neospora caninum - Ordinevetverona.it

ordinevetverona.it

neospora caninum - Ordinevetverona.it

Il problema epidemiologico e diagnostico permane ancora per quanto riguarda

le oocisti di Neospora caninum ritrovate nelle feci di cane, le quali al

microscopio risultano morfologicamente e strutturalmente identiche alle

oocisti di Hammondia heydorni rinvenute nelle feci di cane (McAllister et al.,

1998; Reichel et al., 2007) (Fig. 4).

Esistono strutturalmente e chimicamente molte analogie tra T. gondii e N.

caninum, sostenute da diverse specifiche ricerche.

Xiao-lin, Grigg et al. (2002) rilevarono come la superficie di Toxoplasma

gondii fosse rivestita da glicosilfosfatidilinositolo, una peculiare proteina di

superficie (SRS), di cui SAG1 ne è il prototipo (dimensioni 1.7 Å). Le

proteine SRS hanno la funzione di regolare la virulenza del parassita stesso, in

quanto modulano il meccanismo dell'adsorbimento a livello di cellule

bersaglio: questo è sicuramente un parametro del successo della capacità

infettante di T. gondii.

Toxoplasma utilizza un vasto repertorio di proteine di superficie d’adesione

per penetrare nelle cellule bersaglio, responsabili anche dell’attivazione della

risposta immunitaria dell’ospite.

Fig. 4. Oocisti di Neospora caninum (sinistra)

ed Hammondia heydorni (destra).

- 21 -

More magazines by this user
Similar magazines