Punto 75.pdf - Eventiset.It

eventiset.it

Punto 75.pdf - Eventiset.It

Il Punto city life n° 75 anno XII Dicembre 12 - In caso di mancato recapito inviare al CMP TORINO NORD - Mensile di Torino - Spedizione in abbonamento postale - D.L.353/2003 (conv. In L. 27/02/2004 N° 46) art. 1 comma 1 CNS/CBPA-NO-TORINO

N° 75 aNNO XII DICeMbRe 12 OMaGGIO

Claudio Bisio

«presidente»

alla Reggia di Venaria

It’s

Xmas

time

Mille

sorprese

ed eventi

interviste: Paolo Rossi • DolCENERa • alEssaNDRo BoRghEsE • Kasia smutNiaK


Digitale

terrestre

canale 28

Streaming video

www.tv2000.it

Anche

sul canale

142

di Sky

TV2000

Più di quello

che vedi

TV2000 è la tv possibile,

l’altra tv, che sa intrattenere

e fa riflettere.

È la tv che ti ascolta

e ti tiene compagnia.

La tv dei pensieri

e delle emozioni,

dei volti e delle storie,

di chi ha trovato

e di chi cerca.

TV2000 è più tua.

E lo vedi.

Più di quello che vedi


Il Punto City Life n° 75

RIVISTA MENSILE ANNO XII N° 75.

STAMPATA IN dIcEMbRE 2012.

REG. TRIb. dI TORINO N. 5649 dEL 26.11.2002

Facebook: http://www.facebook.com/PuntocityLife

DIRETTORE RESPONSABILE: Loredana Tursi

REDAZIONE: ilpunto@editriceset.it

GRAFICA: Massimiliano Prencipe

EDITORE

S.E.T. s.r.l. via Fattori, 3/c - 10141 Torino

Richiesta di Spedizione in Abbonamento:

tel: 011.33.50.425 fax: 011.38.28.355

PUBBLICITÀ

PUbLIcINQUE s.r.l.

Torino/ Milano/ Roma

SEdE cENTRALE:

via Fattori, 3/c 10141 Torino

tel: 011.33.50.411 - fax: 011.38.28.355

Per informazioni su redazionali

e pubblicità telefonare allo 011.33.50.411

o inviare la propria richiesta a

direzione.commerciale@publicinque.it

TIPOGRAFIA

PUNTO WEb - w e b offset p r i n t i n g

Via Variante di cancelliera, snc

00040 - Ariccia (Rm) - Ufficio: 06.93.497.22.12

INSERZIONISTI:

TV 2000 II cOPERTINA

FORNENGO PAG. 5

RISE UP PAG. 9

cHIARA VIARISIO PAG. 6

EMPORIO 29 PAG. 11

AQUA PAG. 13

VOGLIOTTI dIMENSIONE VERdE PAG. 17

TRE STELLE SULLA PELLE PAG. 19

WALHALLA PAG. 21

LE bIRbE dI MAdAMA cRISTINA PAG. 23

ROSELLA MOdE PAG. 25 E III cOPERTINA

IL NORdOVEST PAG 26

GIUSy FIORI PAG. 29

NUOVA bUTTERFLy PAG. 31

SEA PAG. 32

HOTEL GIULIO cESARE PAG. 35

ELMITI PAG. 36

AcQUA SANT’ANNA PAG. 39

LAST MINUTE TOUR PAG. 40

bREd E PITT PAG. 42

dOTT. SERGIO FOcONE PAG. 43

REzzA VIAGGI PAG. 43

cARROzzERIA GRAGLIA PAG. 45

LAURA VERONESE MOROSINI PAG. 45

cARROzzERIA GRAGLIA - SPEEd GLASS PAG. 45

GELATERIA VIA MAzzINI PAG. 46

MUccA PAzzA IV cOPERTINA

Riproduzione, anche parziale, vietata senza autorizzazione

scritta dell’Editore. L’elaborazione dei testi, anche se curata

con scrupolosa attenzione, non può comportare specifiche

responsabilità per eventuali involontari errori o inesattezze.

Ogni articolo firmato esprime la responsabilità personale

dell’autore.

A cura di Loredana Tursi

i maya, Babbo Natale e l’italia

In attesa di passare indenni alla maledizione Maya (dover fare i conti, millenni dopo,

con le paure di un’altra civiltà, ha un notevole risvolto comico) è tempo di pensare al

Natale. In molti in questi giorni scrutano il cielo, non per calcolare l’ennesima profezia

astrologica sulla fine del mondo ma per trovare una stella cometa in un anno segnato

dal pessimismo. In Italia la corsa alle strenne sarà, causa la crisi economica, ad

ostacoli. Che Santa Claus non abiti qui lo dicono anche le statistiche: se in Germania

si fa la fila per acquistare i regali (secondo gli ultimi dati a Berlino si spenderà il 9%

in più rispetto all’anno scorso) nel nostro Paese la lettera dei desideri da scrivere a

Babbo Natale sta su poche righe. Per questo il dono più grande da chiedere è una sana

iniezione di ottimismo e una vera santa benedizione.

4 7 8

12 20 37

4 ›› Caffè con...

Paolo Rossi

7 ›› star Dolcenera

8 ›› star Alessandro Borghese

10 ›› star Claudio Bisio

12 ›› Reportage

Torino: favola nordica

sPECialE NatalE

15 ›› tendenze e design

20 ›› Bimbi in festa

24 ›› solidarietà

27 ›› gusto

30 ›› technology

33 ›› artò

34 ›› occhio a torino

37 ›› sport Bardonecchia

e Limone Piemonte

41 ›› Viaggi Andar per fiere

43 ›› tuttinforma

46 ›› astrologia

›› www.eventiset.it ››

UN MONDO DI EVENTI OLTRE LA COMUNICAZIONE ON LINE E OFF LINE

TUTTO CIò

CHE VUOI SU:

Per te su www.eventiset.it/il-punto l’appuntamento quotidiano con notizie, interviste, eventi,

approfondimenti su tutto ciò che accade a Torino e in provincia.

EDI

TOR

IALE

3››


cAf

fEc

On...

4››

A cura di Filippo Vernetti - Foto di Gioia Casale

Paolo Rossi,

l’annocheverrà

Un uomo si perde nella notte, tra le grotte e i

fiumi delle montagne del Carso. È lo scenario

che fa da sfondo a L’amore è un cane blu la

conquista dell’est, l’ultimo lavoro di Paolo

Rossi (a Torino sarà al Teatro Colosseo, dal 13

al 15 dicembre). A tre anni da Mistero Buffo

l’artista milanese torna con uno spettacolo

che è al contempo “un diario, un disegno, diventerà

un film. Narra di un tragico smarrimento

e di una comica rinascita”. Da geniale

menestrello della parola, mette in scena una

storia personale che sa di universale. E da

perfetto fool shakespeariano non ha paura di

mettere il dito nell’occhio al potente di turno

o agli aspiranti salvatori della patria che già

bussano alla porta.

È un lavoro autobiografico? “Ci sono degli

episodi della mia storia, con altri raccontati

dalle persone che ho incontrato in

quasi sessant’anni di vita. Mescolo e confondo

i miei ricordi con quelli altrui, aggiungendo

riferimenti a testi classici antichi

e moderni. È una storia al contempo

particolare e universale, parla di noi”.

Perché intitolarlo L’amore è un cane blu?

“È un gioco: ogni sera con gli spettatori

scegliamo il titolo da dare allo spettacolo.

Lavoriamo con il pubblico in sala, chiamandolo

a un ruolo diretto. È il nostro

metodo. Ogni spettacolo è diverso dal

precedente, sono delle prove aperte, proviamo

e riproviamo, lavorando sulle imperfezioni.

Se uno vuole assistere a uno

spettacolo tradizionale va a vedere le produzioni

di uno Stabile. In futuro diventerà

un film. Anzi sono degli appunti per il

cinema. Per ora è un concerto, visionario,

popolare, lirico, umanistico. Si parla di

infanzia, amore, rapporti personali”.

Di politica? “Sono un comico: la mia dimensione

è quella del fantastico. Non

potrei mai sedermi a tavola con un politico”.

Sul palco sarai accompagnato da I virtuosi

del Carso. Come mai questa scelta? “Perché

mi piace cambiare: in questo caso è

stato un ritorno alle origini. Sono nato a

››

Monfalcone, vicino a Gorizia, l’orchestra,

strepitosa, di liscio balcanico diretta da

Emanuele Dell’Aquila, mi riporta alla mia

infanzia”.

È lo spaccato di un’Italia priva di passioni?

“È un viaggio dentro di noi, negli ultimi

vent’anni di storia. Si parla soprattutto di

rapporti personali, della passione scomparsa

ovunque, anche all’interno della

propria comunità”.

Anche in Italia “il meglio deve ancora venire”?

“Rispondo citando Orson Welles ne Il

terzo uomo. L’Italia è l’unico Paese che non ha avuto rivoluzioni. Sono successe in

Francia, America, Inghilterra. L’unico periodo in cui ci sono stati dei casini è stato sotto

i Borgia: per trent’anni si sono susseguite guerre, terrore, assassini. Poi è sbocciato

il Rinascimento, sono nati artisti come Michelangelo, Leonardo da Vinci. In Svizzera

500 anni di pace hanno prodotto una cosa sola: l’orologio a cucù. Questo non significa

fare la rivoluzione ma guardarsi attorno, cambiare per migliorarsi”.

Il 2012 sta per finire, un giudizio su quest’anno “tecnico”? “Mi interessa di più parlare del

nostro quotidiano, la sicurezza e il futuro dei giovani. Non credo al partito dei comici,

della rivoluzione, dell’amore”.

Cosa ti aspetti dal 2013? “Diventare primo ministro… Poi vorrei lanciare un appello”.

Prego. “Chiedo ai poliziotti di darsi una calmata (l’intervista risale a pochi giorni dopo

gli scontri tra le Forze dell’ordine e gli studenti del 16 novembre, ndr). Di tranquillizzarsi,

lasciar perdere gli energetici e sostituirli con

la valeriana. Oggi

non sono d’accordo

con quanto scriveva

Pasolini nel ‘68,

quando vedeva nei

poliziotti i figli del

popolo, sottopagati.

Allora era condivisibile,

oggi c’è chi sta

peggio”.

A Torino sei legato da

un ricordo particolare:

il servizio militare. Altri

eventi incancellabili?

“A parte l’handicap

del militare, uno dei

periodi peggiori della

mia vita, è una delle

città europee più interessanti.

Da qualche

anno faccio il pendolare tra Milano e Trieste, per il mio lavoro viaggio molto. Posso

dire che l’asse est-ovest-sud formato da Torino, Trieste e la Puglia sono i luoghi in cui

si avvertono più fermenti culturali. Contano di più rispetto a Roma o a Bologna”.


PAVIMENTI E RIVESTIMENTI - PALCHETTI - ARREDO BAGNO - SANITARI

RUBINETTERIE - PORTE INTERNE - STUFE E CAMINI

ALCUNE TRA LE NOSTRE REALIZZAZIONI:

QC Terme - Torino | Palazzo della Luce - Torino | Palazzina Grassi by P.Starck - Venezia

Villa Gay - Grugliasco | Museo delle Arti Orientali - Torino | Museo Storico Bertone - Caprie

Biblioteca Storica dell’Università di Torino | Palazzo Madama (Museo della Ceramica) - Torino

Villaggio Media Torino2006 - Torino

E centinaia tra case private, alberghi, ristoranti, negozi…

Showroom Torino

Lungo Dora Napoli, 86/A - Tel. 011 24 46 811

Showroom La Loggia (Torino)

Via F. Baracca, 1 - Tel. 011 96 58 353

Showroom Caselle (Torino)

Strada Leinì, 18/A - Tel. 011 99 75 955

Orario: 9:00 - 12:10 | 15:00 - 19:00

Chiuso: lunedì mattina

E-mail: fornengo@fornengo.it

Sito: www.fornengo.it


››

Due anni di live: è il record di Dolcenera, mai

sazia di concerti. Ci vediamo in tour, oltre 40

date in Italia, si concluderà il 13 dicembre a

Torino (Hiroshima Mon Amour, biglietti 15

euro), una città a cui è legata da un vincolo

speciale “Ci ho vissuto – rivela – fino all’età

di quattro anni”.

Ma la cantante salentina ha ben poco voglia

di fermarsi e rifiatare. Anzi, anche a Natale

salirebbe volentieri sul palco.

Recentemente sei stata a Hong Kong e Macao:

come sei stata accolta dal pubblico asiatico?

“Bene, in Asia non ho ancora pubblicato

un album, l’unica lingua con cui comunicare

era la musica. L’energia, la purezza

dell’istinto mi hanno guidata nel dialogo

con la gente. Alla fine eravamo tutti belli

gasati. L’esperienza mi ha ricordato la

mia prima volta in Germania, anche allora

non avevo un disco alle spalle eppure

la risposta fu più che positiva”.

Appena tornata in Italia hai subito rifatto

le valigie per il tour invernale. Non ti fermi

mai? “Sono due anni che siamo in

tournée. Il mio motto è non adagiarsi

Dolcenera

ancheaNatalevorreisalire

sulpalco

“Non mi spiacerebbe concludere con un live i concerti iniziati nel 2011”

sugli allori: ogni concerto voglio che sia

diverso dai precedenti. Lo dico sempre ai

miei musicisti prima di salire sul palco:

“Tiriamo fuori il meglio”. Odio la routine

che fa scivolare la musica in un mestiere,

soffocandone la creatività”.

Il 13 dicembre a Torino, sarà l’ultima tappa

di Ci vediamo in tour, che rapporto hai con la

città? “Ho abitato qui fino all’età di quattro

anni. Ho dei ricordi sfocati, mi fa un

effetto strano sapere di averci vissuto da

piccolina. Sento che mi appartiene”.

A quando il nuovo album? “In questo momento

sto scrivendo, farlo significa testarmi,

inventare uno stile nuovo, tirar

fuori la sensibilità che ti porta in sala di

registrazione. Cantare è l’ultimo passo di

un processo creativo per me lungo, laborioso

ed esaltante. Lo percepisco come

una sfida con me stessa. Non sarà comunque

elettronico come l’ultimo. Cerco

di non farmi condizionare dalle regole

non scritte di questo mondo: far uscire

un disco ogni anno, andare in televisione

per una comparsata, esserci sempre

per evitare che il pubblico si dimentichi

di te”.

Ma almeno a Natale ti fermerai? “Non lo so,

non mi dispiacerebbe concludere con un

live proprio il giorno di Natale i concerti

iniziati nel 2011”.

Quale sarà allora la prossima evoluzione

della specie per Dolcenera? “In questo momento

sto ascoltando due filoni principali:

il jazz e l’underground. Le sonorità

influenzeranno il prossimo disco. Adoro

il jazz: è contemporaneamente follia e

schema armonico. Poi c’è questa ricerca

appassionato sull’underground. Sono

molto curiosa del risultato finale”.

Ci sarà spazio per il cinema? “Sì, dopo Ci

vediamo a casa, film omonimo della canzone,

dove firmo la colonna sonora, ho in

programma un’altra collaborazione ma

non posso svelare nulla”.

La vittoria a Music Farm è stata un evento

spartiacque nella tua carriera? “Non la

definirei una svolta. Anche la vittoria a

Sanremo Giovani mi ha fatto conoscere

al grande pubblico. Tutte le esperienze

che ho fatto, anche le più popolari avevano

lati positivi e negativi. Per carattere

tendo sempre a vedere questi ultimi. Anche

nella vita di tutti i giorni il bicchiere

è sempre mezzo vuoto. Non mi esalto

mai, anzi trovo che il sentirsi arrivati sia

controproducente e dannoso. Quando

ho interrotto un rapporto con un musicista

o collaboratore era perché avvertivo

troppa euforia attorno, mentre sono del

parere che si debba sempre restate con i

piedi ben piantati per terra”.

