SePi_Meduna2007_presentazione - Protezione Civile

protezionecivile.fvg.it

SePi_Meduna2007_presentazione - Protezione Civile

Protezione Civile della Regione

Impiego dei Gruppi di volontariato comunale di Protezione

Civile per la SORVEGLIANZA degli argini in vista di una

emergenza alluvionale nell’ambito del

SERVIZIO DI PIENA

Esercitazione

“Se.Pi. – Meduna 2007”

(Servizio di Piena Bacino del Cellina - Meduna)

22 – 23 settembre 2007


Alluvione area pordenonese novembre 2002 - O.P.C.M. 3258/2005

zone colpite dall’evento

Prata di Pordenone – F. Sentirone

Pordenone – F- Noncello – loc. Fiera

Pordenone-F. Noncello - loc. Vallenoncello Pasiano e Prata di Pn – F. Livenza e F.

Meduna - loc. Traffe e Ghirano


Alluvione area pordenonese novembre 2002 - O.P.C.M. 3258/2005

zone colpite dall’evento


Alluvione area pordenonese novembre 2002 - O.P.C.M. 3258/2005

primi interventi di emergenza

Prata di sopra – F. Sentirone

Prata di Pordenone – F. Meduna - loc.

Ghirano

Prata di sopra – F. Meduna

Pasiano di Pordenone – F. Livenza loc. Traffe


Interventi post-evento di messa in sicurezza argini fiumi Meduna e Noncello

• Palancole d’acciaio tipo Larsen

• Altezza diaframma 7 – 15 m

• Altezza argine 3 – 5 m

• Estensione argine in destra >12.000 m

• Estensione argine in sinistra >17.000 m


Interventi di messa in sicurezza argini fiumi Meduna e Noncello


Taglio a raso della vegetazione ripariale lungo le sponde del fiume Meduna

• PRIMA • DOPO

• PRIMA

• Marzo 2003 – primi

interventi di

diradamento della

vegetazione ripariale


CARTA DELLE AREE D’INTERVENTO IN EMERGENZA

La Regione è stata quindi suddivisa in 4 settori, denominati A,B,C e D, dati

dall’intersezione del 46° parallelo con il 13° meridiano.


CARTA DELLE AREE D’INTERVENTO IN EMERGENZA

Per la determinazione univoca delle

celle elementari si è adottato un

codice alfanumerico di tipo XNNMM

così composto:

• X ha quattro possibili valori

(A,B,C,D) che corrispondono ai

4 quadranti riconosciuti

dall'incrocio della parallelo 46°

con il meridiano 13°, in senso

orario a partire da nord-est;

• NN corrisponde al valore

dei minuti primi della longitudine

del vertice in basso a sinistra

della cella (es 13° 18' 00");

• MM corrisponde al valore

dei minuti primi della latitudine

del vertice inferiore sinistro

della cella (es 45° 54' 00").


Il Servizio di Piena

RIFERIMENTI NORMATIVI

• R.D. 9 dicembre 1937, n. 2669, Capo IV:”Servizio di Piena”;

• L.R. 31 dicembre 1986, n. 64: “Organizzazione delle strutture ed interventi di competenza regionale in materia di

protezione civile”;

• L.R. 2002 n. 16;

• Delibera della Giunta regionale n. 3126 del 19 novembre 2004: “Direttive per la gestione del servizio di piena”.

I TRATTI INTERESSATI IN PROVINCIA DI PORDENONE:

• tratti arginati del fiume Meduna (argini di II categoria)

• tratti arginati del fiume Noncello (argini di III categoria)

• tratti arginati del fiume Tagliamento (argini di II categoria)

I SOGGETTI COINVOLTI

(D.G.R. 19 novembre 2004 n. 3126)

• la Protezione Civile della Regione tramite la Sala Operativa Regionale SOR di Palmanova

cui è affidato “il coordinamento a livello regionale del servizio di piena”;

• le Direzioni Provinciali Lavori Pubblici che con la propria struttura organizzativa

s’interfacciano con la Sala Operativa Regionale;

• i Gruppi comunali di volontariato di Protezione Civile cui è affidata la sorveglianza degli

argini, poiché “concorrono al servizio di piena mediante lo svolgimento delle attività definite nella

fase di pianificazione preliminare. Altre tipologie d’interventi urgenti da effettuare con l’utilizzo di

volontari, ma non preventivamente definite, sono concordate con la Protezione civile per il

tramite della Sala Operativa Regionale”.


RIFERIMENTI NORMATIVI SUL SERVIZIO DI PIENA

• R.D. 9 dicembre 1937, n. 2669, Capo IV:”Servizio di Piena”;

• L.R. 31 dicembre 1986, n. 64: “Organizzazione delle strutture ed interventi di

competenza regionale in materia di protezione civile”;

• L.R. 2002 n. 16;

• Delibera della Giunta regionale n. 3126 del 19 novembre 2004: “Direttive per la

gestione del servizio di piena”.

• IMMAGINI STORICHE DELLE ROTTE ARGINALI NELLE PIENE DEL 1965 E 1966


CORSI D’ACQUA di COMPETENZA REGIONALE

(Dlgs. 25 maggio 2001 n.265 )

Con tale Decreto sono trasferiti alla Regione tutti i beni del demanio idrico nonché le

funzioni in materia di difesa del suolo ad esclusione dei seguenti tratti:

• fiume Judrio, nel tratto che fa da confine con la Slovenia;

• fiume Tagliamento, nel tratto che fa da confine con la regione Veneto;

• fiume Livenza, nel tratto che fa da confine con la regione Veneto.

Tali tratti non trasferiti alla Regione sono rimasti di competenza dello Stato per il tramite

del Magistrato alle Acque di Venezia e degli uffici provinciali del Genio civile (Sentenza

della Corte costituzionale del 4 giugno 2003).

(Rotta arginale del fiume Noncello – novembre 2002)


CORSI D’ACQUA INTERESSATI ALL’ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DI PIENA

(D.G.R. 19 novembre 2004 n. 3126)

• MEDUNA

• TAGLIAMENTO

• ISONZO-TORRE-

NATISONE


CHE COS’E’ IL Se. Pi. (SERVIZIO DI PIENA)

E’ l’insieme di procedure ed attività che sono avviate al sopraggiungere di

una piena di un corso d’acqua e comprende:

I) fase di pianificazione preliminare

II) fase di monitoraggio e allerta meterologico

III) fase di sorveglianza degli argini

IV) fase di pronto intervento per la prevenzione

ed il ripristino

competenza della Protezione

Civile della Regione e delle

Direzioni Provinciali Lavori

Pubblici

competenza della Protezione

Civile della Regione

supporto affidato ai Gruppi di

volontariato comunale di

Protezione Civile

competenza della Protezione

Civile della Regione e delle

Direzioni Provinciali Lavori

Pubblici


LA CARTOGRAFIA A SUPPORTO DEL SERVIZIO DI PIENA

Cartografia delle tratte di sorveglianza


Cartografia delle tratte di sorveglianza su Ortofoto e C.T.R. 1:5000


I LIVELLI DI ALLERTA

Livello di guardia: attivazione dei funzionari idraulici;

1° Livello di allarme: attivazione della sorveglianza degli argini con

Gruppi comunali di volontariato di Protezione Civile;

2° Livello di allarme: intensificazione della sorveglianza con Gruppi

comunali di volontariato di Protezione Civile

Il livello d’allerta è funzione del livello idrometrico.

Idrometro ad ultrasuoni Idrogramma di piena


CORSI D'ACQUA

INTERESSATI

FASE DI PIANIFICAZIONE PRELIMINARE

Tabella di sintesi dei volontari comunali di Protezione Civile che

potranno essere impegnati durante l’evento alluvionale

LUNGHEZZA

COMPLESSIVA ARGINI

DA SORVEGLIARE (KM)

N° TATTE DI

SORVEGLIENZA

N° VOLONTARI 1°

LIVELLO DI PRESIDIO

N° VOLONTARI 2°

LIVELLO DI PRESIDIO

BUT 6,5 4 8 16

ISONZO 66 23 46 92

JUDRIO 25,6 9 18 36

MEDUNA 47,4 33 76 148

NONCELLO 1,3 2 4 8

TAGLIAMENTO 49,1 16 40 80

TORRE 17,5 7 14 28

VIPACCO 9,3 4 8 16


FASE DI SORVEGLIANZA DEGLI ARGINI

COMPITI dei Gruppi comunali di volontariato di Protezione Civile in

coordinamento con la Sala Operativa Regionale:

• predisposizione della TURNAZIONE delle SQUADRE;

• predisposizione dei MEZZI DI TRASPORTO;

• COMUNICAZIONI (TELEFONINI, RADIO);

• ATTREZZATURE (TORCE E VESTIARIO ADEGUATO).

