONTINUOUS TENSE” per

indicare azioni progressive. Differenze d’uso tra il “Simple present

tense” e il “Present Continuous tense”. Esprimere azioni future

usando il “Present Continuous tense”.

Unit 3

Where do you live?: La tipica casa inglese. Le stanze e

l’arredamento. Descrivere la propria casa specificando

l’arredamento. Chiedere e dire ciò che c’è in casa usando “THERE

IS/ARE”, gli articoli indeterminativi “A/AN” e gli articoli partitivi

“SOME”, “ANY”. Parlare di lavori e professioni. La città e i suoi posti.

Uso di “HOW MUCH” e “HOW MANY” per chiedere la quantità. Uso

di “A LOT OF” per esprimere la quantità.

Unit 4

Screen stories: Principali programmi televisivi. Utilizzare gli aggettivi

d’opinione (interesting, great, boring, etc.) per esprimere opinioni.

Utilizzare il “Past Simple tense” per descrivere azioni passate. Verbi

regolari e irregolari più comuni per chiedere e esprimere azioni

passate. Gli aggettivi e gli avverbi di tempo: “LAST”, “AGO”.

Unit 5

Disaster zone!: I fenomeni e i disastri naturali. Uso di “THERE

WAS/WERE” per descrivere fenomeni naturali al passato. Utilizzare

il “PAST CONTINUOUS TENSE” per descrivere azioni progressive

al passato. Uso degli aggettivi e dei corrispondenti avverbi

(Calm/Calmly, Quick/Quickly).

Unit 6

Playing games: Il computer e i giochi al computer. Utilizzare i

comparativi per relazionare oggetti e persone. Uso dei superlativi.

Dare consigli usando “You Should/ You Shouldn’t”, “You/He

Could/couldn’t”.

Unit 7

Your future, our future: Descrivere azioni passate e future. Uso degli

ausiliari “WILL/WON’T” per indicare azioni future. La protezione

dell’ambiente. Uso del “First Conditional”.

2


Ovviamente saranno oggetto di studio anche alcuni aspetti di civiltà

presenti nelle unità didattiche del libro di testo, nonché testi

fotocopiati su determinati aspetti di civiltà di particolare interesse

che, scelti in itinere, serviranno a integrare e ad ampliare quelli già

presenti nel libro di testo come, per esempio, la lingua inglese nel

mondo, le istituzioni inglesi, ecc. che saranno da stimolo agli alunni

per poter operare confronti tra la cultura del proprio Paese e quella

del mondo anglofono.

Nel corso del primo trimestre, verranno trattate le prime due unità

didattiche, oltre all’unità “starter”, del libro di testo e, nel corso del

successivo pentamestre, le restanti cinque unità.

Metodi e tecniche di lavoro

Per favorire il raggiungimento degli obiettivi, si utilizzerà l’approccio

funzionale - comunicativo che prevede lo sviluppo delle quattro

abilità linguistiche e che ha come obiettivo principale la capacità di

esprimersi in modo adeguato al contesto, senza perdere di vista gli

elementi strutturali della lingua. Al fine di sollecitare la motivazione

negli alunni, verranno presentate situazioni linguistiche il più

possibile vicine alla realtà quotidiana degli stessi. L’uso continuo dei

dialoghi funzionali presenti nel libro di testo costituirà il punto di

partenza per la presentazione del materiale linguistico nuovo. Le

unità di lavoro si attueranno attraverso le seguenti fasi:

- acquisizione di nuovo vocabolario specifico, comprensione orale

dei dialoghi contenuti nelle unità didattiche; ripetizione e

memorizzazione degli elementi linguistici essenziali in essi

contenuti; role/play; riflessione sulle funzioni e pratica orale;

- lettura ad alta voce; attività di trascrizione; riflessione

grammaticale; pratica orale e scritta delle nuove conoscenze

acquisite.

Il testo in adozione sarà il mezzo principale per l’apprendimento dei

contenuti; inoltre, nel corso dell’anno, ci si avvarrà di materiale

integrativo (documenti autentici, fotocopie, libri di lettura ecc.).

Verifica e valutazione

Per la verifica degli apprendimenti, che verrà effettuata alla fine di

una o più unità didattiche, si prevedono almeno due verifiche scritte

e due orali nel primo quadrimestre ed almeno tre scritte e due orali

nel secondo quadrimestre. Verranno fornite agli alunni delle prove

3


oggettive riguardanti i vari punti funzionali, grammaticali, lessicali,

fonetici e culturali incontrati nel corso dell’unità stessa.

Per verificare e valutare la comprensione orale si proporranno dei

test d’ascolto basati su semplici conversazioni; per la comprensione

scritta saranno proposti esercizi di completamento, questionari del

tipo V/F, questionari con “Wh-questions”, griglie da compilare. Per la

produzione orale si proporranno roleplay, semplici conversazioni,

drammatizzazioni. Per la produzione scritta: completamento di

dialoghi, creazioni di dialoghi su traccia, redazioni di semplici lettere,

attività di trascrizione, questionari.

