neospora caninum - Ordinevetverona.it

ordinevetverona.it

neospora caninum - Ordinevetverona.it

SCOPO

Presso il Dipartimento di Produzioni Animali, con la collaborazione del

Dipartimento di Malattie Infettive dell’Università di Medicina Veterinaria di

Parma, è stato avviato uno studio sierologico riguardo la potenziale attitudine

di N. caninum di attraversare la barriera placentare, invadere il prodotto del

concepimento e causare quindi aborto o infezione congenita.

Lo studio è stato condotto attraverso la ricerca di anticorpi nel siero di sangue

prelevato da vitelli appena nati, ancora prima che questi potessero assumere

colostro dalla madre (prelievo precolostrale) ed assorbire quindi eventuali

anticorpi materni, divenendo di riflesso opportunamente sieropositivi, nel caso

di una madre infettata da N. caninum (passaggio immunità passiva colostrale).

L’eventuale riscontro di sieropositivà nel vitello in esame, deriva quindi da

un’attivazione dell’immunità attiva umorale dello stesso vitello, il quale

durante la vita intrauterina è venuto in diretto contatto con i tachizoiti ed

essendo in quel momento già immunocompetente ha avuto una propria attiva

produzione di anticorpi.

Inoltre, abbiamo messo a confronto due diversi esami sierologici, in

particolare un esame IFAT e un esame ELISA, col fine di capire quale dei due

test fosse più attendibile nel diagnosticare un’effettiva sieropositivà

nell’animale in esame.

- 94 -

More magazines by this user
Similar magazines