I volontari comunali presenti sugli argini sono coordinati nel Servizio di

sorveglianza dalla Sala Operativa Regionale e tengono i contatti via radio

con le sedi comunali di protezione civile


FASE DI SORVEGLIANZA DEGLI ARGINI

INDICAZIONI OPERATIVE PER IL SERVIZIO DI GUARDIA

1) raggiungere il luogo di ritrovo indicato sulla cartografia tratta indossando la divisa di protezione

civile in modo adeguato al servizio da svolgere ed in relazione alle condizioni atmosferiche (capi consigliati:

giacca e copri-pantaloni in gore-tex, copricapo, stivali e guanti);

2) predisporsi al servizio muniti torce (in relazione alle condizioni di luce), tesserino di riconoscimento,

cartografia tratta per comunicare la propria posizione, telefonino e radio VHF volontariato a 43 MHz o CB,

picchetti segnalatori;

3) Comunicare alla Sala Operativa Regionale utilizzando le modalità indicate al punto 15 della scheda tratta

l’arrivo sulla tratta assegnata, le eventuali informazioni ricevute dalla squadra a cui si dà il cambio o il

supporto e l’inizio del servizio di guardia.

4) Iniziare la vigilanza dell’argine procedendo in coppia dal punto di ritrovo verso valle ovvero proseguendo il

servizio della squadra a cui si da il cambio o supporto.

Seguire le seguenti modalità: un volontario percorre la sommità dell’argine con il compito di osservare

eventuali crepe sulla parte emersa dell’argine ovvero corrosioni della parte sommersa che si identificano con

la formazione di vortici della corrente nonché con bolle d’aria. Il secondo volontario percorre il piede a

campagna dell’argine osservando l’eventuale presenza di fontanazzi (acqua torbida che fuoriesce dal

terreno lungo la scarpata o in prossimità del piede dell’argine). Oltre alle condizioni del corpo arginale,

entrambi devono osservare eventuali inconvenienti a opere di sostegno, chiaviche o che interessano altri

manufatti determinando situazioni di pericolo. Particolare cura andrà posta in riferimento alle osservazioni

specifiche della tratta richiamate al punto 14 della scheda tratta. Le letture manuali su aste idrometriche non

in tele-misura andranno annotate (giorno, ora, livello misurato) e comunicate alla Sala Operativa Regionale

al termine del servizio.

5) Raggiunta l’estremità della tratta, riprendere il percorso procedendo in senso opposto con le modalità

sopradescritte per l’intera estensione assegnata. Proseguire l’attività di sorveglianza nei due sensi di marcia

per l’intero periodo del servizio assegnato effettuando le soste strettamente necessarie presso il luogo di

ritrovo.

6) Al termine del turno, attendere la comunicazione dalla Sala Operativa Regionale o l’arrivo della squadra

incaricata per il cambio prima di allontanarsi dalla tratta. Alla squadra che inizia il nuovo turno andranno

trasmesse le informazioni sulle situazioni di pericolo osservate. MAI ABBANDONARE LA TRATTA!!!

COME COMPORTARSI IN CASO DI:

A) CREPE, FONTANAZZI, EVENTI PARICOLARI

Localizzare il punto con l’ausilio della mappa, porsi al riparo nel caso di imminente pericolo, comunicare

posizione del danno e quanto osservato alla Sala Operativa Regionale che provvede a raccogliere le

informazioni e ad informare l’ufficiale idraulico competente. Porre picchetto di segnalazione pericolo e

proseguire il servizio di guardia all’argine. Ogni altra attività urgente, diversa dall’attività di sorveglianza

pianificata, che venisse richiesta ai volontari comunali di protezione civile impegnati a supporto del servizio

di piena, deve essere preventivamente approvata tramite la Sala Operativa Regionale.

B) INTENSIFICAZIONE DEL SERVIZIO DI PIENA

In caso di raggiungimento del III livello di presidio la Sala Operativa Regionale informa le squadre già

impegnate sull’evoluzione della piena in atto. I volontari in servizio incontrano i colleghi giunti a supporto

presso il luogo di ritrovo e si accordano sulla suddivisione della tratta, fermo restando che la sorveglianza

andrà effettuata sempre in coppia con le modalità sopra riportate.

C) DIMINUZIONE DEL LIVELLO DI PIENA

Passato il colmo di piena, il livello delle acque inizia lentamente a diminuire. Il servizio di guardia agli argini

prosegue invariato fino a quando non siano raggiunti i livelli di sicurezza prestabiliti. Solo allora la Sala

Operativa Regionale comunica alle squadre impegnate l’interruzione del servizio di sorveglianza.

Trattandosi di un evento di piena importante, la Sala Operativa Regionale comunicherà inoltre alle squadre

impegnate l’ordine di posizionare lungo le scarpe dell’argine, a distanza di 250-500 fra loro, gli appositi

picchetti di segnalazione del massimo livello raggiunto dalle acque.


IN D IC A Z IO N I O P E R A T IV E P E R IL S E R V IZ IO D I G U A R D IA (D A

R IP O R T A R E S U L R E T R O D E L L A C A R T O G R A F IA )

1 ) ra g g iu n g e re il lu o g o d i ritro v o in d ic a ta s u lla “C a rto g ra fia tra tta ” in d o s s a n d o la d iv is a d i p ro te z io n e c iv ile

in m o d o a d e g u a to a l s e rv iz io d a s v o lg e r e e d in r e la z io n e a lle c o n d iz io n i a tm o s fe r ic h e (c a p i c o n s ig lia ti: g ia c c a

e c o p rip a n ta lo n i in g o re -te x , c o p ric a p o , s tiv a li e g u a n ti) ;

2 ) p re d is p o r s i a l s e rv iz io m u n iti to rc e ( in re la z io n e a lle c o n d iz io n i d i lu c e ), te s s e rin o d i r ic o n o s c im e n to ,

c a r to g r a fia d e lla tra tta d i g u a rd ia p e r c o m u n ic a r e la p r o p r ia p o s iz io n e , te le fo n in o e r a d io V H F v o lo n ta ria to a

4 3 M H z o C B , p ic c h e tti s e g n a la to ri;

3 ) C o m u n ic a re a lla S a la O p e ra tiv a R e g io n a le u tiliz z a n d o le m o d a lità in d ic a te a l p u n to ( 1 5 ) d e lla “ S c h e d a

tra tta ” l’a rr iv o s u lla tr a tta a s s e g n a ta , le e v e n tu a li in fo rm a z io n i r ic e v u te d a lla s q u a d ra a c u i s i d à il c a m b io o il

s u p p o rto e l’in iz io d e l s e r v iz io d i g u a rd ia .

4 ) In iz ia r e la v ig ila n z a d e ll’a rg in e p ro c e d e n d o d a l p u n to d i r itro v o v e r s o v a lle o v v e ro p ro s e g u e n d o il s e rv iz io

d e lla s q u a d r a a c u i s i d a il c a m b io o s u p p o r to , s e c o n d o le s e g u e n ti m o d a lità : u n v o lo n ta r io p e rc o r re la

s o m m ità d e ll’a rg in e c o n il c o m p ito d i o s s e rv a re e v e n tu a li c re p e s u lla p a rte e m e r s a d e ll’a rg in e o v v e r o

c o r ro s io n i d e lla p a r te s o m m e rs a c h e s i id e n tific a n o c o n la fo rm a zio n e d i v o r tic i d e lla c o rr e n te n o n c h é c o n

b o lle d ’a ria . Il s e c o n d o v o lo n ta rio p e r c o rre il p ie d e a c a m p a g n a d e ll’a rg in e o s s e r v a n d o l’e v e n tu a le p re s e n z a

d i fo n ta n a z z i ( a c q u a to rb id a c h e fu o r ie s c e d a l te rre n o lu n g o la s c a r p a ta o in p r o s s im ità d e l p ie d e d e ll’a rg in e ).

O ltr e a lle c o n d iz io n i d e l c o rp o a rg in a le , e n tra m b i d e v o n o o s s e rv a re e v e n tu a li in c o n v e n ie n ti a o p e r e d i

s o s te g n o , c h ia v ic h e o c h e in te r e s s a n o a ltri m a n u fa tti d e te rm in a n d o s itu a z io n i d i p e r ic o lo . P a rtic o la re c u r a

a n d r à p o s ta in r ife rim e n to a lle o s s e rv a z io n i s p e c ific h e d e lla tr a tta ric h ia m a te a l p u n to (1 4 ) d e lla “ S c h e d a

tra tta ”. L e le ttu re m a n u a li s u a s te id ro m e tr ic h e n o n in te le -le ttu ra a n d ra n n o a n n o ta te ( g io r n o , o r a , liv e llo

m is u r a to ) e c o m u n ic a te a lla S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E a l te rm in e d e l s e r v iz io .

5 ) R a g g iu n ta l’e s tre m ità d e lla tr a tta , s o r v e g lia n z a p r o c e d e n d o in s e n s o o p p o s to c o n le m o d a lità

s o p ra d e s c ritte p e r l’in te ra e s te n s io n e a s s e g n a ta . P ro s e g u ire l’a ttiv ità d i s o r v e g lia n z a n e i d u e s e n s i d i m a rc ia

p e r l’in te ro p e rio d o d e l s e r v iz io a s s e g n a to e ffe ttu a n d o le s o s te s tr e tta m e n te n e c e s s a r ie p re s s o il p u n to d i

r itro v o .

6 ) A l te rm in e d e l tu rn o , a tte n d e re la c o m u n ic a z io n e d a lla S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E o l’a rriv o d e lla

s q u a d ra in c a r ic a ta p e r il c a m b io p r im a d i a llo n ta n a rs i d a lla tra tta . A lla s q u a d ra c h e in iz ia il n u o v o tu rn o

a n d r a n n o tra s m e s s e le in fo rm a z io n i s u lle s itu a z io n i d i p e r ic o lo o s s e r v a te . M A I A B B A N D O N A R E L A

T R A T T A !!!

