neospora caninum - Ordinevetverona.it

ordinevetverona.it

neospora caninum - Ordinevetverona.it

TRASMISSIONE VERTICALE

La trasmissione verticale comporta la trasmissione transplacentare di

tachizoiti dalla madre infetta al feto durante la gravidanza.

Si riconoscono 2 tipi di trasmissione verticale nel bovino:

1. trasmissione transplacentare esogena, caratterizzata dall’ingestione da

parte della vacca in gestazione, di oocisti non sporulate presenti

nell’ambiente, attraverso l’alimento o l’acqua da bere;

2. trasmissione transplacentare endogena, caratteristica delle vacche con

infezione cronica latente (cisti tessutali) e costituita da una riattivazione

e trasformazione dei bradizoiti di N. caninum in tachizoiti, i quali

possono attraversare la barriera placentare ed essere causa di aborto; la

quota di infezione transplacentare endogena decresce con le gravidanze

successive, indicando l’attivazione di un’immunità protettiva (Anderson

et al., 1995; Dijkstra et al., 2003; Romero e Frankena, 2003).

Le infezioni latenti, presenti nella vacca in gestazione, possono essere state

acquisite attraverso una trasmissione verticale (dalla propria madre)

(Anderson et al., 1997) o essere di origine post-natale (orizzontale), per

l’eventuale presenza in allevamento di cani eliminatori di oocisti (Moen et al.,

1998). Il meccanismo col quale queste infezioni latente si riattivano è davvero

ancora poco conosciuto. L’eventualità che un’immunosoppressione, dovuta ad

esempio ad infezioni concomitanti o per la presenza di micotossine

nell’alimento, possa essere la causa di questa recrudescenza dell’infezione per

la riattivazione dei tachizoiti, è tuttora in discussione e non supportata da dati

certi (Wouda et al., 1998; Bartels et al., 1999; Pfeiffer et al., 2002).

- 48 -