Cosa ti auguri dal 2013? “La leggerezza

mentale che ti permette di lasciar volare

l’anima sopra i problemi della vita. La

creatività nella scrittura dei testi. Sono

sempre ipercritica, spietata con me stessa,

ma lo considero un pregio, solo così

riesco a non fare diventare la musica un

mestiere, comunicando quello che provo

intimamente”.

Foto di Flavio & Frank

A cura di Filippo Vernetti

sT

AR

7››


sT

AR

8››

A cura di Filippo Vernetti

Se l’amore per la cucina non avesse avuto il

sopravvento Alessandro Borghese avrebbe

probabilmente tentato la strada del cinema.

D’altronde era nel suo dna: dalla madre, Barbara

Bouchet, ha preso lo sguardo, bello e

guascone, fatto apposto per bucare lo schermo.

In televisione lo chef romano continua a

mietere successi: dopo Cortesie per gli ospiti

e Cucina con Ale, in onda su Real Time, lancia

la sfida ai cuochi della penisola in Ale contro

tutti.

Nel programma di Sky ti confronti con le famiglie

italiane in una sfida all’ultimo piatto

ma quale tuo parente o amico è il più temibile

concorrente in cucina? “Temibili, tanti

ma vincitore uno solo! Mi diverto molto,

tra amici e colleghi a spadellare in varie

occasioni ma in cucina oltre alla fantasia,

ci vogliono studio, talento, disciplina e

una buona dose di umiltà”.

Una ricetta della famiglia Borghese? “Probabilmente

la ricetta della pasta e patate di

mia nonna paterna Concetta, si tramanda

in famiglia da molti anni, un piatto

che appartiene alla cucina povera, che da

sempre è la più ricca di sapori”.

››

alessandro

Borghese

viraccontoilmiomenùdellefeste

“A Natale sono da tradizione pizzelle fritte con fiori, acciughe, mozzarella,

linguine alle vongole, pesce al forno e crostacei vari, scarola ripassata

uvetta e pinoli, insalata di rinforzo, panettone e dolci al cucchiaio, a

Capodanno aggiungo cotechino modenese con lenticchie di Santo Stefano

di Sessanio”

Tra le specialità proposte dai partecipanti al

programma prevale la tradizione regionale o

c’è spazio per la creatività? C’è più una prevalenza

di primi, secondi piatti o dolci? “Ce

n’è per tutti i gusti, dalla tradizione rivisitata

alla cucina più contemporanea”.

Come si riconosce un vero chef? “Un vero

chef non si riconosce con gli occhi ma si

deve “assaggiare”, attraverso le sue creazioni”.

La colonna sonora da ascoltare mentre cucini?

“La musica è come il cibo. Il cibo

è umorale; piatto che cucini musica che

abbini”.

Una canzone che non metteresti mai? “Non ci

sono canzoni da non mettere, lascio fare

al mio kitchen shuffle, durante i lavori

con la mia società di catering, in cucina

con la mia brigata si ascolta parecchia

musica. Proprio ieri durante la preparazione

per un banchetto aziendale, sul mio

ipod girava un pezzo di Giovanni Allevi,

per poi seguire un brano dei System of a

Down. Due generi totalmente diversi ma

insieme nelle mie playlist, a me piace tutta

la musica, non esistono canzoni brutte

ma canzoni capaci di farti provare emozioni

differenti”.

La domenica cosa vorresti trovare in tavola?

“Pasta al forno, polpette al sugo o cotolette

con peperoni e patate al forno, insalata

verde, fagiolini all’agro, tiramisù gelato al

pistacchio e cioccolato… vado avanti?”.

Per il menù di Natale e Capodanno cosa preparerai?

“Sono da tradizione pizzelle fritte

con fiori, acciughe, mozzarella, linguine

alle vongole, pesce al forno e crostacei

vari, scarola ripassata, uvetta e pinoli,

insalata di rinforzo, panettone e dolci al

cucchiaio, a Capodanno aggiungo cotechino

modenese con lenticchie di Santo

Stefano Di Sessanio”.

Sotto l’albero ti aspetti regali gourmand?

“Amo più farli che riceverli, ma durante

le feste i molti amici che mi seguono sul

mio sito www.alessandroborghese.com

mi mandano diverse leccornie tipiche regionali

o home made”.

Sappiamo che sei un appassionato di tecnologia:

il prossimo gadget da farsi regalare?

“Un metal detector per cercare l’oro!”.


Martedì HIGH LEVEL / coming soon

Giovedì CROMOSOMA X / one night for only women

Venerdì Thank God it’s FRIDAY SOCIAL

Sabato WAKE UP / house Selection & more

Domenica SABORISE / puro ritmo latino

dadostudio.com

un nuovo modo di

vivere la notte

!STAY UP-DATE!

La notte del RiseUp è in continua evoluzione: pre-party dinner, special guest and top DJ…

Scopri nel dettaglio i programmi delle nostre serate su www.riseupdiscodinner.it

iscriviti alla nostra fan page su Facebook (Rise Up - Discodinner)

RISEUP Discodinner - Trofarello

Zona industriale (5 min dal 45° Nord)

Via Molino della Splua 4 angolo via Lombardi

www.riseupdiscodinner.it

Info / Prenotazioni privè T. 3486354334 – 3484291770 - info@riseupdiscodinner.com


sT

AR A cura di Filippo Vernetti

10››

››

Bisio

forpresident

Con Kasia Smutniak è impegnato sul set torinese

di Benvenuto Presidente!, l’improbabile

storia di un bibliotecario precario, eletto per

errore al Quirinale

Si chiama Giuseppe Garibaldi e sarà il

prossimo capo di stato. Almeno al cinema.

Dovremmo aspettare la primavera

del prossimo anno per vedere Benvenuto

Presidente!, il film diretto da Riccardo

Milani, prodotto da Indigo Film e Rai Cinema,

con Claudio Bisio, nuovo inquilino

del Colle. Ma se la storia è romana il set è

piemontese, con i luoghi dello splendore

sabaudo chiamati a sostituire i palazzi capitolini,

off limits causa i permessi negati.

“Le riprese si svolgeranno tra la Reggia

di Venaria, Palazzo Carignano, l’Archivio

di Stato, Palazzo Reale – chiarisce Davide

Bracco, presidente di Film Commission

Torino Piemonte – e dureranno per

cinque settimane”. Da un remoto borgo

di montagna (trattasi di Sauze di Cesana)

inizia l’involontaria carriera di Giuseppe,

per gli amici Peppino, bibliotecario

Nel film in lavorazione in queste settimane Torino diventa Roma:

i luoghi dello splendore sabaudo sostituiscono

i palazzi del potere capitolino

precario, vittima dei tagli della spending

review, eletto per errore alla presidenza

della Repubblica. “È inadeguato al ruolo

che è chiamato a ricoprire – racconta

Bisio -, è una persona semplice, a tratti

naif, che col buonsenso, rimboccandosi

le maniche, riesce a conquistare la fiducia

del Paese”. A guidarlo tra le ferree

regole imposte dal protocollo c’è la bella

Kasia Smutniak, nei panni di Janis, vice

segretario generale del Quirinale. “Dopo

un passato fricchettone – spiega l’attrice

– ha messo la testa a posto, diventando

estremamente rigida e puntigliosa.

Finisce inevitabilmente col scontrarsi

col carattere aperto e privo di regole di

Peppino. Le incomprensioni generano

tantissimi episodi divertenti. Alla fine tra

i due nasce una storia d’amore. Il rigore

di questo personaggio un po’ mi appartiene:

sono cresciuta in una famiglia di

militari”. Tra le sale auliche della Reggia

di Venaria e i luoghi di loisir della Torino

capitale del regno il neoeletto presidente

schiva le insidie della politica affaristica,

gli accordi sottobanco, portando una ventata

di gioiosa follia, terapia efficace per

rianimare le istituzioni in crisi. “Ovunque

abbiamo trovato grande disponibilità

e location eccezionali - racconta Bisio

-. Una delle prime scene che abbiamo girato

è stata a Palazzo Carignano: dovevo

buttarmi su un letto, appartenuto, pare,

a Cavour. All’ennesimo ciak è venuto giù

il baldacchino, un pezzo di storia patria.

La sovrintendete è svenuta…”. Ma quale

sarebbe il primo gesto di Bisio presidente?

“Chiederei – puntualizza – di rifare

la legge elettorale, cambiandola radicalmente

rispetto a quella attuale”. Il vento

dell’antipolitica che violentemente soffia

sull’Italia di oggi resta comunque fuori

dalla sceneggiatura. “Anzi – chiarisce il

regista Riccardo Milani – vuole rilanciare

l’importanza della buona politica,

lontana dagli interessi di parte e votata al

bene di tutti. È stata la molla che mi ha

spinto a prendere in mano questo lavoro”.

Il film, costato 4 milioni e mezzo di

euro, realizzato in collaborazione con Fip


e con il sostegno di Film Commission Torino

Piemonte, conta sulla partecipazione

di Beppe Fiorello, Stefania Sandrelli,

nel ruolo della madre di Kasia Smutniak,

Omero Antonutti, Massimo Popolizio.

Michele Alhaique Cesare Bocci, Franco

Ravera e Gianni Cavina.

ERNEST & CELESTINE,

IL CINEMA DI PENNAC

Dopo aver doppiato Sid nell’Era Glaciale,

Claudio Bisio impresta la voce a Ernest,

l’orso che sogna di fare l’artista in Ernest

& Celestine, il film d’animazione, nella

sale dal 20 dicembre, distribuito in Italia

da Sacher. Una favola di Natale, diretta

da Benjamin Renner, Vincent Patar e

Stéphane Aubier, pervasa da un alone di

magia: il clown e musicista Ernest apre le

porte della sua casa a Celestine, una topolina

orfanella, scappata via dal mondo

sotterraneo dei roditori. Appartenenti a

mondi opposti e nemici, sfidano le convenzioni

e l’ordine prestabilito. La storia

è tratta dagli album di Gabrielle Vincent,

disegnatrice dal tratto incantevole mentre

la sceneggiatura e i dialoghi sono di

Daniel Pènnac, uno dei più grandi scrittori

viventi, al suo primo lungometraggio

di animazione.

Come ti sei trovato nei panni di Ernest?

“Dopo film d’animazione in 2D,

3D, firmati Pixar, con effetti speciali di

ogni genere, il pubblico può riscoprire il

piacere di una storia semplice, delicata,

deliziosa, con la vivacità e il virtuosismo

grafico dei disegni di Gabrielle Vincent.

È una storia che sovverte le regole della

natura: un orso e un

topolino fanno amicizia.

Una lezione

anche per noi uomini,

un invito a superare

le differenze

che ci dividono. La

voce di Celestine

è di Alba Rohrwacher,

altra scelta

azzeccata. E poi c’è

la sceneggiatura di Pènnac, un genio assoluto.

A Torino ha inaugurato la stagione

dello Stabile con Il sesto continente, metafora

perfetta della nostra società”.

sT

AR


RE

pOR

TAgE

12››

A cura di Alessandra Bedin

torino: favola nordica

una festa coi fiocchi

È il calendario che raccoglie, dal 1° dicembre

al 13 gennaio 2013, un palinsesto

di musica, teatro, arte, danza e spettacoli

open air sparsi per la città.

Oltre ai tradizionali appuntamenti Luci

d’artista e il Presepe di Luzzati, i vari

percorsi propongono: Il grande Carillon,

uno spettacolo di dieci artisti che compiono

evoluzioni sospesi in aria a suon

di musica proveniente da simpatiche

scatole sonore; oppure il percorso delle

Tradizioni del Natale che ripropone, tra

le tante iniziative, il Calendario dell’Avvento

con le sue 25 caselline animate dai

personaggi; e ancora il percorso Spiri-

tualità che abbraccia le diverse tradizioni

religiose attraverso concerti e letture nei

luoghi di culto; il percorso del Ghiaccio

con le sculture di artisti cinesi della città

di Harbin e il Presepe di ghiaccio realizzato

da scultori torinesi; il percorso Città

delle montagne con cori, incontri letterari

e film; e infine il percorso dei Bambini

con teatrini e pattinaggio sul ghiaccio per

avvicinare i piccoli agli sport invernali.

al Borgo medievale:

incontri per le famiglie

Bellissima è l’iniziativa per il Natale 2012

organizzata al Borgo Medievale di Torino:

laboratori dove genitori e bambini

sono invitati a partecipare con la propria

creatività imparando a realizzare bellissimi

addobbi per le feste, presepi e piccole

scenografie a tema, ripercorrendo tutte le

tappe della tradizione natalizia di origine

medievale.

Info: borgomedioevaletorino.it

Via allo shopping

I Mercatini di Natale, giunti quest’anno

alla decima edizione, vedono 146 espositori

provenienti da tutte le regioni italiane

e anche da oltre confine. Ubicato sempre

all’interno del Cortile del Maglio si estende

anche al suo esterno con i 52 chalet in

L’atmosfera natalizia,

oltre alla frenetica ricerca dei regali

e alla preparazione dei menu dei giorni

di festa da condividere con la famiglia

allargata, è anche creata dai tanti eventi

che si svolgono e si “respirano”

per la città, i quali ci riportano

alle tradizioni e ci donano

quella sensazione di magia.

Vediamo allora in cosa potremmo

imbatterci o le situazioni

che viene voglia di cercare...

legno che colorano piazza Borgo Dora, ai

piedi della nuovissima mongolfiera.

Arrivano i Re Magi e invece l’appuntamento

all’area mercatale coperta di Via

Don Grioli, quartiere di Santa Rita. Il

16 dicembre troverete un mercatino di

operatori selezionati, con prodotti della

creatività, dell’artigianato e prodotti enogastronomici

di qualità.

arte:

tra musei e gallerie

Per passare una vigilia del tutto diversa

e anticonvenzionale, la Galleria AccorsiArte

ha inaugurato sabato 24 novembre

2012 la mostra Natale in Galleria che

presenta, in esposizione permanente,

le opere dei maestri Maxo della Rocca,

Salvatore Fiume, Sergio Unia, gli artisti

emergenti dell’arte italiana e i professio-


nisti come Daniele Rossi, Osvaldo Moi e molti altri.

L’associazione Asilo Bianco presenta invece “fuoriporta”

un modo innovativo per scoprire il territorio: una mostra

e un “tour del sacro”, fino al 27 gennaio 2013. La mostra,

Natività e nascite laiche, a cura di Francesca Pasini, inaugurata

il 17 novembre 2012 al Museo Tornielli di Ameno

(No) è l’allestimento che mette in relazione l’iconografia

sacra con una selezione di artisti contemporanei: Elizabeth

Aro, Vanessa Beecroft, Eva Frapiccini, Marzia Migliora,

Ottonella Mocellin e Nicola Pellegrini, Shirin Neshat,

ecc. In parallelo poi, è possibile visitare alcuni dei

capolavori dell’arte sacra nel territorio del novarese: Novara,

Sologno, Arona, Miasino, Sacro Monte di Orta.

uN CaPoDaNNo “FRaNCEsE”

Torino aspetta il 2013 in Piazza San Carlo con una maratona

di musica, immagini e divertimento. La serata sarà

anche l’occasione per inaugurare l’incontro con la cultura

francese, protagonista di una serie di manifestazioni che

caratterizzeranno tutto il prossimo anno nel calendario

di Torino incontra la Francia. Si parte alle 22,30 con la

parata per le vie del centro dell’imponente Bagad d’Ergué

Armel, fanfara bretone - che con cornamuse, bombarde e

percussioni trascinerà il pubblico verso il cuore della serata.

