neospora caninum - Ordinevetverona.it

ordinevetverona.it

neospora caninum - Ordinevetverona.it

• BIOLOGIA MOLECOLARE

Le tecniche di amplificazione genica (PCR) del DNA di Neospora caninum

sono sempre più utilizzate.

Sono stati descritti e utilizzati numerosi geni bersaglio. Attualmente, si è

concordi nell’amplificazione del gene pNc-5 presente in tutti gli stipiti, ma la

cui funzione non è ancora stata completamente chiarita (Gottstein et al., 1998).

Questa metodica può essere impiegata per mettere in evidenza tutte le forme

del parassita attualmente descritte: negli organi, nelle feci dell’ospite

definitivo e nello sperma.

Nonostante queste tecniche siano molto sensibili, si raccomanda di estrarre il

DNA a partire da un omogenato di tessuto, piuttosto che da un campione di

piccole dimensioni, in ragione dell’eterogenicità della distribuzione del

parassita.

Considerando il passaggio verticale di N. caninum, un risultato positivo non

consente da solo di concludere sulla reale responsabilità del parassita

nell’aborto. Tuttavia, uno studio condotto in Svizzera, ha evidenziato una

correlazione pari a circa l’85% tra i risultati positivi ottenuti in PCR e le

lesioni compatibili con un aborto attribuibile a Neospora caninum. Questa

tecnica sembra dunque ben adattarsi a una diagnosi di Neosporosi in prima

intenzione (Sager, Fischer, Furrer et al., 2001).

La scelta della PCR come metodica routinaria per la diagnosi diretta di

infezione è soprattutto per la sua praticità, in quanto l’esame può essere

eseguito anche su campioni di tessuti fetali congelati o fissati in formalina e

consente di disporre di un esito in tempi brevi (l’esecuzione completa della

prova richiede 2 giorni).

- 67 -

More magazines by this user
Similar magazines