C O M E C O M P O R T A R S I IN C A S O D I:

A ) C R E P E , F O N T A N A Z Z I, E V E N T I P A R IC O L A R I

L o c a liz z a r e il p u n to c o n l’a u s ilio d e lla m a p p a , p o rs i a l rip a ro n e l c a s o d i im m in e n te p e ric o lo , c o m u n ic a re

p o s iz io n e d e l d a n n o e q u a n to o s s e r v a to a lla S a la O p e r a tiv a R e g io n a le c h e p ro v v e d e a r a c c o g lie r e le

in fo rm a z io n i e a d in fo rm a re l’u ffic ia le id ra u lic o . P o r r e p ic c h e tto d i s e g n a la z io n e p e r ic o lo e p ro s e g u ir e il

s e r v iz io d i g u a r d ia a ll’a rg in e . In te r v e n ti u r g e n ti e v e n tu a lm e n te r ic h ie s ti a i v o lo n ta ri d i p ro te z io n e c iv ile d a g li

u ffic ia li d e i tr o n c h i id r a u lic i d e v o n o e s s e r e p re v e n tiv a m e n te c o n c o r d a ti e a p p r o v a ti d a lla S a la O p e r a tiv a

R e g io n a le .

B ) IN T E N S IF IC A Z IO N E D E L S E R V IZ IO D I P IE N A

In c a s o d i ra g g iu n g im e n to d e l III liv e llo d i p r e s id io la S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E in fo rm a le s q u a d r e g ià

im p e g n a te l’in te n s ific a z io n e d e l s e rv iz io . I v o lo n ta r i g ià in s e rv iz io in c o n tra n o i c o lle g h i g iu n ti a s u p p o rto

p re s s o il p u n to d i ritro v o e s i a c c o r d a n o s u lla s u d d iv is io n e d e lla tra tta , fe rm o re s ta n d o c h e la S a la O p e ra tiv a

R e g io n a le s o r v e g lia n z a a n d rà e ffe ttu a ta s e m p re in c o p p ia c o n le m o d a lità s o p ra rip o rta te .

C ) D IM IN U Z IO N E D E L L IV E L L O D I P IE N A

P a s s a to il c o lm o d i p ie n a , il liv e llo d e lle a c q u e in iz ia le n ta m e n te a d im in u ire . Il s e r v iz io d i g u a r d ia a g li a rg in i

p ro s e g u e in v a r ia to fin o a q u a n d o n o n s ia n o ra g g iu n ti i liv e lli d i s ic u re z z a p re s ta b iliti. S o lo a llo ra la S A L A

O P E R A T IV A R E G IO N A L E c o m u n ic a a lle s q u a d re im pe g n a te l’in te rru z io n e d e l s e r v iz io d i s o rv e g lia n z a .

D o p o u n e v e n to d i p ie n a im p o rta n te , la S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E c o m u n ic h e rà in o ltre a lle s q u a d r e

im p e g n a te l’o rd in e d i p o s iz io n a r e lu n g o le s c a rp e d e ll’a r g in e , a d is ta n z a d i 2 5 0 -5 0 0 fra lo ro , g li a p p o s iti

p ic c h e tti d i s e g n a la z io n e d e l m a s s im o liv e llo ra g g iu n to d a lle a c q u e .

FASE DI SORVEGLIANZA DEGLI ARGINI

1) raggiungere il luogo di ritrovo

indicato sulla “Cartografia tratta”

indossando la divisa di protezione

civile in modo adeguato al servizio da

svolgere ed in relazione alle condizioni

atmosferiche (capi consigliati: giacca e

copripantaloni in gore-tex, copricapo,

stivali e guanti);


IN D IC A Z IO N I O P E R A T IV E P E R IL S E R V IZ IO D I G U A R D IA (D A

R IP O R T A R E S U L R E T R O D E L L A C A R T O G R A F IA )

1 ) ra g g iu n g e re il lu o g o d i ritro v o in d ic a ta s u lla “C a rto g ra fia tra tta ” in d o s s a n d o la d iv is a d i p ro te z io n e c iv ile

in m o d o a d e g u a to a l s e rv iz io d a s v o lg e r e e d in r e la z io n e a lle c o n d iz io n i a tm o s fe r ic h e (c a p i c o n s ig lia ti: g ia c c a

e c o p rip a n ta lo n i in g o re -te x , c o p ric a p o , s tiv a li e g u a n ti) ;

2 ) p re d is p o r s i a l s e rv iz io m u n iti to rc e ( in re la z io n e a lle c o n d iz io n i d i lu c e ), te s s e rin o d i r ic o n o s c im e n to ,

c a r to g r a fia d e lla tra tta d i g u a rd ia p e r c o m u n ic a r e la p r o p r ia p o s iz io n e , te le fo n in o e r a d io V H F v o lo n ta ria to a

4 3 M H z o C B , p ic c h e tti s e g n a la to ri;

3 ) C o m u n ic a re a lla S a la O p e ra tiv a R e g io n a le u tiliz z a n d o le m o d a lità in d ic a te a l p u n to ( 1 5 ) d e lla “ S c h e d a

tra tta ” l’a rr iv o s u lla tr a tta a s s e g n a ta , le e v e n tu a li in fo rm a z io n i r ic e v u te d a lla s q u a d ra a c u i s i d à il c a m b io o il

s u p p o rto e l’in iz io d e l s e r v iz io d i g u a rd ia .

4 ) In iz ia r e la v ig ila n z a d e ll’a rg in e p ro c e d e n d o d a l p u n to d i r itro v o v e r s o v a lle o v v e ro p ro s e g u e n d o il s e rv iz io

d e lla s q u a d r a a c u i s i d a il c a m b io o s u p p o r to , s e c o n d o le s e g u e n ti m o d a lità : u n v o lo n ta r io p e rc o r re la

s o m m ità d e ll’a rg in e c o n il c o m p ito d i o s s e rv a re e v e n tu a li c re p e s u lla p a rte e m e r s a d e ll’a rg in e o v v e r o

c o r ro s io n i d e lla p a r te s o m m e rs a c h e s i id e n tific a n o c o n la fo rm a zio n e d i v o r tic i d e lla c o rr e n te n o n c h é c o n

b o lle d ’a ria . Il s e c o n d o v o lo n ta rio p e r c o rre il p ie d e a c a m p a g n a d e ll’a rg in e o s s e r v a n d o l’e v e n tu a le p re s e n z a

d i fo n ta n a z z i ( a c q u a to rb id a c h e fu o r ie s c e d a l te rre n o lu n g o la s c a r p a ta o in p r o s s im ità d e l p ie d e d e ll’a rg in e ).

O ltr e a lle c o n d iz io n i d e l c o rp o a rg in a le , e n tra m b i d e v o n o o s s e rv a re e v e n tu a li in c o n v e n ie n ti a o p e r e d i

s o s te g n o , c h ia v ic h e o c h e in te r e s s a n o a ltri m a n u fa tti d e te rm in a n d o s itu a z io n i d i p e r ic o lo . P a rtic o la re c u r a

a n d r à p o s ta in r ife rim e n to a lle o s s e rv a z io n i s p e c ific h e d e lla tr a tta ric h ia m a te a l p u n to (1 4 ) d e lla “ S c h e d a

tra tta ”. L e le ttu re m a n u a li s u a s te id ro m e tr ic h e n o n in te le -le ttu ra a n d ra n n o a n n o ta te ( g io r n o , o r a , liv e llo

m is u r a to ) e c o m u n ic a te a lla S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E a l te rm in e d e l s e r v iz io .

5 ) R a g g iu n ta l’e s tre m ità d e lla tr a tta , s o r v e g lia n z a p r o c e d e n d o in s e n s o o p p o s to c o n le m o d a lità

s o p ra d e s c ritte p e r l’in te ra e s te n s io n e a s s e g n a ta . P ro s e g u ire l’a ttiv ità d i s o r v e g lia n z a n e i d u e s e n s i d i m a rc ia

p e r l’in te ro p e rio d o d e l s e r v iz io a s s e g n a to e ffe ttu a n d o le s o s te s tr e tta m e n te n e c e s s a r ie p re s s o il p u n to d i

r itro v o .

6 ) A l te rm in e d e l tu rn o , a tte n d e re la c o m u n ic a z io n e d a lla S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E o l’a rriv o d e lla

s q u a d ra in c a r ic a ta p e r il c a m b io p r im a d i a llo n ta n a rs i d a lla tra tta . A lla s q u a d ra c h e in iz ia il n u o v o tu rn o

a n d r a n n o tra s m e s s e le in fo rm a z io n i s u lle s itu a z io n i d i p e r ic o lo o s s e r v a te . M A I A B B A N D O N A R E L A

T R A T T A !!!