Un Dj set “scalderà” la piazza per lo spettacolo Un

mondo di emozioni: la storia di Torino attraverso alcuni

momenti significativi, dagli anni ‘40 a oggi, raccontata

con immagini, musica, ricordi, utilizzando mapping video

e animazione grafica. Uno show che ci accompagnerà

fino alla mezzanotte. Dopo il conto alla rovescia e il brindisi

tutta la piazza sarà simbolicamente colorata con le

bandiere francesi a testimoniare una volta di più i legami

che uniscono Torino alla Francia. Il concerto di Capodanno

seguirà lo stesso filo conduttore. Sarà lo straordinario

fisarmonicista jazz Richard Galliano - di origini italiane

- ad aprire il concerto con un’interpretazione personale

della Marsigliese a cui seguirà un medley dei più grandi

successi di Edith Piaf. I Lou Dalfin, con i suoni occitani

che da sempre accomunano il nostro territorio e la Francia

meridionale, saranno i maestri di cerimonia di una

straordinaria e inedita formazione che vedrà alternarsi

sul palco, oltre allo stesso Galliano, Stefane & Iza Mellino,

componenti della storica ed eclettica formazione de Les

Négresses Vertes.

La Bellezza è naturale

prendersene cura è un’Arte...

Regala un Natale di Benessere...

la SPA sotto casa... da solo o con chi vuoi...

RE

pOR

TAgE

L’ambiente accogliente e riservato, per uomo e donna, è composto da 4

sale dedicate ai trattamenti estetici viso e corpo. I nostri ospiti possono

usufruire di un’ampia zona dedicata al benessere, con percorsi individuali

o di coppia: vasca idromassaggio, cascate d’acqua, doccia emozionale a

pioggia, massaggi olistici e per finire relax sulla chase longue per godersi

in tranquillità the e tisane dimenticando lo stress quotidiano o festeggiando

una ricorrenza particolare.

Duroni fastidiosi, Unghie incarnite, Calli, Occhi di Pernice dolorosi e

Chiodini sotto la pianta del piede.

Eseguiamo trattamenti correttivi, trattamenti alla paraffina e con

fanghi e massaggio plantare.

SCONTO DEL 20%

AI PENSIONATI

sul trattamento piedi

SCONTO DEL 10%

SU TUTTI I TRATTAMENTI

PRESENTANDO QUESTO COUPON

Centro Benessere AQUA

Via Onorato Vigliani, 25 - int. 8 - 10135 Torino

Tel. 011/046.78.01 - Cell. 389/10.10.667 - Cell. 389/10.10.668

centrobenessereaqua@gmail.com

www.torinobenessere.it - www.torinopiedi.it

chiuso Domenica e Lunedì aperto dalle 10,00 alle 19,00

(orario continuato) su appuntamento

Aqua Centro Benessere

13››


pt event 2012

by

ringrazia

Stefano Crotta Alessio Di Niquili Edmondo Gaeta

Amir Lafdaigui Leonardo Perfetti Laura Veronese Morosini

Aldo Zacchero

www.clinicabaviera.it

SETSrl

Dott.ssa Mangino Martina

Dietista in Torino

www.torinodietista.it

www.killpil.it


sotto l’alBERo

una borsa per amica

Bella, versatile, coloratissima: la borsa

G3 della Gabs è un modello molto comodo

che si può sfoggiare in ogni occasione,

al lavoro, nello shopping, per uscire la

sera, e ha il vantaggio di essere un evergreen.

Tra le nuove proposte per l’autunno/inverno

2012-2013 di questo

marchio, famoso per

la sua ironia sempre

geniale e pungente

ma mai esagerata,

ecco il suo modello

più famoso, quello

3 in 1, una handbag

che si trasforma in

hobo e poi anche

in bauletto. Disponibile

in varie

misure (small, medium,

large) e in vari colori e fantasie, è

in lana cotta, disponibile sia in tinta unita

sia in tartan dai toni pastello. 150 euro.

www.gabs.it

èdimodaildesign

A cura di Claudia Villani

Cheap & Chic, lussuoso e importante, il dono da far trovare al vostro partner dovrà avere un’unica caratteristica:

l’originalità. Ecco qualche idea

orecchini per sedurre

Le amanti dei gioielli non resteranno di

certo deluse nel ricevere questi orecchini

pendenti in argento rosé che sembrano

pizzi intarsiati, lavorati al tombolo, intessuti

a macramè. Tutti i gioielli della collezione

Silver Lace della Stroili Oro sono

il dettaglio romantico di un gusto bohèmien.

Attualissimi nella forma voluminosa

a chandelier e discreti come un tessuto

velato, tratteggiano uno stile nuovo ma

che contempla ancora il passato, con uno

sguardo ai corredi di mussole, arabeschi

e merletti. Lunghezza 4,4 cm; larghezza

1,7 cm. 40 euro. www.stroilioro.com

Eleganza British

È un grande classico dei doni al maschile

e se si scelgono questi firmati dal marchio

Pineider non potranno non essere

apprezzati. Morbidissimi, eleganti, durevoli,

sono guanti da uomo in pelle di

daino bicolore, rosso inglese e giallo,

con calda fodera in cashmere. Realizzati

in cervo, garantiscono

comfort ed eleganza

nonché la garanzia di

une vera qualità artigianale.

Le impunture, che

corrono lungo i guanti,

sono di colore rosso inglese.

Un elastico posto

all’altezza del posto evita

l’entrata di fastidiosi

refoli d’aria. Interamente

made in Italy,

hanno un peso di soli

98 grammi. 190 euro.

www.pineider.com

spE

cIA

LE

nA

TA

LE

15››


spE

cIA

LE

nA

TA

LE

16››

l tuo nome

in un segno griffato

Segni, abbreviazioni o simboli nati per

rappresentare lettere, suoni, parole o frasi

oggi diventano gioielli.

L’idea: realizzare un nome o una sigla

utilizzando la stenografia. Oggi avere

un ciondolo o un braccialetto che riporti

il nome di chi lo indossa è una moda in

continua crescita; tante le possibilità: in

corsivo, essenziali, con pietre, piatti o 3D.

Ovviamente tanta originalità è supportata

dalla raffinatezza della realizzazione

che è tutta “made in Italy”, anzi “made

in Piemonte”. Esclusivamente in argento

o, a richiesta, in oro bianco, rosa o giallo,

ogni monile è rifinito a mano da esperti

orafi al punto che ogni gioiello, anche se

uguali per segno, è diverso l’uno dall’altro.

È l’unione tra la tradizione, l’originale

simbologia e la modernità creativa

che prende forma in un oggetto che non

c’era. Ma da dove nasce l’intuizione di

questo nuovo primato piemontese? Dalla

passione con la quale la stilista ha sempre

trattato la sua abilità nella difficile e

ormai desueta scrittura stenografica. Dal

suo nome, Rosa, scarabocchiato qua e là

all’incontro tra una penna ed un foglio

di carta il passaggio all’idea di condividere

con altri la piacevolezza del segno

è stato breve. I gioielli Graphia sono

disponibili solamente online sul

sito www.graphia-gioielli.it; una

scelta orientata a mantenere il prezzo di

acquisto a livelli abbordabili, si parte da

59 Euro, nonostante l’artigianalità della

realizzazione.

l’anello margherita

in beneficenza

per la nascita

de il gioiElliERE

Una delle ultime creazioni di Roberto

Demeglio, l’anello Margherita il 15 novembre

durante la serata inaugurale della

nuova sede, nonché avventura imprenditoriale

della storica gioielleria dal 1923

fornitore ufficiale della Famiglia Reale

Italiana, è stato messo il palio per la

lotteria di beneficenza per Fondazione

Piazza dei Mestieri. La tradizione orafa

di Roberto Demeglio ricca di successi e

riconoscimenti internazionali porterà

l’artista all’apice del successo. Il 1989

anno che vede il nuovo laboratorio, fucina

di idee e creazioni, aprire in via

Fratelli Calandra. Poi le strade dell’arte

hanno condotto alla scelta di lasciare la

sua eredità commerciale nelle mani di

una selezionata cordata di imprenditori

e professionisti torinesi. A loro, 2012, il

compito di diffondere le sue creazioni in

una nuova elegante sede nel cuore di Torino.

Nasce Il Gioielliere di via Calandra

18 apre le porte a una nuova era dei preziosi

dove il gusto e l’eleganza sposano la

tecnologia e l’innovazione orafa, adatti

a tutte le tasche, pur nella loro estrema

ricercatezza, grazie a un design più friendly

e moderno.

la donna è glamour

Dalla collezione autunno/inverno 2012-

2013 del marchio Blugirl, ecco questo abito

in tulle con ricami floreali di paillettes

che potrebbe essere perfetto da sfoggiare

in una delle tante feste del periodo natalizio.

Dall’appeal romantico, questo abito

è pensato per una donna giovane e pro-

tagonista di un nuovo

urbanwear, che si

identifica in un’immagine

ironica, bon

ton e glamour con un

tocco di irriverenza.

Il suo stile è trendy

e colorato, attento ai

dettagli, espressione

di un mood femminile

e romantico. Un

mix and match di colori,

stampe e ricami

che spazia in un’ampia selezione di capi.

530 euro. www.blugirl.it

Come una principessa

Rinascimento è il brand che firma un abito

in tulle con corpetto ricamato e cintura

a fiocco che fa parte della sua collezione

autunno/inverno 2012-2013. regalo

perfetto per una donna sempre

consapevole della sua femminilità,

che sa essere glamour senza

rinunciare alle sue curve, che

vuole sentirsi nel proprio abito

come in una seconda pelle. Una

donna di oggi: dinamica, solare,

spesso grintosa, comunque

piacevolmente al centro

dell’attenzione. Questa è una

proposta dalla precisa personalità,

ma facile da indossare,

essenziali nel modello,

ma non banale nei particolari. 119 euro.

www.rinascimento.info

l’importanza

del dettaglio

Le fashion addicted non potranno resistere

davanti a questi sandali in camoscio

blu, verde e beige con chiusura a laccio alla

caviglia e fibbia laterale

in metallo firmate da

Luciano Padovan. Della

collezione autunno/inverno

2012-2013, hanno

interno foderato in pelle,

suola in cuoio fucsia,

tacco di 13 cm e plateau

di 3 cm rivestiti. Comode

per il giorno grazie

al plateau che riduce un

tacco importante, sono perfette anche per

la sera e sdrammatizzano gli abiti più rigorosi.

Made in Italy. Custodia inclusa.

390 euro. www.lucianopadovan.it


A Natale iniziate facendovi un regalo.

Evitate di finire intruppati in un anonimo

ipermercato e scoprite le tante idee da

mettere sotto l’albero di Vogliotti - à

fleur de fleurs. Fatevi accompagnare dai

vostri bambini, saranno i primi a restare

a bocca aperta dall’atmosfera nordica che

ammanta il negozio di via dei Mille angolo

via Fratelli Calandra.

Tutti i prodotti selezionati sono esclusivi ma

assolutamente accessibili nel prezzo. Un

esempio? I bellissimi ninnoli in porcellana

bianca realizzati a mano da appendere

all’albero proposti a partire da 3.00 euro.

Alla nonna fate trovare i deliziosi ciondoli

a forma di biscotto, per iniziare con un

sorriso la giornata.

Per decorare con una nota di candore

e spensieratezza la casa accendete una

candela. Ma deve essere speciale. Sono

irresistibili quelle al cioccolato, inebrianti

e golose. Un maestro artigiano ha creato

Il Natale dei desideri è

da Vogliotti à fleur de fleurs

la nuova serie, con profumazioni 100%

naturali. Le potete scegliere abbinate al

mug rosso da riutilizzare per le colazioni

o le tisane della buonanotte, nel sacchetto

in lana cotta, nella casettina in ferro

antichizzato, come centrotavola o nella

deliziosa scatola carillon, che sembra

uscita da un negozio di giocattoli. Puntate

sull’effetto sorpresa con la polvere di

candela: ha l’aspetto della neve appena

caduta dal cielo. Per l’amica con il pollice

verde sono indicati i divertenti vasi in

terracotta, che riproducono pensieri e

parole del buon giardiniere.

L’estro creativo di Simona, deus ex machina

di Vogliotti à fleur de fleurs, e lo studio di

giovani designer hanno contributo alla

realizzazione della serie vintage: i giornali

degli anni ’60 sono stati trasformati,

mediante una tecnica simile al decoupage,

in vasi. Ogni pezzo è unico e inimitabile.

La stessa mano ha decorato con tante

piccole foglie o riprendendo il disegno di

un prezioso pizzo i bicchieri e gli oggetti in

porcellana.

Per un pensiero originale scegliete i

portafiori in vetro che racchiudono un

piccolo vaso all’interno: con l’acqua creano

dei sorprendenti effetti di trasparenza. Ma

alle volte basta veramente poco per stupire:

è il caso dei ferma pacchi a forma di pupazzo

di neve o di zucchero candito o del Babbo

Natale mangiafumo, da “arruolare” anche

come segnaposto per il pranzo della festa.

Da Vogliotti à fleur de fleurs si trovano fiori

particolari come l’orchidea Vanda, le cui

radici devono restare esposte alla luce.

Per colorare il giardino invernale sono

suggestive le bacche rosse dell’Ardisia o le

tonalità candide dell’Elleboro, conosciuto

comunemente come la rosa di Natale.

Solo Vogliotti à fleur de fleurs sa come

portare la magia e il calore di un abbraccio

a casa tua.

Via dei Mille 38/A - 10123 Torino - Tel. 011.897 19 34 - www.vogliotti.com - info@vogliotti.com


spE

cIA

LE

nA

TA

LE

18››

giochiamo?

Ecco un regalo elegante che piacerà molto

ai collezionisti e a tutti gli appassionati

di giochi con le carte e che non mancherà

di risolvere tante serate nel periodo che

dà il benvenuto a un nuovo anno.

Il Porta Carte da Gioco Bridge/Poker by

G i o r g i o

Fedon 1919 è un

bellissimo case

portagiochi realizzato in

alluminio rivestito in materiale coagulato

in simil pelle colorata. Comprende dadi

e due mazzi di carte da bridge, ramino o

poker. Completo di penna a sfera e blocco

segnapunti. Confezione regalo inclusa.

Made in Italy. Misure 14,8x19x4,1 cm.

Peso 620 grammi. 110,40 euro.

www.giorgiofedon1919.it

la magia

di un carillon

Nostalgici? Amanti degli oggetti

dal sapore retrò?

Collezionisti? Se

conoscete qualcuno

che corrisponda

a questa descrizione,

sappiate

che Forzieri ha ricreato

un regalo perfetto

per ognuno di loro, il carillon

It’s a Small World, scatola musicale

in legno “Dance at Bougival”. Utile

e di gran classe per custodire gioielli e

preziosi o solo per arricchire un mobile o

una mensola. Realizzato in legno dal colore

rosa, ha dimensioni di 10,50 x 6,50 x

14,00 cm e un peso di 420 grammi. 140

euro. www.it.forzieri.com

Porcellane,

lusso italiano

Farà breccia anche nel cuore delle suocere

più arcigne questa zuppiera in fine

porcellana bianca con decorazioni d’ispirazione

barocca e dettagli fluo del marchio

Seletti che appartiene alla collezione

“Versailles Fluò” dell’autunno/inverno

2012-2013. Perfetta sulla tavola del Capodanno,

resterà un oggetto di grande

raffinatezza in ogni altra occasione in cui

si desideri stupire gli ospiti con un tocco

di antica nobiltà rivisitata in chiave contemporanea.

