Views
5 years ago

Mensile a carattere Sociale e Culturale Numero 60 Anno VII ...

Mensile a carattere Sociale e Culturale Numero 60 Anno VII ...

Mensile a carattere Sociale e Culturale Numero 60 Anno VII

Mensile a carattere Sociale e Culturale Numero 60 Anno VII - Chiuso in Redazione il 29 Marzo 2012 PER CONTATTI E PUBBLICITA’ EDITORIALE EMERGENZA ABITATIVA: RAGGI X NEI RESIDENCE O SCHELETRI NELLE STANZE? Un salto nel vuoto dal sesto piano del Residence “Madre Teresa” a Fonte Laurentina e Fakhra ha messo così un punto alla sua vita. Un volto cancellato da una storia estrema. E’ arrivata dal Pakistan in Italia per farsi curare. Aveva il volto deturpato e il collo rattrappito dall’acido che le aveva mangiato il viso, il petto e le braccia. Non poteva alzare la testa. Era stato il ricco marito che per gelosia, aveva deciso di infi erire con l’acido sulla sua identità. Una bellissima ed apprezzata ballerina che doveva ricostruirsi, con accanto a sé il fi glio. Le delicate operazioni non sono bastate a ricucire le ferite del suo cuore e più volte, aveva lasciato già intendere. Meglio allora contribuire a dar luce con il nostro Faro, al vuoto che a volte circonda la storia della nostra città. Mostrare oltre le parole, ciò che viene tenuto chiuso. Fakhra alloggiava nel Residence “Madre Teresa” che costa al Comune di Roma 1.612.128 euro l’anno, per ospitare momentaneamente le famiglie senza casa. Esternamente non male, i locali sono piccoli ma dignitosi anche se per i 61 nuclei familiari che vivono all’interno in circa 25mq, a volte ammassati, anche in 8 persone in una stanza, la realtà non è delle migliori. Un intero piano risulta abbandonato. Un incendio è stato protagonista delle cronache nel 2008 quando, a seguito di una lite, un televisore era fi nito su una bottiglia di alcol, dando vita ad un rogo. Sono trascorsi quasi 4 anni e nessuno è ancora intervenuto, per renderlo agibile. Ora è una discarica. Occorre coprirsi il viso, tale è il tanfo degli escrementi dei piccioni e dei topi che passando sulle tubature, hanno trovato anche loro lì un alloggio. Ogni tanto si dilettano a rosicchiare qualche materasso nelle ore dei pasti. Masse di immondizie, mobili accatastati, centraline 60 60 elettriche con fi li pendenti. Sembra surreale che nessuno sia intervenuto e che il costo per ogni appartamento frutti ai proprietari delle strutture circa 2100 Euro al mese. E le manutenzioni? Si aspettano ma….intanto quel pavimento dei monolocali si scolla mostrando il cemento. Non parliamo del garage. Vuoto e utilizzato solo come magazzino. Non riuscendo ad entrare liberamente negli uffi ci del Dipartimento delle Politiche abitative, con una guardia che blocca gli ingressi e nonostante la richiesta uffi ciale effettuata dal Consigliere Federico Siracusa, sui tempi di riqualifi cazione e se il canone di locazione sia stato ridotto in virtù della minore capacità recettiva, chiediamo informazioni al Presidente del Municipio XII, Calzetta. Anche se l’amministrazione municipale non ha competenze sulla gestione del residence si è resa disponibile. “Abbiamo richiesto agli uffi ci comunali, informazioni in merito allo stato attuale dei fatti – ha sottolineato Calzetta – ed é emerso che è ancora in corso un contenzioso tra la proprietà della struttura e l’amministrazione comunale per stabilire chi debba sostenere le spese. Della questione adesso si sta occupando l’avvocatura - ma seguiremo la questione. La strada che si sta percorrendo è quella di fare in modo che siano le assicurazioni a coprire i costi per dare avvio ai lavori”. Ma quando? Il Comune di Roma sostiene con 33 milioni di Euro l’anno, circa 1300 famiglie, tra cui 231 rifugiati politici. Sono 19 le strutture su Roma e 7 le società immobiliari tra i proprietari. Una situzione che richiede controlli effettivi e sulla qualità del sistema. Si spende per l’emergenza abitativa senza avere idea dell’effettivo intervento. Ci sono nuclei familiari che hanno raggiunto poi i 10 punti, hanno i requisiti per ottenere gli alloggi popolari ma che sono ben 5 anni che ancora li attendono, altro che periodo transitorio! Un volto è stato già cancellato dalla storia, dalla disperazione...meglio non rendere invisibile per interessi e disinteressi, quanto non può rimanere ancora chiuso dietro una porta con solo un estintore che la tiene ferma. Valentina Tacchi 60 60 60

ANNO VII - Numero 17 - ARCAb.
Anno VII - Numero 1 / 2012 pdf - Sipps
Anno 2 - Numero 9 Novembre 2005 Sviluppo infantile ... - Social news
Anno 6 - Numero 3 Luglio - Settembre 2010 - Circolo culturale ...
Anno 9 - Numero 1 Gennaio - Marzo 2013 - Circolo culturale ...
ANNO SECONDO NUMERO SEDICI ... - Giornale Kleos
Armonia quarto numero anno 2012.
Il Velino, lo Sguardo dei Marsi Anno IV, numero 60/3 del 15 febbraio ...
Anno 8 - Numero 4 Ottobre - Dicembre 2012 - Circolo culturale ...
numero 3 anno 2012 - CCIAA di Catanzaro - Camera di Commercio
Armonia secondo e terzo numero anno 2010.
ANNO 16 NUMERO 3 LUG.-AGO.-SETT. 2007 - Cralportotrieste.com
Anno 62 numero 1 Aprile 2013 - Centro Turistico Giovanile
periodico di comunicazione sociale - culturale - istituzionale
Anno 9 - Numero 2 Aprile - Giugno 2013 - Circolo culturale ...
(gen/feb 2005) anno 5 numero 1 - Comune di Senigallia
Armonia quarto numero anno 2010.
Mensile d'informazione e cultura - Anno VII Numero 65 - Ottobre 2001
Anno VII - Numero 1 - Staur
Maggio '99 - Mensile d'informazione e cultura - Anno V Numero 42
Bollettino mensile Anno VII - n. 1/2012 - Isvap
Bollettino mensile Anno VII - n. 2/2012 - Isvap
Bollettino mensile Anno VII - n. 7/2012 - Isvap
Anno III, numero 60 - Comunità Armena di Roma
Anno VII • Numero 195 del 2 maggio 2002 - Diesis: Broadcast e video
Oggetto: attività culturali e sociali – assegnazioni anno 2009 Gruppo ...
Anno VII Numero 2 (marzo - Aprile 2011) - SM Photonews Agency
N] Acqua e Terra anno VII Numero 3 - Consorzio di Bonifica della ...