C O M E C O M P O R T A R S I IN C A S O D I:

A ) C R E P E , F O N T A N A Z Z I, E V E N T I P A R IC O L A R I

L o c a liz z a r e il p u n to c o n l’a u s ilio d e lla m a p p a , p o rs i a l rip a ro n e l c a s o d i im m in e n te p e ric o lo , c o m u n ic a re

p o s iz io n e d e l d a n n o e q u a n to o s s e r v a to a lla S a la O p e r a tiv a R e g io n a le c h e p ro v v e d e a r a c c o g lie r e le

in fo rm a z io n i e a d in fo rm a re l’u ffic ia le id ra u lic o . P o r r e p ic c h e tto d i s e g n a la z io n e p e r ic o lo e p ro s e g u ir e il

s e r v iz io d i g u a r d ia a ll’a rg in e . In te r v e n ti u r g e n ti e v e n tu a lm e n te r ic h ie s ti a i v o lo n ta ri d i p ro te z io n e c iv ile d a g li

u ffic ia li d e i tr o n c h i id r a u lic i d e v o n o e s s e r e p re v e n tiv a m e n te c o n c o r d a ti e a p p r o v a ti d a lla S a la O p e r a tiv a

R e g io n a le .

B ) IN T E N S IF IC A Z IO N E D E L S E R V IZ IO D I P IE N A

In c a s o d i ra g g iu n g im e n to d e l III liv e llo d i p r e s id io la S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E in fo rm a le s q u a d r e g ià

im p e g n a te l’in te n s ific a z io n e d e l s e rv iz io . I v o lo n ta r i g ià in s e rv iz io in c o n tra n o i c o lle g h i g iu n ti a s u p p o rto

p re s s o il p u n to d i ritro v o e s i a c c o r d a n o s u lla s u d d iv is io n e d e lla tra tta , fe rm o re s ta n d o c h e la S a la O p e ra tiv a

R e g io n a le s o r v e g lia n z a a n d rà e ffe ttu a ta s e m p re in c o p p ia c o n le m o d a lità s o p ra rip o rta te .

C ) D IM IN U Z IO N E D E L L IV E L L O D I P IE N A

P a s s a to il c o lm o d i p ie n a , il liv e llo d e lle a c q u e in iz ia le n ta m e n te a d im in u ire . Il s e r v iz io d i g u a r d ia a g li a rg in i

p ro s e g u e in v a r ia to fin o a q u a n d o n o n s ia n o ra g g iu n ti i liv e lli d i s ic u re z z a p re s ta b iliti. S o lo a llo ra la S A L A

O P E R A T IV A R E G IO N A L E c o m u n ic a a lle s q u a d re im pe g n a te l’in te rru z io n e d e l s e r v iz io d i s o rv e g lia n z a .

D o p o u n e v e n to d i p ie n a im p o rta n te , la S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E c o m u n ic h e rà in o ltre a lle s q u a d r e

im p e g n a te l’o rd in e d i p o s iz io n a r e lu n g o le s c a rp e d e ll’a r g in e , a d is ta n z a d i 2 5 0 -5 0 0 fra lo ro , g li a p p o s iti

p ic c h e tti d i s e g n a la z io n e d e l m a s s im o liv e llo ra g g iu n to d a lle a c q u e .

FASE DI SORVEGLIANZA DEGLI ARGINI

2) predisporsi al servizio muniti di:

• torce (in relazione alle condizioni di luce);

• tesserino di riconoscimento,

• cartografia della tratta di guardia per

comunicare la propria posizione,

• telefonino e radio VHF volontariato a 43

MHz o CB, picchetti segnalatori;


IN D IC A Z IO N I O P E R A T IV E P E R IL S E R V IZ IO D I G U A R D IA (D A

R IP O R T A R E S U L R E T R O D E L L A C A R T O G R A F IA )

1 ) ra g g iu n g e re il lu o g o d i ritro v o in d ic a ta s u lla “C a rto g ra fia tra tta ” in d o s s a n d o la d iv is a d i p ro te z io n e c iv ile

in m o d o a d e g u a to a l s e rv iz io d a s v o lg e r e e d in r e la z io n e a lle c o n d iz io n i a tm o s fe r ic h e (c a p i c o n s ig lia ti: g ia c c a

e c o p rip a n ta lo n i in g o re -te x , c o p ric a p o , s tiv a li e g u a n ti) ;

2 ) p re d is p o r s i a l s e rv iz io m u n iti to rc e ( in re la z io n e a lle c o n d iz io n i d i lu c e ), te s s e rin o d i r ic o n o s c im e n to ,

c a r to g r a fia d e lla tra tta d i g u a rd ia p e r c o m u n ic a r e la p r o p r ia p o s iz io n e , te le fo n in o e r a d io V H F v o lo n ta ria to a

4 3 M H z o C B , p ic c h e tti s e g n a la to ri;

3 ) C o m u n ic a re a lla S a la O p e ra tiv a R e g io n a le u tiliz z a n d o le m o d a lità in d ic a te a l p u n to ( 1 5 ) d e lla “ S c h e d a

tra tta ” l’a rr iv o s u lla tr a tta a s s e g n a ta , le e v e n tu a li in fo rm a z io n i r ic e v u te d a lla s q u a d ra a c u i s i d à il c a m b io o il

s u p p o rto e l’in iz io d e l s e r v iz io d i g u a rd ia .

4 ) In iz ia r e la v ig ila n z a d e ll’a rg in e p ro c e d e n d o d a l p u n to d i r itro v o v e r s o v a lle o v v e ro p ro s e g u e n d o il s e rv iz io

d e lla s q u a d r a a c u i s i d a il c a m b io o s u p p o r to , s e c o n d o le s e g u e n ti m o d a lità : u n v o lo n ta r io p e rc o r re la

s o m m ità d e ll’a rg in e c o n il c o m p ito d i o s s e rv a re e v e n tu a li c re p e s u lla p a rte e m e r s a d e ll’a rg in e o v v e r o

c o r ro s io n i d e lla p a r te s o m m e rs a c h e s i id e n tific a n o c o n la fo rm a zio n e d i v o r tic i d e lla c o rr e n te n o n c h é c o n

b o lle d ’a ria . Il s e c o n d o v o lo n ta rio p e r c o rre il p ie d e a c a m p a g n a d e ll’a rg in e o s s e r v a n d o l’e v e n tu a le p re s e n z a

d i fo n ta n a z z i ( a c q u a to rb id a c h e fu o r ie s c e d a l te rre n o lu n g o la s c a r p a ta o in p r o s s im ità d e l p ie d e d e ll’a rg in e ).

O ltr e a lle c o n d iz io n i d e l c o rp o a rg in a le , e n tra m b i d e v o n o o s s e rv a re e v e n tu a li in c o n v e n ie n ti a o p e r e d i

s o s te g n o , c h ia v ic h e o c h e in te r e s s a n o a ltri m a n u fa tti d e te rm in a n d o s itu a z io n i d i p e r ic o lo . P a rtic o la re c u r a

a n d r à p o s ta in r ife rim e n to a lle o s s e rv a z io n i s p e c ific h e d e lla tr a tta ric h ia m a te a l p u n to (1 4 ) d e lla “ S c h e d a

tra tta ”. L e le ttu re m a n u a li s u a s te id ro m e tr ic h e n o n in te le -le ttu ra a n d ra n n o a n n o ta te ( g io r n o , o r a , liv e llo

m is u r a to ) e c o m u n ic a te a lla S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E a l te rm in e d e l s e r v iz io .

5 ) R a g g iu n ta l’e s tre m ità d e lla tr a tta , s o r v e g lia n z a p r o c e d e n d o in s e n s o o p p o s to c o n le m o d a lità

s o p ra d e s c ritte p e r l’in te ra e s te n s io n e a s s e g n a ta . P ro s e g u ire l’a ttiv ità d i s o r v e g lia n z a n e i d u e s e n s i d i m a rc ia

p e r l’in te ro p e rio d o d e l s e r v iz io a s s e g n a to e ffe ttu a n d o le s o s te s tr e tta m e n te n e c e s s a r ie p re s s o il p u n to d i

r itro v o .

6 ) A l te rm in e d e l tu rn o , a tte n d e re la c o m u n ic a z io n e d a lla S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E o l’a rriv o d e lla

s q u a d ra in c a r ic a ta p e r il c a m b io p r im a d i a llo n ta n a rs i d a lla tra tta . A lla s q u a d ra c h e in iz ia il n u o v o tu rn o

a n d r a n n o tra s m e s s e le in fo rm a z io n i s u lle s itu a z io n i d i p e r ic o lo o s s e r v a te . M A I A B B A N D O N A R E L A

T R A T T A !!!

C O M E C O M P O R T A R S I IN C A S O D I:

A ) C R E P E , F O N T A N A Z Z I, E V E N T I P A R IC O L A R I

L o c a liz z a r e il p u n to c o n l’a u s ilio d e lla m a p p a , p o rs i a l rip a ro n e l c a s o d i im m in e n te p e ric o lo , c o m u n ic a re

p o s iz io n e d e l d a n n o e q u a n to o s s e r v a to a lla S a la O p e r a tiv a R e g io n a le c h e p ro v v e d e a r a c c o g lie r e le

in fo rm a z io n i e a d in fo rm a re l’u ffic ia le id ra u lic o . P o r r e p ic c h e tto d i s e g n a la z io n e p e r ic o lo e p ro s e g u ir e il

s e r v iz io d i g u a r d ia a ll’a rg in e . In te r v e n ti u r g e n ti e v e n tu a lm e n te r ic h ie s ti a i v o lo n ta ri d i p ro te z io n e c iv ile d a g li

u ffic ia li d e i tr o n c h i id r a u lic i d e v o n o e s s e r e p re v e n tiv a m e n te c o n c o r d a ti e a p p r o v a ti d a lla S a la O p e r a tiv a

R e g io n a le .