Design italiano by Selab,

ha dimensioni 40 x 23 x 28 cm e peso di

3.600 grammi. 106 euro. www.seletti.it

la luce di una candela

Sanctuary Votive Candle Set piacerà a chi

ama circondarsi del profumo e del caldo

brillare delle fiammelle: è una serie di tre

candele votive di Lisa & C in contenitori

in vetro nero decorato con pietre preziose

e stemmi metallici. Custodia inclusa.

Diametro di 5 cm e altezza di 7 cm. Peso

di 690 grammi. 70 euro.

www.it.forzieri.com

Più che un acquario

Skitsch, azienda innovativa di design

contemporaneo, lanciata nel 2009 in oc-

casione del Salone del Mobile di Milano,

propone nelle sue collezioni Giona, questo

simpatico acquario per pesci in vetro

soffiato a forma di balena della designer

italiana Alessandra Baldereschi. Skitsch

vuole essere un nuovo modo di fare design:

non uno stile, ma le tante espressioni

della creatività contemporanea garantite

dalla firma di designer affermati

o emergenti. Skitsch propone arredi,

complementi e accessori che coniugano

funzione ed emozione. Pensa ai diversi

tipi di casa, all’indoor e all’outdoor, alla

varietà dei gusti, alle funzioni trascurate,

all’utile e allo svago. L’innovazione diventa

quotidianità e finalmente è possibile la

creazione di un ambiente personalizzato.

Dimensioni 43 x 23 x 21 cm e peso di 750

grammi. 310 euro. www.skitsch.it

un caffè firmato

È uno dei piaceri irrinunciabili degli italiani:

il caffè. Ecco allora il regalo perfetto

per chi crede che parte di questo piacere

sia dato anche dallo stile delle tazze da cui

si beve. Se poi il destinatario è anche un

appassionato di automobili, allora non

potrete non scegliere per lui The Bentley

Boys, un set di quattro tazzine da caffè in

ceramica firmato dal noto marchio au-

tomobilistico inglese Bentley. Stampate

con le immagini d’archivio dei vincitori

all’arrivo a Le Mans nel 1930, sono prodotte

in edizione limitata. Custodia inclusa

Bentley Collection. 75 euro.

www.it.forzieri.com

miniature

da collezionare

Seletti propone Goldies, delle simpatiche

miniature decorative di robot, teschio,

gnomo e papera realizzate in fine porcellana

placcata oro 12 carati, 2 micron di

spessore pennellata a mano. Acquistabili

separatamente. Collezione 2013. Italian

design. Hanno dimensioni di 7 x 10,5 x

7,5 cm e peso di 3.000 grammi. 43 euro.

www.seletti.it


TRE STELLE

SULLA PELLE:

IL TIFO

BIANCONERO

ON AIR

è GIà UN SUCCESSO

Antonio Conte con Fulvio Castellaro

In

poco meno di tre mesi ha totalizzato 200mila

ascoltatori, uniti da una sola fede: la passione per la

Juventus, la squadra più scudettata d’Italia. I numeri

aiutano a spiegare il fenomeno di Tre Stelle sulla

pelle, la trasmissione, in diretta in Piemonte il lunedì

alle 18 su Radio Veronica One e il mercoledì in altre

12 radio sul territorio nazionale. Un programma

100% bianconero, seguito e apprezzato anche dai

vertici del club, che unisce i supporter della Vecchia

Signora da nord a sud dello stivale. I protagonisti

sono proprio i tifosi, il dodicesimo uomo in campo,

raggiunti telefonicamente in diretta. “Siamo la voce

della curva – spiega Fulvio Castellaro, conduttore -,

ogni puntata testiamo umori ed emozioni che battono

sugli spalti”. Il segreto del programma è nel mix

irresistibile di divertimento e ironia, nelle interviste

esclusive a ospiti illustri, negli interventi on air del

tifo più sanguigno. Max Pisu, Franco neri, Idris,

Franco Trentalance, sono solo alcuni dei personaggi

che hanno raccontato dai microfoni di Radio Veronica

One la loro storia d’amore con la Vecchia Signora.

Una volta sintonizzati sui 93.6 è impossibile non

lasciarsi contagiare dal carisma, dalla comunicatività

condita da una scoppiettante verve umoristica di

Fulvio Castellaro, voce e presentatore di alcune feste

ufficiali della Juventus (l’ultimo evento ospitato al

Mucca Pazza di Collereto Giacosa ha visto la presenza

di Conte, Marchisio, Buffon, Giovinco e di oltre 1500

persone, un record!). Ma tutta la squadra di Tre Stelle

sulla pelle è da scudetto: l’avvocato Massimo Durante,

Ciccio, il casanova bianconero, Dino, presidente di

club, alzano il volume del divertimento. E grazie alla

regia tecnica curata da Rino, apprezzata in tutta Italia,

l’urlo della curva arriva ovunque.

Ogni lunedì, alle 18, su Radio Veronica One, il

programma 100% bianconero


spE

cIA

LE

nA

TA

LE

20››

A cura di Mariella Valente

it’s Xmas timE!

I bambini non aspettano altro. Sognano a occhi aperti quella magica atmosfera del Natale, i festosi preparativi con l’albero e il

presepe, l’arrivo di Babbo Natale, i regali tanto desiderati e poi la calza carica di sorprese della Befana. L’infanzia è costellata

di questi ricordi che sanno di buono, di simboli e tradizioni legate al periodo, ma soprattutto di spiritualità e di gioia. Un’ampia

offerta di iniziative e attrazioni dedicate ai più piccoli sono in programma nelle prossime settimane in città, dove peraltro è

attesa anche la neve, per rendere anche il prossimo un Natale coi fiocchi!

Piazza dei Bambini

Un graditissimo ritorno in piazza Valdo

Fusi a Torino, ribattezzata Piazza dei

Bambini in occasione del periodo natalizio.

Un progetto di intervento urbano,

ludico, educativo e ricreativo, organizzato

dall’Assessorato alla Cultura, Promozione

e Turismo e dal Centro per la

Cultura Ludica di ITER, Assessorato alle

Politiche Educative della Città di Torino.

Un fitto calendario di eventi e laboratori

gratuiti per bambini dai 3 agli 11 anni,

dove saranno protagonisti nella realizzazione

di decori natalizi tradizionali e

simbolici della città; uno spazio creato,

tra immaginario e realtà, per imparare a

conoscere ed amare Torino. Non perdetevi

il 6 gennaio la festa per l’arrivo della

Befana! www.comune.torino.it/iter

il villaggio di Babbo

Natale

Volete respirare con i vostri bambini la

vera atmosfera del Natale? A Rivoli (TO),

in piazza Martiri della Libertà, ritorna

l’autentico Villaggio di Babbo Natale in

stile nordico, con neve artificiale e lago

ghiacciato per pattinare. Sono previste:

visita a casa di Babbo Natale, animazione,

attività artistiche, laboratori educativi

e iniziative ludiche fino al 6 gennaio senza

giornate di chiusura e con programmi

specifici per le scuole (su prenotazione).

Tutto gratuito e divertentissimo!

www.ilvillaggiodibabbonatale.it


le giostre, un classico che non

tramonta mai

Un classico delle feste, giunto ormai alla sua trentacinquesima

edizione, anche quest’anno ritorna “Natale in

giostra”. Fino al 6 gennaio 2013, presso il Parco del Valentino

a Torino, all’interno del 5° padiglione verrà allestito

un tradizionale Luna Park con numerose giostre per

grandi e bambini, moltissimi giochi a premi e punti ristoro.

Inoltre, per divertire gli ospiti ogni weekend verranno

organizzati degli eventi speciali a tema natalizio come

animazione con i personaggi Disney, Banda musicale con

intrattenimento, Villaggio di Babbo Natale con possibilità

di scrivere una letterina indirizzata, ricevendo in seguito

un simpatico ricordo. Per il programma dettagliato www.

nataleingiostra.com

Capodanno alla Casa

del teatro Ragazzi

Una festa teatrale per adulti e bambini che vogliono brindare

insieme al nuovo anno si terrà la notte di Capodanno

alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino. In

programma alle 21.30 lo spettacolo L’omino della pioggia

- Una notte tra acqua, bolle e sapone di e con Michele

Cafaggi allestito dall’Associazione Fresche Frasche di Milano.

Dopo lo spettacolo Ouverture des saponettes, l’attore

torna a sperimentare attrezzi, materiali e tecniche per

trovare nuove forme espressive attraverso l’utilizzo delle

bolle di sapone.

Al termine, brindisi di mezzanotte accompagnato da un

buffet adatto anche ai più giovani spettatori.

www.casateatroragazzi.it

yOun

gsTy

LE

21››


spE

cIA

LE

nA

TA

LE

22››

una notte con l’orchestra

Anche ai bambini non fate mancare buona

musica, soprattutto a Natale. Una bella

iniziativa curata dal Teatro Regio di

Torino è “Natale con l’orchestra” in programma

il 18 dicembre con due spettacoli

alle ore 10.30 e alle ore 20. L’orchestra

del Regio diretta dal maestro Mattia Rondelli

eseguirà La sinfonia dei giocattoli di

Leopold Mozart con la partecipazione

dei piccoli ascoltatori attraverso il laboratorio

“Suoniamo anche noi”, scaricabile

dal sito, che insegnerà a costruire gli

strumenti e a suonare in sala seguendo la

partitura. Nella seconda parte verrà eseguita

la fiaba musicale Pierino e il lupo di

Sergej Prokof’ev con la voce narrante di

Lorenzo Fontana. www.teatroregio.it

Quante sorprese

per le bambine?

Tra i regali più desiderati delle bambine

figura ai primissimi posti Video

Girl Barbie, per chi vuole donare

tradizione e tecnologia nello stesso

oggetto. È una bambola con una vera

videocamera nascosta nella collana

con la quale filmare i momenti più

spensie- rati e c’é anche un concorso

abbinato! Chi ha

un budget più limitato,

meno di

11 euro, può optare

per oggetto

utile e molto gradito:

l’orologio di

Hello Kitty. Chi

ama gli animali

sarà

entusiasta

di ricevere

il Cucciolo con

cestino da portare

sempre con sé, il

compagno di giochi

ideale.

Rollerblademania

Sempre molto ambita per i maschietti la

bicicletta, ora nella versione Spiderman,

che si attesta come il giocattolo più venduto

in assoluto. Un regalo intramontabile

che è sempre gradito sono i Rollerblade

Phaser Flash Blade Runner, i mitici

pattini in linea con cui scatenarsi sulle piste

di pattinaggio. Se possiede già la con-

sole Nintendo Wii

si può optare per un

videogioco come Epic

Mickey 2, un’avventura

entusiasmante

a fianco del mitico

Topolino. Per

i più piccoli

regalate un

concentrato di

tenerezza con i peluche

Trudi, il famoso brand propone nuovi

e dolcissimi personaggi natalizi tra cui

la renna, e sarete sicuri di non sbagliare

dono.

un tablet per crescere

Recenti indagini di mercato indicano nel

tablet il regalo tecnologico più ambito.

Ora anche i bambini hanno il loro, con

software educativi adatti ad ogni fascia

d’età. Sta per sbarcare in Italia Tabeo, ha

un display touchscreen da 7 pollici, 50

app preinstallate e sistema operativo Android,

è commercializzato da Toys ’R’ Us.

A fargli concorrenza sarà SuperPaquito di

Immaginarium, con schermo più grande

e maggiore memoria, con l’esclusivo sistema

di parental control che consente ai

genitori di tarare le impostazioni d’uso in

base alle specifiche esigenze, modulando

i livelli di protezione con ampi margini

di personalizzazione. Se volete spendere

un po’ meno potete optare per ClemPad

di Clementoni che, a differenza dei precedenti,

è molto simile nel design ai dispositivi

ideati per adulti, per far sentire i

piccoli già “grandi”. www.clementoni.it

Film per tutti

Le vacanze natalizie sono un’ottima occasione

per stare in famiglia. Tra una

partita a tombola e un cenone c’è chi ama

anche andare al cinema nonostante siano

giorni di calca, soprattutto per il piacere

dei bambini di vedere i loro cartoni animati

preferiti. In questo periodo stanno

per uscire i film più attesi dell’anno come

Le cinque leggende, una fiaba avventurosa

che vede come protagonisti

L’Omino di sabbia, la Fata dei denti,

il Coniglio pasquale e Babbo Natale.

Attesissimi anche Ralph Spaccatutto,

ambientato nel mondo dei

videogiochi e Le avventure di

Sammy 2 con le avventure della

tartaruga più amata dai bambini in

versione tridimensionale con il secondo

episodio ancora dedicata ai diritti degli

animali e al rispetto per la natura. Per i

ragazzi è prevedibile il grande successo di

Lo Hobbit: Un viaggio inaspettato e Dorothy

of Oz, due classici della letteratura

rivisti da Peter Jackson. Infine segnaliamo

Un mostro a Parigi, un film d’animazione

francese.

moda kids

Col Natale che si avvicina è bene pensare

in anticipo ai più piccoli, anche per loro

è tempo di vestirsi alla moda. Fra le tante

proposte Kids dei brand più famosi ci

sono piaciute moltissimo le creazioni de

I Pinco Pallino, ideali

per le prossime festività,

propongono

un look all’insegna

dell’eleganza, come

l’abitino rosa cipria

in taffetà ricamato a

motivi floreali da abbinare

al giacchino

in eco pelliccia per

le bambine. Mentre i

maschietti, in pantaloni

di velluto liscio e

camicia classica, gio-


cano a fare i dandy in miniatura. Infine i

piccolissimi, 0-2 anni, non sfigurano con

gli stessi tessuti raffinati ma infinitamente

più comodi nel taglio.

www.pincopallino.it

Cucinano i piccoli!

Una buona idea per Natale è accogliere i

bambini in cucina e provare a preparare

qualcosa insieme a loro per farne un piccolo

dono ad amici e parenti oppure per

il Menù delle feste. Procuratevi gli ingredienti

giusti e sorvegliate i bambini nei

passaggi critici o quando devono utilizzare

il forno o utensili elettrici, per il resto

lasciateli liberi di pasticciare felicemente.

Che ne dite di biscotti con soggetti natalizi

decorati o una torta Stella di Natale?

Potete confezionarli in scatole di cartone

e metterli sotto l’albero, l’effetto sorpresa

sarà assicurato!

Biscotti

di pasta frolla

Ingredienti: 300 gr farina, 150 gr burro,

120 gr di zucchero, 3 tuorli, un pizzico

di sale, una puntina di lievito per dolci,

buccia di limone grattugiata. Per decorare:

confettini argentati, codette colorate,

gocce di cioccolato, cacao amaro in polvere.

Disponete in una ciotola la farina,

aggiungete il burro e lo zucchero e lavorateli

insieme. Unite la buccia di limone, le

uova ed il lievito. Impastate velocemente,

il burro non deve surriscaldarsi con le

mani, e lascia riposare in frigorifero per

20 minuti. Infarinate un piano pulito e

stendete la pasta frolla con il mattarello

e tagliate i biscotti a vostro piacimento o

utilizzando formine di tipo natalizio. Ricordatevi

di infarinare spesso le formine

per non fare attaccare la pasta. Potete

utilizzare la variante al cacao inserendo

nell’impasto del cacao amaro in polvere.