Al momento della valutazione si terrà conto, oltre che delle

competenze acquisite, del livello di partenza e delle effettive

capacità di ogni singolo alunno, dell’impegno mostrato e degli esiti

delle verifiche in rapporto agli obiettivi. Nella valutazione di queste

prove si terrà conto di vari fattori: correttezza formale, precisione

lessicale e ortografica, coerenza per le prove scritte; fluidità, ritmo,

intonazione, fonetica, correttezza grammaticale, lessicale, coerenza

per le prove orali.

Lettrice di lingua inglese

La lettrice coopererà per un’ora settimanale in compresenza con

l’insegnante curriculare. Suo specifico compito è di stimolare gli

alunni ad un uso costante e sempre più autonomo della lingua orale

inglese. L’uso di aspetti di civiltà o di testi di lettura (short novels)

adatti al livello e alla fascia d’età degli alunni, servirà come spunto

per stimolare gli stessi all’utilizzo della lingua inglese ai fini della

comprensione e della comunicazione orale al fine di acquisire

sempre maggiore sicurezza ed autonomia nell’uso spontaneo della

lingua inglese in situazioni comunicative relazionate a quanto svolto

dall’insegnante durante le ore curriculari. Il docente della classe

potrà cooperare ed affiancare il lavoro svolto dalla lettrice seguendo

individualmente quei ragazzi che dovessero presentare maggiori

difficoltà nella gestione dei contenuti appresi.

Recupero/potenziamento

Per quegli alunni con maggiori difficoltà di apprendimento, si

utilizzeranno le seguenti strategie di recupero: studio assistito in

classe, diversificazione e adattamento dei contenuti disciplinari e

4


allungamento dei tempi di acquisizione degli stessi o,

eventualmente, delle ore specifiche di recupero in itinere, da

effettuarsi in orari extra scolastici pomeridiani con quegli alunni che

lo necessitassero.

Per ciò che concerne infine il potenziamento, si insisterà

sull'approfondimento e la rielaborazione sempre più personale dei

contenuti acquisiti.

Griglia degli elementi per la valutazione dell’acquisizione dei

contenuti e delle abilità raggiunte da ogni singolo alunno

nell’uso delle funzioni linguistiche e comunicative della lingua

inglese

Comprensione lingua orale

Comprende messaggi orali con immediatezza, sicurezza e in modo

completo.

9/10

Comprende il significato globale di un messaggio orale senza

particolari difficoltà. 8

Comprende gli elementi essenziali di un messaggio orale.

7

Riesce ad individuare, all’interno del messaggio, gli elementi noti e

a comprenderne il significato globale con l’aiuto dell’insegnante.

6

Comprende con difficoltà solo qualche elemento del messaggio.

5

Non riesce a comprendere o comprende solo in parte ed in modo

errato i messaggi orali. 3/4

Produzione lingua orale

Si esprime con sicurezza e con pronuncia ed intonazione accurate.

La forma e il lessico usati sono complessi, variati e quasi sempre

appropriati senza gravi errori o imprecisioni linguistici. Interagisce in

modo disinvolto con coerenza ed autonomia dimostrando un'ottima

capacità comunicativa. Espone e sviluppa i concetti e i contenuti in

maniera molto dettagliata arricchendoli in modo personale. Ricorda

quasi tutte le informazioni richieste riguardanti l'argomento trattato.

9/10

Si esprime con buona pronuncia ed intonazione e qualche lieve

imprecisione di forma o di lessico. Usa un vocabolario appropriato

ed abbastanza variato con strutture complesse e dimostra una

5


uona capacità comunicativa. Il linguaggio è scorrevole. Espone e

sviluppa concetti e contenuti in maniera chiara e precisa con

qualche dettaglio personale. Ricorda quasi tutte le informazioni

richieste riguardanti l'argomento trattato.

8

Si esprime con discreta pronuncia ed intonazione, anche se con

qualche errore grammaticale (e/o lessicale) che, però, non

pregiudica la comprensione. Si sforza di usare strutture complesse

e vocaboli nuovi ma non sempre riesce in modo appropriato. Il

linguaggio è abbastanza scorrevole. Espone e sviluppa i concetti e i

contenuti in maniera completa e ricorda molte delle informazioni

specifiche richieste.

7

Si esprime con una certa esitazione, in modo comprensibile anche

se non sempre corretto. Si sforza di usare nuovi vocaboli ma le

strutture sono spesso semplici. La scorrevolezza del linguaggio è,

comunque, accettabile. Espone e sviluppa i concetti e i contenuti in

maniera succinta, e ricorda l'essenziale delle informazioni

specifiche richieste riguardanti l'argomento trattato.