B ) IN T E N S IF IC A Z IO N E D E L S E R V IZ IO D I P IE N A

In c a s o d i ra g g iu n g im e n to d e l III liv e llo d i p r e s id io la S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E in fo rm a le s q u a d r e g ià

im p e g n a te l’in te n s ific a z io n e d e l s e rv iz io . I v o lo n ta r i g ià in s e rv iz io in c o n tra n o i c o lle g h i g iu n ti a s u p p o rto

p re s s o il p u n to d i ritro v o e s i a c c o r d a n o s u lla s u d d iv is io n e d e lla tra tta , fe rm o re s ta n d o c h e la S a la O p e ra tiv a

R e g io n a le s o r v e g lia n z a a n d rà e ffe ttu a ta s e m p re in c o p p ia c o n le m o d a lità s o p ra rip o rta te .

C ) D IM IN U Z IO N E D E L L IV E L L O D I P IE N A

P a s s a to il c o lm o d i p ie n a , il liv e llo d e lle a c q u e in iz ia le n ta m e n te a d im in u ire . Il s e r v iz io d i g u a r d ia a g li a rg in i

p ro s e g u e in v a r ia to fin o a q u a n d o n o n s ia n o ra g g iu n ti i liv e lli d i s ic u re z z a p re s ta b iliti. S o lo a llo ra la S A L A

O P E R A T IV A R E G IO N A L E c o m u n ic a a lle s q u a d re im pe g n a te l’in te rru z io n e d e l s e r v iz io d i s o rv e g lia n z a .

D o p o u n e v e n to d i p ie n a im p o rta n te , la S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E c o m u n ic h e rà in o ltre a lle s q u a d r e

im p e g n a te l’o rd in e d i p o s iz io n a r e lu n g o le s c a rp e d e ll’a r g in e , a d is ta n z a d i 2 5 0 -5 0 0 fra lo ro , g li a p p o s iti

p ic c h e tti d i s e g n a la z io n e d e l m a s s im o liv e llo ra g g iu n to d a lle a c q u e .

FASE DI SORVEGLIANZA DEGLI ARGINI

Un volontario percorre in sicurezza la sommità

dell’argine con il compito di osservare eventuali

crepe sulla parte emersa dell’argine ovvero

corrosioni della parte sommersa che si

identificano con la formazione di vortici della

corrente nonché con bolle d’aria. Il secondo

volontario percorre il piede a campagna

dell’argine osservando l’eventuale presenza di

fontanazzi (acqua torbida che fuoriesce dal

terreno lungo la scarpata o in prossimità del

piede dell’argine).


IN D IC A Z IO N I O P E R A T IV E P E R IL S E R V IZ IO D I G U A R D IA (D A

R IP O R T A R E S U L R E T R O D E L L A C A R T O G R A F IA )

1 ) ra g g iu n g e re il lu o g o d i ritro v o in d ic a ta s u lla “C a rto g ra fia tra tta ” in d o s s a n d o la d iv is a d i p ro te z io n e c iv ile

in m o d o a d e g u a to a l s e rv iz io d a s v o lg e r e e d in r e la z io n e a lle c o n d iz io n i a tm o s fe r ic h e (c a p i c o n s ig lia ti: g ia c c a

e c o p rip a n ta lo n i in g o re -te x , c o p ric a p o , s tiv a li e g u a n ti) ;

2 ) p re d is p o r s i a l s e rv iz io m u n iti to rc e ( in re la z io n e a lle c o n d iz io n i d i lu c e ), te s s e rin o d i r ic o n o s c im e n to ,

c a r to g r a fia d e lla tra tta d i g u a rd ia p e r c o m u n ic a r e la p r o p r ia p o s iz io n e , te le fo n in o e r a d io V H F v o lo n ta ria to a

4 3 M H z o C B , p ic c h e tti s e g n a la to ri;

3 ) C o m u n ic a re a lla S a la O p e ra tiv a R e g io n a le u tiliz z a n d o le m o d a lità in d ic a te a l p u n to ( 1 5 ) d e lla “ S c h e d a

tra tta ” l’a rr iv o s u lla tr a tta a s s e g n a ta , le e v e n tu a li in fo rm a z io n i r ic e v u te d a lla s q u a d ra a c u i s i d à il c a m b io o il

s u p p o rto e l’in iz io d e l s e r v iz io d i g u a rd ia .

4 ) In iz ia r e la v ig ila n z a d e ll’a rg in e p ro c e d e n d o d a l p u n to d i r itro v o v e r s o v a lle o v v e ro p ro s e g u e n d o il s e rv iz io

d e lla s q u a d r a a c u i s i d a il c a m b io o s u p p o r to , s e c o n d o le s e g u e n ti m o d a lità : u n v o lo n ta r io p e rc o r re la

s o m m ità d e ll’a rg in e c o n il c o m p ito d i o s s e rv a re e v e n tu a li c re p e s u lla p a rte e m e r s a d e ll’a rg in e o v v e r o

c o r ro s io n i d e lla p a r te s o m m e rs a c h e s i id e n tific a n o c o n la fo rm a zio n e d i v o r tic i d e lla c o rr e n te n o n c h é c o n

b o lle d ’a ria . Il s e c o n d o v o lo n ta rio p e r c o rre il p ie d e a c a m p a g n a d e ll’a rg in e o s s e r v a n d o l’e v e n tu a le p re s e n z a

d i fo n ta n a z z i ( a c q u a to rb id a c h e fu o r ie s c e d a l te rre n o lu n g o la s c a r p a ta o in p r o s s im ità d e l p ie d e d e ll’a rg in e ).

O ltr e a lle c o n d iz io n i d e l c o rp o a rg in a le , e n tra m b i d e v o n o o s s e rv a re e v e n tu a li in c o n v e n ie n ti a o p e r e d i

s o s te g n o , c h ia v ic h e o c h e in te r e s s a n o a ltri m a n u fa tti d e te rm in a n d o s itu a z io n i d i p e r ic o lo . P a rtic o la re c u r a

a n d r à p o s ta in r ife rim e n to a lle o s s e rv a z io n i s p e c ific h e d e lla tr a tta ric h ia m a te a l p u n to (1 4 ) d e lla “ S c h e d a

tra tta ”. L e le ttu re m a n u a li s u a s te id ro m e tr ic h e n o n in te le -le ttu ra a n d ra n n o a n n o ta te ( g io r n o , o r a , liv e llo

m is u r a to ) e c o m u n ic a te a lla S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E a l te rm in e d e l s e r v iz io .

5 ) R a g g iu n ta l’e s tre m ità d e lla tr a tta , s o r v e g lia n z a p r o c e d e n d o in s e n s o o p p o s to c o n le m o d a lità

s o p ra d e s c ritte p e r l’in te ra e s te n s io n e a s s e g n a ta . P ro s e g u ire l’a ttiv ità d i s o r v e g lia n z a n e i d u e s e n s i d i m a rc ia

p e r l’in te ro p e rio d o d e l s e r v iz io a s s e g n a to e ffe ttu a n d o le s o s te s tr e tta m e n te n e c e s s a r ie p re s s o il p u n to d i

r itro v o .

6 ) A l te rm in e d e l tu rn o , a tte n d e re la c o m u n ic a z io n e d a lla S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E o l’a rriv o d e lla

s q u a d ra in c a r ic a ta p e r il c a m b io p r im a d i a llo n ta n a rs i d a lla tra tta . A lla s q u a d ra c h e in iz ia il n u o v o tu rn o

a n d r a n n o tra s m e s s e le in fo rm a z io n i s u lle s itu a z io n i d i p e r ic o lo o s s e r v a te . M A I A B B A N D O N A R E L A

T R A T T A !!!

C O M E C O M P O R T A R S I IN C A S O D I:

A ) C R E P E , F O N T A N A Z Z I, E V E N T I P A R IC O L A R I

L o c a liz z a r e il p u n to c o n l’a u s ilio d e lla m a p p a , p o rs i a l rip a ro n e l c a s o d i im m in e n te p e ric o lo , c o m u n ic a re

p o s iz io n e d e l d a n n o e q u a n to o s s e r v a to a lla S a la O p e r a tiv a R e g io n a le c h e p ro v v e d e a r a c c o g lie r e le

in fo rm a z io n i e a d in fo rm a re l’u ffic ia le id ra u lic o . P o r r e p ic c h e tto d i s e g n a la z io n e p e r ic o lo e p ro s e g u ir e il

s e r v iz io d i g u a r d ia a ll’a rg in e . In te r v e n ti u r g e n ti e v e n tu a lm e n te r ic h ie s ti a i v o lo n ta ri d i p ro te z io n e c iv ile d a g li

u ffic ia li d e i tr o n c h i id r a u lic i d e v o n o e s s e r e p re v e n tiv a m e n te c o n c o r d a ti e a p p r o v a ti d a lla S a la O p e r a tiv a

R e g io n a le .