Decorateli a piacere e, se volete appenderli

all’albero, dovete praticare un buchino

ad un’estremità. Infornate a forno

già caldo a 180° per 10/12 minuti.

PiCColi gusti,

il REgalo

PER i tuoi BamBiNi

Tanti piatti facili e divertenti da cucinare

con mamma e papà, illustrazioni e giochi

per scoprire i segreti di un’alimentazione

sana e equilibrata. Un autore d’eccezione:

Lorenzo Branchetti, noto al pubblico

televisivo come Milo Cotogno, protagonista

de La Melevisione su Rai YoYo e per le

merende del sabato preparate a fianco di

Antonella Clerici ne La Prova del Cuoco

su Rai Uno. È uno dei motivi che fanno

di Piccoli Gusti, il libro ideale da regalare

Le Birbe

di Madama Cristina

Abbigliamento moda e accessori

dalla nascita fino a 16 anni

vieni a scoprire

le nostre fantastiche

occasioni e idee

per regali utili

e convenienti

Via Madama Cristina, 32/A 10125 Torino - Tel. 011-2762781

ai bambini ma anche ai genitori attenti

alle scelte in campo alimentare. Leggendolo

si impara a fare la spesa scegliendo i

prodotti di stagione e provenienti da agricoltura

biologica, riscoprendo i cicli della

natura. Grazie al focus sull’alimentazione

per l’infanzia, curato da Evelina Flachi

nutrizionista di fama internazionale, altro

nome noto de La Prova del Cuoco, si scoprirà

come far crescere nei più piccoli la

voglia di prodotti sani e genuini. E ancora:

l’educazione motoria, con gli esercizi studiati

da Amir Lafdaigui, il personal trainer

delle star, da fare in casa per sconfiggere il

pericolo sedentarietà e l’obesità, i segreti

per coltivare un orto sul balcone di casa

e per preparare dei prodotti di bellezza

con ingredienti naturali, l’arte e il gusto, i

giochi e i quiz sul cibo. Il libro può essere

acquistato presso la Società Editrice Torinese,

in via Fattori 3/C a Torino. On line

su www.ilpuntomarket.com è proposto a

un prezzo speciale di 10 euro.

spE

cIA

LE

nA

TA

LE

23››


spE

cIA

LE

nA

TA

LE

24››

A cura di Vittoria Cisella

al sermig

Di che marca sono? Chi è l’artista? Nulla

di tutto questo: sono orecchini composti

con una cialda del caffè! All’Arsenale

della Pace, anche detto Sermig, hanno

aperto un piccolo negozietto che, oltre

vendere magliette con il logo dell’istituto,

propone anche oggetti composti con

materiale di recupero come questi fantastici

orecchini. Un paio costa solo 7€ e il

ricavato arriva ad aiutare tutti gli ospiti

che ogni giorno passano per il Sermig.

Per chi non conoscesse questa grande re-

iN DoNo

lasolidarietà

altà torinese o volesse anche solo far un

regalo originale per Natale visiti il sito

www.sermig.org. Se però invece di voler

aggiungere oggetti o vestiti nelle vostre

case volete sbarazzarvene, l’Arsenale della

Pace sarà felice di ricevere nella sede

di Piazza Borgo Dora 61 tutto ciò che, in

buone condizioni, donerete con il cuore.

un aiuto a distanza

Un catalogo vero e proprio, professionale

e completo di informazioni e immagini

invece vi può dare una mano a scegliere

il regalo migliore per la notte di Natale.

La Fondazione Francesca Rava si occupa

di adozioni a distanza di bambini italiani

e stranieri. Si è concentrata in questa

periodo soprattutto per la zona di Haiti

e acquistando i prodotti del catalogo che

si trova sul sito www.nph-italia.org/dona

ognuno di voi potrebbe avere con sé un

regalo equosolidale e insieme aiutare la

costruzione di un ospedale essenziale in

quelle zone e con la donazione di 17€ un

buonissimo panettone, da aprire per il

brindisi con la famiglia, sarà vostro.

Per casa oz

Quando un bambino è ammalato l’unica

cosa di cui ha bisogno è avere a fianco i

proprio genitori. CasaOz ha pensato a

preparare un luogo accogliente di cure

per questi piccoli malati in cui poter accogliere

anche le famiglie in un ambiente

che le metta in collegamento con una

vera rete di risorse del territorio. Per aiutare

questa bella iniziativa

è sorto all’interno

della Casa un

negozietto di oggetti

vari. Tra questi possiamo

ad esempio

trovare una cover

che “tenga caldo” il


pc in questo rigido inverno a 40€, spesi bene. Se poi l’aria

di Natale vi ispira alle nozze allora le bomboniere della

CasaOz fanno proprio al caso vostro. Sul sito www.casaoz.org/

potrete trovare mille belle iniziative che danno un

briciolo di normalità a chi non ne ha più nella sua vita.

Equo & solidale

Vicino a Torino ci sono più di dieci punti vendita di una

impresa che si chiama AltroMercato. Alimenti e bevande,

prodotti per il benessere, oggettistica per la casa, moda

e accessori, il mondo bimbi, viaggi, bomboniere e finanza:

si questo si occupa. Tutto ciò che si trova all’interno

di questi magazzini è ecosolidale ed equosolidale e il sito

www.altromercato.it può aiutarvi a trovare il regalo per

Natale perfetto. Nessuno potrebbe mai pensare che i vostri

abiti alla moda siano derivati da una politica equo ma

voi avrete dato un aiuto importante al sostegno delle economie

dei paesi poveri di tutto il mondo.

siamo tutti più buoni...

Dedicare del tempo o orientarsi a regali utili e che aiutino

il prossimo, potrebbe essere una soluzione diversa e anticonformista

per queste feste. Tante sono le idee per un

dono speciale o per aiutare il prossimo.

Contattare una delle tante associazioni della città o in

provincia aiuterà a capire, con piccoli gesti, il vero senso

della condivisione. Tra le idee, c’è il Natale Solidale

2012, di cui fa parte la campagna di diritto al cibo “Siamo

tutti nella stessa pentola!”, con cui il CISV promuove la

sovranità alimentare come valore nelle scelte di consumo

e come soluzione alla fame e alle ingiustizie proprie

dei processi economici globalizzati. CISV agisce in Italia

e nel mondo, ma per queste feste mette in rilievo la vicina

Cascina “Terra e Gente” di Albugnano d’Asti, che ha

subìto un forte danneggiamento da una grandinata. Molti

prodotti del catalogo dei cesti alimentari di quest’anno

provengono appunto da questa Cascina e hanno il “certificato

biologico”.

Sia il Telefono Azzurro che Save the Children propongono

pergamene di augurio, calendari e agende in alternativa

ai tradizionali regali. La scelta simbolica di uno di questi

gadget verrà sicuramente apprezzata dal ricevente per le

nobile finalità: aiutare, attraverso queste realtà benefiche,

le migliaia di bambini in difficoltà.

Dal 1949

A PIANEZZA

Qualità, Esperienza, Cortesia

Abbigliamento - Arredamento - Intimo

Merceria - Tessuti

Tovaglie, cuscini e tendaggi

su misura!

A Dicembre

aperti tutte

le domeniche

VIA GrAmscI, 18 - TEl. 011 966.32.61

www.rosEllAmodE.com

e anche il

lunedì

mattina

25››


SETSrl

concessionaria della raccolta pubblicitaria de il nord ovest

Per informazioni:

Telefono: 011.3350411

direzione.commerciale@set.to.it


Cena di magro? E di magro sia! Tradizione

vuole infatti che la sera del 24 dicembre,

Vigilia di Natale, i commensali

rinuncino alla carne e a cotture e sughi

pesanti. Quale migliore occasioni per

sbizzarrirsi con piatti di pesce? A farla da

A tAvOLA

Ilbellovienmangiando

A cura di Valeria Federighi

È uno dei momenti più attesi e piacevoli, quello in cui tutta la famiglia si siede intorno al tavolo per consumare insieme il cenone

della Vigilia o il pranzo. Convivialità e gioia di stare insieme sono gli ingredienti principali per trascorrere davvero delle

Feste serene e indimenticabili. Ma cosa servire per incontrare i gusti di tutti, in equilibrio tra tradizione e creatività culinaria?

la Vigilia

padrone sono i primi: pasta con le sarde,

risotto agli scampi, ma anche tortellini o

ravioli ripieni di pesce. Tante le varianti:

tonno, pesce spada o salmone, finemente

tritati e amalgamati con ricotta o un altro

formaggio fresco. Per il condimento, un

sughetto semplice a base di olio e aromi

incontrerà i gusti tutti, ma i più golosi

non resisteranno alla sfiziosa accoppiata

tra panna e passata di pomodoro.

stuzzicando

In attesa che parenti e amici arrivino alla

spicciolata a sedersi tutti intorno al tavolo,

è bene pensare a qualche stuzzichino

appetitoso per inaugurare la festa. A cominciare

da semplici focaccine al sale e

rosmarino, magari dalle forme “natalizie”:

per i più pigri la sfoglia già pronta da

infornare si trova al supermercato. Con

le piccole formine da biscotti si scatena

la fantasia, e la tavola sarà piena di croccanti

alberelli, sfiziose stelle comete e

prelibati pupazzi di neve. Accompagante

le focaccine con olive verdi e nere, cubetti

di mortadella e noccioline: l’aperitivo è

fatto, si aprano le danze!

spE

cIA

LE

nA

TA

LE

27››


spE

cIA

LE

nA

TA

LE

28››

Dove mi siedo?

È la classica domanda del vecchio zio

brontolone o della cuginetta impaziente:

dove mi siedo? In occasioni speciali come

il pranzo o la cena di Natale è bene che

i padroni di casa stabiliscano la suddivisione

dei tavoli prima dell’arrivo degli

ospiti. Come fare? I segnaposto sono la

soluzione ideale. Accostate ad ogni piatto

un oggetto simbolico, accompagnato dal

nome della persona a cui è stato assegnato

quel posto: è sufficiente un bigliettino

di auguri personalizzato o un piccolo addobbo

natalizio da donare all’ospite. Originale

l’idea di contrassegnare ogni posto

con una statuina del presepe, a richiamare

il vero spirito del Natale. Per rimanere

in tema mangereccio, i segnaposti possono

essere accompaganti da un vasettino

di miele o di marmellata, da un cioccolatino

o da una caramella, piccole delizie da

riservare per la fine del pasto.

un primo piatto...

verde!

È il primo piatto più amati dagli italiani

e non solo: le lasagne sono ovunque un

must del pranzo di Natale. Ma se pensate

che ragù e besciamella siano ingredienti

irrinunciabili sbagliate: i ricettari sono

pieni di alternative leggere ma altrettan-

to gustose. Ad esempio quelle vegetariane,

con zucchine e melanzane, crude o

grigliate, condite con mozzarella e pomodoro

al posto della classica ma pesante

besciamella. Ma per chi ama la verdura

le varianti sono infinite: ricotta e spinaci,

carciofi e quattro formaggi, asparagi

e scaglie di parmigiano. Troppo complicato?

Per avere in un batter d’occhio un

piatto classico ma con un tocco personale,

provate semplicemente a sostituire il

ragù con un buon pesto fatto in casa: il

successo è garantito!

Carne bianca:

buona e sana

Capretto, cappone, gallina, tacchino o

tacchinella: non è una regola generale,

ma sulla tavola natalazia sono pollame

e carne bianca a farla da padrone. Per

stupire i vostri ospiti, provate una rolata

ripiena di...cotechino.

È sufficiente far rosolare un mazzetto di

spinaci, stenderli all’interno di una fesa

di tacchino allargata e completare il ripieno

con il tipico cotechino “da busta”,

sgocciolato dal liquido di cottura e avvolto

nella carne di tacchino. Spezie, aromi,

un filo d’olio e un contorno sfizioso accontenteranno

anche i commensali più

esigenti. Per chi ama l’accostamento dolce/salato,

da provare il galletto in salsa di

frutta, con un ripieno a base di frutti di

stagione, prugne secche e castagne.

Pandoro alternativo

Al momento del dolce è sempre difficile

mettere tutti d’accordo: pandoro o panettone?

Per accontentare gli amanti

dell’uno e dell’altro, ci sono tante idee

fantasiose e semplici da mettere in pratica,

portando in tavola un dessert che sia

una via di mezzo fra tradizione e creatività.

Il pandoro, tagliato trasversalmente

in fette alte un paio di centimetri, può essere

farcito a piacere: crema pasticcera,

nutella, cioccolato bianco possono essere

abbinati a frutta secca o fresca, per una

golosità multistrato a cui nessuno saprà

resistere. Per essere ancora più originali,

provate gli “spiedini” di panettone: tagliatelo

a cubetti non troppo piccoli, fateli

abbrustolire in forno, infilateli negli

stecchini e serviteli con una serie di creme

e marmellate in cui intingerli. Semplice

e gustoso.

una casa “conciata per

le feste”

Bianco, rosso, verde e oro: sono questi

i colori natalizi per eccellenza, stampati

o ricamati su tovaglie e tovaglioli che di

norma vengono tirati fuori dall’armadio

esclusivamente per l’occasione. Per una

tavola in pieno spirito natalizio sono però

tanti gli spunti che arrivano dal mondo

delle decorazioni.

Partiamo dalle sedie: un’idea originale

e simpatica è quella di rivestirne lo

schienale con dei coprisedia a forma di

cappello di Babbo Natale, disponibili nei

negozi specializzati in dimensioni abbastanza

generose da adattarsi a ogni tipo

di schienale.

Anche le bottiglie di vino possono essere

vestite allo stesso modo: messe a centro

tavola, alternate a candele colorate, rallegreranno

immediatamente l’insieme.

Se amate curare i piccoli dettagli, anche

i portatovaglioli meritano attenzione:

sceglieteli a forma di renna o di pupazzo

di Natale e farete la gioia anche dei commensali

più piccini.

Regali gourmand

Cibo e bevande sono una delle idee regalo

più sfruttate e amate da chi li riceve. Si va

dalla semplice bottiglia di vino al panettone

di alta pasticceria, fino ad arrivare ai

classici cesti natalizi.

È vero, i cesti già pronti che troviamo al

supermercato sono perfetti per chi non

ha tempo da perdere a confezionarne

uno. Per un regalo veramente genuino

e sicuramente apprezzato, però, il cesto

è bene ferselo da soli. Insieme ai classici

salumi, al cotechino e alle lenticchie

si può scegliere di arricchire il dono con

prodotti a chilometri zero e specialità locali.

L’eccellenza premia sempre: meglio

pochi prodotti ma di qualità. Come accompagnamento,

perché non aggiungere

qualcosa di utile? Un cavatappi natalizio,

un piccolo tagliere, uno schiaccianoci

originale daranno quel tocco in più che vi

farà distinguere da tutti gli altri regali.


Giusy

Fiori

Fiori freschi e composizioni

per ogni occasione,

idee regalo, bomboniere,

servizi cerimonie.

Via Filadelfia, 136/H (To)

Tel. 011 5695851

Cell. 347 6952900


30››

TEchnOLOgy

1

Guida ai gadget

che semplificano la vita,

un piccolo breviario

elettronico,

per vivere wi-fi

www.sian.it

Il Meteomont è un servizio dedicato al monitoraggio e

alla previsione per i pericoli della montagna.

Nato nel 1978 in collaborazione tra il Corpo forestale

dello Stato, il Comando delle Truppe Alpine e il Servizio

Meteorologico dell’Aeronautica Militare fornisce

informazioni sulle precipitazioni nevose e sul pericolo

di valanghe oltre ad assicurare attività di soccorso e

vigilanza sulle piste.

