09S0000 CASA DANIELE - LivingDezigns

livingdezigns.com

09S0000 CASA DANIELE - LivingDezigns

PRIVATE COLLECTIONS

La casa fashion

di Eleonora Daniele


UNA CASA A MIA MISURA:

CRISTINA CHIABOTTO

HA SCELTO CHATEAU D’AX

Eleonora Daniele

“La casa sempre

fashion”sceglietela

con me!” “Lavorare

Bella, longilinea,

con un sorriso sempre fresco e

un po’ malizioso che completa il

gioco di seduzione del suo

sguardo magnetico e un po’

felino, Eleonora Daniele, nota

conduttrice di “Uno Mattina”,

quest’anno al fianco del

giornalista televisivo Michele

Cucuzza, ci accoglie con

semplice ed accattivante

complicità nella bella casa

romana che ha ideato assieme

agli esperti dell’ufficio progetti e

sviluppo di Chateau d’Ax.

Questa volta gli ospiti di

questa speciale “padrona di

casa” siamo noi e, non possiamo

nasconderlo, siamo ansiosi, oltre

che naturalmente curiosi, di

incontrarla e di apprezzare il

risultato di questa collaborazione.

Sappiamo di interrompere

uno dei rari momenti di relax della

nota conduttrice, ma le

assicuriamo che sarà

un’invasione pacifica e di breve

durata.

mi impegna molto,

ma per gli amici il tempo va

trovato!”, esordisce con allegria

nell’aprirci la porta e nell’invitarci

ad accomodarci nello spazioso ‘

living ’ che già intravediamo alle

sue spalle.

E’ un gioco di luce e di

colore quello che ci avvolge

prima di avere il tempo di

individuare lo spazio e gli

elementi elegantemente e

sapientemente sistemati: la

cascata di luce che attraversa la

grande vetrata accende il colore

rosso vivo dell’ampio tappeto e

dei cuscini che incorniciano un

voluttuoso e spumeggiante

divano bianco “Pasha”, sapiente

e raffinatissima combinazione di

pelle e tessuto.


“Adoro questa cucina!”,

la voce di Eleonora ci distoglie

dai nostri pensieri. “Presenta tutti

i comfort dati dagli

elettrodomestici e dai vani

attrezzati. Al centro è montato un

modulo con mensole luminose in

cristallo e a fianco c’è la cappa,

uguale per finiture e

perfettamente nascosta

all’interno della composizione”.

Anche gli elementi, in PVC

lucido, presentano il consueto

contrasto cromatico del bianco e

rosso.


“Un divano così sembra una

nuvola di zucchero filato; non

trovi?”, ne ero ghiottissima

quando ero bambina, e quando ci

siamo seduti a progettare questo

ambiente l’ho voluto proprio così

perché mi far venir voglia di

dolcezza. Appena entrata in casa,

ti confesso, mi ci tufferei con tutte

le scarpe. “Ogni tanto”, aggiunge

con disarmante candore “è

divertente fare una di quelle

monellerie che non sono mai

consentite; dà un grande senso di

libertà”

E’ inutile dire che siamo

assolutamente d’accordo.

“Del resto questo divano”,

si affretta ad aggiungere,

“ha di bello il fatto che è facilmente

sfoderabile e perfettamente

lavabile in lavatrice, perciò va

vissuto in completa libertà!”

Non ci facciamo pregare, dunque

e ci accomodiamo, lasciandoci

sedurre dalla morbidezza

avvolgente di questo “Pasha”.


Seguiamo Eleonora con

lo sguardo mentre

scompare dietro l’originale

separé Sinius in finitura

rovere bianco che separa il

“living” dalla zona cucina; si

tratta di tre elementi

sviluppati sul modulo curvo

che, uniti, creano un

funzionale e leggero

movimento sinuoso che,

interrompendo con

discrezione lo spazio, lascia

comunque la cucina a vista.

Anche in questo spazio,

notiamo, dominano le note

del rosso; “Non è più un

segreto oramai che il rosso

è il mio colore preferito”,

dichiara divertita, “E’ il colore

dell’energia e della voglia di

fare”, ma anche, ci viene

immediatamente in mente,

di una passione solo sopita

e pronta ad esplodere alla

prima occasione.


Non ci è sfuggita, infatti, la

combinazione del freddo metallo

delle sedie e della struttura del

tavolo, sotto un bel piano di

cristallo, tutti rivestiti in cuoietto

rosso, così come l’ha voluta al

tavolo di progettazione la bella

showgirl padovana.

Sta forse a suggerire, ci

chiediamo, che sotto il suo

consueto e studiato ‘aplomb’

televisivo si nasconde una

sorprendente carica esplosiva?

Non osiamo chiederglielo.


Finiamo di sorseggiare un

drink, e seguiamo Eleonora che

con consumata e ammaliante

capacità di intrattenitrice, ci apre

la porta della sua camera da

letto: una lampada rossa illumina

con un seducente fascio di luce

una gran letto bianco rivestito in

tessuto e sorretto da una

elegante struttura di metallo.

Sulla parete del letto, come sogni

immediatamente dimenticati al

risveglio, campeggiano due

grandi serigrafie del suo viso:

è forse, tentiamo una

spiegazione, la forte affermazione

di un profondo e appassionato

legame con se stessa?

Abbandoniamo in fretta il

tentativo psicanalitico, lo

riconosciamo, forse un po’

affrettato e continuiamo ad

ammirare le scelte d’arredo della

bella presentatrice padovana.

Armadio e comodini presentano

anch’essi la struttura in rovere

bianco a poro aperto.

“Ho scelto l’armadio Modà

perché mi è sembrato

estremamente raffinato con il

suo interno in finitura textile

laminato in rilievo con effetto

tessuto”, aggiunge ancora

Eleonora, facendo scorrere le

due ante con il fronte in finitura

lucida a specchio, e

mostrandoci i profili metallici

acciaio che facilitano la presa

per l’apertura.

“I comodini richiamano

l’armadio con il frontalino lucido

dei cassetti. Il settimanale,

indovina un po’, l’ho voluto con

il frontale rosso!” Ride divertita.

Lasciamo dunque

l’affascinante padrona di casa al

suo meritato riposo e ci

chiudiamo alle spalle la porta

con la chiara sensazione di

avere ancora molto da scoprire

di ciò che nasconde al di là dei

suoi seducenti occhi di ghiaccio

ma con la certezza che potremo

solo immaginarlo.

More magazines by this user
Similar magazines