Risparmi e risultati conseguiti con l'applicazione di - Sintesi

sintesinet.com

Risparmi e risultati conseguiti con l'applicazione di - Sintesi

Il risparmio energetico nella pubblica

illuminazione

Perugia, 9 febbraio 2012

Esempi e casi concreti di applicazione di I-Illumination

I Illumination

Mirella Guerra

Power One Italy S.p.A.


La Pubblica Illuminazione

In Italia la Pubblica Illuminazione conta circa 12 Milioni di

punti luce , di cui circa 9 Milioni di illuminazione

stradale:

• Rappresentano il 3% dei consumi energetici totali

340 TWh da cui 10,2 TWh/anno

• Spesa energetica: 1.500 Milioni € /anno

• Aumento costo kWh: +83% in 5 anni

(0,0816€ gen 2005 - 0,15€ dic 2010)

Potenzialità di risparmio:

• oltre 600 M€/anno M /anno costi di Energia Elettrica

• oltre 200M€ 200M costi manutenzione

* Fonti: www.autorita.energia.it, www.acquirenteunico.it, Ministero dell’Ambiente, GSE, Autorità per l’Energia,

ARPA


Interventi finalizzati al risparmio e all’efficienza all efficienza energetica

Opportunità

Opportunit

• Una corretta progettazione secondo le attuali normative consente un

risparmio medio del 25% della potenza impiegata (es. evitando

inquinamento luminoso e sovrailluminazione, utilizzando corpi illuminanti illuminanti

e

sorgenti luminose più pi efficienti come SAP, CDO, LED)

• L’adozione adozione di un sistema di alimentazione elettronica, telecontrollo e

regolazione punto-punto

punto punto consente da sola l’eliminazione l eliminazione dell’energia dell energia

reattiva, reattiva,

l’aumento l aumento dell’efficienza dell efficienza dell’impianto dell impianto e un risparmio energetico

annuo del 40%* 40% *

• L’utilizzo utilizzo delle nuove tecnologie di alimentazione e regolazione delle delle

lampade permette di:

o Illuminare esattamente dove e quando serve

o Seguire l’evoluzione l evoluzione delle necessità necessit nel tempo

o Ridurre gli interventi di manutenzione

o Ridurre i materiali di ricambio (lampade, ausiliari)

Il valore medio del risparmio conseguito dagli impianti attualmente installati in Italia (oltre 120.000 punti ) è del 43%


Interventi finalizzati al risparmio e all’efficienza all efficienza energetica

Risultati conseguibili

1. Sostituzione delle sorgenti

luminose esistenti con altre ad

alta efficienza energetica

2. Ottimizzazioni delle potenze in

relazione ai livelli previsti nel

codice della strada

3. Utilizzo di sistemi per la

riduzione del flusso luminoso

nelle ore notturne a basso

traffico

4. Corretta installazione degli

apparecchi illuminanti

5. Pianificazione della luce e di

tutti gli interventi ad esso

connessi

20 - 40%

5 – 25%

25 – 40%

5 – 15%

5 – 30%

30 – 65%

Unico elemento

VARIABILE nel

tempo


La regolazione del flusso luminoso

La normativa vigente fissa precisi valori di luminanza in base alla alla

caratteristica

della strada, al suo impiego e alle condizioni del traffico (e quindi quindi

all’orario). all orario).

Un sistema di regolazione del flusso luminoso, per permettere l’applicazione

l applicazione

corretta e puntuale delle indicazioni della normativa, deve consentire: consentire:

•La La gestione della regolazione punto-punto in modo da diversificare il profilo a

seconda del comportamento richiesto alle varie zone che afferiscono afferiscono

allo stesso

impianto (es. strada principale, secondaria, rotonda, incrocio, parcheggio,

ciclabile)

•Una Una regolazione continua della luminosità almeno dal 100% al 50%, per poter

applicare i diversi profili possibili a seconda delle tipologie di strada

La possibilità possibilit di livelli di regolazione superiori consente di applicare profili che tengono

conto dei casi di sovradimensionamento degli impianti (es. impianti impianti

esistenti progettati

secondo regolamentazioni precedenti o nuovi impianti in cui si sovradimensiona sovradimensiona

per

considerare la riduzione di rendimento della sorgente luminosa nel nel

tempo) e di ottenere

ulteriori risparmi dal 10 al 20%.

Regolatori di flusso centralizzati e sistemi bipotenza non permettono di realizzare

i profili richiesti dalla normativa e quindi i relativi risparmi e non rispettano la

normativa stessa (illuminazione eccessiva o insufficiente).