A cura di Massimo Alessio

2

1. AeroSystem One

AeroSystem One è una docking station per iPod e iPhone realizzata con materiali di pregio quali l’alluminio e il vetro dallo splendido design a forma di colonna alta più di un

metro. In cima all’AeroSystem One troviamo l’alloggiamento per inserire un iPod o un iPhone e una porta USB per collegare memorie esterne. Ottima la qualità audio grazie a

due tweeter da 30 watt integrati nella colonna e ad un subwoofer da 60 watt inserito nella base. Disponibile a 799,00 euro - www.jarre.com

2. BeoTime

BeoTime è un’originale sveglia prodotta dalla Bang &

Olufsen dal design a forma di flauto traverso realizzata

interamente in alluminio con sensori di movimento per

disattivare la suoneria o per attivare la retroilluminazione

dei tre display con un semplice tocco.

Oltra alla funzione di sveglia BeoTime può essere utilizzata

anche come telecomando per gestire altri prodotti

della Bang & Olufsen come televisori o riproduttori di CD.

www.bang-olufsen.com

www.softonic.it

Softonic è un sito dedicato alla ricerca di programmi per

i sistemi operativi Macintosh e Windows.

All’interno del sito si trovano molti collegamenti suddivisi

per categorie per facilitare la ricerca e un campo

dove digitare il nome del programma o le caratteristiche

da cercare. Al termine della ricerca vengono mostrati i

programmi trovati con la possibilità di filtrarli in base

alle opzioni gratuito o a pagamento e vedere di ognuno

le caratteristiche e una breve recensione.

3. Calendario di Natale

Calendario di Natale è un’applicazione che propone il

calendario dell’avvento in versione digitale.

Bellissima la grafica ambientata in un villaggio natalizio

con musiche a tema e 24 caselle da aprire animando

in maniera interattiva il villaggio fino al giorno dell’avvento.

Disponibile in iTunes Store a 0,89 euro per iPod, iPad e

iPhone.

4. OverLook GX-9

OverLook GX-9 sono occhiali da sole dal design sportivo che integrano una videocamera HD. Disponibili con lenti polarizzate in diverse colorazioni consentono di filmare in

alta definizione con un obiettivo grandangolare di 135 gradi, sono dotati di una batteria al litio ricaricabile, di uno slot per MicroSD e di una porta USB per trasferire i filmati sul

computer e ricaricare la batteria. Disponibili presso tutti i migliori negozi di ottica.

Le info più curiose, le notizie che non ti aspetti... in un clic

3

vITE DA bLOg

4

www.beautyfarmonline.it

BeautyFarmOnline è un sito dedicato interamente alle

offerte nei centri benessere e beauty farm.

Veramente ben strutturato questo sito propone nella

sua Home Page le principali offerte di cui è possibile

vedere i dettagli e i link per trovare i centri benessere

presenti nella propria città o le agenzie di viaggio che

organizzano soggiorni in beauty farm e centri benessere

inoltre è possibile iscriversi alla newsletter per rimanere

sempre aggiornati sulle proposte via email.


Nuova Butterfly è l’impresa di pulizie al tuo fianco in ogni

situazione: alloggi, condomini, negozi, palestre, grandi e piccoli

spazi, torneranno a splendere. Risultati garantiti grazie

al personale appositamente qualificato e regolarmente assunto

che utilizzando prodotti e macchinari specifici, riesce,

anche in un arco di tempo limitato a restituire pulizia

Corso Svizzera 185/bis - 10149 - TORINO

Tel.: 347.4220294 - 345.4433660

teresarosito@me.com

PULIZIA GENERALE SCALE, UFFICI, ALLOGGI e NEGOZI

teresarosito@me.com

Pulizie??…

con noi sono

un gioco

da bambini!

RIPRISTINO PARQUET - LAVAGGIO TAPPETI

LAVAGGIO MOQUETTE - LAVAGGIO TENDE DA SOLE

LAVAGGIO VETRINE NEGOZI

CRISTALLIZZAZIONE PAVIMENTI

LAVAGGIO INTERNI AUTO A DOMICILIO

PULIZIA PALESTRE - SGOMBERO CANTINE

e decoro a ogni ambiente. Il modo migliore per provare la

serietà di Nuova Butterfly è richiedere un preventivo gratuito

con prova. Resterete piacevolmente sorpresi dai prezzi

vantaggiosi, dalla cortesia e dalla professionalità di Nuova

Butterfly, sempre pronto a consigliare le soluzioni migliori

per le vostre pulizie.


SEA: DA 25 ANNI

ACCANTO AGLI ANZIANI

dal 1987 una presenza amica

Da allora l’impegno per regalare un sorriso e un

aiuto concreto alle persone avanti con gli anni

costrette ad affrontare la malattia e la solitudine

non si è mai spento. La solidarietà ha radici

forti. Un esempio illuminante è il Sea, il Servizio

Emergenza Anziani celebra quest’anno 25 anni

di attività. Era il 19 dicembre 1987 quando viene

inaugurata la prima sede in via Stradella 203 a

Torino.

i servizi offerti dal SEA

Nato come servizio sperimentale di assistenza

domiciliare, ha realizzato in questo arco di

tempo una serie di attività ad hoc, rispondendo

a bisogni vitali degli anziani. Ecco allora fiorire

iniziative quali la custodia sociale e l’affido

leggero, l’accompagnamento socio-sanitario,

il numero verde attivo 24 ore su 24, le visite a

domicilio, il Pronto Farmaco Festivo.

a casa si vive meglio

Il SEA ha come obiettivo far sì che la persona

continui a vivere a casa propria, immerso

nella serena quotidianità del suo

mondo, circondato da un ambiente

protettivo e familiare. Per fare

questo si sono privilegiati i servizi

di prossimità, anche nei fine settimana

e nei giorni festivi, organizzandoli

in base alle esigenze

S.E.A.

Via Corte D’Appello 22 - 10122 Torino

il SEA cerca nuovi volontari

dell’anziano.

Il SEA associazione di ispirazione cristiana ha

sede in via Corte d’Appello, 22 ed è aperto tutti

i giorni: lunedì, mercoledì e venerdì dalla 15 alle

18 e martedì, giovedì e sabato dalle 9 alle 12.

A gennaio partirà il corso per nuovi volontari.

Per festeggiare i nostri 25 anni vorremmo avere

almeno 25 volontari nuovi, uno per anno: una

squadra preparata in grado di portare speranza

e solidarietà concreta.

19 dicembre compleanno SEA

Per conoscere da vicino i volti dei volontari e le

tante attività promosse in questi 25 anni si può

partecipare a Buon Compleanno Sea, la serata

organizzata il 19 dicembre al Teatro Massaia,

in via Sospello, 32 a Torino (ingresso gratuito,

con prenotazione telefonica obbligatoria allo

011.359908).

Dopo il concerto di Blue note Gospel Choir, si

ripercorrerà la storia dell’associazione con la

conferenza “Alle radici del Sea, una storia di

prossimità, testimonianze e prospettive”.

La serata si chiude con un dolce

pensiero. Sarà l’occasione per

parlare di futuro. Sea vuole infatti

continuare a battersi per portare

un sorriso di fiducia e speranza.

Per farlo ha bisogno del sostegno

di tutti. Anche del tuo.

numero verde 800.812068 - Tel. 011/4366013 - fax. 011/4396853

torinocentro@seaitalia.eu


1) Deja Vu - Soi Cowboy

Negli spazi della Galleria d’arte Paola Meliga la

mostra fotografica Deja Vu - Soi Cowboy curata dal

fotografo genovese Edoardo Miola: per il pubblico

una serie di scatti - alternati in vedute d’insieme,

particolari, interni e ritratti - dedicati alla notte di

Bangkok, offrendo il quadro inusuale di una dimensione

che si vorrebbe ‘asiatica’ ma che in realtà

potrebbe appartenere a qualsiasi megalopoli del

Mondo.

INFO: Via Maria Vittoria 46/C, 011.2079983

4) Hydromemories

Hydromemories è la mostra nomade e flessibile che

vi aspetta fino al 15 dicembre al Museo Regionale di

Scienze Naturali di Giovanni Giolitti 36. E’ una sorta

di laboratorio d’immagini che riunisce artisti internazionali

che hanno dedicato parte della loro ricerca

al tema dell’acqua. Un evento che si propone di

sensibilizzare il pubblico su un argomento attuale,

urgente e globale.

INFO:011.4326354.

2

4

1

2) Natale d’Artista

Natale speciale alla Gam. Per la prima volta il Museo

allestisce nell’atrio un albero di Natale d’Artista,

decorato con le “Palle Presepe” che Marcello Jori ha

creato per Alessi, eccellenza del design italiano, e

Lpwk di Laura Polinoro. Le “Palle Presepe”, opere/

addobbi natalizi di Marcello Jori coniugano la tradizione

decorativa del presepe e dell’albero di Natale

in un’opera innovativa dove sono protagoniste le

figure principali del presepio: Gesù Bambino, Maria,

Giuseppe, il Bue, l’Asinello, un Angioletto, i Re

Magi, Gaspare, Melchiorre e Baldassare, e la Stella

Cometa che li guida. Piccole opere in vetro soffiato,

dominate dalle tinte argento e oro, rivelano l’accurata

ricerca artistica e la preziosità tecnica.

INFO: 011.4429518.

5) Riflessi d’Oriente

Forse nessun altro oggetto artistico della Cina riesce

a racchiudere meglio dello specchio la storia delle

concezioni estetiche e cosmologiche, lo sviluppo

dei motivi decorativi ed iconografici, gli interessi

e le aspirazioni della società cinese di ogni epoca.

Questi oggetti di uso pratico e rituale, carichi di implicazioni

magiche e simboliche, sono esposti nella

mostra Riflessi d’Oriente, al Museo d’Arte Orientale,

la prima del suo genere in Italia. A cura di Marco

Guglielminotti Trivel.

INFO: Via San Domenico, 011.4436927.

3

A cura di Liliana Carbone

art. to

3) Una storia di arte e vita

Collezione d’arte di Miche Berra. Una storia di arte e

vita, a cura di Ivana Mulatero, è la mostra dedicata

a Miche Berra, uno dei più importanti intellettuali

cuneesi della seconda metà del Novecento, un

caleidoscopio in cui ritroviamo arte, giornalismo,

impegno civile e impegno per la propria terra. La

mostra - che resterà aperta al pubblico fino al 24

febbraio 2013 al Filatoio di Caraglio - ha tre sezioni

staccate nel Museo Luigi Mallè di Dronero (La “galassia”

artistica della Granda - Tra Parigi e Cuneo),

nel Museo Casa Galimberti di Cuneo (L’istinto e il gusto

di un “provinciale” d’assalto. L’arte e la storia) e

nella redazione de La Stampa di Cuneo (Miche Berra

recensore d’arte, artista e scrittore).

INFO: da giovedì al sabato ore 14.30-19,

domenica ore 10-19.

6)Homeless Paradise

In occasione del progetto It’snot the end of the

world, la Gam presenta Homeless Paradise, un’installazione

site specific di Valery Koshlyakov, a

cura di Gregorio Mazzonis e Anna Musini, allestita

negli spazi di ingresso al museo. Si tratta di un

secondo e nuovo accesso temporaneo, un piccolo

insediamento che si sviluppa sopra e sotto la pensilina

all’entrata della GAM creando un collegamento

ideale tra realtà civile e mondo dell’arte.

INFO: Via Magenta 31.

5

6

33››


34››

costruire

torino anima tango

Un luogo di ritrovo per tutti gli appassionati

di tango che non possono farne a meno

neanche nel periodo delle feste natalizie,

quando il Piemonte si prepara ad ospitare

alcuni dei più grandi maestri e musicalizador

del pianeta: il Torino Anima Tango,

uno dei festival più conosciuti non solo in

Italia, ma anche in Europa e nel mondo,

spegne dieci candeline nella sua sede storica,

il locale Aldobaraldo in via Parma 29/

bis. Dal 23 dicembre al 6 gennaio.

iNFo: 335.7224576

gelateria Pepino

La storica Gelateria Pepino di piazza Carignano

organizza per dicembre l’iniziativa A

tavola da Pepino, un ciclo di cene all’insegna

della tradizione culinaria piemontese:

giovedì 13 dicembre si delizieranno i palati

con il classico bollito misto. L’iniziativa è

ideata dalla Gelateria Pepino in collaborazione

con MyTable - la piattaforma di prenotazione

ristoranti online in Italia.

iNFo 011.542009.

A cura di Liliana Carbone

Eventi e avvenimenti, musica e spettacolo, arte e fiere. Da non perdere

swish 2, 10 anni dopo!

C’è già molta attesa per il “sequel” teatrale

Swish 2, 10 anni dopo! Si torna a ridere,

infatti, con l’autrice best seller Vera Matthews,

in scena al Teatro Gioiello di Torino

in esclusiva italiana fino al 6 gennaio. L’interpretazione

è affidata alla Compagnia

Comica Stabile del Gioiello; la regia è firmata

da Girolamo Angione. Lucio e Simo,

Bea e Tillo, Rita, Cate e Sol sono tornati

per raccontarvi un’altra bellissima storia

avvincente.

iNFo: Via Colombo 31, 011.5805768,

www.torinospettacoli.it,

www.ticketone.it

Casa olimpia

Ha riaperto l’8 dicembre a Sestriere Casa

Olimpia, e da quel giorno è partito il fitto

programma di eventi con ospiti d’eccezione,

come Nick the Nightfly, Marina

Rei, I Moderni, Roberto Angelini, Giorgio

Calabrese, Alberto Bianco, il senegalese

Marius Seck, lo storico Gastone Saletnich,

il giornalista Stefano Casamassima.

Una ventina in tutto gli appuntamenti ad

alta quota della stagione 2012-2013: dopo

l’inaugurazione dell’8 dicembre si riprende

da mercoledì 26 a domenica 30 dicembre

e da mercoledì 2 a sabato 5 gennaio 2013.

In calendario presentazioni di libri e di album

musicali, live di cantautori affermati e

artisti emergenti, reading e appuntamenti

dedicati al benessere, dalla cromoterapia

allo star bene attraverso il cibo.

iNFo www.casa-olimpia.it

la notte

della locusta

Cosa regalarsi a Natale? La notte della Locusta

si presenta come l’occasione ideale

per sfuggire a quel fastidioso “spirito natalizio”,

rifugiandosi in una serata di puro (e

cattivo) rock sperimentale. Il buon gusto

la fa da padrone, tre fiori all’occhiello della

scena alternativa italiana sono chiamati

all’appello: The zen circus, Il pan del diavolo

e Flora & Fauna. Il 14 dicembre all’Hiroshima

Mon Amour, ore 22, ingresso 10

euro.

iNFo: www.hiroshimamonamour.org

tutto il Natale

in piazza

Al via a Tutto il Natale in piazza che dà

appuntamento a Carmagnola il 16 dicembre,

un evento dedicato a tutte le famiglie.

Piazza Italia si trasformerà in una festa natalizia,

con un presepe vivente senza eguali,

un mercatino dei prodotti tipici ed artigianali

della montagna, della collina e di Carmagnola

nonché dei prodotti equi e solidali.

Naturalmente non mancherà Babbo

Natale, che accoglierà i bimbi sotto l’albero

e li guiderà in un avvincente percorso di

tiro con l’arco. E poi c’è Cammin facendo:

pensieri, emozioni, speranze”, spettacolo di

musiche e parole sulle immagini del “Cammino

di Santiago”. Gran chiusura con pasta

e fagioli e l’immancabile brindisi finale con

panettone e spumante.