B ) IN T E N S IF IC A Z IO N E D E L S E R V IZ IO D I P IE N A

In c a s o d i ra g g iu n g im e n to d e l III liv e llo d i p r e s id io la S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E in fo rm a le s q u a d r e g ià

im p e g n a te l’in te n s ific a z io n e d e l s e rv iz io . I v o lo n ta r i g ià in s e rv iz io in c o n tra n o i c o lle g h i g iu n ti a s u p p o rto

p re s s o il p u n to d i ritro v o e s i a c c o r d a n o s u lla s u d d iv is io n e d e lla tra tta , fe rm o re s ta n d o c h e la S a la O p e ra tiv a

R e g io n a le s o r v e g lia n z a a n d rà e ffe ttu a ta s e m p re in c o p p ia c o n le m o d a lità s o p ra rip o rta te .

C ) D IM IN U Z IO N E D E L L IV E L L O D I P IE N A

P a s s a to il c o lm o d i p ie n a , il liv e llo d e lle a c q u e in iz ia le n ta m e n te a d im in u ire . Il s e r v iz io d i g u a r d ia a g li a rg in i

p ro s e g u e in v a r ia to fin o a q u a n d o n o n s ia n o ra g g iu n ti i liv e lli d i s ic u re z z a p re s ta b iliti. S o lo a llo ra la S A L A

O P E R A T IV A R E G IO N A L E c o m u n ic a a lle s q u a d re im pe g n a te l’in te rru z io n e d e l s e r v iz io d i s o rv e g lia n z a .

D o p o u n e v e n to d i p ie n a im p o rta n te , la S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E c o m u n ic h e rà in o ltre a lle s q u a d r e

im p e g n a te l’o rd in e d i p o s iz io n a r e lu n g o le s c a rp e d e ll’a r g in e , a d is ta n z a d i 2 5 0 -5 0 0 fra lo ro , g li a p p o s iti

p ic c h e tti d i s e g n a la z io n e d e l m a s s im o liv e llo ra g g iu n to d a lle a c q u e .

FASE DI SORVEGLIANZA DEGLI ARGINI

COME COMPORTARSI IN CASO DI:

A) CREPE, FONTANAZZI, EVENTI

PARICOLARI

Localizzare il punto con l’ausilio della

mappa, porsi al riparo nel caso di

imminente pericolo, comunicare

alla SOR la posizione del danno e

quanto osservato alla Sala Operativa

Regionale che provvede a

raccogliere le informazioni e ad

informare l’ufficiale idraulico e la

sede comunale di protezione civile.

Porre picchetto di segnalazione

pericolo e proseguire il servizio di

guardia all’argine. Ogni altra attività

urgente, diversa dall’attività di

sorveglianza pianificata, che venisse

richiesta ai volontari, deve essere

preventivamente concordati e

approvati tramite la Sala Operativa

Regionale.


FASE DI SORVEGLIANZA DEGLI ARGINI

La sorveglianza degli argini non contempla attività di manovra delle chiaviche e delle

Idrovore.

La manovra delle chiaviche è disposta dal personale idraulico; l’attivazione delle idrovore

compete a Consorzi di bonifica o Comuni.

RECENTI LAVORI DI RINFORZO SU CHIAVICHE F. MEDUNA

IMPIANTO IDROVORO


FASE DI SORVEGLIANZA DEGLI ARGINI

CREPE FONTANAZZI


IN D IC A Z IO N I O P E R A T IV E P E R IL S E R V IZ IO D I G U A R D IA (D A

R IP O R T A R E S U L R E T R O D E L L A C A R T O G R A F IA )

1 ) ra g g iu n g e re il lu o g o d i ritro v o in d ic a ta s u lla “C a rto g ra fia tra tta ” in d o s s a n d o la d iv is a d i p ro te z io n e c iv ile

in m o d o a d e g u a to a l s e rv iz io d a s v o lg e r e e d in r e la z io n e a lle c o n d iz io n i a tm o s fe r ic h e (c a p i c o n s ig lia ti: g ia c c a

e c o p rip a n ta lo n i in g o re -te x , c o p ric a p o , s tiv a li e g u a n ti) ;

2 ) p re d is p o r s i a l s e rv iz io m u n iti to rc e ( in re la z io n e a lle c o n d iz io n i d i lu c e ), te s s e rin o d i r ic o n o s c im e n to ,

c a r to g r a fia d e lla tra tta d i g u a rd ia p e r c o m u n ic a r e la p r o p r ia p o s iz io n e , te le fo n in o e r a d io V H F v o lo n ta ria to a

4 3 M H z o C B , p ic c h e tti s e g n a la to ri;

3 ) C o m u n ic a re a lla S a la O p e ra tiv a R e g io n a le u tiliz z a n d o le m o d a lità in d ic a te a l p u n to ( 1 5 ) d e lla “ S c h e d a

tra tta ” l’a rr iv o s u lla tr a tta a s s e g n a ta , le e v e n tu a li in fo rm a z io n i r ic e v u te d a lla s q u a d ra a c u i s i d à il c a m b io o il

s u p p o rto e l’in iz io d e l s e r v iz io d i g u a rd ia .

4 ) In iz ia r e la v ig ila n z a d e ll’a rg in e p ro c e d e n d o d a l p u n to d i r itro v o v e r s o v a lle o v v e ro p ro s e g u e n d o il s e rv iz io

d e lla s q u a d r a a c u i s i d a il c a m b io o s u p p o r to , s e c o n d o le s e g u e n ti m o d a lità : u n v o lo n ta r io p e rc o r re la

s o m m ità d e ll’a rg in e c o n il c o m p ito d i o s s e rv a re e v e n tu a li c re p e s u lla p a rte e m e r s a d e ll’a rg in e o v v e r o

c o r ro s io n i d e lla p a r te s o m m e rs a c h e s i id e n tific a n o c o n la fo rm a zio n e d i v o r tic i d e lla c o rr e n te n o n c h é c o n

b o lle d ’a ria . Il s e c o n d o v o lo n ta rio p e r c o rre il p ie d e a c a m p a g n a d e ll’a rg in e o s s e r v a n d o l’e v e n tu a le p re s e n z a

d i fo n ta n a z z i ( a c q u a to rb id a c h e fu o r ie s c e d a l te rre n o lu n g o la s c a r p a ta o in p r o s s im ità d e l p ie d e d e ll’a rg in e ).

O ltr e a lle c o n d iz io n i d e l c o rp o a rg in a le , e n tra m b i d e v o n o o s s e rv a re e v e n tu a li in c o n v e n ie n ti a o p e r e d i

s o s te g n o , c h ia v ic h e o c h e in te r e s s a n o a ltri m a n u fa tti d e te rm in a n d o s itu a z io n i d i p e r ic o lo . P a rtic o la re c u r a

a n d r à p o s ta in r ife rim e n to a lle o s s e rv a z io n i s p e c ific h e d e lla tr a tta ric h ia m a te a l p u n to (1 4 ) d e lla “ S c h e d a

tra tta ”. L e le ttu re m a n u a li s u a s te id ro m e tr ic h e n o n in te le -le ttu ra a n d ra n n o a n n o ta te ( g io r n o , o r a , liv e llo

m is u r a to ) e c o m u n ic a te a lla S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E a l te rm in e d e l s e r v iz io .

5 ) R a g g iu n ta l’e s tre m ità d e lla tr a tta , s o r v e g lia n z a p r o c e d e n d o in s e n s o o p p o s to c o n le m o d a lità

s o p ra d e s c ritte p e r l’in te ra e s te n s io n e a s s e g n a ta . P ro s e g u ire l’a ttiv ità d i s o r v e g lia n z a n e i d u e s e n s i d i m a rc ia

p e r l’in te ro p e rio d o d e l s e r v iz io a s s e g n a to e ffe ttu a n d o le s o s te s tr e tta m e n te n e c e s s a r ie p re s s o il p u n to d i

r itro v o .

6 ) A l te rm in e d e l tu rn o , a tte n d e re la c o m u n ic a z io n e d a lla S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E o l’a rriv o d e lla

s q u a d ra in c a r ic a ta p e r il c a m b io p r im a d i a llo n ta n a rs i d a lla tra tta . A lla s q u a d ra c h e in iz ia il n u o v o tu rn o

a n d r a n n o tra s m e s s e le in fo rm a z io n i s u lle s itu a z io n i d i p e r ic o lo o s s e r v a te . M A I A B B A N D O N A R E L A

T R A T T A !!!

C O M E C O M P O R T A R S I IN C A S O D I:

A ) C R E P E , F O N T A N A Z Z I, E V E N T I P A R IC O L A R I

L o c a liz z a r e il p u n to c o n l’a u s ilio d e lla m a p p a , p o rs i a l rip a ro n e l c a s o d i im m in e n te p e ric o lo , c o m u n ic a re

p o s iz io n e d e l d a n n o e q u a n to o s s e r v a to a lla S a la O p e r a tiv a R e g io n a le c h e p ro v v e d e a r a c c o g lie r e le

in fo rm a z io n i e a d in fo rm a re l’u ffic ia le id ra u lic o . P o r r e p ic c h e tto d i s e g n a la z io n e p e r ic o lo e p ro s e g u ir e il

s e r v iz io d i g u a r d ia a ll’a rg in e . In te r v e n ti u r g e n ti e v e n tu a lm e n te r ic h ie s ti a i v o lo n ta ri d i p ro te z io n e c iv ile d a g li

u ffic ia li d e i tr o n c h i id r a u lic i d e v o n o e s s e r e p re v e n tiv a m e n te c o n c o r d a ti e a p p r o v a ti d a lla S a la O p e r a tiv a

R e g io n a le .

