neospora caninum - Ordinevetverona.it

ordinevetverona.it

neospora caninum - Ordinevetverona.it

In effetti, il sistema immunitario del feto bovino è immaturo, soprattutto nei

primi 2/3 della gravidanza, e il lasso di tempo tra un’infezione fetale e la

morte del prodotto del concepimento è breve (Wouda, Dubey, Jenkins, 1997).

La sierologia può essere anche utilizzata all’atto dell’acquisto di un animale o

nel quadro di uno screening d’allevamento. È necessario in questi casi

ricercare la presenza di linee familiari di bovini infetti. Il veterinario di campo

non deve esitare nel testare nuovamente un animale caratterizzato da risultati

non coerenti rispetto alla genealogia o ai risultati complessivi del gruppo di

animali.

La valutazione sierologica dell’allevamento consente di:

1. stimare l’importanza della contaminazione di gruppo;

2. definire la modalità principale di contaminazione (verticale od

orizzontale);

3. fornire un aiuto nella scelta delle tecniche da mettere in atto per

combattere l’infezione (eliminazione selettiva, scelta delle femmine

riceventi o da incrociare per far nascere vitelli da carne, ecc.).

I test utilizzano tachizoiti di N. caninum o specifici antigeni derivati. I

laboratori che utilizzano uno qualsiasi dei test sierologici per N. caninum,

dovrebbero stabilire appropriati valori di “cut off”, utilizzando sieri da bovini

infetti e non infetti. Un solo campione di siero, proveniente da una singola

bovina, può non riflettere in modo accurato il suo stato d’infezione, dato che i

titoli degli animali positivi possono fluttuare e possono scendere sotto il valore

soglia per un certo periodo di tempo (Björkman, Uggla, 1999).

- 76 -

More magazines by this user
Similar magazines