36››


A cura di Filippo Vernetti

BaRDoNECChia

E limoNE PiEmoNtE

pistaaldivertimento

Bardonecchia: tramonto sulle piste

Due modi diversi di intendere lo sci e lo snowboard. Bardonecchia e Limone Piemonte si preparano a ricevere i turisti delle

settimane bianche, con impianti all’avanguardia e un ricchissimo cartellone di eventi sportivi.

Allacciate gli scarponi, si parte

sulla NEVE DEl ColomioN o CoN la taVola allo sNoWPaRK

Piu’ gRaNDE D’EuRoPa?

Per i torinesi montagna significa Bardonecchia, la località dell’alta

Val Susa, con i comprensori di Colomion Les-Arnauds e Melezet,

dotati di cento km di piste, servite da 23 impianti di risalita in grado

di trasportare 30mila persone all’ora, si conferma il paradiso

dello sport su neve. Il divertimento inizia in pieno paese, dai 1330

metri di Campo Smith, per arrivare nel silenzio delle montagne,

tra gli sconfinati plateau del Vallon Cros. Il prezzo dello skipass è

lo stesso dello scorso anno (lo stagionale per una famiglia di 3 persone

costa ad esempio 655 euro, info: www.bardonecchiaski.com).

Con lo stagionale si ha inoltre diritto a una serie di offerte come i

tre skipass gratuiti utilizzabili per le località di Valloire-Valmenier,

Valcenis, Aussoi, La Norma e Valfrejus. Alcuni impianti del comprensorio

hanno subito un restyling: la pista Grande Combe è stata

completamente ridisegnata. La partenza è a quota 2650 metri. Ha

caratteristiche tecniche simili a quelle della Panoramica, realizzata

nel 2011, ovvero uno spettacolare percorso fuori bosco. Un altro

importante intervento è stato effettuato sulla Sole del Colomion:

ora è più ampia e maggiormente fruibile da ogni tipo di clientela.

spO

RT

37››


spO

RT

38››

Bardonecchia: cabinovia jafferau

Ma Bardonecchia è anche sinonimo di

snowpark: con i suoi 3,5 km di lunghezza,

è uno dei più grandi d’Europa. Suddiviso

in cinque aree, a seconda del livello

di difficoltà, è pensato per gli sfegatati del

freestyle. I riders più smaliziati hanno a

disposizione la Jibbing area mentre chi

vuole rilassarsi, godendosi le evoluzioni

degli atleti, può prendere l’aperitivo nello

spazio chill out. L’impianto sarà poi il

teatro di numerosi eventi: si va dallo Slope

Style Junior Contest di gennaio, alla

grande notte del Free Night Pipe Contest

di febbraio alla Close the Doors di marzo.

Altro gioiello, eredità dei Giochi di Torino

2006, è l’half pipe olimpico: completamente

illuminato è lungo 130 metri per

18 di larghezza e 6 di altezza. Nutritissimo

il calendario degli eventi sportivi: si parte

il 30 dicembre con il parallelo di Natale e

la fiaccolata dei maestri di sci, il 12 e 13

gennaio è in programma la Coppa Italia

Master di sci alpino, mentre dal 26 al 27

gennaio tocca all’Europa Cup Para Ski

Bardonecchia 2013, spettacolare competizione

di sci e paracadutismo. Il 9 e 10

febbraio si balla con Music & Sport, il 16

marzo scatta la discesa libera targata Red

Bull mentre dal 7 al 14 l’attenzione è per

il Bardonecchia Spring Festival, l’evento

che inaugura la stagione primaverile.

Dopo una giornata di sport niente di

meglio che recuperare le energie in una

delle numerose strutture ricettive. Al’arrivo

della seggiovia del Melezet è stato

recentemente inaugurato il bar-ristorante

Chesal 1805. Tutte le sere dalle 17.30

vengono organizzate delle gite serali con

lo snowcat safari, con partenze da Campo

Smith o da Melezet. Ma Bardonecchia è

anche movida: al calar della notte la festa

prosegue tra i tanti pub e locali, dove tirar

tardi tra risate e buona musica.

tRa i PaEsaggi DElla

RisERVa BiaNCa

Sciare accarezzando paesaggi immacolati.

Accade sulle piste del comprensorio

Riserva Bianca, a Limone Piemonte, tra

le montagne del Cuneese, un territorio

privilegiato dove l’aria delle vette alpine

profuma di mare, (la Liguria e la Costa

Azzurra sono infatti vicinissime). Ma iniziamo

dai numeri: 80 chilometri di piste,

16 impianti di risalita con una telecabina

in grado di collegare il centro storico del

paese con l’area sciabile, 2 kinder park

per i bambini. I prezzi dei biglietti giornalieri

sono gli stessi della stagione 2011-

12. E con le numerose promozioni dedicate

il costo si abbassa ulteriormente.

Acquistandoli on line, su www.riservabianca.it,

oltre a evitare le code, si ha subito

diritto ad una ulteriore sforbiciata: il

giornaliero passa infatti da 33 a 30 euro.

Con i pacchetti hotel + skipass è possibile

soggiornare in hotel o residence convenzionati

e sciare per tutta la durata del soggiorno,

con prezzi che partono a seconda

delle strutture prescelte da 299 euro per

7 giorni. La tecnologia agevola poi il divertimento:

Riserva Bianca è il primo

comprensorio in Piemonte ad adottare il

sistema “EasyPass”, con la formula subito

in pista. Il funzionamento è simile al

telepass autostradale: si accede alle piste

da sci senza dover passare dalla bigliet-

teria. A fine giornata sarà addebitato sulla

carta di credito l’importo relativo agli

skipass utilizzati dal titolare ed eventuali

familiari. E le novità non finiscono qui:

da questa stagione gli appassionati di

salti ed evoluzioni con la tavola possono

scatenarsi nell’area appena inaugurata

sulla pista Gorba, servita dalla seggiovia

Morel. Per i più piccoli ci sono le aree

riservate nella zona di Limone 1400 e il

villaggio Gogolandia, con appositi tapis

roulant e giochi gonfiabili. I bambini

sono i protagonisti del 7° World Stars Ski

Event 2013 For The Children, un evento

unico che coniuga sport e beneficienza in

programma dal 1 al 3 marzo 2013. Avranno

come partner personaggi dello sport

e dello spettacolo. A presiedere l’evento

ci sarà il Principe Alberto II di Monaco,

Presidente Onorario e Fondatore dello

Star Team For The Children. Altri importanti

personaggi hanno già confermato la

presenza: Emanuele Filiberto di Savoia,

Cristina Chiabotto, Marc Girardelli, Riccardo

Patrese, Jarno Trulli, Loris Capirossi,

Isolde Koster, Stefania Belmondo,

Claudio Chiappucci, Pavel Nedved. Il

programma prevederà nella giornata di

sabato 2 marzo una gara di slalom gigante

parallelo mentre nel pomeriggio si disputerà

una gara di biathlon.

Limone Piemonte: piste innevate


TURCHIA - ISTANBUL

H otel ***

4 giorni/3 notti

PERNOTTAMENTO + COLAZIONE

7 D IC E M B R E

€ 175*

Volo da Bergamo

LAST MINUTE TOUR T UR

tutti i viaggi che vuoi

Corso Moncenisio 75 (ang. Strada della Risera, 1)

10090 Rosta (TO)

Tel. 011 9543811 – Fax 011 9543800

www.lastminutetour.com

SELEZIONATE PER VOI V

SEYCHELLES – MAHE'

Guest House

9 giorni/7 notti

MEZZA PENSIONE

M A U R ITIU S

H otel ***

9 giorni/7 notti

MEZZA PENSIONE CON BEVANDE

1 9 D IC E M B R E

€ 999*

Volo da M ilano

2 3 e 3 0 D IC E M B R E 2 D IC E M B R E

€ 1665*

Volo da M ilano e R om a

EGITTO-MARSA ALAM

H otel *

8 giorni/7 notti

A ll Inclusive S oft

€ 490*

Volo da M ilano

* La quota non include quota iscrizione,tasse, spese dossier ed adeguamento carburante/ valutario. Offerte a disponibilità limitata con prezzo dinamico

E solo da NOI N I 10% di sconto sui cataloghi

dei migliori Tour Operator

IL TUO LAVORO TI STA STRETTO?

APRI LA TUA AGENZIA DI VIAGGIO CON NOI PER ARRIVARE AL SUCCESSO COMINCIA DA CAPO!

Oltre 250 agenzie di viaggio su tutto il territorio Nazionale, 143 aperte nell'ultimo anno. Gli unici a scontare del 10% il Catalogo dei migliori Tour Operator

e... nessuna spesa accessoria!

Una banca dai aggiornata quotidianamente con oltre 1.500prodotti a prezzo esclusivo e in disponibilità reale. 80 professionisti preparati e motivati a supporto

delle nostre agenzie

WWW.LASTMINUTETOUR.COM


Tel. 011 95 43 83 12

M ES S IC O – R IVIER A M AYA

Posada Playa del Carmen

9 giorni/7 notti

PERNOTTAMENTO + COLAZIONE

2 7 D IC E M B R E

€ 1730*

Volo da M ilano

H O N D U R A S - R O A TA N

H otel *

9 giorni/7 notti

A ll Inclusive

2 0 D IC E M B R E

€ 1375*

Volo da M ilano


mercatino di Natale

marché Vert Noël

Fino al 6 gennaio ad Aosta – Piazza

Severino Caveri

Un angolo di Aosta si trasforma durante le

feste natalizie, il mercatino Marché Vert

Noël in piazza Caveri è un vero e proprio

villaggio alpino. Specialità del territorio,

vini, arti manuali, oggetti d‘antan, pensieri-regalo,

ispirazioni nordiche, sono

gli ingredienti della manifestazione. Per

tutta la durata della manifestazione, tutti

i curiosi visitatori potranno prendere vi-

Foto: Assessorato regionale del turismo Valle d’Aosta

aNDaR PER FiERE

epresepi,

idee per un week end in Valle d’aosta

sione delle varie produzioni artigianali:

dalla ceramica alle candele, saponi artigianali,

oggettistica artigianale in legno,

oggetti e mobili di antiquariato, articoli

e accessori di abbigliamento in lana cotta

e feltro, canapa, addobbi natalizi, pizzi

prodotti eno-gastronomici tipici valdostani,

dolciumi e pasticceria.

appuntamento con

Rhémy de Noël,

il Babbo Natale

di Courmayeur

Courmayeur - Animazioni e spettacoli,

24 dicembre.

«C’era una volta a Courmayeur, un Babbo

Natale molto speciale: il suo nome era

Rhémy de Noël e portava doni a tutti i

bambini che accendevano una lanternina

alla propria finestra». Se si dovesse

raccontarla, comincerebbe così la storia

di Rhémy de Noël, il Babbo Natale di

Courmayeur, simbolo del forte legame

che unisce questa terra alla tradizione

delle festività natalizie. «Tutto ebbe

inizio quando Rhémy, spazzacamino di

A cura di Michele Leone

Courmayeur nato il giorno di Natale e

per questo chiamato da tutti “de Noël”,

si avventurò verso i ghiacciai del Monte

Bianco per capire che fine avesse fatto la

neve. Era la vigilia di Natale e ancora non

si era posato nemmeno un fiocco di neve

sui tetti della cittadina. Giunto in cima

al Bianco, trovò la neve intrappolata dal

dente di un Gigante, che scolpiva figurine

Foto: Studio Lanzeni

vI

Ag

gI

41››


vI

Ag

gI

42››

alle ore 21.12

di ghiaccio per non sentirsi solo. Trovato un amico vero, il

Gigante liberò la neve e tornò a nevicare su Courmayeur.

Da allora Rhémy resta tutto l’anno a far compagnia al Gigante,

scendendo a valle solo il giorno di Natale per consegnare

doni ed esaudire i desideri di chi accende una lanterna

alla finestra». Una bellissima storia intrecciata alla

figura di Giuseppe Zambiasi, abitante di Courmayeur, che

ogni anno, vestito da Babbo Natale, passava con la slitta

per le vie del paese distribuendo caramelle. Rievocata

questa tradizione, Courmayeur organizza ogni anno uno

speciale appuntamento con Rhémy de Noël, dedicato a

tutti i bambini – di oggi e di ieri – che aspettano il Natale

per poter incontrare il loro Santa Claus tutto valdostano.

Sarà l’occasione per accertarsi che la propria letterina sia

arrivata a destinazione: ogni anno, infatti, a Courmayeur

giungono da ogni parte del mondo centinaia di richieste

per Rhémy de Noël, il quale risponde meticolosamente

ad ogni singola letterina, “aiutato” da un gruppo di volontari.

Si può scrivere a “Rhémy de Noël, il Babbo Natale

di Courmayeur –V.le Monte Bianco –11013 Courmayeur

–Valle d’Aosta” oppure imbucare la propria letterina nella

storica cassetta al Jardin de l’Ange, in via Roma.

Fiaccolate

Torgnon, 30 dicembre

Fiaccolata e fuochi d’artificio.

Manifestazione clou delle feste di fine anno, la fiaccolata

in compagnia dei maestri di sci è sempre emozionante sia

per i partecipanti sia per il pubblico….non mancheranno

la musica e i fuochi d‘artificio.

Fiaccolata

dei bimbi

Cogne 31, dicembre.

Cottura e degustazione del pane tipico “mécoulin” e Fiaccolata

con distribuzione di dolciumi. Dalle 17 cottura e

degustazione del “mécoulin” presso il forno consortile sul

piazzale di Lillaz. Alle 18 inizio fiaccolata con distribuzione

di dolciumi. Servizio bus gratuito Cogne-Lillaz e viceversa

dalle 17.30 fino alle 20.

Capodanno alle terme

Saint-Vincent 31 gennaio 2012

Aperitivi, Cenone di Capodanno, brindisi di mezzanotte e

festa fino all’alba con la musica di Dj Ieia.


PLEXER LA CHIRURGIA ESTETICA SENZA

DOLORE E ACCESSIBILE A TUTTI

Spesso davanti alla possibilità di ricorrere alla chirurgia estetica

siamo frenati delle conseguenze che l’intervento comporta.

L’anestesia, i punti di sutura, il dolore da sopportare,

i controlli post operazione e i costi, alti, obbligano nella maggior

parte dei casi a rinunciarvi. Ma oggi una nuova tecnica consente

di superare questi problemi, con risultati garantiti e in assoluta sicurezza.

È la soft Surgery, la chirurgia sublime. A Torino uno dei

pochissimi medici a proporla è il dottor Sergio Focone.

Perché è un trattamento rivoluzionario? “La soft surgey utilizza

un’apparecchiatura chiamata Plexer. Ci permette di ottenere dei

risultati qualitativamente superiori rispetto a quelli della chirurgia

estetica tradizionale. E questo senza tagli, cicatrici, punti, periodi

di degenza post intervento. È un trattamento sicuro, non c’è bisogno

di anestesia e i risultati sono definitivi e strutturali”.

Come funziona? “La tecnica lavora sul quarto stato della materia:

il plasma. Con il Plexer andremo a sublimare la zona da trattare. A

contatto con la pelle si crea una micro combustione, simile a quella

del laser a accimeri. L’evaporazione è istantanea, il paziente non

avverte dolore. È uno strumento assolutamente preciso: andremo

a trattare esclusivamente la zona che ci interessa. Il difetto da correggere,

viene eliminato, scomparendo completamente. La pelle

torna elastica e tonica”.