B ) IN T E N S IF IC A Z IO N E D E L S E R V IZ IO D I P IE N A

In c a s o d i ra g g iu n g im e n to d e l III liv e llo d i p r e s id io la S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E in fo rm a le s q u a d r e g ià

im p e g n a te l’in te n s ific a z io n e d e l s e rv iz io . I v o lo n ta r i g ià in s e rv iz io in c o n tra n o i c o lle g h i g iu n ti a s u p p o rto

p re s s o il p u n to d i ritro v o e s i a c c o r d a n o s u lla s u d d iv is io n e d e lla tra tta , fe rm o re s ta n d o c h e la S a la O p e ra tiv a

R e g io n a le s o r v e g lia n z a a n d rà e ffe ttu a ta s e m p re in c o p p ia c o n le m o d a lità s o p ra rip o rta te .

C ) D IM IN U Z IO N E D E L L IV E L L O D I P IE N A

P a s s a to il c o lm o d i p ie n a , il liv e llo d e lle a c q u e in iz ia le n ta m e n te a d im in u ire . Il s e r v iz io d i g u a r d ia a g li a rg in i

p ro s e g u e in v a r ia to fin o a q u a n d o n o n s ia n o ra g g iu n ti i liv e lli d i s ic u re z z a p re s ta b iliti. S o lo a llo ra la S A L A

O P E R A T IV A R E G IO N A L E c o m u n ic a a lle s q u a d re im pe g n a te l’in te rru z io n e d e l s e r v iz io d i s o rv e g lia n z a .

D o p o u n e v e n to d i p ie n a im p o rta n te , la S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E c o m u n ic h e rà in o ltre a lle s q u a d r e

im p e g n a te l’o rd in e d i p o s iz io n a r e lu n g o le s c a rp e d e ll’a r g in e , a d is ta n z a d i 2 5 0 -5 0 0 fra lo ro , g li a p p o s iti

p ic c h e tti d i s e g n a la z io n e d e l m a s s im o liv e llo ra g g iu n to d a lle a c q u e .

FASE DI SORVEGLIANZA DEGLI ARGINI

COME COMPORTARSI IN CASO DI:

B) INTENSIFICAZIONE DEL SERVIZIO DI

PIENA

In caso di raggiungimento del II livello di

di presidio la SALA OPERATIVA

REGIONALE informa le squadre già

impegnate dell’intensificazione del

servizio. I volontari già in servizio

incontrano i colleghi giunti a supporto

presso il punto di ritrovo e si accordano

sulla suddivisione della tratta, fermo

restando che la sorveglianza andrà

effettuata sempre in coppia con le

modalità sopra riportate.


IN D IC A Z IO N I O P E R A T IV E P E R IL S E R V IZ IO D I G U A R D IA (D A

R IP O R T A R E S U L R E T R O D E L L A C A R T O G R A F IA )

1 ) ra g g iu n g e re il lu o g o d i ritro v o in d ic a ta s u lla “C a rto g ra fia tra tta ” in d o s s a n d o la d iv is a d i p ro te z io n e c iv ile

in m o d o a d e g u a to a l s e rv iz io d a s v o lg e r e e d in r e la z io n e a lle c o n d iz io n i a tm o s fe r ic h e (c a p i c o n s ig lia ti: g ia c c a

e c o p rip a n ta lo n i in g o re -te x , c o p ric a p o , s tiv a li e g u a n ti) ;

2 ) p re d is p o r s i a l s e rv iz io m u n iti to rc e ( in re la z io n e a lle c o n d iz io n i d i lu c e ), te s s e rin o d i r ic o n o s c im e n to ,

c a r to g r a fia d e lla tra tta d i g u a rd ia p e r c o m u n ic a r e la p r o p r ia p o s iz io n e , te le fo n in o e r a d io V H F v o lo n ta ria to a

4 3 M H z o C B , p ic c h e tti s e g n a la to ri;

3 ) C o m u n ic a re a lla S a la O p e ra tiv a R e g io n a le u tiliz z a n d o le m o d a lità in d ic a te a l p u n to ( 1 5 ) d e lla “ S c h e d a

tra tta ” l’a rr iv o s u lla tr a tta a s s e g n a ta , le e v e n tu a li in fo rm a z io n i r ic e v u te d a lla s q u a d ra a c u i s i d à il c a m b io o il

s u p p o rto e l’in iz io d e l s e r v iz io d i g u a rd ia .

4 ) In iz ia r e la v ig ila n z a d e ll’a rg in e p ro c e d e n d o d a l p u n to d i r itro v o v e r s o v a lle o v v e ro p ro s e g u e n d o il s e rv iz io

d e lla s q u a d r a a c u i s i d a il c a m b io o s u p p o r to , s e c o n d o le s e g u e n ti m o d a lità : u n v o lo n ta r io p e rc o r re la

s o m m ità d e ll’a rg in e c o n il c o m p ito d i o s s e rv a re e v e n tu a li c re p e s u lla p a rte e m e r s a d e ll’a rg in e o v v e r o

c o r ro s io n i d e lla p a r te s o m m e rs a c h e s i id e n tific a n o c o n la fo rm a zio n e d i v o r tic i d e lla c o rr e n te n o n c h é c o n

b o lle d ’a ria . Il s e c o n d o v o lo n ta rio p e r c o rre il p ie d e a c a m p a g n a d e ll’a rg in e o s s e r v a n d o l’e v e n tu a le p re s e n z a

d i fo n ta n a z z i ( a c q u a to rb id a c h e fu o r ie s c e d a l te rre n o lu n g o la s c a r p a ta o in p r o s s im ità d e l p ie d e d e ll’a rg in e ).

O ltr e a lle c o n d iz io n i d e l c o rp o a rg in a le , e n tra m b i d e v o n o o s s e rv a re e v e n tu a li in c o n v e n ie n ti a o p e r e d i

s o s te g n o , c h ia v ic h e o c h e in te r e s s a n o a ltri m a n u fa tti d e te rm in a n d o s itu a z io n i d i p e r ic o lo . P a rtic o la re c u r a

a n d r à p o s ta in r ife rim e n to a lle o s s e rv a z io n i s p e c ific h e d e lla tr a tta ric h ia m a te a l p u n to (1 4 ) d e lla “ S c h e d a

tra tta ”. L e le ttu re m a n u a li s u a s te id ro m e tr ic h e n o n in te le -le ttu ra a n d ra n n o a n n o ta te ( g io r n o , o r a , liv e llo

m is u r a to ) e c o m u n ic a te a lla S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E a l te rm in e d e l s e r v iz io .

5 ) R a g g iu n ta l’e s tre m ità d e lla tr a tta , s o r v e g lia n z a p r o c e d e n d o in s e n s o o p p o s to c o n le m o d a lità

s o p ra d e s c ritte p e r l’in te ra e s te n s io n e a s s e g n a ta . P ro s e g u ire l’a ttiv ità d i s o r v e g lia n z a n e i d u e s e n s i d i m a rc ia

p e r l’in te ro p e rio d o d e l s e r v iz io a s s e g n a to e ffe ttu a n d o le s o s te s tr e tta m e n te n e c e s s a r ie p re s s o il p u n to d i

r itro v o .

6 ) A l te rm in e d e l tu rn o , a tte n d e re la c o m u n ic a z io n e d a lla S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E o l’a rriv o d e lla

s q u a d ra in c a r ic a ta p e r il c a m b io p r im a d i a llo n ta n a rs i d a lla tra tta . A lla s q u a d ra c h e in iz ia il n u o v o tu rn o

a n d r a n n o tra s m e s s e le in fo rm a z io n i s u lle s itu a z io n i d i p e r ic o lo o s s e r v a te . M A I A B B A N D O N A R E L A

T R A T T A !!!

C O M E C O M P O R T A R S I IN C A S O D I:

A ) C R E P E , F O N T A N A Z Z I, E V E N T I P A R IC O L A R I

L o c a liz z a r e il p u n to c o n l’a u s ilio d e lla m a p p a , p o rs i a l rip a ro n e l c a s o d i im m in e n te p e ric o lo , c o m u n ic a re

p o s iz io n e d e l d a n n o e q u a n to o s s e r v a to a lla S a la O p e r a tiv a R e g io n a le c h e p ro v v e d e a r a c c o g lie r e le

in fo rm a z io n i e a d in fo rm a re l’u ffic ia le id ra u lic o . P o r r e p ic c h e tto d i s e g n a la z io n e p e r ic o lo e p ro s e g u ir e il

s e r v iz io d i g u a r d ia a ll’a rg in e . In te r v e n ti u r g e n ti e v e n tu a lm e n te r ic h ie s ti a i v o lo n ta ri d i p ro te z io n e c iv ile d a g li

u ffic ia li d e i tr o n c h i id r a u lic i d e v o n o e s s e r e p re v e n tiv a m e n te c o n c o r d a ti e a p p r o v a ti d a lla S a la O p e r a tiv a

R e g io n a le .