Confronto risparmi ottenibili dalle diverse tecnologie di

regolazione

Sistema pto Regolatore pto regolabile centralizzato

con continuità continuit vs

Regolatore centralizzato

16:00 21:30 24:00 6:30 9:00

Incremento Incremento di di risparmio

risparmio

tra 15 regolatore

– 20%

centralizzato e sistema

pto-pto pto pto 20 – 30%


Caratteristiche del telecontrollo I-Illumination

I Illumination

Programmazione da remoto dei profili di regolazione, con la

possibilità possibilit di impostare:

più pi profili per ogni quadro

più pi orari, livelli di regolazione e periodi dell’anno dell anno

Disponibilità Disponibilit continua dei parametri di funzionamento di ogni

punto luce:

Parametri elettrici: elettrici:

potenza assorbita lampada + alimentatore, tensione di

alimentazione, corrente erogata alla lampada, tensione di lampada lampada

(indicazione del livello di degrado della lampada), temperatura di

funzionamento dell’alimentatore, dell alimentatore, cosfi

Parametri di regolazione: regolazione:

stato ON/OFF, livello dimminig, profilo applicato

Allarmi: Allarmi:

mancanza di alimentazione al quadro, ad uno o più pi punti luce,

lampada spenta, fine vita lampada, sovratemperatura

Rilevazione delle anomalie e dei guasti con indicazione delle

posizioni esatte in cui avvengono e delle cause

Possibilità Possibilit di gestione di dispositivi esterni e servizi aggiuntivi


12.00

11.00

10.00

9.00

8.00

7.00

6.00

5.00

4.00

3.00

2.00

1.00

0.00

23.00

22.00

21.00

20.00

19.00

18.00

17.00

16.00

15.00

14.00

13.00

12.00

Esempio di profilo di regolazione

gen

Luminanza al 100% Luminanza al 50%

Luminanza al 75%

feb

mar

apr

mag

giu

lug

ago

set

ott

nov

dic

Ora Traffico Potenza

19.30

21.00

7.00

7.30

-50% -20%

-75% -40%

-50% -20%

100% 100%

Risparmio generato

nell'anno dalla sola

regolazione della potenza

~

35%

Risparmio complessivo:

rendimento alimentatori

+

regolazione potenza

~ 42%


Architettura del sistema I-Illumination

I Illumination


Il sistema I-Illumination

I Illumination


Risultati I-Illumination

I Illumination

Oltre 130.000 punti luce installati in Italia*

Risparmio energetico: 27,8 Milioni di kWh nel 2010

Costo energetico: riduzione di oltre 3 Milioni di Euro

Riduzione dei costi di manutenzione: 4,9 Milioni di Euro

14.700 Tonnellate di CO2 in meno in atmosfera

• Dati aggiornati a novembre 2011


Comune con 3.000 punti luce:

1.524.600 1.369.565 890.217

kWh/anno 1.524.600

Esempio di risparmio ottenibile

Consumo con

ausiliari

tradizionali

Sostituzione

alimentatori

Regolazione

flusso

luminoso

€/anno 167.706 150.652 97.924

>

Risparmio complessivo

Rientro dell’investimento

(hw I-Illumination)

ripagato con il risparmio

Consumo

finale

> 40% *

6 anni

* Ulteriori benefici energetici sono ricollegabili per esempio alla sostituzione delle lampade al mercurio, alla stabilizzazione di

tensione, alla riduzione delle potenze massime impiegate, a regolazioni più precise del flusso luminoso. A questi si aggiungono i

risparmi manutentivi e gestionali.


Esempi di installazioni e relativi risultati

Punti luce installati a sett 2011: oltre 110.000 punti in Italia,

264.000 punti resto Europa (Danimarca, Svezia, Norvegia,

Germania)

p.ti luce anno risparmio energia annuo

Copenhagen 85.000 2004 46%

Budoni (NU) 1.860 2005 45%

Vibo Valentia 6.900 2005 46%

Loro Ciuffenna (AR) 134 2005 48%

Stavanger 4.830 2005 45%

Göteborg 1.400 2005 48%

Terranuova Bracciolini (AR) 1.680 2006 39%

Firenze 32 2006 42%

Montelupo Fiorentino (FI) 84 2006 45%

Racale (LE) 2.860 2007 42%

Bernalda (MT) 2.530 2007 42%

Tortorici (ME) 2.721 2007 41%

San Vito Chietino (CH) 860 2007 43%

Imola (BO) 2.800 2008 43%

Jesolo (VE) 430 2008 45%

Cavedine (TN) 504 2009 44%

More magazines by this user
Similar magazines