Quali sono i campi di applicazione? “Molteplici: si va dal ringiovanimento

del viso all’eliminazione delle macchie cutanee,

cancellando melasmi, cloasmi, lentigo solari. Il Plexer è l’unico

strumento che ci consente di intervenire in zone particolarmente

delicate come gli “xantelasmi”, accumuli di colesterolo, di colore

giallastro, che si formano sopra o attorno alle palpebre. Abbiamo

degli ottimi risultati anche nell’asportazione di fibromi, verruche,

nei, nel trattamento delle rughe perilabiali, perioculari e giabellari.

Solitamente venivano curate con filler, una tecnica non definitiva,

per mantenere il risultato bisogna infatti effettuare delle iniezioni di

acido ialuronico scadenzate nel tempo. Con il Plexer si cancellano

le cicatrici provocate dall’acne. Si è inoltre scoperto che è determinante

nel combattere l’acne attiva. Studi dimostrano che c’è una

predisposizione anatomica che scatena il processo infiammatorio,

la causa è nel canale a gomito della ghiandola che provoca la

comparsa dell’acne, raddrizzandolo si interrompe questo circolo

vizioso”.

E i costi? “Abbiamo una riduzione del 70% rispetto agli interventi

di chirurgia estetica tradizionale. Non c’è bisogno della presenza

di un’anestesista e possono essere effettuati nello studio medico.

Dopo la prima visita gratuita, necessaria per valutare l’entità del

danno, si può partire con l’intervento”.

Contatti: Corso Galileo Ferraris, 147 - Torino - Tel. 392.1437361 - Tel. 011.3049646 - sergio.focone@gmail.com

è DISPONIBILE IL NOSTRO NUOVO

CATALOGO VIAGGI !!!

Partenze:

CHIVASSO - BRA - ALBA - BIELLA - CUNEO - SALUZZO

TORINO - ALESSANDRIA OVEST - VERCELLI - MILANO

BERGAMO - BRESCIA e NOVARA - CASELLO AUTOSTRADE

e ALTRI PUNTI di CARICO.

SEDE DI STRAMBINO

Via Somis 128 - Tel. 0125.713913 - FAX 0125.637561

SEDE DI IVREA

Corso Nigra 41/B - Tel. 0125.634195 - FAX 0125.649541

Dr. Sergio Focone

FIERA DEL BUE GRASSO DI CARRU’ 13/12 € 50.00

PELLEGRINAGGIO A LOURDES 10/02 SERA-12/02 MAT. € 110.00

PELLEGRINAGGIO A LOURDES 10/02 SERA-12/02 SERA € 240.00

PELLEGRINAGGIO A LOURDES 09/02 SERA-12/02 SERA € 315.00

PELLEGRINAGGIO A LOURDES 09/02 MAT.-12/02 SERA € 375.00

MERCATINI DI NATALE

MERCATINI DI STRASBURGO 08-09/12 E 14-16/12 € 225.00

MERCATNI AUSTRIACI 07-09/12 € 305.00

MERCATINI DI MERANO 08/12 € 47.00

LUCI E SUONI A LIONE 08/12 € 65.00

MERCATINI DI MONTREUX 8/12 € 40.00

MERCATINI BOLZANO 16/12 € 47.00

MERCATNI DI NATALE A ZURIGO 09/12 € 48.00

CAPODANNI 2013

CAPODANNO A BERLINO 29/12 - 03/01 € 1098.00

CAPODANNO IN CALABRIA 29/12 - 04/01 € 980.00

CAPODANNO A PARIGI 30/12 - 01/01 € 410.00

CAPODANNO IN COSTA BRAVA 29/12 - 02/01 € 590.00

CAPODANNO A NIZZA 30/12 - 01/01 € 460.00

CAP. SALISBURGO E VIENNA 29/12 - 02/01 € 770.00

CAP. IN COSTIERA AMALFITANA 29/12 - 02/01 € 898.00

Mail: rezza-viaggi@libero.it - rezzaviaggi.ivrea@libero.it w w w.r e z z a v i a g g i.it

TuTTI

nfO

RmA

43››


TuTTI

nfO

RmA

44››

A cura di Amir Lafdaigui

La gente, sempre più spesso frequenta le

palestre per il proprio benessere fisico e

psichico, ed ecco che il fitness si trasforma

in wellness. La vita sedentaria e sregolata

porta, nella maggior parte dei casi, a

scompensi posturali o a problematiche

dovute a movimenti monolaterali. Si sente

sempre più parlare, quindi, di ginnastica

correttiva o postural training, ma per

capire meglio di cosa si tratta dobbiamo

sapere cos’è la postura. Possiamo definirla

come il punto di equilibrio di ogni individuo.

Questo “equilibrio” ci permette

di combattere la forza di gravità e muoverci

nello spazio in maniera funzionale.

Basta solo pensare alla perfezione della

colonna vertebrale, composta da curve,

che come un ammortizzatore attutisce

gli urti, i balzi e sopporta i carichi. Se la

nostra colonna fosse dritta si romperebbe

dopo il minimo sforzo e forse l’essere

umano si sarebbe già estinto! Certamente,

però, sapete che il nostro corpo è

costantemente sottoposto a squilibri posturali,

a volte di natura genetica, altre

volte dovuti a fattori esterni. Gli squilibri

di natura genetica, come le malformazioni

o una gamba più lunga dell’altra,

vengono compensati naturalmente dal

nostro corpo, con una postura adatta ad

ottimizzare i movimenti, spesso non senza

dolori muscolari o articolari. Gli squilibri

di natura esterna sono dovuti, il più

delle volte, allo studio o allo sport per i

Postural training

l’esercizio fisico diventa wellness

più giovani ed al lavoro per gli adulti.

Sia che lo scompenso sia di natura

genetica, che esterna, la ginnastica

correttiva può aiutare il soggetto ad

alleviare il dolore o nel migliore dei

casi a riequilibrare completamente.

Le teorie legate alla postura sono svariate,

ma sono riassumibili in queste

4 pratiche, che racchiudono in esse il

segreto dell’equilibrio: il massaggio,

lo stretching, il rinforzo muscolare e

la respirazione profonda.

Il massaggio è un trattamento molto

utile a rilassare la muscolatura e

a ridare elasticità ai tessuti. Nel caso

specifico della postura, i massaggi

più efficaci sono quelli in grado di

alleviare i cosiddetti trigger point,

dei piccoli nodi, dei punti di tensione

che si sviluppano in un muscolo

quando è sovraccarico o ha subito

un trauma, causando la maggior

parte dei dolori articolari.

Lo stretching è il metodo per allungare

la muscolatura. Ne esistono varie

tipologie per ogni gruppo muscolare,

alcune obsolete e considerate dannose.

Tra le metodologie più efficaci a livello

posturale, però, troviamo il metodo Mezierès,

uno stretching posturale globale,

che permette di riequilibrare la postura

totale del corpo, eliminando i compensi

dovuti alla muscolatura maggiormente

contratta. Per essere efficace inoltre, lo

stretching deve essere necessariamente

abbinato al rinforzo muscolare.

Il rinforzo muscolare consente di migliorare

la postura, bilanciando le forze agoniste

e antagoniste della muscolatura.

Nel caso della propriocezione ad esempio,

l’allenamento per mezzo di propriocettori,

come tavolette, bosu, ecc.., vi

permetterà di bilanciare le forze muscolari

annesse alla percezione del proprio

corpo e al bilanciamento delle forze antigravitazionali.

Come potrete aver capito la pratica

di queste quattro specialità è davvero

fondamentale per un buon equilibrio

corporeo. Non dimenticate però di aver

cura della vostra mente. Il miglior eserci-

zio per questo è a vostra disposizione in

ogni momento: il vostro sorriso! Sorridete

per avere un atteggiamento migliore

nei confronti del mondo, sorridete per

affrontare tutti i problemi che la vita vi

propone e che hanno una soluzione, sorridete

e il resto del mondo vi sorriderà.

Il vostro sorriso vi aiuterà ad avere una

postura migliore, ad alleviare le tensioni

muscolari dovute allo stress, a respirare

meglio e a rilasciare endorfine nel vostro

corpo.

AmAte voI stessI e IL vostro corpo,

perché è L’unIcA cAsA che dovrete

AbItAre per sempre!

Sei un appassionato di sport?

scopri tutte le novità

su www.personaltrainer-in.it

Vuoi fare una domanda ad Amir?

Scrivigli a: amirlaf@gmail.com


LA FELICITà DI GUARDARSI ALLO SPECCHIO

Chiara è entrata per la prima volta nel mio studio sei

mesi fa e mi ha subito colpito. Durante la visita posturale

(prima tappa del percorso con me) ho riscontrato

una leggera scoliosi e una percentuale di massa grassa

troppo elevata, nonostante il peso non fosse esagerato per

la sua altezza. Lo squilibrio era causato dall’anoressia e dalla

bulimia di cui Chiara ha sofferto in tempi diversi, e che l’hanno

fatta “rimbalzare” dai 38 agli 89 kg di peso. Questa situazione ha

fatto si che il suo corpo bruciasse la muscolatura per “nutrirsi” e

preservasse al massimo la massa grassa per difendersi nel caso

fosse arrivato un altro momento di carestia. Per prima cosa ho

chiarito insieme a lei gli obiettivi, mettendo al primo posto la

salute psicofisica: “Se vuoi lavorare con me - le ho spiegato

- devi rispettare il tuo corpo e prenderti cura di lui; solo così

potremmo dargli l’armonia che desideri”.

In effetti, nonostante pesasse 59 kg per 1,65 m di altezza,

aveva pochissimo tono muscolare e grasso distribuito

su fianchi e glutei,a sottolineare la sua conformazione

ginoide. Si sentiva

sempre stanca e depressa:

se ci nutriamo male e non

facciamo movimento anche

Tel. 011/2073568

Fax 011/2073568

E-mail: carrozzeria.grag1ia@libero.it

Str. Della Pronda 138

10095 GRUGLIASCO (TO)

346/6733477

Convenzionati:

ARVAL

GRUPPO UGF

GRUPPO REALE

l’umore ne risente notevolmente.

In questi mesi abbiamo lavorato in modo da

adottare una postura corretta per non assecondare

la curva scoliotica, e gradatamente

abbiamo inserito nella routine esercizi mirati alla

tonificazione e armonizzazione delle forme. Ora

pesa 52 kg ed è una ragazza nuova: le sue braccia

sono toniche e ben definite, il punto vita ben

marcato e soprattutto i glutei sono tonici e

rotondi. Le sue cosce si sono notevolmente

assottigliate e la cellulite è quasi

sparita del tutto. Sono felice perché

Chiara ha finalmente imparato a rispettare

il suo corpo e a prendersene cura. I problemi

alimentari sono ormai lontani anni luce e viene ad allenarsi tre

volte a settimana. Ora si guarda allo specchio e pur vedendo

alcuni dettagli che vorrebbe migliorare, finalmente si piace.

Sono contenta di aver lavorato insieme a lei e di

aver ottenuto questi risultati.

Ora vorrei solamente che mi

permettesse di pubblicare

una sua foto!

Contatti: Cell. 339 37 96 296 - info@lauraveronesemorosini.it

Carrozzeria

GRAGLIA

di Russo Carlo

Riparazione - Sostituzione

VETRI AUTO IN TUTTA ITALIA

SE HAI LA

POZIZA

CRISTALLI

CON NOI

NON PAGHI

LA FRANCHIGIA

Sede di Grugliasco: Str. Della Pronda, 138

e-mail: grugliasco@speedglass.it

- Di Ogni Tipo di Auto e Camion

- In 1 Ora Chiavi in Mano

- Preventivi 7 Giorni su 7

- Servizio a Domicilio Gratuito

011 2073568

www.SpEEdgLASS.iT

TuTTI

nfO

RmA

45››


46››

tutte le stelle di Dicembre

ariete

Tutta la vostra attuale irruenza serve a

ben poco di fronte alle manovre sottili dei

vostri avversari... ma nella seconda metà

del mese la musica cambierà ed avrete la

vostra rivincita! Forza Ariete!

gemelli

In un modo o nell’altro, con l’inganno

o con la simpatia, riuscirete ad essere

convincenti e credibili... quasi con tutti:

ricordatevi che c’è chi ha più memoria di

voi e può cogliervi in fallo!

leone

Il disagio che ora provate, non sentendovi

compresi, nella seconda metà del mese

svanirà, aprendovi nuove prospettive di

comunicazione e di relazione, di incontro

e di scoperta: è il momento di viaggiare!

Muovetevi!

Bilancia

Non li capite proprio quelli che si tormentano

sempre e vivono di ansie e sospetti:

evitateli e scegliete persone socievoli

e aperte, fiduciose e generose con cui

accompagnarvi piacevolmente in questo

fine anno.

sagittario

Fino a metà mese, rischierete parecchio

di farvi scoprire da chi è

più abile di voi, poi la fortuna vi

andrà incontro e potrete festeggiare...

esagerando come al solito!

Attenti!

acquario

Non lasciate che la cupezza e la serietà dei

vostri vicini vi rovini l’umore: ostinatevi a

divertirvi in compagnia e credete ancora

fermamente in un futuro migliore... e in

un mondo sempre più allegro, vario e socievole!

toro

Non è il momento di opporre una fiera

resistenza: invece di chiudervi ed irrigidirvi,

apritevi, ora, a solide alleanze,

potenti e costruttive, con cui impegnarvi

seriamente per raggiungere, in futuro, i

vostri ambiziosi e concreti obiettivi.

Cancro

Se vi fissate in vecchi rancori, rischiate

solo di isolarvi: il modo migliore per vendicarvi

è sorridere amabilmente, spiazzando

e confondendo chi ora è pronto a

difendersi da voi.

Vergine

I furbi ed i superficiali, voi non li sopportate

proprio... ma per fortuna sono solo

una piccola minoranza, attorno a voi, e

potete contare su solide, valide amicizie,

costruttive e durature, affidabili ed

intelligenti, con cui condividere buoni

momenti.

scorpione

Con tre Pianeti nel vostro Segno non potete

che sentirvi pienamente appoggiati

e persino rilassati: tranquillizzatevi, già

a Capodanno torneranno i conflitti a cui

siete abituati! Buona fine e buon inizio!

Capricorno

Il Cielo è con voi ed è quindi l’ora di raggiungere,

finalmente, i vostri obiettivi!

Poi potrete anche rilassarvi e prendere

con leggerezza l’atmosfera festiva attorno

a voi. No problem!

Pesci

Tuttosommato, le feste sono troppo rumorose

per voi, con troppe chiacchiere

insulse ed inutili: vivetele col vostro distacco

olimpico, senza farvi coinvolgere

dal caos, ritirandovi in un mondo a parte

e godendovele comunque, con la giusta

dose di ironia e divertimento. Relax!


A piANEZZA

PIANEZZA - VIA GRAMSCI, 18

TEL. 011 966.32.61 - WWW.ROSELLAMODE.COM


8,000 Mq di Parco

3 aree giochi attrezzatissime

invernali ed estive

istorante

ra MiCo Dei BaMBini

PINO TORINESE, St r a d a t r a f o r o d e l p i n o, 23 - t e l. 011/8909391

TORINO, Via Vi o t t i, 8 - t e l. 011/5162035

COLLERETTO GIACOSA (IVREA), Via pa S q u e r e, 4 - t e l. 0125/76561

CAVALLERMAGGIORE, pi a z z a l e l e Cu p o l e - t e l. 0172/050357

More magazines by this user
Similar magazines