B ) IN T E N S IF IC A Z IO N E D E L S E R V IZ IO D I P IE N A

In c a s o d i ra g g iu n g im e n to d e l III liv e llo d i p r e s id io la S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E in fo rm a le s q u a d r e g ià

im p e g n a te l’in te n s ific a z io n e d e l s e rv iz io . I v o lo n ta r i g ià in s e rv iz io in c o n tra n o i c o lle g h i g iu n ti a s u p p o rto

p re s s o il p u n to d i ritro v o e s i a c c o r d a n o s u lla s u d d iv is io n e d e lla tra tta , fe rm o re s ta n d o c h e la S a la O p e ra tiv a

R e g io n a le s o r v e g lia n z a a n d rà e ffe ttu a ta s e m p re in c o p p ia c o n le m o d a lità s o p ra rip o rta te .

C ) D IM IN U Z IO N E D E L L IV E L L O D I P IE N A

P a s s a to il c o lm o d i p ie n a , il liv e llo d e lle a c q u e in iz ia le n ta m e n te a d im in u ire . Il s e r v iz io d i g u a r d ia a g li a rg in i

p ro s e g u e in v a r ia to fin o a q u a n d o n o n s ia n o ra g g iu n ti i liv e lli d i s ic u re z z a p re s ta b iliti. S o lo a llo ra la S A L A

O P E R A T IV A R E G IO N A L E c o m u n ic a a lle s q u a d re im pe g n a te l’in te rru z io n e d e l s e r v iz io d i s o rv e g lia n z a .

D o p o u n e v e n to d i p ie n a im p o rta n te , la S A L A O P E R A T IV A R E G IO N A L E c o m u n ic h e rà in o ltre a lle s q u a d r e

im p e g n a te l’o rd in e d i p o s iz io n a r e lu n g o le s c a rp e d e ll’a r g in e , a d is ta n z a d i 2 5 0 -5 0 0 fra lo ro , g li a p p o s iti

p ic c h e tti d i s e g n a la z io n e d e l m a s s im o liv e llo ra g g iu n to d a lle a c q u e .

FASE DI SORVEGLIANZA DEGLI ARGINI

COME COMPORTARSI IN CASO DI:

C) DIMINUZIONE DEL LIVELLO DI PIENA

Passato il colmo di piena, il livello delle

acque inizia lentamente a diminuire. Il

servizio di guardia agli argini prosegue

invariato fino a quando non siano

raggiunti i livelli di sicurezza prestabiliti.

Solo allora la SALA OPERATIVA

REGIONALE comunica alle squadre

impegnate l’interruzione del servizio di

sorveglianza.

Dopo un evento di piena importante, la

SALA OPERATIVA REGIONALE

comunicherà inoltre alle squadre

impegnate l’ordine di posizionare lungo le

scarpe dell’argine, a distanza di 250-

500m fra loro, gli appositi picchetti di

segnalazione del massimo livello

raggiunto dalle acque.


ESERCITAZIONE NEL BACINO DEL FIUME ISONZO

20 – 21 aprile 2007

Nelle giornate del 20 e del 21 aprile 2007 si

è svolta una prima esercitazione sul servizio

di piena sui corsi d’acqua del bacino

dell’Isonzo avente come scopo la verifica

della pianificazione preliminare della

sorveglianza delle tratte con particolare

riferimento ai tempi di

• allertamento,

• attiviazione

• attività di sorveglianza delle squadre

comunali

e le modalità di comunicazione con la SOR


ESERCITAZIONE “Se.Pi. – Meduna 2007”

22 e 23 settembre 2007 “Se.Pi. – Meduna 2007”

Esercitazione nei tratti arginati del fiume Meduna e Noncello

26 COMUNI COINVOLTI

Arzene, Azzano Decimo, Brugnera, Caneva,

Casarsa della Delizia, Chions, Cordenons, Fiume

Veneto, Fontanafredda, Pasiano di Pordenone,

Porcia, Pordenone, Prata di Pordenone,

Pravisdomini, Roveredo in Piano, Sacile, San

Giorgio della Richinvelda, San Martino al

Tagliamento, San Quirino, Sesto al Reghena,

Spilimbergo, Vivaro, Zoppola, Valvasone, San Vito

al Tagliamento, Cordovado, Morsano al

Tagliamento

Oltre 300 volontari impiegati


Bacino del Meduna: Portate e livelli di riferimento

Bacino Bacino del del del CELLINA

CELLINA

Bacino Bacino del del MEDUNA

MEDUNA

DIGA DIGA DI

DI

RAVEDIS

RAVEDIS

CELLINA

CELLINA

DIGA

DIGA

DI DI DI PONTE

PONTE

RACLI

RACLI

MEDUNA

MEDUNA

livello di guardia

Somma deflusso Ravedis + Ponte Racli

= 800 mc/sec mc/sec

ATTIVAZIONE

SERVIZIO DI PIENA

1° livello di allarme

Somma deflusso Ravedis + Ponte Racli

> 1000 mc/sec mc/sec

ATTIVAZIONE VOLONTARI 1° 1 LIVELLO

2° livello di allarme

Somma deflusso Ravedis + Ponte Racli

> 1400 mc/sec mc/sec

ATTIVAZIONE VOLONTARI 2° LIVELLO

Ponte della SS13;

• Visinale di Sopra;

• Tremeacque Meduna;

• Tremeacque Livenza


ESERCITAZIONE “Se.Pi. – Meduna 2007”: programma

VENERDI’ 21 – MATTINA

• La Sala Operativa emana un “PREALLERTA METEO” mediante

fax agli Enti pubblici quali Prefettura, Provincia, Comuni, altri Enti e

MEDIANTE SMS ALLE SQUADRE COMUNALI (TIPO SMS

N°1) – Attivazione reperibilità personale idraulico

VENERDI’ 21 TARDA SERATA E NELLA NOTTE

• Forti precipitazioni nel bacino montano del Cellina-Meduna

SABATO 22 - MATTINA

• Inizio scarico dai bacini montani: al raggiungimento dei valori di

150 mc/s e di 300 mc/s fax alla Provincia PN per chiusura guadi

• Scarico bacini Ravedis+Ponte Racli > 800 mc/s – portate in

aumento: fax Allerta ai Comuni e DPLLPP

SABATO 22 VERSO META’ GIORNATA

• Precipitazioni persistenti e aumento degli scarichi dai bacini

montani: comunicazione a DPLLPP per attivazione Servizio di Piena


ESERCITAZIONE “Se.Pi. – Meduna 2007”: programma

SABATO 22 TARDO POMERIGGIO

• Raggiungimento 1° livello di allarme sul Meduna – parte

alta (tratte da 1 a 9 sx): attivazione servizio di

sorveglianza

SABATO 22 SERA

• Raggiungimento 1° livello di presidio Meduna – parte

bassa (tratte da 1 a 9 dx e da 10 a 24 sx): attivazione

servizio di sorveglianza;

• Durante l’attività di sorveglianza, esercitazioni per

fronteggiare fontanazzi, sovralzi arginali, telonature,

attivazioni impianti idrovori.


ESERCITAZIONE “Se.Pi. – Meduna 2007”: programma

SABATO 22 TARDA SERATA

• Diminuzione degli scarichi dai bacini montani

DOMENICA DURANTE LA NOTTE

• Il Noncello raggiunge il livello di guardia: comunicazione a DPLLPP

DOMENICA NELLA PRIMA MATTINATA

• Raggiungimento 1° livello di presidio sul Noncello: attivazione

servizio di sorveglianza dell’argine

• Installazione della paratoia mobile in corrispondenza del ponte di

Adamo ed Eva

• Sul Meduna proseguono le attività di sorveglianza degli argini


• RADDOPPIO PERSONALE SU TUTTE LE TRATTE DI

SORVEGLIANZA DEL FIUME MEDUNA


ESERCITAZIONE “Se.Pi. – Meduna 2007”: programma

DOMENICA MATTINA

• Il livello di piena scende sotto il 1° livello di presidio sul Meduna –

parte alta: disattivazione servizio di sorveglianza

• Il livello di piena scende sotto il 1° livello di presidio sul Meduna –

parte bassa: disattivazione servizio di sorveglianza

• Il livello di piena scende sotto il 1° livello di presidio sul Noncello:

disattivazione servizio di sorveglianza

• Raduno dei partecipanti Videoconferenza e per relazione finale e

momento conviviale presso la Fiera di Pordenone

Chiusura dell'esercitazione con saluto ai

partecipanti da parte del Capo Dipartimento

Guido Bertolaso e dell'Assessore Moretton


Collegamenti in Videoconferenza

PREFETTURA

PN

IP

(DataWan)

PCDR

PALMANOVA

FIERA

PN

ISDN

S.O.R.

SALA SITUAZIONI

Ponte Radio

(Cisar)

• FIUME

MEDUNA

VISINALE

(Pasiano di PN)


ESERCITAZIONE “Se.Pi. – Meduna 2007”: ALTRE ATTIVITA’

Simulazione di problematiche

arginali per cui è necessario

realizzare coronelle e stendere dei

teli di protezione arginale;

Allestimento della paratoia mobile

a difesa dell’argine del Noncello a

Pordenone


IL QUESTIONARIO

Nei giorni successivi all’esercitazione sarà disponibile

presso il sito della Protezione civile della Regione

www.protezionecivile.fvg.it

un questionario inerente l’esercitazione. Il questionario

compilato a cura dei gruppi comunali coinvolti

nell’esercitazione sarà spedito all’indirizzo mail:

serviziodipiena@protezionecivile.fvg.it

More magazines by this user
Similar magazines