6

Si esprime con molta incertezza, in modo scorretto e non sempre

comprensibile. Usa solo un vocabolario essenziale e strutture

semplici ma in modo non sempre appropriato. Interagisce con

esitazione e con un linguaggio poco scorrevole. Espone e sviluppa i

concetti e i contenuti in maniera scadente. Ricorda solo alcune

informazioni specifiche richieste riguardanti l’argomento trattato.

5

Si esprime in modo confuso e con molti errori. Interagisce con

molte esitazioni. Espone i concetti e i contenuti in maniera molto

scadente. Ricorda pochissime informazioni specifiche richieste

riguardanti l'argomento trattato.

3/4

Comprensione lingua scritta

Comprende con sicurezza e immediatezza le informazioni

contenute nei testi proposti.

9/10

Comprende tutte le informazioni esplicite di un testo.

8

Comprende buona parte delle informazioni esplicite di un testo.

7

6


Comprende sufficientemente le informazioni specifiche richieste.

6

Comprende solo in parte e in modo errato il significato di un testo

proposto.

5

Non comprende o comprende in modo errato le informazioni

contenute in un testo.

3/4

Produzione lingua scritta

Scrive con accuratezza ortografica e grammaticale, usando un

vocabolario appropriato. Il discorso è logico, articolato e coeso.

Espone i concetti e i contenuti in maniera dettagliata, arricchendoli

in modo personale.

9/10

L’ortografia e la grammatica sono, nel complesso, accurate. Usa un

vocabolario appropriato. Il discorso è corretto e preciso. Espone e

sviluppa i concetti e i contenuti in maniera completa con qualche

dettaglio personale.

8

L’ortografia e la grammatica sono abbastanza accurate. Il

vocabolario è abbastanza corretto ma limitato. Il discorso è

schematico ma coerente. Espone e sviluppa i concetti e i contenuti

in maniera completa, semplice e lineare.

7

L’ortografia e la grammatica non sono sempre accurate e anche il

lessico è spesso inappropriato e limitato. Il discorso è schematico

ma coerente. Espone e sviluppa i concetti in maniera succinta.

6

Scrive con diversi errori ortografici e grammaticali. Il lessico è

povero e scorretto. Il discorso è frammentario e scorretto. Espone e

sviluppa i concetti e i contenuti in maniera scadente.

5

Scrive con molti errori ortografici e grammaticali. Il lessico è

eccessivamente povero e scorretto. Il discorso non è organizzato.

Espone i concetti e i contenuti in maniera molto scadente e confusa.

3/4

Conoscenze e uso delle strutture e delle funzioni

7


linguistiche

Conosce e sa usare in modo sicuro e corretto tutte le strutture

grammaticali, le funzioni comunicative e il lessico trattati.

9/10

Conosce e sa usare in modo generalmente corretto le varie

strutture grammaticali, le funzioni comunicative e il lessico trattati.

8

Conosce e sa usare in modo abbastanza corretto le varie strutture

grammaticali, le funzioni comunicative e il lessico trattati.

7

Conosce solo in parte e riesce ad usare solo in modo incerto e non

sempre corretto le strutture grammaticali, le funzioni comunicative e

il lessico.

6

Conosce solo in modo frammentario e non sa usare correttamente

le strutture grammaticali, le funzioni comunicative e il lessico

trattati.

5

Non conosce e non sa usare le strutture grammaticali, le funzioni

comunicative e il lessico trattati.

3/4

Conoscenza della cultura dei paesi anglofoni

Conosce in dettaglio gli apetti culturali, usi , costumi e tradizioni dei

Paesi anglofoni studiati e opera, con sicurezza, confronti tra il

proprio paese e quelli di cui ne studia la lingua

10/9

Ha una buona conoscenza degli apetti culturali, usi , costumi e

tradizioni dei Paesi anglofoni studiati e opera, con un buon livello di

sicurezza, confronti tra il proprio paese e quelli di cui ne studia la

lingua

7/8

Ha una sufficiente conoscenza degli apetti culturali, usi , costumi e

tradizioni dei Paesi anglofoni studiati e opera, con un accettabile

livello di sicurezza, confronti tra il proprio paese e quelli di cui ne

studia la lingua

6

Ha una superficiale conoscenza degli apetti culturali, usi , costumi

8


e tradizioni dei Paesi anglofoni studiati e mostra molta insicurezza

nell’operare confronti tra il proprio paese e quelli di cui ne studia la

lingua

5

Ha una conoscenza molto frammentaria degli apetti culturali, usi ,

costumi e tradizioni dei Paesi anglofoni studiati e mostra gravi

difficoltà nell’operare confronti tra il proprio paese e quelli di cui ne

studia la lingua

3/4

Madrid, 6 novembre 2012

Prof. Pietro Impellizzeri

9

More magazines by this user
Similar magazines